L’Avellino batte per 0-2 il Latina al Francioni, il Lanusei vince con il Lupa Roma ed è spareggio

Dopo 10 vittorie di fila i Lupi finiscono 83 pari e vedono la promozione diretta con lo spareggio con la squadra sarda. Foto: Fonte Internet.

arton72056 7131bA.N. – 08.05.2019 - Nel primo tempo i biancoverdi partono subito all’attacco, ma la prima vera grande occasione della gara è al 10’: dagli sviluppi di un calcio d’angolo cross in mezzo messo da Di Paolantonio, Matute la quanto basta e la sfera arriva a Dionisi, che da buona posizione di testa colpisce alto.
Dieci minuti più tardi, Viscovo esce malamente dalla porta, spazza male regalando la palla al Latina, ma è brava però la retroguardia biancoverde ad evitare il peggio.
Al 29’il Lanusei passa in vantaggio, contemporaneamente ai biancoverdi che trovano lo 0-1 con De Vena, che davanti alla porta insacca un cross di Tribuzzi. 
Dopo solo un quarto d’ora, i biancoverdi vanno a segno con Tribuzzi che raddoppia, sul filo del fuorigioco, ma, mentre l’Avellino esulta, arriva la notizia del pareggio della Lupa Roma. Dopo tre minuti di recupero, finisce la prima frazione di gioco: Latina-Avellino è 0-2. Contemporaneamente la Lupa Roma sta fermando sull’1-1 il Lanusei.j

avellino2Nel secondo tempo, dopo 11’ minuti di nulla, arriva un’occasionissima per il Latina: calcio d’angolo, colpo di testa di Veneziani e la sfera esce alta di poco.
Pochi minuti dopo i biancoverdi sciupano una clamorosa occasione per il tris: Gerbaudo (da poco subentrato a Di Paolantonio) recupera palla e serve De Vena, in mezzo c’è Alfageme, tutto solo, ma l’assist del numero 10 è troppo lungo e forte.
Al 18’ altra ottima occasione per l’Avellino: calcio di punizione appena fuori dall’area del Latina, il tiro di Gerbaudo buca la barriera ma si perde sul fondo.
Al 26’ si rifanno vedere i nerazzurri con Merlonghi il cui diagonale forte e teso esce davvero di poco. Passa un minuto e viene annullato un gol ai nerazzurri: Veneziani di testa anticipa Viscovo, uscito malissimo.
I biancoverdi si fanno rivedere nel finale su una ripartenza: palla per il neo entrato Ciotola che prova la conclusione, che viene deviata. Il Lanusei, invece, grazie anche a un altro gol in pieno recupero vince. Si finisce a 83 pari ed è spareggio.

TABELLINO

MARCATORI
Latina / Avellino: De Vena 29’, Tribuzzi 42’

AMMONITI
Latina: Cittadino 76′
FORMAZIONI
Latina: Maltempi, Ranellucci, Merlonghi (Minicucci 79′), De Martino, Fioretti (Masini 69′), Cittadino, Tinti, Galasso, Sanna, Atiagli, Marino (Veneziani 46′). 
A disposizione: Guddo, Manes, Energe, Barberini, Maiorano, Caternicchia. Allenatore: Raffaele Di Napoli

Avellino: Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Di Paolantonio (Gerbaudo 57′), Matute, Da Dalt; De Vena, Alfageme (Sforzini 70′) (Buono 91′). A disposizione: Lagomarsini, Ciotola, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Buono, Dondoni.  Allenatore: Giovanni Bucaro

L'Avellino ribalta la Torres e agguanta il Lanusei

Al 95° la squadra sarda pareggia con il Budoni e rimane al primo posto insieme ai Lupi.

avellino torres gol de vena 1440x564 cA.N. - 30.04.2019 - Accade tutto in novanta minuti per l’Avellino che nella penultima giornata di campionato del 28 aprile balza in vetta alla classifica, agguantando il Lanusei che al 95’ pareggia con il Budoni.

38456271Gli irpini, con una partita al cardiopalma, prima subiscono la Torres, che va a segno al 3′ del primo tempo con Demartis, poi pareggiano al 9′ del primo tempo con De Vena, per rimontare prima con Tribuzzi al 15′ e poi con Ciotola al 32’ del secondo tempo, fissando il punteggio sul 3 a 1.

Il Lanusei, invece, grazie al pareggio interno contro il Budoni, mantiene il primato a pari merito con i Lupi, che coronano un lungo inseguimento, confezionando la remuntada in partita ma non in classifica.

4913205Il sogno della promozione in Serie C ora, però, è un po’ più a portata di mano.

Si deciderà tutto nell’ultima giornata a Latina per l’Avellino e sul campo della Lupa Roma per il Lanusei. Qualora la parità in vetta dovesse persistere, servirà lo spareggio in campo neutro

Avellino-Torres 3-1

Marcatori: 3′ pt Demartis, 9′ pt De Vena, 15′ st Tribuzzi, 32′ st Ciotola.

