CINEMA: QUESTA SERA L'INAUGURAZIONE DELLA 72ESIMA EDIZIONE DELLA MOSTRA DI VENEZIA

 

venezia - Elisa SednaouiL'attrice Elisa Sednaoui (nella foto) sarà la madrina delle serate di apertura e di chiusura della 72/a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, che si svolgerà al Lido dal 2 al 12 settembre, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. Una valanga di esordi alla regia in tutte le sezioni e 16 autori per la prima volta in gara nel concorso internazionale che sarà inaugurata questa sera alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Così la Mostra del Cinema di Venezia nella sua 72/a edizione, punta più che mai sullo scouting di nuovi talenti (già missione del progetto annuale Biennale College) e sul mettersi in gioco di autori già conosciuti e pluripremiati; tra gli altri, Atom Egoyan, Pablo Trapero, Laurie Anderson, Luca Guadagnino, Charlie Kaufman, Tom Hooper. Fra i quattro italiani in gara fa un doppio debutto Piero Messina, all'opera prima e all'esordio al Lido con L'attesa, storia al femminile con Juliette Binoche. Altro primo film in corsa per il Leone d'oro (e come le altre opere prime del Festival, per il Leone del futuro Luigi De Laurentiis, ndr), è il venezuelano Desde allá di Lorenzo Vigas, che ha scritto la sceneggiatura insieme a Guillermo Arriaga. Inoltre l'esordiente Duke Johnson, firma con lo sceneggiatore premio Oscar Charlie Kaufman (qui all'opera seconda da regista ma per la prima volta in concorso a Venezia) l'animato Anomalisa. Luca Guadagnino, che aveva presentato alla Mostra, nel 1999 la sua opera prima The protagonists (sezione Nuovi territori), nel 2004, Cuoco contadino (Cinema Digitale), nel 2009 Io sono l'amore (Orizzonti) e nel 2013 Bertolucci on Bertolucci (Venezia Classici), debutta nel concorso principale con A Bigger splash (remake de La piscina di Jacques Deray) interpretato dal quartetto Ralph Fiennes, Tilda Swinton, Matthias Schoenaerts e Dakota Johnson. Tra gli altri grandi autori al debutto nella gara veneziana, Atom Egoyan e il suo Remember, storia di ferite della guerra e vendette con Christopher Plummer e Martin Landau; Pablo Trapero, che in El Clan racconta la vicenda reale della famiglia Puccio, rapitori e omicidi; Tom Hooper, Oscar come miglior regista nel 2011 per Il discorso del re arriva con The Danish Girl, su Lili Elbe (Eddie Redmayne), uno dei primi transessuali a sottoporsi nel 1930 alla procedura chirurgica per il cambio di sesso. Inoltre Laurie Anderson mescola le arti e racconto autobiografico in Heart of a dog, nel quale esplora il tema del lutto. In Orizzonti, fra i debutti alla regia in gara (sette in tutto) c'è Pecore in erba di Alberto Caviglia, commedia surreale ambientata a Trastevere sulla sparizione di un personaggio misterioso e fuori le righe. Mentre il divo Robert Pattinson è protagonista dell'esordio di Brady Corbet, The Childhood of a Leader, che ispirandosi al racconto omonimo di Jean- Paul Sartre e al romanzo di John Fowles, Il mago, mette in scena l'inquietante percorso di crescita di un leader fascista in erba, nell'Europa Post I guerra Mondiale. Nella Settimana della Critica, da sempre dedicata alle opere prime c'è in gara per l'Italia Banat di Adriano Valerio, storia di Ivo, agronomo che non avendo opportunità in Italia, accetta un lavoro in Romania. Ben dieci inoltre gli esordienti alle Giornate degli Autori: tra gli altri, l'opera animata Bangland di Lorenzo Berghella, su una America distopica; il documentario Harry's Bar di Carlotta Cerquetti e Arianna di Carlo Lavagna, viaggio nella propria identità di una diciannovenne intersessuale. Inoltre verranno proiettati i tre nuovi progetti prodotti nell'ambito della terza edizione di Biennale College, il laboratorio aperto a giovani filmmakers di tutto il mondo. Tra i film realizzati l'anno scorso c'è Short skin, l'opera prima di Duccio Chiarini, premiata ai Ciak d'oro, che ha trovato distribuzione in molti Paesi del mondo, Stati Uniti compresi.

