Una Pasqua... con sorpresa! da YOUNGO coloriamo la fantasia e moltiplichiamo il divertimento

Caccia alle uova, laboratori creativi e giochi a non finire... da venerdì 25 a lunedì 28 marzo

laboratoriC.S. – Vulcano Buono - 25.03.2016 - Se Natale è con i tuoi, Pasqua e Pasquetta sono senza dubbio con YOUNGO! Da venerdì 25 a lunedì 28 marzo Yo, la coloratissima mascotte YOUNGO, moltiplica il divertimento, con un cartellone di appuntamenti da far sbizzarrire la fantasia.

conigliettoLaboratori creativi,  giochi e merende a tema e una entusiasmante caccia all'uovo. Per Pasqua i Grandi Locali Leisure YOUNGO Vulcano Buono -Località Boscofangone, 80035 Nola- e YOUNGO Pontecagnano -Via Pacinotti snc, 84098 Pontecagnano- si riempiono di uova e sorprese, ma solo i bimbi che riusciranno a risolvere enigmi e indovinelli e a superare le prove di destrezza, affiatamento di squadra e fantasia, riusciranno a trovarle.

pulcinoOgni pomeriggio (dalle 16 alle 20) del lungo fine settimana pasquale YOUNGO è uno scrigno di sorprese e giochi da scoprire (tutti i dettagli del programma su www.youngo.it). E la coreografia delle feste la Yopreparano i bambini. Uova dipinte, ramoscelli di ulivo, colombe, pulcini e coniglietti di marzapane, stoffa o cartapesta, fiori che ricordano che la primavera è tornata... i piccoli amici di Yo, guidati dagli animatori YOUNGO, eserciteranno la loro creatività con le più tipiche decorazioni pasquali. I piccoli artisti troveranno tutto ciò che serve per creare da YOUNGO…. Basta portare la fantasia!

L U S T R ITEATRO / Solofra: Per la Letteratura arriva Ruggero Cappuccio e il suo dirompente “Fuoco su Napoli”

Domenica 20 marzo 2016, ore 17.30, complesso di Santa Chiara, Solofra (Av)

copertina Fuoco su NapolinC.S. - 18 marzo 2016 - “Fuoco su Napoli” del regista e attore Ruggero Cappuccio, edizioni Feltrinelli, sarà presentato domenica 20 marzo, alle 17.30, nel complesso di Santa Chiara a Solofra (Avellino), nell’ambito della sezione Letteratura di L U S T R ITEATRO, un anno di eventi culturali organizzati da Hypokritès Teatro Studio, con la direzione artistica di Enzo Marangelo. La sezione Letteratura è curata da Renato Siniscalchi.

La storia - Napoli non sarà più la stessa. I Campi Flegrei stanno per esplodere e la città sarà presto invasa dall’acqua e dal fuoco. Nessuno ne è al corrente, tranne Diego Ventre – avvocato, affascinante e raffinato affabulatore, amico di politici potenti e di boss della camorra. Trenta giorni non sono molti, ma a Ventre sono sufficienti per progettare l’affare del secolo: vendere e comprare immobili strategici. Una volta superata l’emergenza, i profitti saranno eccezionali. Napoli sarà un’altra città, sarà la Las Vegas del Mediterraneo. Diego Ventre si muove con agilità, convince imprenditori, camorristi e affaristi, ridisegna il piano regolatore e determina il futuro di Napoli. Ricatta, ammalia, seduce, e trova il tempo per corteggiare la bellissima Luce, figlia di nobili decaduti e attratta da quest’uomo sicuro di sé e colto, che dice sempre le cose giuste e sa sorprenderla regalandole un libro rarissimo o facendo aprire per lei le residenze più inaccessibili. Ma Diego Ventre è anche la coscienza della città: ama Napoli e la vuole vedere in cenere, distrutta e purificata, liberata finalmente dall’ingordigia umana e dalla violenza estetica che per secoli l’ha devastata. Intorno a Diego e Luce, ruotano personaggi che sembrano interiorizzare le ombre che tra poco copriranno la città. Donne in cerca di affetto ma che trovano corpi che sublimano questo bisogno con il sesso, capiclan alla resa dei conti, pittori che tentano un ultimo assalto all’immortalità inseguendo sfumature impossibili.E poi c’è il silenzio, c’è il prima e il dopo. Napoli è irriconoscibile e la macchina operativa di Diego Ventre si mette in moto. Per la città e i suoi abitanti è arrivato il momento di risorgere. O di scomparire per sempre.

