Avellino / Villa Amendola: Seminario "Il corpo tra i bisogni di omologazione e l'espressione della propria diversità"

Testimonial Vincenza Luciano, autrice del lavoro “135 chili di bignè, pane e merendine”.

Villa Amendola N.R. – 31.10.2017 - Martedì 7 novembre, dalle 16.30 alle 18.30, presso Villa Amendola di Avellino, si terrà il Seminario "Il corpo tra i bisogni di omologazione e l'espressione della propria diversità", patrocinato dall' Ordine Nazionale degli Psicologi, dall' A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni di Italia) e dal Comune di Avellino.

Il seminario è rivolto a quanti vogliano riflettere sui processi che conducono ai disagi legati all’immagine corporea in un periodo storico che ci vede fortemente condizionati dalle rappresentazioni mediatiche.

copertina libro Vincenza LucianoDopo i saluti istituzionali a cura del prof. Bruno Gambardella, Assessore alle Politiche culturali, alla Pubblica Istruzione e alle Politiche giovanili, interverrannoProf. Gaetana Aufiero, Ricercatrice: "Dal reale al virtuale: corpi ab-usati"; Marianna Patricelli, psicologa e psicoterapeuta: "L'impatto dell'immagine corporea nelle relazioni sociali"; Katya Tarantino, biologa nutrizionista, Presidente Associazione Pabulum: "Riabilitazione nutrizionale per persone affette da disturbi dell'alimentazione"; Vincenzo Prisco, Psichiatra Psicoterapeuta Dirigente Medico SPDC: "L'intervento terapeutico per i disturbi dell'alimentazione"; - Vincenza Luciano, testimonial quale autrice del libro “135 chili di bignè, pane e merendine”. Modera: Floriana Guerriero, giornalista del Quotidiano del Sud.

#135chilidibignepaneemerendine

#emozioniinfinite

Nola: La Festa dei Gigli “cantata” in un cofanetto

Gigli cantati 1 img 20171013 wa0008Autilia Napolitano – 13.10.2017 - È partita ufficialmente sui social già da qualche giorno l’iniziativa legata alla secolare tradizione dei Gigli che porta la firma di Tino SimonettiPer la prima volta, infatti, ad essere protagoniste non sono le accattivanti immagini di performance dei cullatori impegnati in girate, marcette ed alzate ma … le canzoniTesti intramontabili raccolti in quattro cd che ripercorrono la storia musicale della Festa: non solo Nola, anche Barra e Brusciano ed i comuni limitrofi, dove i Gigli nel corso degli anni hanno messo radici, avranno il loro spazio.

Gigli cantati 2 img 20171013 wa00091Un lavoro certosino, con la direzione artistica di Feliciano Natalizio, che, con Tino Simonetti, ha curato la parte organizzativa del progetto selezionando migliaia di brani, diventati oggi la voce ufficiale dell’evento di giugno. L’idea è piaciuta ed è stata subito accolta con entusiasmo dall’associazione Amiamola, presieduta da Maria Esposito, e dal portale 80035 di Antonino CasseseL’intero progetto sarà presentato in anteprima a Nola, alle ore 18.00 di venerdì 27 ottobre, nel salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile per poi proseguire da novembre con le tappe fuori città.

Tino Simonetti imagesJUACQ77CE’ un sogno che si realizzaspiega Tino Simonetticome nolano e come interprete della canzone dei Gigli da anni coltivo questo progetto che oggi finalmente si concretizza grazie al supporto di amici che, come me, intendono la festa come il naturale veicolo di promozione di questa terra. Certo non è stato semplice, il rischio che tutto andasse perduto era alto considerata la quantità del materiale a disposizione. Mi auguro che il popolo dei Gigli accolga con gioia tutto ciò continuando a rispondere in massa alle richieste di adesione”.

Gigli cantati 3 img 20171013 wa0010Continua il nostro impegno nel solco di quanto avviato in questo primo anno di attivitàevidenzia la presidente dell’associazione Amiamola, Maria EspositoPreservare l’identità di un popolo coltivandone le tradizioni e tutelandone le radici è il percorso che ciascuno di noi dovrebbe portare avanti nell’esclusivo interesse della comunità. Ed in quest’ottica la musica dei Gigli rappresenta il giusto mosaico di un puzzle che, nella Festa, trova la sua massima espressione creativa imponendosi di diritto nel vasto patrimonio artistico che tutto il mondo ci invidia”.

