BAIANO: IL “GIORNO DELLA MEMORIA” IN DUE APPUNTAMENTI AL CIRCOLO CULTURALE “L’INCONTRO”

shoah 2016 giorno della memoria circolo lincontro baiano1Geo  - 23.01.2016 - Per non dimenticare l’orrore della Shoah. Un dovere etico e civile, che interpella le coscienze degli uomini, non certo per l’esercizio autoconsolatorio della memoria puro e semplice, ma quale impegno da assolvere nella quotidianità, per costruire e realizzare le pratiche della Pace nella giustizia e nella libertà. Sono pratiche, che esulano dalla violenza, dalle arroganze discriminatorie dei poteri e da tutte le forme di guerre; pratiche ben ardue e difficili da osservare e attuare come la contemporaneità e il più recente passato continuano a palesare e a manifestare, sotto varie latitudini del Pianeta-terra, replicando il fluire dei corsi e dei ricorsi, secondo la chiave di lettura, con cui Gianbattista Vico rivisita la Storia.

Ed è la Storia, che, pur auspicata quale Maestra di vita, non sempre ne assume le vesti né riesce a farsi ascoltare dagli uomini, tutti presi dalla sete di potere e dominio. E del resto non è affatto casuale che nella profondità di pensiero della cultura sapienziale delle comunità nostrane alberghi il motto: “ Munno è stato, munno è …”, quasi cristallizzando la condizione umana, sempre identica con se stessa, tranne che negli aspetti e nelle forme “esteriori”, nel mutare dei tempi. E’ il motto. Il cui significato che con diverse espressività linguistiche si ritrova nella molteplice varietà delle etnie e dei popoli del mondo intero

Nel segno dell’impegno e del monito delle ragioni della Pace, si rinnovano le iniziative correlate con la sedicesima edizione del “ Giorno della memoria ”, che il Circolo socio-culturale “L’Incontro” e il Gruppo Fratres per la donazione del sangue propongono in proficua sinergia da anni.

Il 27 gennaio - giornata canonica per la manifestazione evocativa in ambito mondiale - nei locali del sodalizio di via Luigi Napolitano sarà proiettato – alle ore 18,00- il film “Corri ragazzo corri ”, cui seguirà il dibattito di analisi e riflessioni sui contenuti del racconto filmico.

Domenica  – 31 gennaio, alle ore 10,30, sempre nei locali del sodalizio – conversazione della professoressa Gaetana Aufiero sul tema “ La Shoah tra memoria e storia”, con sottotitolo “ Dal fanatismo ideologico nazista alla tragedia del genocidio degli ebrei e delle minoranze etniche”.

Il filo conduttore sarà dato dalla lettura di brani estratti dal “ Mein kampf”, il manifesto del nazional-socialismo hitleriano, da “Se questo è un uomo” di Primo Levi, dal “ Diario di Anne Frank”. La lettura testuale sarà proposta dalla prof.ssa Diana Picciocchi, dal dottor Lucio Passio e da Maria Laura Conte, studentessa del Liceo classico statale “Giosuè Carducci” di Nola.

CHIESA DI S. ANTONIO IN PORTICI

Convento SantAntonio foto Michele MalaspinaC.S. – 14.01.2016 - Nell'anno in cui la Chiesa celebra il Giubileo della Misericordia, la chiesa dei Frati Minori Conventuali di S. Antonio in Portici (Na), a partire dal 14 gennaio 2016, ospiterà alcune reliquie di San Pio, su straordinaria concessione dei Frati Minori Cappuccini di Pietrelcina.

La prima delle preziosissime reliquie è costituita da un guanto utilizzato da San Pio per coprire una delle sue stimmate, e sarà solennemente esposta, per la venerazione dei fedeli, nella chiesa di Sant’Antonio in Portici nei giorni 14, 15 e 16 gennaio 2016. Questo il programma liturgico, identico per ciascuno dei tre giorni: alle ore 17 avrà luogo un incontro di“preghiera con Padre Pio”, cui seguirà, alle ore 18, la Santa Messa con la benedizione degli ammalati presenti in chiesa. Ma, dato il carattere eccezionale dell’evento, il Parroco di Sant’Antonio, Padre Tommaso Barrasso, ha voluto pensare anche agli ammalati impossibilitati a recarsi in chiesa, portando egli stesso in visita presso le case di coloro che lo richiedano, una seconda reliquia, costituita da un frammento di una benda utilizzata dal San Pio per coprire le proprie ferite.

