Anfiteatro di Abella-Avella: Notte di Fine Estate

Appuntamento  tra astronomia, arte, musica e gastronomia artigianale, organizzata dal Gruppo Archeologico Avellano.

locandina Notte di fine estateMp. D’Avanzo - 15.09.2017 - Nell'esclusiva location dell'Anfiteatro Romano di Avella, venerdì 15 Settembre 2017, il Gruppo Archeologico Avellano organizza la terza edizione di Notte all’Anfieatro:Notte di Fine Estate,, appuntamento tra astronomia, arte, musica e gastronomia artigianale.
Guarderemo insieme la volta celeste, soffermandoci sui pianeti visibili nel cielo, guidati dall'esperto di astronomia Pasquale D'Anna,, amministratore del sito www.passioneastronomia.it; accompagnati dalla Musica made by "Il Sogno di Ilse"; degustando l’ottima birra artigianale di "Pazziariè" ed infine addolciti dai prodotti realizzati con nocciole a km zero dall'Azienda Agricola Sodano Group.
Presenta: la serata Roberto Luciano
Il tutto sarà circondati da esposizioni di opere d'arte e di fotografie storiche dell’archivio del Gruppo Archeologico Avellano “Amedeo Maiuri”.

Ingresso gratuito

Estate in Irpinia: escursioni, arte, natura e gusto

Dopo Montoro e Solofra ultima tappa a Senerchia

tappa 6 SenerchiaTAPPA 6 – Senerchia

Domenica 10/09/17 - Tema: Trekking naturalistico di 9 km ed energia dell’acqua.

Ore 10.00 ritrovo a Piazza Garibaldi di Senerchia.

Senerchia Vito RagoAccompagnati dalla guida trekking, Vito Rago, e dalla Pro Loco si visita la parte antica di Senerchia, abbandonata dopo il terremoto del 1980. Un borgo rimasto fermo nel tempo ed ancora percorso da sorgenti e ruscelli.

Pranzo completo agriturismo “La Ruota” (Senerchia).

Nel pomeriggio visita all’oasi WWF di Senerchia, denominata “Valle Della Caccia”, raggiungendo le cascate che sono fra le più belle presenti sul nostro territorio. L “Estate in Irpinia 2017”…si concluderà con una sorpresa!

Costo della giornata: 15€ a persona (escluso autobus).

Potrebbe interessarti: http://www.avellinotoday.it/eventi/programma-estate-irpinia-2017.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/AvellinoToday/639059976225087

“1419 - Siqua Fata Sinant”: A Montemiletto tutto pronto per l’ Assalto al Castello

La due giorni, dedicata alla storia, è organizzata e promossa dalla Pro Loco Mons Militum con il patrocinio del Comune di Montemiletto e della Provincia di Avellino.

1 veduta di montemilettoN.R. – 26.08.2017 - Manca poco alla III edizione di “Siqua Fata Sinant”, rievocazione storica dell’assalto al “Castello della Leonessa” compiuto da Algiasio Tocco nel 1419 per riconquistare l’antico feudo. Per il terzo anno consecutivo, grazie all’impegno dei giovani della Pro Loco Mons Militum, guidata dal Presidente Florindo Garofalo, il 26 e 27 agosto 2017 a Montemiletto sarà protagonista la storia.

Montemiletto assalto al castelloTorce, stendardi, sbandieratori, falchi, per due giorni animeranno il centro storico di Montemiletto, ricreando un’atmosfera medievale. Tanti i gruppi e gli artisti coinvolti: Filangieri di Cava dei Tirreni (archibugieri), Antonio Cambio (Museo delle torture), Vincenzo Cannarante (Mangiafuoco e fachiro) , Giullari di Spade (musici), solo per citarne alcuni. Ad aprire la kermesse, sabato pomeriggio, alle 18.30, il Palio dei Tocco – Torneo degli arcieri delle contrade, per poi proseguire con gli spettacoli itineranti di artisti di strada e musici e l’apertura degli stand enogastronomiciL’appuntamento con le truppe di Algiasio di Tocco per l’“Assalto al Castello della Leonessa”, sicuramente uno dei momenti più suggestivi dell’evento, è in piazza IV Novembre alle ore 23.00, sabato 26 agostoNella giornata di domenica, inoltre, il programma prevede anche numerosi appuntamenti per famiglie e bambini. Spazio quindi ai giochi medievali con il torneo della dama vivente; e ancora la sfilata della corte dei Tocco per tutto il borgo; l’investitura cavalieri da parte di Algiasio Tocco; gli spettacoli dei falconieri e degli sbandieratori.