 

Napoli Teatro Festival: Casamarciano tra i 40 luoghi del programma

Venerdì in scena "Canti e suoni della dimenticanza" di Roberto De Simone. Spettacolo NTFI per le Universiadi Napoli 2019.

 

Foto Santa Maria del PlescoAutilia Napolitano - 28 giugno 2019 - C'è anche Casamarciano tra i quaranta luoghi della Campania inseriti nel ricco programma di "Napoli Teatro Festival", la mega rassegna culturale che, per 37 giorni consecutivi, fino al 14 luglio, porterà in giro per l'intero territorio regionale circa 110 spettacoli tra reading, installazioni sceniche e recital, di cui oltre 60 prime nazionali.

Un contenitore dalle grandi dimensioni culturali che mette in rete da un lato le competenze artistiche di oltre 800 artisti, dall'altro i luoghi simbolo delle comunità coinvolte, di cui Napoli è comune capofila.

In quest'ottica di promozione si colloca il Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco che, venerdì 28 giugno, ospiterà "Canti e suoni della dimenticanza", il recital di Raffaello Converso con le orchestrazioni del maestro Roberto De Simone.

L'appuntamento è per le ore 21.00 e segue i criteri indicati dall'organizzazione con un biglietto di ingresso simbolico di 8 euro.

Manzi"Una grande occasione per Casamarciano ma soprattutto una nuova opportunità di crescita e visibilità che arriva alla vigilia della IX edizione del 'Festival Scenari Casamarciano' - dichiara il sindaco Andrea Manzi - Continua con sempre nuovi stimoli il percorso iniziato nove anni fa e che ci vede sempre più proiettati in circuiti di prestigio rappresentando al meglio la nostra naturale vocazione artistica che, nel teatro, trova la sua massima espressione. Siamo orgogliosi del cammino intrapreso e di questa nuova vetrina che anticipa, di fatto, quanto accadrà nei prossimi mesi, prima con le Giornate di Commedia Annibale Sersale e poi con il Festival di settembre che, come già annunciato, cambierà ancora una volta look. Pronti a stupire e a guardare al futuro nel segno della cultura ".

NAPOLI TEATRO FESTIVALCon "Canti e suoni della dimenticanza", Raffaello Converso realizza un progetto antologico che comprende un arco musicale che spazia storicamente dalle cinquecentesche villanelle della «Napoli gentile» alle settecentesche reminiscenze pergolesiane o vinciane di eccellenti arie dell’Opera buffa, dalle ottocentesche melodie pervenuteci dalle altissime trascrizioni strumentali redatte da Mauro Giuliani, da Ferdinando Carulli, da Fernando Sor, fino all’approdo di Di Giacomo, melodizzato romanticamente dal Costa e dal De Leva. L’ensemble esecutivo comprende, oltre a Raffaello Converso, una compagine strumentale di plettri, chitarre, qualche strumento ad arco, la cui stilizzazione armonica, o contrappuntistica, si avvale della sapienza compositiva di Roberto De Simone.

Raffaello Converso«Etimologicamente, Posillipo trae la sua denominazione dal significato di “luogo della dimenticanza, “dell’oblio” ” - spiega Raffaello Converso -, in relazione  al fascino ammaliante e seduttivo della maga Circe e della sirena Partenope. In tal senso, Franz Listz intitolò alcune sue elaborazioni pianistiche di canti napoletani Notti di Posillipo, a sottintendere momenti di sospensione storica, dello smarrimento del presente, nel flusso di voci evocate dalla memoria immaginaria della smemorizzazione».

 

SCHEDA

DI RAFFAELLO CONVERSO
ORCHESTRAZIONI ROBERTO DE SIMONE
CON RAFFAELLO CONVERSO (VOCE, CHITARRA, MANDOLINO E VIOLINO) ANTONELLO PALIOTTI (DIREZIONE MUSICALE E CHITARRA), FRANCO PONZO (CHITARRA), MICHELE DE MARTINO (MANDOLINO I), FEDERICO MADDALUNO (MANDOLINO II), EDOARDO CONVERSO (MANDOLA), SALVATORE DELLA VECCHIA (MANDOLONCELLO), LEONARDO MASSA (VIOLONCELLO).