Le visite a domicilio avranno luogo nei giorni 15 e 16 gennaio, e potranno essere prenotate rivolgendosi al parroco stesso (tel. 0817755113), oppure alla segreteria dell’associazione La Cetra Angelica Onlus, (tel.  3932121045 – 0810663013). L’iniziativa si concluderà con la Santa Messa di sabato 16 gennaio, che sarà presieduta da Padre Marcello Marciano, superiore del convento dei Frati Minori Cappuccini di Pietrelcina e concelebrata dai Frati Minori Conventuali di Sant’Antonio in Portici e dai parroci delle chiese limitrofe di San Ciro, San Pasquale Baylon e Sant’Agostino. In tale occasione, le due sante reliquie saranno riconsegnate a Padre Marciano che, però, farà lo straordinario dono di una terza reliquia di San Pio, che sarà permanentemente custodita nella chiesa di Sant’Antonio.

Baiano: Concerto della Befana “Pregherò per Te” a cura dei “Pueri Cantores”

Il concerto si tiene il 6 gennaio alle ore 19.00 presso la chiesa di Santo Stefano.

chiesa santo stefanoC.S. - 6.01.2016 -Il titolo del concerto “Pregherò per te”  è tratto da una canzone di Adriano Celentano con musica di Stand by me. Il testo italiano è di Don Backy basato sul brano di Leiber e Stoller, la celebre Stand by me, portato al successo internazionale da Ben E. King nei primi anni ’60. Il concerto vuole essere una preghiera corale con la musica quale linguaggio speciale per rivolgersi a Dio, come comunità che riflette e si interroga.

Ogni azione della nostra giornata dovrebbe essere vissuta come un ringraziamento a Dio e allora perché non lo può essere un concerto. Soprattutto oggi che non c’è mai tempo, tanto meno per fermarsi a pregare, si è pensato ad una preghiera in un momento di cultura e di festa, in un momento di incontro della comunità di Baiano che ormai come consuetudine nelle festività natalizie, accoglie il Concerto della Corale polifonica “Città del Baianese”La proposta musicale è ispirata dal canto spirituale dei Gospel, in alternanza saranno eseguiti alcuni brani di vario genere, al fine di creare un percorso di riflessione su tematiche dell’attualità: la discriminazione, la mancanza di fede, la solidarietà, la pace.

In programma: Pregherò per te di  A. Celentano; Angeli negri  di  F.  Leali;  Ave Maria  di  J. Arcadelt; Le mani di E. De Crescenzo; Resta cu’ mme di  P. Daniele; When the saint go marching in Gospel; Sweet home sweet   chariot   Gospel;   Peace  like a river  Gospel ;  Nobody   knows  Gospel;  Amazing   Grace  Gospel. Dirige la corale polifonica “Citta’ del baianese” il m° Luigina Conte.

Alla tastiera il m° Pasquale Napolitano, al basso Giulio Mugnano, alla chitarra elettrica Salvatore Colucci, alla chitarra ritmica Biagio Bucciero, alla batteria Carmine Di Giacomo.

San Vitaliano: VII Premio Artisti per la Pace edizione 2015-2016

"Il contributo delle donne al cambiamento. Le donne per una rinascita dell'umanesimo."

poster pace 506x285C-S. - 05.01.2016 – E’ stato bandito dall'Amministrazione Comunale di San Vitaliano (Na) il VII Concorso di Poesia, Prosa, Immagini e Arti Simboliche: "Il contributo delle donne al cambiamento. Le donne per una rinascita dell'umanesimo."

Il Bando prevede tre sezioni:

SEZIONE A - Poesia in lingua italiana o in vernacolo (lunghezza max 40 versi).

SEZIONE B - Prosa in lingua italiana o in vernacolo (lunghezza max 5 pagine / formato A4 / carattere: dimensione 12 - tipo "times new roman" o "tahoma").

SEZIONE C - Immagine (disegni, dipinti, musiche, litografie, fotografie, sculture). Musica (composizione di un brano musicale o di un canto).
Di seguito il REGOLAMENTO:

1 - I componimenti verranno valutati da una commissione di lettura, il cui giudizio è insindacabile, formata da persone di cultura, individuate dal Sindaco. Ogni autore potrà presentare non più di due opere per sezione.

