Una lapide a via Strettola a memoria delle vittime dell’evento catastrofico del 2011

Il piazzale intitolato ai "Caduti sul Lavoro".

La lapideC.S. - Casalnuovo – 06.03.2015 - L'Amministrazione comunale, a seguito del completamento dei lavori di sistemazione e rifacimento di via Strettola, aperta al transito veicolare e pedonale ad ottobre scorso, promise di porre una lapide commemorativa per le due innocenti vittime di quel tragico agosto 2011.
La lapide è stata scoperta, giovedì 5 marzo, dal primo cittadino Antonio Peluso, e benedetta dal parroco don Giuseppe Ravo. Presenti le famiglie di Raffaele Di Monda e Augusto Pellegrino, i due operai morti mentre svolgevano il proprio lavoro.
Una cerimonia sobria a memoria delle vittime del funesto evento del 2011 a seguito dell'apertura della voragine in via Strettola. Il piazzale è stato intitolato a tutti i Caduti sul Lavoro. La targa, infatti, dà al piazzale la denominazione di "Piazzale Caduti dei Lavori".

 

NOLA: RUBA ENERGIA ELETTRICA CON LA CALAMITA, NEI GUAI TITOLARE DI UN BAR

enel truffaRuba energia elettrica per 122 mila euro utilizzando una calamita. Finisce nei guai la titolare di un noto locale di Nola, ubicato lungo la stata 7 bis. La donna, A.R, 44 anni, è già stata processata per direttissima e rimessa in libertà. Il giudice ne ha convalidato l’arresto. Lo stratagemma consisteva nell’utilizzo di una calamita occultata all’interno di un’asta di legno appoggiata al contatore. Il consumo effettuato era così ‘ridimensionato’. Il blitz all’interno del noto locale della movida nolana è stato effettuato dai carabinieri della stazione di Piazzolla e della compagnia di Nola, coordinati dal maggiore Michele Capurso, le fiamme gialle della Guardia di Finanza di Nola, diretti dal capitano Luca Gelormino in collaborazione con il personale dell'unità operativa di prevenzione collettiva dell'Asl Na 3 Sud. Nel processo a carico della donna potrebbe costituirsi parte civile, la Snie, compagnia elettrica di Nola. Nel corso dei controlli effettuati all’interno del locale sono emerse anche altre irregolarità. Gli uomini del capitano Gelormino hanno accertato anche la presenza di lavoratori in nero: su 11 dipendenti, infatti, 8 sono risultati regolari mentre per altri 3 non è stato rinvenuto alcun tipo di contratto. La versione fornita dai titolari, secondo i quali si trattava di lavoratori in prova non ha convinto i finanzieri che, tra l'altro, stanno anche effettuando ulteriori accertamenti sulla regolarità degli altri rapporti di lavoro oltre che approfondimenti di ordine tributario. Non è andata meglio sul fronte del rispetto delle norme sulla salubrità e sull'igiene degli alimenti e degli ambienti di lavoro. Oltre ad una serie di prescrizioni effettuate dagli operatori dell'Asl sono stati sequestrati alcuni laboratori adibiti alla preparazione degli alimenti ed una cella frigo contenente cibo in cattivo stato di conservazione.

Nola / Museo Storico: Aldo Moro tra guerra fredda e commissione d’inchiesta

Se ne discute con l’on. Fioroni e Pino Nazio.

img 20190321 wa0003C.S. – 22.03.2019 - Sabato23 marzo, con inizio alle ore 17.30 se ne discute con l’on. Fioroni, presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, e Pino Nazio, giornalista ed autore del libro “Aldo Moro e la guerra fredda in Italia”, presso il Museo Storico-archeologico di Nola. Tema dell’incontro:“La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi”.

Alla manifestazione, organizzata dal Rotary Nola-Pomigliano d’Arco Distretto 2100, porteranno l’indirizzo di saluto: Ida De Falco, presidente AC di Nola-Pomigliano; Giacomo Franzese, direttore del Museo Archeologico; prof.ssa Floriana Nappi, coordinatrice regionale Parlamento della Legalità Internazionale.

ISTITUTO VESCOVILE DI NOLA: 66° CONVEGNO EX ALUNNI

Il presidente dell’Associazione, prof. Clemente Napolitano, ha organizzato l’evento incentrandolo sul tributo alla figura e all'opera di Mons. Andrea Ruggiero, a dieci anni dalla scomparsa.

Sala settecentescaN.R. - 26.04.2019 - Il 28 aprile 2019 si svolgerà l'annuale Convegno degli Ex alunni, il 66° dell’Associazione, che, diversamente dagli ultimi anni, avrà uno taglio particolare, incentrato sul ricordo e la riconoscenza/gratitudineInfatti, per l'occasione, si renderà un giusto tributo alla figura e all'opera di Mons. Andrea Ruggiero, a dieci anni dalla scomparsa.

Don Andrea Ruggiero 71Mons. Andrea Ruggiero, oltre che apprezzato docente ed illustre preside dell'Istituto Vescovile, è stato per lunghi anni guida della Comunità parrocchiale della Chiesa dedicata a San Felice Vescovo e Martire e colonna portante del Seminario, cui ha dedicato tutte le sue energie della mente e del cuore.

L’occasione dell’incontro sarà anche motivo, tra i presenti, di condividere emozioni e ricordi, momenti di gioia e di convivialità

Programma della giornata in dettaglio:

Ore 9.00   -   Accoglienza

Ore 9.30   -    S. Messa celebrata da S. E. Francesco Marino, Vescovo di Nola

Ore 10.30 - Coffe-break

Ore 11.15 -   Sala settecentesca: “... Ricordando Mons. A. Ruggiero, a dieci anni dalla morte”, con l’intervento di Padre Beniamino Depalma, Vescovo Emerito di Nola

Ore 12.15 - Sala docenti: Scoprimento Epigrafe commemorativa

Ore 13.00 -  Pranzo sociale

Nuovo organigramma alla Sezione di Nola dell’ANMIG: eletto presidente l’ing. Giovanni Velotti

Domenica 3 febbraio si è rinnovato l’organigramma Anmig-sezione di Nola.

Nola 4 novembre 2018Da ilc@zziblog – 04.02.2019 - E’ stato eletto presidente l’ingegnere Giovanni Velotti; vicepresidente la dott.ssa Concetta Nunziata; segretaria Ester Quercia; economo Nicola Napolitano e presidente dei sindaci Maria Rosa Albano.

Secondo il neopresidente,” il ruolo di tale fondazione è mutato negli anni: inizialmente aveva un ruolo di assistenza per i reduci e per chi in armi aveva combattuto per la patria, viceversa oggi rappresenta una opera di testimonianza, con l’alto compito morale di rinnovare, con forza, i fili della memoria tra vecchie e nuove generazioni, per una storia che deve essere preservata e costruita”.

La fondazione conserva un mosaico importante di notizie, curiosità e aneddoti che delinea uno spaccato di storia locale vivo, interessante e stimolante, esempio vivente per le nuove generazioni e memoria indelebile della Nola che fu, per conoscere e difendere la memoria culturale e artistica della cittadina, la quale vanta una storia millenaria invidiabile – ha affermato l’ing. VelottiUn ritorno al passato è l’origine di un futuro migliore, autentico nei valori e nei significati. In ogni campo, dall’arte alla cultura, le tradizioni non vanno mai abbandonate, possono modificare qualche aspetto e indirizzarsi ai mutamenti sociali, ma vanno conservate. Un popolo senza tradizioniconclude il Velottiè senza patria e senza anima”.

Sottocategorie