 

Replica del concerto:

7 luglio 2019, ore 21.00
durata 1 ora e 15 min
Napoli - Chiesa di Santa Maria della Colonna

Dove andare a Napoli: Proposte per una visita

Servizio a cura della Redazione. Foto: Fonte internet.

Gli zombie invadono Napoli: parata horror per le strade della città Eventi a Napoli


Zombi 60670452 339875153308243 7123403951352840192 o 2
Dove - Napoli - partenza Galleria Umberto I, Via Toledo

Quando - Dal 08/06/2019 al 08/06/2019 , 15.30

Prezzo - Gratis

Altre Informazioni - Sito web napolihorrorfestival.it

Per la prima volta a Napoli arriva la Parata Zombie. L'appuntamento, anteprima del Napoli Horror Festival, è per sabato 8 giugno alle ore 15:30 alla Galleria Umberto I (luogo di partenza).

Immaginate Napoli invasa dagli zombie. Immaginate - anticipano gli organizzatori- tanti Morti Viventi a bere il caffè a piazza Trieste e Trento, a fare shopping alla Galleria Umberto I e nella metropolitana di piazza Dante.
Fantasia horror? No, realtà! Tutto questo accadrà con un evento unico a Napoli.
Sabato 8 giugno si terrà per la prima volta nel Sud Italia la Parata Zombie che invaderà la città partenopea.

La partecipazione alla parata è libera e gratuita. Per partecipare, basta leggere il regolamento e compilare la liberatoria da inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.I link per scaricare regolamento e liberatoria sono disponibili sul sito napolihorrorfestival.itLa parata zombie diventerà il teaser della prima edizione del Napoli Horror Festival, che si terrà dal 13 al 15 settembre all’Ex Area Nato di Bagnoli. 

Per coloro che hanno usufruito della promozione del Comicon 2019, è indispensabile inviare numero di telefono, foto del ticket e liberatoria firmata entro e non oltre il 31 maggio a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Verrete ricontattati per l’appuntamento.
infoline: +39 3510100102

Sogno d'Amore, a Napoli la mostra dedicata a Marc Chagall Eventi a Napoli

chagall 2Dove - Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum, Piazzetta Pietrasanta

Quando - Dal 15/02/2019 al 30/06/2019. Tutti i giorni 10.00 – 20.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

Prezzo - Intero con audioguida €15,00 Intero €14,00 Ridotto con audioguida €13,00 Ridotto €12,00 Ridotto bambini con audioguida € 7,00 Ridotto bambini €6,00

Altre Informazioni - Sito web chagallnapoli.it

E’ stata presentata in conferenza stampa, giovedì 14 febbraio presso la Basilica della Pietrasanta - Lapis Museum, la mostra "Chagall. Sogno d'amore". Per la prima volta a Napoli, la poetica magia di Marc Chagall raccontata attraverso l’esposizione di 150 opere. La mostra, ospitata proprio nella straordinaria cornice della la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum di Napoli, sarà visitabile dal 15 febbraio.

La mostra racconta la vita, l’opera e il sentimento di Chagall per la sua sempre amatissima moglie Bella, attraverso l’esposizione di 150 opere tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni. Un nucleo di opere rare e straordinarie, provenienti da collezioni private e quindi di difficile accesso per il grande pubblico.

Curata da Dolores Duràn Ucar, la mostra racconta il mondo intriso di stupore e meraviglia dell’artista. Nelle opere coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione e guerra, un universo di sogni dai colori vivaci, di sfumature intense che danno vita a paesaggi popolati da personaggi, reali o immaginari, che si affollano nella fantasia dell’artista. Opere che riproducono un immaginario onirico in cui è difficile discernere il confine tra realtà e sogno.

