Acerra /“Giornata della Legalità”: Il Sindaco Lettieri chiede ai 2000 studenti della Rete della Legalità la solidarietà al Procuratore Colangelo e annuncia che andranno ai progetti della Rete i risarcimenti dei processi contro la camorra

Acerra legalità 1 800x600liria tar – 12.05.2016 - Si è aperta con un segno di solidarietà nei confronti del Procuratore di Napoli, Giovanni Colangelo, la manifestazione organizzata presso lo stadio comunale di Acerra dalle scuole aderenti alla Rete per la Legalità e dal Comune di Acerra. Solidarietà al Procuratore minacciato, che è stata chiesta dal Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, ai circa 2000 studenti che poco prima avevano sfilato per le strade della città in “marcia per la Legalità”.

Un lungo applauso di pieno e concreto sostegno è partito dalla platea degli studenti di Acerra, che poco prima hanno sfidato la pioggia radunandosi in Piazzale Renella e sfilando, accompagnati dai docenti e dai dirigenti scolastici fino allo stadio comunale, alla marcia organizzata dalla Rete scolastica della Legalità con il Comune di Acerra.

La manifestazione allo stadio comunale è stata trasferita all’interno della tendostruttura a causa della pioggia, e proprio il primo cittadino di Acerra, Raffaele Lettieri, accompagnato dal presidente della scuola capofila Liceo “De’ Liguori” prof. Carmine De Rosa, dal Vice Questore della Polizia di Stato, Antonio Cristiano, dal Capitano dei Carabinieri di Castel Cisterna, Tommaso Angelone, dal Luogotenente dei Carabinieri di Acerra, Vincenzo Vacchiano, dal Comandante dei Vigili Urbani, Felice D’Andrea, dal Presidente del Parlamento della Legalità internazionale prof. Niccolò Mannino, dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nol, Francesco Urraro, ha innanzitutto ringraziato i docenti, i dirigenti scolastici, per il lavoro fatto nelle scuole. Poi il lungo applauso di solidarietà per il Procuratore Giovanni Colangelo, e l’impegno di destinare il risarcimento danni derivanti dalla costituzione di parte civile del Comune nei processi contro la camorra, alle attività Acerra legalità 2jpg 800x600della Rete scolastica della Legalità. «C’è un vento nuovo in cittàha continuato il primo cittadino -. Bisogna scegliere da che parte stare, bisogna stare con le istituzioni e rimanere uniti per essere da argine contro l’illegalità. Sempre. Voglio citare due esempi concreti per dire da che parte stiamo: nell’aprile del 2013 dei criminali di Acerra uccisero in una rapina il carabiniere Tiziano Della Ratta a Maddaloni. Anche in quella occasione la città si rivoltò contro quell’omicidio, abbiamo intitolato una strada a questo eroe e le istituzioni sono state dalla parte delle Forze dell’Ordine. E lo siamo anche quando il Comune si costituisce parte civile nei processi contro tutti i camorristi che infangano il nome di questa città. Proprio di recente l’ennesima vittoria contro alcuni camorristi che adesso devono risarcire anche il Comune. Quei soldi andranno restituiti a voi ragazzi. Chi ha tentato di rubarvi la speranza, dovrà risarcirvi. Ecco perché destineremo tutti i risarcimenti che questi criminali devono pagare, alle attività delle Scuole per la legalità».

Nel pomeriggio di oggi, presso il Teatro Italia, la seconda parte della manifestazione con una rappresentanza di alunni che si confronterà con esponenti del mondo delle Istituzioni sui temi della Legalità.