Gesualdo: Premiazione con annullo filatelico dei partecipanti al Concorso Nazionale “Padre Pio, il Santo della Misericordia”

L’evento, organizzato dal  quotidiano dentroSalerno.it, programmato per il 21 ottobre.

concorso S. Pio INVITO 250x250 CopiaC.S. - 05.10.2017 - In occasione del Centenario delle apparizioni di Fatima, dopo il successo della I edizione e dello stretto rapporto di San Pio da Pietrelcina con la Vergine di Fatima, il quotidiano dentroSalerno.it  ha bandito la II edizione del Concorso  “Padre Pio: il Santo del nostro tempo”.

La finalità del concorso letterario è quella di dare la possibilità, anche alle nuove generazioni, di sentire attorno al Santo un senso di appartenenza con un racconto breve, una poesia a riguardo, un quadro o una fotografia su San Pio, la Madonna, o a sfondo religioso. 

Padre Pio 1 200x250Tema del concorso: “San Pio esempio di fede e santità per il nostro tempo”, aperto a tutti, i cui testi dovevano pervenire in Redazione: Redazione dentroSalerno-Via S. C. Alessandrina 9 - 84125  - Salerno, in 2 copie, entro e non oltre il 30 Settembre 2017, per essere esaminati da una qualificata giuria, vede l’epilogo, con l’assegnazione dei primi tre premi, e relativo attestato per ogni sezione, il 21 ottobre prossimo, alle ore 18,30. Gli scritti vincitori saranno pubblicati sul quotidiano dentroSalerno.it. 

La serata di Premiazione, condotta dal direttore responsabile di dentroSalerno.it, Rita Occidente Lupo, si terrà a Gesualdo, presso la Parrocchia San Nicola, dove il Santo è stato per un breve periodo, prima dell’ordinazione sacerdotale,  al termine della S. Messa, celebrata dal parroco fra Enzo Gaudio, alla presenza delle istituzioni religiose e civili.

Nell’occasione, sarà possibile, per coloro che lo desiderassero, anche pernottare in tale luogo o per partecipare all’evento, sempre contattando la Redazione;  l’assegnazione dei premi ai vincitori avverrà soltanto se gli stessi interverranno personalmente all’evento.

Madonna di Fatima 188x250Sarà, inoltre, praticato un annullo filatelico speciale del Centenario delle Apparizioni di Fatima a tutto il materiale che verrà rilasciato nel corso della serata: attestati di partecipazione, cartoline grafiche, preparate per l’evento ed esclusive, insieme al dossier inedito, a firma del direttore Rita Occidente Lupo, su miracoli e racconti di vita di coloro che hanno conosciuto o appreso del Santo.

Il testo sarà consegnato a fra Enzo Gaudio, coordinatore regionale del Gruppi di Preghiera Padre Pio, per il Convento di Gesualdo, e al Sindaco, per l’Archivio Comunale.

Prima della cerimonia di premiazione, a partire dalle ore 15,00 sarà possibile visitare l’antico Castello di Gesualdo, in fase di lavori di ristrutturazione; l’antico Convento, che conserva la cella che fu occupata da San Pio ed il piccolo Museo con gli oggetti sacri dello Stigmatizzato.

Alle ore 17,00, poi, presso la Chiesa dei SS. Nicola ed Antonino Martire, adorazione eucaristica e celebrazione della Santa Messa, presieduta dal parroco fra Enzo Gaudio, coordinatore regionale dei Gruppi di Preghiera Padre Pio della Campania, con esposizione reliquie del Santo.

Al termine, ore 18,30, inizio della serata di premiazione del Concorso, alla presenza delle istituzioni civili e religiose. 

Baianese in lutto, è morto padre Agostino

padre agostino CopiaN.R. - 20.10.2017 - Il parroco Don Giuseppe Parisi, le comunità religiose delle suore Pallottine e Canossiane, le associazioni e i movimenti ecclesiali e tutto il popolo di Dio di Avella elevano al Signore della vita la preghiera di ringraziamento e di suffragio per l’anima del caro padre AGOSTINO, Stefano Acierno all’anagrafe, che, per anni, ha prestato il suo servizio di sacerdote, umile e buono alla comunità avellana  e baianese, in particolare al “Rione Purgatorio”.  Gesù buon pastore lo accolga nell’abbraccio del suo Eterno e Infinito Amore.