La mostra è organizzata e prodotta dal Gruppo Arthemisia, che dopo il successo conseguito a Napoli con la mostra di Escher, conferma la propria fiducia nella città partenopea investendo anche sulla straordinaria Basilica della Pietrasanta. La mostra vede come partner istituzionale il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, si avvale del patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli, è sotto l’egida dell’Arcidiocesi di Napoli, e in sintonia con la sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia meridionale, Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, della Rettoria della Basilica di S. Maria Maggiore alla Pietrasanta e dell’Associazione Pietrasanta Polo Culturale ONLUS.

Mostra interattiva su vita, macchine e opere di Leonardo da Vinci Eventi a Napoli

leonardo napoli 2Dove - Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano, Via Vergini, 51

Quando - Dal 01/12/2018 al 30/06/2019

Prezzo - Intero - 8.00 euro per gli adulti Ridotto - 6.00 per gli Under 12, per gli over 65 le scolaresche e per gruppi di almeno 25 persone

Altre Informazioni - Sito web A Napoli la mostra interattiva su vita, macchine e opere di Leonardo da Vinci Eventi a Napoli tappetovolante.org.

Alla Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano, in Via Vergini 51m dal 1 dicembre 2018 al 30 giugno 2019 c'è "Leonardo da Vinci, il genio del Rione Sanità", una mostra interattiva sulla vita, le macchine e le opere di Leonardo da Vinci, per il cinquecentenario dalla morte del genio del Rinascimento.
L’esposizione è a cura della Tappeto Volante, in collaborazione con l’Associazione “Getta la rete”, nel Complesso Monumentale Vincenziano, nello storico quartiere Vergini Sanità. La Cripta del vanvitelliano complesso religioso, diventa un ipogeo offerto alla città e reso fruibile con l’inaugurazione della mostra. L'esposizione è stata inserita tra le "iniziative di maggior interesse nazionale", per il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, dal Comitato istituito dal Ministero dei Beni Culturali per celebrare l’anniversario. Macchine realizzate artigianalmente dal Maestro Mario Paolucci, su progetti originali di Leonardo, sia in scala che a grandezza naturale e realmente funzionanti, tanto da poter essere usate. Sono esposte riproduzioni dei capolavori e dei codici di Leonardo da Vinci.

Aperta dal mercoledì alla domenica dalle 10 alle 17 e, nei giorni festivi e prefestivi, la visita guidata con gli attori in costume è prevista ogni 45 minuti per massimo 40 persone a gruppo. Sarà inoltre possibile effettuare visite combinate con il doppio percorso, mostra Leonardo e visita al complesso dei Vincenziani. Biglietti: intero - 8 euro per gli adulti - ridotto - 6 euro under 12, over 65, scolaresche e gruppi di almeno 25 persone.

Info e prenotazioni: 0818631581 - 3391888611 (anche Whats App) https://www.tappetovolante.org/. Si consiglia la prenotazione.

Capodimonte, la mostra "Caravaggio Napoli" sempre aperta: visitabile 7 giorni su 7 

caravaggio 3 11Dove - Museo e Real Bosco di Capodimonte, Via Miano, 2

Quando - Dal 24/04/2019 al 14/07/2019. tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. La biglietteria chiude alle 18.30

Prezzo – Non disponibile

Altre Informazioni - Sito web beniculturali.it

“Caravaggio. Napoli”: a Capodimonte la grande mostra sul Merisi dal 12 aprile al 14 luglio. La mostra approfondisce il periodo napoletano del pittore e l’eredità lasciata nella città partenopea, fondamentale alla costituzione della poetica barocca e alla diffusione del naturalismo caravaggesco nella pittura del XVII secolo in Europa.

Dopo 15 anni dall’ultima esposizione che Capodimonte ha dedicato al maestro lombardo (Caravaggio. L’ultimo tempo 2004) nuove scoperte e recenti dibattiti internazionali saranno presentati in mostra insieme alla ricostruzione di una dettagliata crono-biografia che riorganizzerà le conoscenze letterarie e documentarie (edite e inedite) del periodo. Attraverso un rigoroso approccio scientifico saranno messe a confronto le opere del Merisi eseguite a Napoli, provenienti dai Musei italiani e stranieri, tra cui prestiti straordinari quale La Flagellazione del Musée des Beaux-Arts di Rouen.