Invasione nelle terre antiche di Castelli e Ville: Lauro e Taurano

Continua il viaggio degli invasori irpini nella propria terra, organizzato da PAESAGGIRPINI con la Pro Lauro, la Pro Loco Taurano e il Comune di Taurano per raccontare l’Irpinia

invasioni irpine lauro e tauranoC.S. – 06.05.2016 - E' la volta del Vallo di Lauro, esattamente a Lauro e Taurano, per ammirare questo territorio da sempre scelto come residenza da nobili famiglie del passato, dimostrazione di ciò le numerose ville, i palazzi nobiliari ed i castelli che ivi si trovano.
La visita partirà da Lauro, appuntamento domenica 8 maggio 2016 alle ore 9:30 in Piazza Municipio, e la prima tappa sarà al palazzo del Cappellano (o dei Tufi) del XVI secolo.
Ci dirigeremo presso una delle residenze più affascinanti d'Italia, il CASTELLO LANCELLOTTI dove, oltre ad ammirare i suoi bellissimi giardini e le sue torri, scopriremo i suoi interni perfettamente conservati.
Uno sguardo al Museo di Umberto Nobile e poi sarà la volta della cinquecentesca villa Sanfelice e di seguito ci immergeremo nel caratteristico centro storico che conserva ancora le antiche porte di accesso al borgo.
Dopo la pausa pranzo (A SACCO) ci sposteremo al confine tra Lauro e Taurano dove visiteremo i resti della villa romana di età imperiale di San Giovanni del Palco.
Visiteremo la chiesa ed il convento di San Giovanni del Palco prima di immergerci nel borgo di Taurano per ammirare la sua splendida riqualificazione.
Qui avremo modo di vedere la Congrega dell'Assunta, la chiesa di San Michele Arcangelo e la chiesa della Madonna dell'Arco.

LA VISITA AVRA' UN COSTO COMPLESSIVO DI 12 € A PERSONA CHE ANDRANNO INTERAMENTE ALL'ASSOCIAZIONE "PRO LAURO" PER LA VISITA AI NUMEROSI MONUMENTI DEL COMUNE.

Agorà , la Rivista della Pro Lauro,raggiunge “quota” 19

La presentazione nella Villa Pandola San Felice

LOCANDINA agorà Copia 769x800N.R. - 22.04.2016 - Sabato  23 aprile, alle ore 19.00, si tiene la manifestazione di presentazione del numero 19/2015 di Agorà del Vallo di Lauro,  quest'anno per la prima volta nella villa Pandola-Sanfelice - via Lancellotti a lato della ex chiesa della Collegiata di S.Maria Maddalena, al centro di Lauro. E' una villa dell'ottocento veramente bella con splendido giardino posta sulle antiche mura di cinta di Lauro, che raramente viene aperta al pubblico e che, dunque, eccezionalmente si potrà ammirare in occasione della presentazione del nuovo volume della Rivista. 

Ovviamente il motivo di interesse per intervenire alla manifestazione risiede anche nel contenuto del nuovo numero della rivista che, come orami di consueto, contiene articoli relativi all'archeologia, alla storia, ai monumenti, religiosi e non, del nostro Vallo di Lauro, da parte di studiosi e ricercatori che hanno avuto modo ancora una volta di incentrare il proprio lavoro di ricerca sui richiamati aspetti della nostra terra.

Dopo i saluti di accoglienza della proprietaria della Villa, Sig.ra Anna Sanfelice Visconti, e del presidente dell’Associazione Pro Loco, avv. Pasquale Colucci, interverranno tutti gli autori degli articoli inseriti nella Rivista: Sergio Cascella, Antonia Solpietro, Nicola Castaldo, Giuseppe Mollo, Anna Bonavita, Giuseppe Buonfiglio, Nando Mercogliano, Giuseppe Scafuro, don Luigi Vitale, Pasquale Moschiano, Michele Scafuro.

BARI / Sede Fideuram: BLABLABLA, OPERE di GERDINE DUIJSENS

Inaugurazione venerdì  6 maggio 2016,ore 19.00. A cura di ORIZZONTI ARTE CONTEMPORANEA di OSTUNI e della FONDACO ARTE ARCHITETTURA di ROMA

locandinaAmalia Di Lanno - 02.05.2016 - La mostra Blablabla dell’artista Gerdine Duijsens, a cura della Orizzonti Arte Contemporanea di Ostuni e della Fondaco Arte Architettura di Roma, nasce in sinergia con Fideuram, nella convinzione che proporre opere contemporanee in contesti non convenzionalmente dedicati all’arte - prassi ormai molto diffusa in moltissimi paesi stranieri occidentali - possa offrire nuove grandi opportunità.

