A Castel dell’Ovo la Magia dell’origine di Napoli

Progetto a cura di Désirée Risolo e Nina Cuomo arricchito dalla preziosa collaborazione con Vittorio Del Tufo, Capo Redattore de “Il Mattino”, che leggerà brani tratti dal suo saggio “Napoli magica“Organizzazione locus iste

Napoli magicaC.S. - Dalla collaborazione con Vittorio Del Tufo, Capo Redattore de “Il Mattino” ed autore del saggio “Napoli magica“, nasce un itinerario intriso di magia, un viaggio volto a svelare il volto più segreto della meraviglia, il suggestivo passaggio dal visibile all’invisibile.
Castel dell’Ovo, sospeso tra mare e cielo, è custode della memoria della nascita di Napoli. E lì su via Partenope, immersi nell’incanto del suo lungomare, i partecipanti attraverseranno la storia della Città, ne conosceranno la morfologia fino a toccarne con mano il midollo osseo.
Ai piedi di Pizzofalcone si potranno immaginare i vulcani flegrei eruttare e fiumi antichi accarezzare le coste Platamonie fino alla genesi dell’isolotto di Megaride. Lungo il pontile, che lega la terra al borgo marinari, i partecipanti torneranno ad essere greci alla conquista di un nuovo mondo e vedranno la sirena Parthenope ammaliare e morire per amore.
Entrare nel castello tufaceo sarà sentire viva l’eco di storie che nei secoli si intrecciano tra loro. Regine e re accompagneranno i visitatori lungo le sue mura e incontreranno Virgilio, mago e poeta, per conoscere la leggenda che lega ancora il nome del castello alla magia di un uovo.
L’imponente fortezza, le sue torri, le sue terrazze saranno lo scenario di questa meravigliosa storia, che si concluderà nel blu del mare, dove piccoli gozzi porteranno i visitatori ad ammirare il castello nei suoi lati più nascosti.

DOMENICA 2 DICEMBRE ORE 10.15
Appuntamento: via Partenope, presso la Fontana del Gigante ore 10.15
Quota sociale: 10 euro
Durata: 120 minuti circa
Guide: Desiree e Nina, con la collaborazione di Vittorio Del Tufo

Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo, grazie a tutti i soci per la collaborazione alla buona riuscita delle attività.

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Ancora non sei un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line:
https://locusisteblog.wordpress.com/modulo-di-iscrizione-a-socio-sostenitore/

COME PRENOTARSI ALLE VISITE?
Per partecipare alle visite in calendario la prenotazione è OBBLIGATORIA e deve avvenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ed esclusivamente ATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:

– CONTATTO TELEFONICO:
Telefona alla Segreteria locus iste +39/3472374210 per richiedere informazioni e prenotare la tua partecipazione 

– INVIANDO UNA MAIL:
Scrivi all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando sempre il NUMERO DEI PARTECIPANTI e UN RECAPITO TELEFONICO 

– COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE:
https://locusisteblog.wordpress.com/modulo-di-prenotazione/

Ricorda bene: non verranno prese in considerazione le prenotazioni avvenute dopo l’orario stabilito e nei modi diversi da quelli indicati.

Avella: Assegnati i Premi di Poesia della VII Edizione della manifestazione dedicata ad Alessia Bellofatto

Oltre ai Premi di rito per i primi tre delle tre classi del corso di studio, sono stati consegnati anche otto Premi Speciali.