L’esposizione costituisce dunque un’occasione unica nel panorama delle molteplici iniziative espositive sull’opera di Caravaggio, per ragionare sullo scorcio, estremo ed affascinante, dell’esistenza dell’artista, consentendo una maggior comprensione dei suoi anni a Napoli e della loro importanza per lo sviluppo della pittura in Italia e in Europa.

DETTAGLI

Caravaggio Napoli r ph FSqueglia 4636 2a cura di Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger

Sala Causa

mostra esterna al percorso museale

biglietto SIAE 14,00 euro

biglietto: mostra + museo: 15,00 euro

BIGLIETTI IN PREVENDITA: https://bit.ly/CaravaggioNapoliTICKET

In foto: Flagellazione, Métropole Rouen Normandie - Musée des Beaux-Arts, Rouen © C. Lancien, C. Loisel /Réunion des Musées Métropolitains Rouen Normandie

Avella: Grande attesa per il concerto di Uto Ughi

Conto alla rovescia per l’ultimo appuntamento di Irpinia Musica e Castelli.

 

 

65275625 2705393476193474 2121836753303109632 nN.R. - 26.06.2019 - Sabato 29 giugno all’anfiteatro romano di Avella concerto dei maestri Uto Ughi al violino e Bruno Canino al pianoforte. La manifestazione è curata dal maestro Marco Schiavo. L’appuntamento è alle 20.30 e l’ingresso è gratuito.

Irpinia Musica e Castelli – Edizione 2018 “è organizzato dalla Provincia di Avellino, presidente Domenico Biancardi, e finanziato dalla Regione Campania mediante i fondi PAC (Operazioni di valorizzazione dei beni culturali a favore di amministrazioni locali).

Questa edizione ha visto come protagonisti musicisti di livello internazionale che si sono esibiti in varie location della provincia, attirando tantissime persone, che, per l’occasione, hanno visitato l’Irpinia e gustato le eccellenze gastronomiche dei territori.

Il programma della serata ad Avella prevede l’esecuzione di grandi opere di alcuni dei maggiori compositori della storia della musica: “Ciaccona” di T. Vitali, “Sonata in Fa maggiore n.5 ‘La Primavera’ op. 24di L. Van Beethoven, “4 pezzi romantici op.75di A. Dvorak, “Introduzione e Rondodi C. Saint- Saens, “Fantasia sulla Carmendi P. De Sarasate.

Indubbiamente Uto Ughi è riconosciuto – spiega Schiavo - come uno dei massimi esponenti della scuola violinistica Italiana ed è stato uno dei nostri musicisti più emblematici degli ultimi 40 anni.

Insieme a lui un altro grande pianista, instancabile, Bruno Canino che praticamente nella sua vita ha suonato tutto quello che si poteva suonare accompagnando i più grandi solisti con repertori che spaziano dal barocco ai contemporanei”.

Dunque un concerto da non perdere anche lo stupendo scenario dell’anfiteatro Romano di Avella.

Dove andare in questo fine mese: Suggerimenti

Curiosità, spettacoli, concerti e tanto altro. Servizio di Lu.pi.

 

Samurai AccademicSamurai Academy al Comicon 2019

Organizzato da Samurai Academy Naples - Italy

 

Anche quest'anno Samurai Academy Napoli partecipa al Comicon con dimostrazioni di Kendo,Iaido e Ninjutsu dal 25 al 28 aprile, presso lo stand in Asian Village. Gadget per tutti. Vi aspettiamo

 

PaestumAperitivo al Museo con Slow Food Cilento. Giovedì 25 aprile 2019

Costo dell’iniziativa € 5,00, da pagare in biglietteria dopo aver ritirato il biglietto gratuito di ingresso al museo e all’area archeologica. L’ingresso è gratuito per chi non partecipa all’aperitivo.
ATTENZIONE: ultimo ingresso alle 18.50

Gli ingredienti di questo giovedì 25 aprile sono sushi cilentano con orzo di Michele Ferrante in abbinamento falanghina casa d'ambra, il tutto preparato dallo chef stellato Christian Torsiello dell’osteria Arbustico.