Le due gallerie hanno accolto con grande piacere l’invito ad esporre la prima personale dell’artista olandese Gerdine Duijsens a Bari nella sede di corso Cavour, apprezzando l’interesse che la Fideuram da qualche tempo rivolge all'arte contemporanea.

Si offre così anche al pubblico barese l’opportunità di conoscere un’artista straordinaria  che ha venduto in Europa e nel mondo ormai migliaia di opere. Sue esposizioni a Los Angeles, Dubai, New York, Hong Kong, oltre naturalmente alle tante mostre in Europa: Olanda, Belgio, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra … e Italia.

Sapienti pennellate, uno straordinario senso del colore e sofisticate armonie di sfumature caricano di lucida e divertita ironia opere che contengono così una duplice valenza: un’esplosiva joie de vivre e di pittura, ma al tempo stesso una giocosa serietà, una sorta di presa in giro di un mondo vacuo, frivolo e insieme ingordo, pieno di orpelli e ridondante, che induce il pubblico a riflettere. Così tinte forti e personaggi enormi, ma anche paesaggi, cavalli, tori e fiori popolano le grandi tele della Duijsens, donne immense e uomini rotondi che godono la vita, ballano, suonano, mangiano, brindano, parlano - blablabla - dipinti con una forza che sorprendentemente riesce a trasmettere al tempo stesso una grande potenza e una poetica leggerezza, che poi non sono altro che le emozioni che animano la vita.  

In un tale contesto e con un tale supporto il pubblico avrà la possibilità di apprezzare ogni singola opera soprattutto come investimento emotivo, come occasione per regalare a se stessi o agli altri un oggetto prezioso, un oggetto che interagisce, influenza e modifica l’ambiente in cui viene inserito, alleggerendo o comunque influenzando l’umore e lo stato d’animo di chi lo abita.

Per questa occasione tutto il palazzo della Fideuram sarà completamente in festa ed oltre all’allestimento al terzo piano della mostra Blablabla dell’artista Gerdine Duijsens, al piano terra sarà esposta l’opera “Nuvole in viaggio” dell’artista Alessandra Lama e al piano secondo un’esposizione itinerante delle opere dell’artista Gianni Causarano.

Gerdine Duijsens-Kroezen nasce ad Utrecht nel 1951 dove ha frequentato l’Accademia Artibus. Si forma all’Accademia di Belle Arti ad Arendonk in Belgio. Conoscitrice della cultura figurativa italiana del rinascimento maturo, studia i modi e le tecniche pittoriche dell’Ottocento francese e olandese, soffermandosi su alcuni temi cari a Degas come cavalli e fantini, non immune dal fascino esercitato dalle energiche pennellate delle tele di Van Gogh. Negli ultimi anni alcune sue opere figurano in importanti collezioni private e sono state esposte allo Swagemakers Museum di Haarlem. Attualmente vive e lavora in Olanda. In Italia è presente a Roma e Ostuni all’interno del circuito di Fondaco.

TOURNARRA’: Gli appuntamenti di sabato 23 aprile

SIETE IN GRUPPO? SIETE ALLA RICERCA DI EMOZIONANTI VISITE GUIDATE ALLA SCOPERTA DEI TANTI SITI ARTISTICI, ARCHITETTONICI, ARCHEOLOGICI DI NAPOLI E DELLA CAMPANIA? 

CONTATTATECI AL 349 53 52 046 CONCORDEREMO INSIEME LA SOLUZIONE IDEALE PER VOI.