Ruggiero CappuccioL’autore -Ruggero Cappuccio (Torre Del Greco, 1964) è scrittore, drammaturgo e regista di teatro. Come autore di teatro esordisce nel 1993 con Delirio Marginale (Premio Idi 1993) e Il sorriso di San Giovanni (Premio Ubu novità italiana 1997). Nel 1997 cura per il Teatro di Roma, diretto da Luca Ronconi, la riscrittura e la regia del Tieste di Seneca e delle Bacchidi di Plauto. Ha curato la regia di Nina pazza per amore nel 1999 e del Falstaff nel 2001, con la direzione musicale di Riccardo Muti. È anche pubblicista sulle pagine della cultura del quotidiano "Il Mattino". Con il romanzo La notte dei due silenzi (Sellerio, 2007) è finalista al Premio Strega 2008 e con Fuoco su Napoli (Feltrinelli, 2010) vince il Premio Napoli 2011.

LustriTeatroL U S T R I TEATRO si avvale del patrocinio morale di: Università degli Studi di Salerno, UnisArt, Unis@und, Università di Napoli “Federico II” e Società Filosofica Italiana sezione napoletana “G. Vico”

Solofra, posta in una conca dei monti Picentini, abitata fin dall’età del Bronzo, e che ha ospitato alcuni dei grandi popoli che si sono susseguiti nella storia, dai sanniti ai romani, ai longobardi, ai normanni, offre una doppia location per gli eventi: il complesso monumentale di Santa Chiara per le sezioni Cinema (Sala Conferenze), Letteratura (Sala Archi), Filosofia (Sala Archi) e Mostre (piano superiore) e l’auditorium centro Asi, in cui si svolge la Stagione Teatrale.

Acerra: Cerimonia di commemorazione in ricordo del prof. Aniello Montano con intitolazione della sezione “Autori Acerrani” della Biblioteca “Caporale

MONTANOliria tar – 17.03.2016 - Si celebrerà venerdì 18 marzo, alle ore 16.30, presso la Sala del Consiglio Comunale di Acerra, la cerimonia di commemorazione e di ricordo del compianto prof. Aniello Montano, al quale l’Amministrazione comunale con Delibera di Giunta n. 26 del 4/03/2016 ha deciso di rendere omaggio intitolandogli la sezione “Autori Acerrani” della Biblioteca Comunale “Gaetano Caporale”, di cui era Direttore Onorario.

Tra le motivazioni alla base della Deliberazione di Giunta comunale, promossa dal Sindaco Raffaele Lettieri e dal vice sindaco Tito D’Errico, si legge: «Il prof. Aniello Montano, nato ad Acerra il 3 dicembre 1941 e scomparso lo scorso 12 dicembre 2015, è stato un uomo di grande cultura, filosofo stimato nel mondo per i suoi studi ed i suoi scritti, nonché uomo politico, che ha sempre lottato per il bene comune di Acerra e degli acerrani, ed ha dedicato la sua vita alla diffusione tra i giovani dell’importanza del sapere.