premio8N.R. - 23.11.2018 - Teatro Comunale “Domenico Biancardi” di Avella gremito all’inverosimile, giovedì 22 novembre, per la fase conclusiva del Premio di Poesia “Alessia Bellofatto”, giunto alla settima edizione, organizzato dalle Associazioni Piccola Cometa e Le Ali della Vita e dedicato agli alunni delle Scuole Medie.
premio7Un vero e proprio show che ha visto l’esibizione delle Orchestre delle Scuole di Cimitile, Baiano e di Avella, che hanno allietato i convenuti con l’esecuzione di diversi brani preparati dai musicisti in erba, per la soddisfazione dei propri professori.
premio 9premio2Dopo una lunga ed estenuante selezione, la giuria, presieduta dal prof. Carmine Montella e composta dai Prof. Fortuna Dubbioso, Tommaso Arpaia, Laura Panico, dalla poetessa Paola Miele e dal Segretario Ernesto Sasso, ha premiato le composizioni più meritevoli, scegliendole tra le centinaia di poesie che hanno concorso al Premio.
premio 8Per le classi Prime a trionfare sono stati, nell’ordine di piazzamento: Francesca Laura Siniscalchi (Avella), Giulia Delle Donne (Cimitile) e Federica Esposito (Sirignano); per le classi Seconde: Raffaella Conte (Avella), Rosa Pollastretti (Cimitile) e Gennaro Candilio (Baiano); per le classi Terze: Raffaele Vacchiano (Cimitile), Livio Vezio (Baiano) e Alberto Napolitano (Cimitile).
La Giuria si è avvalsa anche della possibilità di assegnare dei premi speciali, evidenziando così che le poesie degne del premio erano tante. I premi speciali sono andati a: Rosa Napolitano e Livia Maglione (3 E Baiano), premio 10Stefano Maiella (2 D Mugnano), Sara Abate (3 B Sirignano), Federica Vitale (2 C Cimitile), Gabriella Silvestri (3 A Baiano), Elisabetta Pecchia (2 B Avella), Anthea Balletta (3 C Cimitile) e Carmela Santoro (3 B Mugnano).
premio1Molto soddisfatti gli organizzatori che, in considerazione della notevole partecipazione degli studenti al concorso sia numerica che di qualità, partecipazione massiccia che si è ripetuta anche nel giorno della manifestazione, hanno visto riconosciuti i loro sforzi.
Vedere tanti ragazzi dedicare parte del proprio tempo ad una iniziativa dal carattere culturale è sicuramente una soddisfazione enorme, che fa ben sperare per il futuro nel segno di nuove generazioni dedite alle iniziative sociali. Molti i temi di attualità premio3trattati, dall’immigrazione all’amicizia, dall’amore al ricordo per i cari scomparsi prematuramente. Ancora una volta abbiamo dimostrato che investire sulla cultura paga, soprattutto in termini di fiducia verso questi giovani che domani premio6saranno la classe dirigente del Paese. Quest’anno oltre ai classici premi quali medaglie, attestati, omaggi e libri, offerti dalla Pro Loco Abella, abbiamo voluto regalare ai vincitori un buono della Cooperativa Sociale Eccellenze Nolane, che opera per la valorizzazione della propria terra attraverso la coltivazione del pomodoro San Marzano grazie alla collaborazione con ragazzi affetti da distrofia muscolare. Il tutto perché i premi, mentre la solidarietà resta”, ha affermato emozionato Saverio Bellofatto, premio4Presidente dell’Associazione Piccola Cometa e promotore del premio dedicato alla memoria della figlia Alessia.
premio5Un ringraziamento di cuore va a tutti coloro che si impegnano sempre per la realizzazione dell’evento, a partire dalla Giuria per finire ai Dirigenti Scolastici per la loro piena disponibilità, senza dimenticare l’Associazione Mela per il supporto tecnico, la Protezione Civile ed il Comune di Avella, a Cettina Prezioso ed a tutti quelli che spendono il proprio tempo affinché questa manifestazione si confermi e cresca anno dopo anno”, ha dichiarato, a sua volta, Anna Napolitano, Presidente delle Ali della Vita. 

Baiano: Cine-forum all’”Incontro per il ”Centenario” del conflitto 1914\1918

Fu siglato il 3 novembre, a Padova, nel Cortile della Villa del conte Vettore Giusti del Giardino, l’armistizio, reso esecutivo il giorno seguente, che segnava la conclusione della battaglia di Vittorio Veneto o la terza battaglia del Piave iniziata il 24 ottobre del 1918.

 

CentenarioGianni Amodeo – 29.10.2018 - Era l’armistizio che non solo segnava l’epilogo della durissima battaglia combattuta per dieci giorni dalle truppe italiane e dalle truppe austro-ungariche tra il Massiccio del Grappa, il Piave, il Trentino e il Friuli, ma anche la conclusione del conflitto bellico tra l’Italia e l’Impero austro-ungarico, apertosi il 24 maggio del 1915, nel più ampio e cupo scenario della tragedia di quella che è stata definita, nel segno della stucchevole e ingannevole retorica, la Grande guerra, in cui si Locandina 29 5 x44946contrapposero le potenze europee della Triplice Intesa e della Triplice Alleanza. Un conflitto che lasciò sui campi battaglia e nelle trincee dieci milioni di vittime umane tra gli schieramenti belligeranti e oltre sette milioni di vittime tra le popolazioni civili. Un epilogo d’immane distruttività umana mai prima sperimentata che determinò lo sfacelo dell’Impero austro-ungarico, nel più articolata quadro della dissoluzione dei sistemi feudali e imperiali della Russia zarista, della Turchia ottomana e della Germania del secondo Reich con diversificate genesi e cause, ri-disegnando radicalmente la mappa geo-politica d’Europa, di cui nel “Secolo breve” saranno gran parte, generando e innescando come “naturale” proiezione e devastante conseguenza il secondo conflitto mondiale, i totalitarismi sia di matrice nazionalsocialista, in correlazione con gli autoritarismi fascisti, che del comunismo sovietizzato.

La grande guerra Monicelli CartelAl centenario della fine del conflitto 1914-1918 è dedicato il cine-forum in programma martedì alle ore 17.30 nei locali del Circolo socio-culturale “L’Incontro”, con la proiezione del film “La Grande Guerra” di Mario Monicelli e interpretato da Vittorio Gassman e Alberto Sordi.