2 - I componimenti dovranno pervenire, in formato PDF e in formato Microsoft Word 93-97, agli indirizzi email dell'URP San Vitaliano Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. accompagnati dalle generalità dell'autore e dell'opera. Occorre pertanto compilare la scheda allegata sul retro del presente bando oppure scaricabile dal sito web istituzionale www.comune.sanvitaliano.na.it. Esclusivamente le opere grafico-pittoriche e scultoree devono pervenire al protocollo, recanti la dicitura:VII Concorso di Poesia, Prosa, Immagini e Arti Simboliche: "Il contributo delle donne al cambiamento. Le donne per una rinascita dell'umanesimo." all'Ufficio Protocollo – Comune di San Vitaliano – Piazza Leonardo da Vinci – 80030 San Vitaliano (Napoli).

3 - Le opere inviate dovranno essere inedite, pena l'esclusione dal Concorso.

4 - Il termine ultimo per l'invio delle opere è venerdì 8 gennaio 2016 entro le ore 14.00.

5 - La cerimonia di premiazione avrà luogo venerdì 22 gennaio 2016 alle ore 20.00 c/o il Teatro Comunale di San Vitaliano. I vincitori saranno premiati dal Sindaco secondo l'ordine di valutazione stilato dalla Commissione e reso noto solo in tale occasione.

6 - I premi dovranno essere ritirati dall'autore o, in caso di sua indisponibilità, da una persona da lui delegata. In nessun caso trofei, targhe o premi in denaro verranno recapitati a mezzo posta all'autore.

7 - È prevista una sezione speciale per gli autori di età inferiore ai 15 anni.

8 - Il semplice fatto di presentare proprie opere sottintende la presa visione e la piena accettazione di questo Regolamento da parte dell'autore.

9 - Verranno preventivamente eliminate e, dunque, non valutate, tutte le opere che, in qualche modo, possano recare offesa a persone (fisiche o giuridiche) o alla morale pubblica.

10 - I commissari svolgono le loro funzioni a titolo del tutto gratuito.

11 - Il presente Regolamento entra in vigore con l'esecutività della Delibera Comunale con cui viene approvato.

A Forino la XXIX Edizione del Presepe Vivente

Locandina ForinoC.S. – 02.01.2016 - A Forino (Av)  il 2-3 e 6 gennaio si tiene la XXIX edizione del Presepe Vivente. Organizzato dall'Associazione Sportiva "Libertas" in uno dei casali che compongono il paese. All’evento che ogni anno richiama migliaia di visitatori e rientra senza dubbio tra i presepi viventi più belli dell’Irpinia, si può assistere dalle 17.30 alle 19.30.

Da sempre gli scopi perseguiti dagli organizzatori sono i seguenti:
SCOPO RELIGIOSO: riproporre nel mondo il messaggio di pace irradiato dalla Grotta di Betlemme;
SCOPO CULTURALE: mostrare gli antichi attrezzi e mestieri della tradizione agricola, boschiva e artigianale di Forino;
SCOPO STORICO: far conoscere il Casale Murato, antico Corpo di Forino, e contribuire alla sua valorizzazione;
SCOPO SOCIALE: offrire un' opportunità di aggregazione per la gente. 
La rappresentazione si articola in trenta scene, distribuite nei locali dell'antico casale sorto accanto al Palazzo Feudale, da dove si accede e si lascia l'area del Presepe. Sono circa duecento i figuranti, in costume d'epoca, che partecipano alla rappresentazione. Accanto alle scene di ispirazione biblica (dall' annunzio del Messia alla Natività) ci sono quelle che ripropongono i "mestieri" tipici della Palestina di duemila anni or sono e quelli della tradizione artigianale di Forino.

All'impegno degli organizzatori si accompagna l'entusiastica partecipazione dei personaggi e degli abitanti del casale che si prodigano con ammirevole dedizione.

La visita al PRESEPE VIVENTE DI FORINO è un evento che appartiene ormai alla tradizione della regione Campania: la passeggiata suggestiva per le stradine del centro storico, illuminate con fiaccole, rappresenta un' ideale "dislocazione" nella Palestina dei tempi della Natività.
La visita non deluderà: oltre che un momento di riflessione religiosa è un'occasione di arricchimento culturale.