 

Nola poetaPensieri di un poeta mediocre

Organizzato da Pro Loco Nola Città d'Arte

Sabato 27 aprile, alle ore 18.00, presso la sede sociale della Pro Loco di Nola sarà presentata la raccolta di poesie di Gerry Di Lorenzo “Pensieri di un poeta mediocre”, edito da Albatros. Non mancate!

 

La Bella addormentata La Bella Addormentata al Castello Lancellotti. Organizzato da IL Demiurgo

LO SPETTACOLO Quando la strega Malefica non viene invitata al battesimo della neonata principessa Aurora, lancia una maledizione che promette la morte della piccina entro il suo 16esimo compleanno. Tre fate bizzarre con l’aiuto di un un principe bellissimo dovranno salvare la principessa Aurora dalla maledizione del sonno eterno…
Rivisitazione di Fiaba adatta ai bambini di ogni età.

LA LOCATION il Castello è situato in Irpinia, nei pressi di Nola, sul "primo sasso" del Vallo di Lauro, Castello Lancellotti è una delle più suggestive residenze d'epoca della Campania.
Completamente ricostruito nel 1870 ad opera del principe Filippo Lancellotti, dopo essere stato dato alle fiamme dai repubblicani francesi nel 1799, il Castello presenta elementi in stile gotico, rinascimentale e barocco con due cortili, in uno dei quali vi è una fontana realizzata con materiali architettonici di epoca romana, ed un giardino all'italiana con piante di bosso.

ADATTAMENTO E REGIA: Franco Nappi
CAST: AURORA -
Antonella Liguoro; FLORA - Roberta Frascati; FAUNA - Manuela Urga; SERENELLA - Gennaro Ciotola; MALEFICA - Roberta Astuti; CORVO - Angelo Sepe; PRINCIPE - Valerio Lombardi;
RE -
Franco Nappi

Lo spettacolo si tiene nella sala d’armi del Castello Lancellotti, anche in caso di pioggia. La durata dello spettacolo è di circa 80 minuti.
I posti non sono numerati. Il costo del biglietto Intero è di €15. Il costo del biglietto Ridotto è di €10 (bambini dai 4 ai 10 anni)

Giorni di spettacolo: 27 e 28 aprile 2019
Gli orari degli spettacoli sono: 16.30 - 18.00 - 19.30 - 21.00.
PRENOTA - Tel. 327 014 8209
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Edward mani di forbice

Eduard Organizzato da La chiave di Artemysia e Il Museo Del Sottosuolo

Sabato 27 Aprile, alle ore 21:00, appuntamento con il nuovo sorprendente spettacolo de "La Chiave di Artemysia": EDWARD MANI DI FORBICE.
Il capolavoro del celebre Tim Burton ha dato via al filone gotico fantastico e per la prima volta si avvicina al teatro. Una
che parla a coloro che guardano alla vita con purezza. Parla a quella parte dell’uomo sognatrice e forse un po’ incompleta alla ricerca di qualcosa o qualcuno che possa…..

Nella sua prima edizione la piece, per la regia di Perla Navarra, prende vita al Museo del Sottosuolo con un testo rivisitato, ma sempre fedele alla pellicola.
La storia, seppur rettificata in alcuni punti, resta, per le sue parti salienti, fedele all'originale.
I personaggi protagonisti della favola visti su di un un palco, e non nello schermo, divengono in qualche modo vicini, come se finalmente si potesse toccarli.
Il tema portante è quello della paura del diverso. Un “mostro” arriva inconsapevolmente a squarciare la monotona quotidianità di una cittadina tranquilla. Esso spaventa, ma soprattutto, ne viene annichilito. Perché la società spesso non è in grado di gestire e reggere il “diverso”, ed è tra le vecchie stanze del Museo che in scena si presenta la povertà interiore ed il vuoto che l’uomo si porta dietro quando non riesce ad andare oltre ciò che vede.
Chi, secondo voi, è il vero mostro?
Lo spettacolo itinerante viene messo in scena come unica replica Sabato 27 Aprile alle ore 21,00.
REGIA: Perla Navarra. DRAMMATURGIA: Livia Bertè. IN SCENA: Danilo Rovani, Livia Berté, Milena Pugliese, Diletta Acanfora, Giuseppe Di Gennaro, Annamaria Prisco, Nicola Caianiello
Prezzo del biglietto euro 15,00
Prenotazione obbligatoria presso i numeri: +39 3294755071; +39 3280115044
O presso la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Bennato
Eugenio Bennato in concerto a Pagani (SA)