 

Piz20AMBUL 20xFBPIZZA SOVRANA - WALKING TOUR TEATRALIZZATO

A credito, a libretto, per i 'bassi' o coi 'gagà', tra miseria e nobiltà

CON PIZZA A PORTAFOGLIO PER TUTTI

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: Adulti:13 euro - Ragazzi fino a 12 anni: 8 euro

Partendo da piazza Dante, passando per Port'Alba, a passeggio per via Tribunali, TOURNARRA’ illustra le tappe dell’evoluzione della pizza: dalla prima testimonianza a Pompei dell’esistenza del mestiere del pizzaiolo alla leggenda che vuole che la prima pizza Margherita sia stata cotta in un forno della Reggia di Capodimonte. 

Nel corso del racconto mille curiosità come l’uso della cazzuola da muratore o la presenza in pizzeria dell‘’ommo muorto’, le pizze ‘a ogge a otto’, i venditori ambulanti con le loro ‘stufe’.  E, ancora, la descrizione di come la pizza da cibo povero per i ‘lazzaroni’ si trasformò in prelibatezza gastronomica per i palati fini di gentildonne e nobiluomini, complice la golosità di Ferdinando IV, il Re Nasone.

Il racconto è animato da brillanti intermezzi teatrali con personaggi in costume. Incontrerete i popolani, i due Pulcinella, il pizzaiolo ambulante e l'affamata che sapranno divertirvi con gustosi dialoghi legati a storie e aneddoti su l'alimento simbolo di Napoli. 

Nel corso della passeggiata pizza a portafoglio per tutti.

Idea e testi del Tour sono della Dott.ssa Gelsomina Riccio

Idea originale e copione delle teatralizzazioni: Gelsomina Riccio e Maria Rosaria Riccio

Attori: Maria Rosaria Riccio e Adriano Varonesi

  • Dove: a Napoli
  • Quando: sabato 23 aprile
  • Orario:10.30

PRENOTAZIONE TELEFONICA OBBLIGATORIA ENTRO LE 20.00 DI GIOVEDI' 21 APRILE

Per ulteriori dettagli cliccare su CALENDARIO nel nostro sito www.tournarra.it  

Info e Prenotazioni: 349 53 52 046 

IL RIONE SANITA' E IL CIMITERO DELLE FONTANELLE. Passaggio nell’Ombra

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: Adulti 7 euro – Ragazzi fino a 12 anni 4 euro 

Per giungere da via Foria al Cimitero delle Fontanelle si attraversa il rione Sanità: TOURNARRA’ vi guida lungo il tragitto illustrandovi i gioielli architettonici che si incontrano in più punti di questo animatissimo quartiere. Innanzitutto, i palazzi monumentali opera di Ferdinando Sanfelice: Palazzo Sanfelice, che il grande architetto progettò come propria abitazione fuori le mura della città, e il Palazzo dello Spagnolo. Visiteremo poi l’imponente chiesa di Santa Maria alla Sanità o chiesa di San Vincenzo, dedicata a Vincenzo Ferrer detto “o’ Munacone”. 

Giunti al Cimitero ci immergeremo profondamente in una realtà parallela, misteriosa. Qui vagheremo tra i teschi e i resti ammassati a perdita d’occhio che affollano l’enorme ossario delle Fontanelle accompagnati dal racconto delle inquietanti storie delle ‘anime pezzentelle’, come quella della ‘capa 'e morte’ del Capitano o della testa di donna Concetta. 

Venite a vivere un’esperienza irreale in un sito unico al mondo, dove la morte si fa libro in cui leggere la storia e la vita.

•           Dove: a Napoli

.           Quando: sabato 23 aprile

•           Orario:10.30

•           PRENOTAZIONE TELEFONICA OBBLIGATORIA ENTRO LE 20.00 DI MERCOLEDI' 20 APRILE

Per ulteriori dettagli cliccare su CALENDARIO nel nostro sito www.tournarra.it 

La visita verrà effettuata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. 

Info e Prenotazioni: 349 53 52 046