Sab10212017

Last updateSab, 21 Ott 2017 1am

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza Lavoro Nata ad Avella “Abellauro”, una cooperativa sociale fatta da solo donne

Economia e Finanza

Nata ad Avella “Abellauro”, una cooperativa sociale fatta da solo donne

Hanno voluto iniziare una nuova avventura nel mondo imprenditoriale per essere a fianco dei più deboli.

logo disabilitàMp. D’Avanzo - 22-12-2016 - Nella serata del 21 dicembre si è tenuto i a battesimo, presso il ristorante il Casale ad Avella, la nascita della cooperativa sociale “Abellauro”, una società tutta al femminile, formata da un gruppo di amiche che hanno voluto iniziare una nuova avventura nel mondo imprenditoriale, avendo come mira un fine lodevole: essere a fianco dei più deboli.

Le ideatrici e fondatrici della cooperativa, tutte avellane, sono Antonella Napolitano, Andreana Comune e Felicia Maio. Hanno presentato la loro iniziativa con un evento dal titolo: “A Cena contro le barriere”. E così, un gruppo di ragazzi, diversamente abili, che svolgono il loro corso di studi presso l’Istituto Alberghiero “Russo” di Cicciano, hanno preparato ai numerosi ospiti presenti in sala pietanze di vario genere,  chiaramente sotto la direzione dello Chef del locale: Agostino Masucci, oltre a provvedere al servizio ai tavoli. Una bella iniziativa che dimostra che oggi è possibile abbattere le barriere.  

disabile mondocolorato 530x400Presenti alla cena diversi esponenti politici locali, tra cui il consigliere regionale on. Enzo Alaia, vice presidente della commissione sanità della Regione Campania, e il sindaco di Mugnano del Cardinale, dott. .  

Il Presidente della Cooperativa, la dott.ssa Andreana Comune, ha dichiarato: ” La cooperativa nasce dal desiderio e dalla motivazione dei soci di essere una realtà che, per principio e costituzione, mette la persona al centro delle proprie attività, valorizzando la diversità e dando importanza a chi si trova in uno stato di disagio psicologico, sociale ed economico. Si intende collaborare con le altre realtà presenti sul territorio, che operano con fini sociali, e con le altre reti, perché appartenere ad un territorio significa condividerne bisogni, esigenze e risorse, ma soprattutto sottolinearne l’appartenenza geografica, culturale, sociale ed economica di cui si é espressione.”

More