Martedì 30 aprile 2019 dalle ore 21:00 alle 23:55 “CONTROCORRENTE TOUR 2019”

Due figure femminili a rappresentare l’energia della taranta che dalla arcaica favola popolare irrompe nella realtà contemporanea e conquista straordinarie platee di nuova generazione. Due chitarre ad arricchire e a colorare di moderne armonie la musica del sud fatta di accordi semplici, circolari ed irresistibili. Ed i racconti di un percorso di ricerca e di creatività che va a toccare temi che sono diventati materia viva della cultura di oggi, dalla questione meridionale al brigantaggio storico, dalla partenza dei bastimenti per le lontane Americhe alla nuova migrazione dagli altri sud del mondo.
In occasione del ventennale della fondazione del movimento “Taranta Power”, festeggiato nella cornice di Piazza del Plebiscito, Napoli, con la presenza dei maestri della musica popolare mediterranea, Eugenio Bennato porta in scena i classici che hanno segnato la sua quarantennale carriera, e i nuovi lavori ispirati alle tematiche attualissime dell’integrazione e della valorizzazione delle identità mediterranee e dei sud del mondo.
Da sempre la voce di Eugenio è sinonimo di pace, condivisione di culture, rispetto delle diversità, fratellanza tra popoli.

Eugenio Bennato fonda negli anni Settanta la Nuova Compagnia di Canto Popolare, e nel 1976 Musica Nova. Negli anni Novanta dà avvio, con Taranta Power, ad un movimento che impone la musica etnica italiana nella rete internazionale della World Music. Le pubblicazioni discografiche più significative sono Brigante se more (1980), Taranta Power (1998), Che il Mediterraneo sia (2002), Sponda sud (2007), Questione meridionale (2011), Canzoni di Contrabbando (antologia 2016). "Da che Sud è Sud" è l'ultimo lavoro discografico, uscito nell'inverno 2017. Il 2018 lo vede suonare nelle grandi capitali del mondo arabo africano: Tunisi, Rabat, Il Cairo, Algeri, Tangeri, Orano. Partecipa al festival 7Sois7Luas in Portogallo, ed è invitato dal Parlamento Europeo di Bruxelles a suonare in occasione della giornata dedicata ai diritti umani. Il 1° dicembre 2018 festeggia i vent’anni di Taranta Power con un grande festival in piazza del Plebiscito, Napoli.

Eugenio Bennato – chitarra classica, mandola, chitarra battente

Ezio Lambiase – chitarra classica ed elettrica
Mujura - chitarra acustica e basso
Sonia Totaro - voce e danza
Francesca Del Duca - voce e percussioni
Mohammed Ezzaime El Alaoui – voce e viola

Larte della falconeriaLauro: L'arte della Falconeria

Organizzazione Pro Lauro e A. C. Le Ali di Partenope

Nella cornice del bellissimo castello Lancellotti di Lauro, un evento mai visto così in Campania! Storia, arte, cultura e tradizioni dimenticate, il tutto in uno dei luoghi più suggestivi del territorio.

Domenica 5 maggio 2019 dalle ore 15:05 alle 17:45Prenotazione obbligatoria. Costo del biglietto: 15 euro (adulti) - 10 euro (bambini al di sotto dei 12 anni) - ingresso gratuito per i bambini al di sotto dei 5 anni

Sottocategorie

  • Spettacoli

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet. Morbi leo Morbi quis vitae quis et Quisque auctor Nunc tempus.

  • Cultura

    Magna velit urna Aenean laoreet tellus orci Suspendisse Integer lacus urna. Vivamus mus vitae Integer Nulla turpis tortor mauris montes sem et. Orci convallis vitae mattis Sed Morbi porttitor justo convallis urna feugiat.