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute (40′ st Buono), Di Paolantonio, Da Dalt (29′ st Ciotola); Sforzini (20′ st Alfageme), De Vena (34′ st Gerbaudo).

A disp.: Lagomarsini, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Dondoni. All.: Bucaro.

Torres (3-4-1-2): Cancelli; Peana, Romeo, Lazazzera (23′ st Piriottu); D’Alessandro (32′ st Minutolo), Bianco, Piga (35′ st Lauria), Pinna; Demartis (43′ st Decarolis); Sarritzu (14′ st Camilli), Salata.

A disp.: De Pietto, Piana, Saba, Spinola. All.: Riolfo.

Arbitro: Cavaliere di Paola. Assistenti: De Vellis di Frosinone e Rocca di Isernia.

Note: espulso 27′ st Pinna per somma di ammonizioni; ammoniti 34′ pt Pinna, 35′ pt Betti per gioco scorretto; 22′ st Di Paolantonio, 36′ st Parisi per comportamento non regolamentare; angoli 12-2; recuperi 2′ pt e 6′ st.

COPPA ITALIA: AL VIA GLI OTTAVI POI SARA' SUPERCOPPA

Coppa ItaliaDopo una settimana di vacanza per tutti, tra lunedì e martedì praticamente ogni club di Serie A è tornato al lavoro in vista dei prossimi impegni: da sabato 12 gennaio a lunedì 14 gennaio sono in programma gli ottavi di finale di Coppa Italia (si giocherà in gara unica), mentre il 16 gennaio sarà la volta della Supercoppa italiana tra Milan e Juventus. Il campionato riprenderà invece sabato 19 gennaio con la 20.ma giornata.

COPPA ITALIA - OTTAVI

Lazio-Novara, 12 gennaio (ore 15) all'Olimpico

Sampdoria-Milan, 12 gennaio (ore 18) a Marassi

Bologna-Juventus, 12 gennaio (ore 20:45) al Dall'Ara

Torino-Fiorentina, 13 gennaio (ore 15) all'Olimpico

Inter-Benevento, 13 gennaio (ore 18) a San Siro

Napoli-Sassuolo, 13 gennaio (ore 20:45) al San Paolo

Cagliari-Atalanta, 14 gennaio (ore 17:30) alla Sardegna Arena

Roma-Virtus Entella, 14 gennaio (ore 21) all'Olimpico

SUPERCOPPA ITALIANA

Juventus-Milan, 16 gennaio (ore 18:30 italiane) a Gedda (Arabia Saudita)

L’Avellino espugna Rocca Priora. La capolista Lanusei ko a Trastevere

A 180 minuti dalla fine del campionato, la squadra irpina si porta a due lunghezze (-2) dalla vetta della classifica. Foto: Fonte Internet.

Avellino 2 4A.N. - 22.04.2019 - Dopo la sesta vittoria consecutiva, 0-2 con il Trastevere, grazie alle reti di Gerbaudo e di Di Paolantonio, per l’Avellinoarriva anche il settimo centro stagionale: Lupa Roma-Avellino 0-2, con reti al 14' pt di Morero e al 21' pt di Da Dalt, con il consolidamento del 2° posto in solitaria a solo due punti dal Lanusei, che cade con il Trastevere con il punteggio di 1-0.

Con il Trastevere sono risultati determinanti sia i realizzatori dei due punti: Di Paolantonio, che sblocca un match molto teso e complicato da un calcio piazzato perfetto, e di Gerbaudo, Trastevere Avellino calcioche subentra al compagno di reparto ed è subito determinante, grazie al suo diagonale micidiale; ma anche il portiere Viscovo, determinate durante il corso del match, in virtù delle due parate importantissimi nel secondo tempo, soprattutto quella a botta sicura su Spanò, e Matute, un vero e proprio leone del centrocampo, che ha bloccato quasi sempre la manovra avversaria. Buona ancora una volta anche la prestazione di Parisi, il prodotto del vivaio beneventano.

In questa tornata di campionato la capolista Lanusei si fa bloccare 2 a 2 dal Vis Artena, che si è dimostrato essere un avversario non facile da battere.

bucaro conferenzaNella 36a giornata di campionato, poi, l'Avellino espugna Rocca Priora ed ha la meglio su una tenace Lupa Roma (1-2), mentre il Lanusei viene sconfitto a Trastevere (1-0). Con questa ennesima vittoria di fila i biancoverdi, grazie ai gol di Morero e Da Dalt, vedono sempre più da vicino il Lanusei, a -2 dall'Avellino. Alla a fine del primo tempo Anzini accorcia le distanze, ma l’Avellino, soffrendo, ben due le occasioni da gol sprecate da Tribuzzi e De Vena, porta a casa una vittoria importantissima.

news171812Ora ai Lupi restano 180 minuti per poter agguantare il primato e, quindi, la promozione, anche se le avversarie di turno: la Torres ed il Latina, non sono certamente avversarie da sottovalutare. Ma l’Avellino ha l’obbligo, visto il brillante girone di ritorno, di tentare la carta della promozione diretta e, in ultima analisi, confermare il secondo posto che consentirebbe di disputare i play-of.