Il prof. Montano, attraverso i suoi scritti, ha inculcato negli acerrani, e non solo, che la comprensione intelligente della storia passata ci invita ad essere cittadini attivi e vigili nella costruzione della storia presente. Ci rende “disinteressatamente” interessati alla sorte della nostra città e soprattutto “appassionatamente” impegnati nello sviluppo armonico della sua crescita civile e culturale. La conoscenza della città che si vive, ce la fa difendere ed amare con intelligenza e passione. Niente di buono e di utile, infatti, si costruisce per noi stessi e per gli altri senza un’ “intelligenza appassionata” e senza una “passione intelligente”.

Il prof. Aniello Montano amava ripetere che il culto della memoria storica è importantissimo, fondamentale per chiunque voglia vivere con consapevolezza critica il suo presente e voglia consapevolmente programmare il suo futuro in continuità o in rottura con questa. Senza memoria storica, un popolo vive in un’immediatezza che, per essere astorica è acritica. E’ puntuale. E’ priva di legami dialettici. Un popolo senza storia è un popolo senza identità».

Cimitile: Il Cif ospita "Sono nata un giorno di primavera"

Locandina Sono nataVincenzo Esposito – 16.03.2016 - Lo scorso 15 febbraio è stato occasione per il primo appuntamento con il Circolo Letterario Matilde Serao, promosso dalla sezione CIF (Centro Italiano Femminile) cimitilese. Ad inaugurare il nuovo spazio d’approfondimento  Lucia Stefanelli Cervelli, con una particolare rappresentazione del “Pulcinella a tre voci”.

Il prossimo lunedì 21 marzo, invece, alle ore 18.00, presso la sede dell’Associazione, in Via Roma, con un secondo incontro, che festeggia l'inizio della primavera con le scrittrici Annamaria Liberatore e Gioconda Marinelli, che presentano la loro ultima fatica letteraria "Sono nata un giorno a primavera", libro dedicato alla grande Maria Orsini NataleNel testo anche il racconto di un aneddoto che lega la signora Orsini al Cif di Cimitile”.

Lauro: A Nicolais il premio "Dirigibile d'oro" nel ricordo di Nobile

locandina PremioGiuseppe Buonfiglio - Giovedì 10 marzo: consegna del “Dirigibile d’Oro” a Luigi Nicolais e riapertura ufficiale al pubblico del museo Nobile a Palazzo Pignatelli; le due manifestazioni saranno precedute dalla presentazione del libro “Artico – Un mondo che cambia” e dal concerto della pianista Marzia Tramma.

NicolaisTorna il premio «Dirigibile d’Oro», istituito, in memoria dell’esploratore Umberto Nobile, dal comune di Lauro nel 1996con l’intento di premiare ed onorare quelle personalità, che sono particolarmente distinte nel campo della ricerca al fine di promuovere lo sviluppo sociale, culturale e scientifico dell’umanità intera.
Palazzo di NobileA darne conferma è il sindaco di Lauro, Antonio Bossone, che aggiunge: «Un atto dovuto alla memoria storica di Umberto Nobile, per non dimenticare la figura del Generale e le sue ardue imprese polari che hanno dato lustro all’Aeronautica militare e all’Italia nel contesto internazionale».

Il prestigioso premio, che negli anni passati ha insignito personalità illustri come Giulio Andreotti e Susanna Agnelli, verrà consegnato il 10 marzo al presidente del Cnr, Luigi Nicolais, «per l’interesse e l’arduo impegno offerto nella ricerca scientifica».

 

copertina libroProgramma della manifestazione
Ore 10.00 : Salone San Filippo Neri, presentazione del libro “Artico – Un mondo che cambia” con la presenza degli autori Roberto Sparapani eTiziana Ciciotti e della Dott.ssa Sara Di Marcello del CNR di Roma.
la pianista Marzia TrammaOre 12.00 : Palazzo Pignatelli, concerto della pianista Marzia Tramma
Ore 13.00: Palazzo Pignatelli, consegna del Premio “Dirigibile D’Oro” al prof. Luigi Nicolais; subito dopo, riapertura del Museo Umberto Nobile

Segue buffet.