A darne il triste annuncio i fratelli Luigi, Mario ed Augusto, la sorella Concetta, il cognato Francesco De Lucia, la cognata Elena Napolitano , i nipoti e parenti tutti. 

I funerali avranno luogo domani 21 ottobre 2017, alle ore 16.00, partendo dalla casa dell’Estinto in via Candela 16, per la chiesa di Santa Croce in Baiano. Dopo il rito religioso si proseguirà per il cimitero di Baiano.

Il Meridiano fa proprio il cordoglio di tutti ed esprime le più sentite condoglianze alla famiglia

 all’anagrafe, che, per anni, ha prestato il suo servizio di sacerdote, umile e buono alla comunità avellana  e baianese, in particolare al “Rione Purgatorio”.  Gesù buon pastore lo accolga nell’abbraccio del suo Eterno e Infinito Amore.

A darne il triste annuncio i fratelli Luigi, Mario ed Augusto, la sorella Concetta, il cognato Francesco De Lucia, la cognata Elena Napolitano , i nipoti e parenti tutti. 

I funerali avranno luogo domani 21 ottobre 2017, alle ore 16.00, partendo dalla casa dell’Estinto in via Candela 16, per la chiesa di Santa Croce in Baiano. Dopo il rito religioso si proseguirà per il cimitero di Baiano.

Il Meridiano fa proprio il cordoglio di tutti ed esprime le più sentite condoglianze alla famiglia

MONTEFORTE IRPINO: TUTTO PRONTO PER LA RIPARTENZA DI IRPINIA IN BIBLIOTECA

DOMANI LA CASA DELLA CULTURA DI MONTEFORTE RIAPRIRA’ ALLA POESIA IRPINA. AUTORI, MUSICA, ARTE E VINO DELLA NOSTRA TERRA: LE SPERANZE DEL NOSTRO FUTURO.

 

LOCANDINA 1C.S. - 06.10.2017 -  «È giunto il momento di accogliere le istanze dell’arte per guardare al domani con occhi diversi» annuncia l’organizzazione presentando l’evento. La manifestazione letteraria Irpinia in Biblioteca, frutto della collaborazione tra Comune di Monteforte Irpino, Incanto Irpino, Biblioteca Comunale di Monteforte Irpino, Musikarte,Generali Italia (Agenzia generale Avellino Italia) e l'artista Dorotea Virtuoso, prende il via domani 7 ottobre alle 19,00 con un primo appuntamento dedicato al futuro.

Tra i versi degli autori, la musica ideata da Mario Sibilia, gli spunti offerti dalle giornaliste Maria Paola Battista e Luigia Meriano, le solari immagini femminili di Dorotea Virtuoso e il vino offerto in degustazione dalla Cantina Riccio di Chiusano San Domenico, si dipanerà un percorso di scoperta che il pubblico affronterà assistendo alla presentazione di una Irpinia viva e pulsante, ricca di istanze, speranze e risposte; una Irpinia che ha molto da dire, ma soprattutto da fare per recuperare la consapevolezza delle proprie risorse culturali.

Negli appuntamenti che seguiranno, il pubblico verrà coinvolto di volta in volta in tematiche diverse legate all’opera dei nostri scrittori e poeti. Gli intervenuti saranno invitati a condividere questo cammino culturale, partecipando alle serate che seguiranno, dando così il loro contributo alla crescita culturale delle nuove generazioni e al consolidamento di una coscienza comune.

Ad aprire la serata saranno i saluti del sindaco Costantino Giordano, dell’assessora alla Cultura Lia Vitale e del rappresentante di Generali Italia-Agenzia generale Avellino Italia. Sul palco della Casa della Cultura saliranno Gaetana Aufiero, Domenico Cipriano, Paola De Lorenzo Ronca, Claudia Iandolo, Rossella Luongo, Vera Mocella, Maria Ronca e Annalisa Soddu. A condurre la serata sarà Eleonora Davide.

L’ingresso è libero.