Il Forum è ispirato dai contenuti, ancora attuali, dell’appello di Benedetto XV rivolto ai governanti e ai Capi di Stato europei per impedire la Grande guerra che preconizzò quale “Inutile strage”. E sarà anche il percorso che permetterà di focalizzare le tematiche 1917 944 BenedettoXVdella rivisitazione che ha sviluppato di recente la storiografia più credibile e affidabile, svincolata da schemi ideologizzati e unilaterali, rappresentando e raccontando il conflitto di cento anni fa come il triste e gigantesco palcoscenico in cui si recitò la Grande menzogna, mascherata dalla fallace enfasi del Mito bellicista, con interpreti e protagonisti Stati e governi, ma senza la reale partecipazione dei popoli che ne furono vittime da un versante all’altro; Stati e governi che inseguivano i loro progetti di egemonia e potere. E’ la Grande menzogna, che fa da prologo all’ancora più drammatica seconda Guerra mondiale del 1939\1945, a cui sono state immolate oltre cento milioni di vittime umane.

Cervinara: Convegno sulla tutela dell'ambiente montano e dei suoi 'abitanti'

La serata organizzata da Fototrappolaggio Naturalistico Partenio e Cervinara Trekking in collaborazione con il Parco Regionale del Partenio.

convegno sullambienteN.R. – 05.11.2018 - Sabato 3 novembre, alle 17.00, presso il PALACAUDIUM a Cervinara, si è tenuto un convegno sulla tutela dell'ambiente montano e dei suoi 'abitanti':Conoscere è tutelare'”, una serata nata dalla collaborazione con il Parco Regionale del Partenio, che ha dato vita ad un nuovo corso per la tutela ed il rispetto delle montagna. 
Fototrappotaggio naturalistico 1Le Associazioni Fototrappolaggio Naturalistico Partenio e Cervinara Trekking hanno cominciato, lo scorso 2 settembre, un
nuovo studio itinerante che ha interessato più zone del Parco del Parteniocon dati raccolti sul campo sugli aspetti più interessanti meteorologicamente parlando della montagna.

Ghiandaia del PartenioE’ iniziata l'istallazione di sensori mobili per rilevare temperatura e umidità nei pianori (per inversioni termiche ecc) subito a ridosso della dorsale; prima dell'inverno sarà installato un nivometro a più di 1500 sulla dorsale lato nord; a breve saranno operative anche una web cam live da Cervinara, Volpe del Parteniodirettamente sul Partenio lato caudino, e nei prossimi mesi anche una stazione meteo completa sempre a Cervinara. Il tutto, come avvenuto in passato, autofinanziandosi. I posti sul Partenio non sono scelti a caso, ma sfruttando la conoscenza del posto, i suoi aspetti e anche per la capacita di prelevare i dati assiduamente in qualsiasi condizione avversa.

Civetta del Partenio“Siamo felici e orgogliosi di partecipare e soprattutto di dare il nostro contributo, a salvaguardia della nostra terra e il nostro 'bosco' circondato da un'antropizzazione selvaggia, ma che ancora riserva intatto il suo cuore 'wilderness'- hanno dichiarato le Associazioni.

 

'Conoscere è tutelare'
Parco Regionale del Partenio
Cervinara Trekking
Oasi WWF "Montagna di Sopra" di Pannarano

SPERONE: OGGI ALLE 14.00 TG3 ITINERANTE CON RINO GENOVESE

Fernando Masi dipinge in diretta il mito dei riti arborei della Valle del Clanio 

Fernando Masi MercatoS. B. – 20.10.2018 - Sabato 20 Ottobre, alle ore 14.00, il TG Itinerante di RAI 3 farà tappa a Sperone (Av).  Insieme al giornalista Rino Genovese passeggeremo in una delle città italiane della nocciola.

E poi raccoglieremo le mortarelle speronesi, e le trasformeremo in prodotti irresistibili, e poi conosceremo il decano degli innestatori di alberi da frutto campani, e poi ... e poi ci... addentreremo nella natura del Parco del Partenio, e poi capiremo perché Sperone è la città della Fontana, e poi ci lasceremo avvolgere dalla grande fede speronese per il profeta Elia, e poi parteciperemo alla processione dei battenti, e poi indosseremo il medaglione della Congrega, e poi entreremo nella chiesa con la facciata sempre all’ombra, e poi risaliremo il bosco di Arciano per scegliere il Maio, e poi l’artista Fernando Masi dipingerà per noi il sacro albero in diretta, e poi assaporeremo i piatti tipici della tradizione speronese, e poi ci delizieremo con la pasticceria d'eccellenza legata a noci e nocciole, e poi approfondiremo la storia della città a forma di sperone, e poi... e poi e poi... faremo la granella per i coni gelato!!!