 

Lupa Roma-Avellino 1-2

imagesLUPA ROMA (4-3-1-2): Reali; Perocchi, Cacciotti, Giorgi, Negro; Di Giovanni (38' st Tomaselli), Mastrantonio (37' st Rebecchini), Ansini; Pompili (28' st Squerzanti); Alonzi, Mastromattei. A disp: Signorelli, Cucciari, Di Franco, Rossetti, Ceraolo, Olivetti. All.: Amelia.

AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Dionisi, Morero, Parisi; Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (8' st Gerbaudo), Da Dalt (19' st Ciotola); De Vena (37' st Buono), Sforzini (12' st Mentana). A disp: Pizzella, Omohonria, Dondoni, Pepe, Capitanio. All.: Bucaro.

ARBITRO: Monaco di Termoli.

Guardalinee: Carpano-Venuti.

MARCATORI: 14' pt Morero, 21' pt Da Dalt. 

NOTE: spettatori 500 circa. Ammonito: Alonzi. Angoli: 4-0 per l'Avellino. 

INTER - NAPOLI: COMBATTIMENTO PRIMA DELLA GARA, GLI AZZURRI RICORRONO CONTRO LE SQUALIFICHE DI INSIGNE E KOULIBALY

ULTRAS SCONTRIUn battaglia in piena regola a pochi passi dallo stadio San Siro. Secondo i pubblici ministeri di Milano che hanno chiesto la convalida dell'arresto (per rissa e altri reati) per i tre tifosi interisti fermati in seguito agli scontri avvenuti prima di Inter-Napoli, quanto accaduto in via Novara è stato un "combattimento". Nel corso degli incidenti ha perso la vita Daniele Belardinelli, 39 anni, travolto da un suv non ancora identificato. L'Ansa cita la richiesta di convalida dell'arresto per i tre tifosi interisti: "In particolare - è scritto - verso le 19.20 il gruppo di tifosi interisti a piedi invadeva la carreggiata di via Novara (nei pressi dello stadio) circondava improvvisamente le auto e i furgoni con a brodo gli ultras del Napoli diretti allo stadio, con un fitto lancio di torce fumogeni e petardi e colpivano con bastoni e mazze le vetture". E ancora: "I tifosi del Napoli - ricostruiscono gli inquirenti - arrestavano i mezzi scendevano dagli stessi e armati di aste e cinture e aggredivano a loro volta i tifosi dell'Inter, intrattenevano con loro un combattimento". Dopo gli scontri a Milano e l'uccisione di un tifoso, si profila un incontro al ministero dell'Interno già per il 7 gennaio. Lo si apprende da fonti del Viminale. All'organizzazione stanno lavorando il ministro Salvini e il sottosegretario Giorgetti: si punta a un osservatorio allargato, includendo i rappresentanti di società, arbitri, calciatori, allenatori, giornalisti sportivi. Non mancheranno i tifosi, che nelle intenzioni degli organizzatori verranno "selezionati" direttamente dalle società. Intanto sul piano sportivo le squalifiche di Kalidou Koulibaly e Lorenzo Insigne non vanno giù al Napoli che, come di fatto preannunciato dall'avvocato Grassani, ha deciso di fare ricorso nella speranza che possa essere ridotto lo stop di due giornate. Su Insigne il Napoli proverà ad eccepire sull'entità dell'offesa all'arbitro Mazzoleni, mentre per Koulibaly il club di De Laurentiis chiederà che si tenga conto del contesto ambientale che avrebbe generato la reazione del difensore, oltre alla richiesta dello stesso giocatore di sospendere la partita. La Procura della Figc sta intanto decidendo se aprire un fascicolo su Aurelio De Laurentiis che, prima del match contro l'Inter, aveva espresso qualche riserva sulla designazione dell'arbitro Mazzoleni. Oltre ad Adl, nel mirino della Procura è finito il presidenti del Genoa, Enrico Preziosi (contestò la direzione di gara della partita all'Olimpico con la Roma) e potrebbe finire il numero uno del Torino, Urbano Cairo, anche lui molto duro per via dei recenti arbitraggi che a suo dire hanno penalizzato fin qui i granata.

Sottocategorie

  • Calcio

    Lacinia vitae In ante ipsum Sed nec dapibus et orci dictumst. Vel lacus amet dictumst et sapien est ac Curabitur pellentesque ultrices. Feugiat convallis turpis massa ligula sagittis enim aliquet fringilla orci pretium.

  • Altri Sport

    Velit quis Sed Sed Nam felis sagittis a Mauris ac rutrum. Nulla et habitant et tellus ipsum lacinia ac hendrerit Sed ac. Fames pellentesque et Aenean et neque convallis.