Rievocazione storica dellAssalto al Castello di Montemiletto AV gLa due giorni dedicata alla storia è organizzata e promossa dalla Pro Loco Mons Militum con il patrocinio del Comune di Montemiletto e della Provincia di Avellino e la collaborazione dell’Associazione Siqua Fata Sinant, l’Oratorio Giovanni Paolo II, I Lions Mons Militum, gli arcieri di Montemiletto e Capodichino, l’Anpas e l’UNPLI.

Programma della Manifestazione

26   Agosto 2017

-       ore 18.00 apertura del borgo e delle cantine occupate per l’occasione da artigiani, stand di prodotti tipici e di antichi mestieri;

-       ore 18.30 apertura del Castello della Leonessa, addobbato medievale per l’occasione;

-       ore 21.00 inizio spettacolo itineranti di artisti di strada;

-     ore 23.00 preparazione delle truppe di Algiasio di Tocco e “Assalto al Castello della Leonessa” con la riconquista del Feudo;

-       ore 23.30 festeggiamenti in onore del nuovo signore di Montemiletto Algiasio con l’apertura dei banchetti e delle taverne distribuite per il borgo.

27   Agosto 2017

-    ore 9.00 apertura del borgo e delle cantine occupate per l’occasione da artigiani, stand di prodotti tipici e di antichi mestieri;

-       ore 9.30 apertura del Castello della Leonessa, addobbato medievale per l’occasione;

-       ore 11.00 spettacolo falconiere presso chiesa S. Pietro apostolo;

-       ore 12.00 investitura cavalieri

-       ore 13.30 spettacolo sbandieratori in onore di Algiasio Tocco, a seguire banchetto medievale;

-       ore 14.30 torneo dama vivente

-       ore 15.30 spettacolo musici medievali presso chiesa S. Pietro;

-       ore 16.30 torneo tiro con l’arco delle casate

-       ore 17.30 sfilata della corte dei Tocco per tutto il borgo;

-       ore 21.00 inizio spettacolo itineranti di artisti di strada;

-       ore 21.30 spettacolo teatrale medievale

-       ore 22.30 spettacolo finale con premiazione casata vincitrice.

Durante l’intera durata della manifestazione sarà possibile visitare il Museo delle Torture all’interno del Castello della Leonessa.

Maggiori informazioni: PRO LOCO MONS MILITUM 380.7920455

L’UNPLI ha indetto il Premio Letterario Nazionale “Salva la tua Lingua Locale”

La manifestazione giunta alla V Edizione prevede 5 Sezioni  per tutti ed una Sezione Speciale per le Scuole. Regolamento e Modalità di partecipazione.

UNPLIL’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e Legautonomie Lazio, in collaborazione con il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’EIP – “Scuola Strumento di Pace” hanno indetto la Quinta Edizione del Premio “Salva la tua lingua locale”.

Salva la tua lingua banner sll2017Il Premio è aperto a tutti gli autori e si articola nelle seguenti sezioni tutte a tema libero in una delle lingue locali d’Italia:

SEZIONE A – Poesia Edita – Libro di poesia edito a partire dal 1 gennaio 2015

SEZIONE B – Prosa Edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali) – Libro di prosa edito a partire dal 1 gennaio 2015

SEZIONE C – Poesia Inedita

SEZIONE D – Prosa Inedita

SEZIONE MUSICA

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE:

La SCHEDA DI ADESIONE per tutte le sezioni è disponibile cliccando su: Scheda Adesione – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE 2017  o richiedendola via email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. L'iscrizione (per le sezioni A, B, C, D e Musica) può essere effettuata anche online tramite l'apposito formulario disponibile a fine pagina.

Per le sezioni A e B, ogni autore deve inviare n. 5 copie di un solo libro. Il plico postale dovrà essere inviato a: “UNPLI - PREMIO SALVA LA TUA LINGUA LOCALE – Piazza Flavio Biondo, 13 - 00153 ROMA”, entro il 15 settembre 2017.

Per la sezione C ogni autore può inviare fino a tre poesie inedite, con relativa traduzione in italiano, massimo 90 versi in totale. Ogni poesia dovrà essere inviata entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando.
E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.

Per la sezione D, si accettano storie, favole, racconti inediti di massimo 3600 battute (spazi bianchi inclusi), corredate di traduzione. Dovranno essere inviati entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando.

E’ obbligatoria la registrazione dei lavori inviati in file audio oppure audio-video.
Gli elaborati di cui alle sezioni C e D dovranno essere inediti in volume e non premiati in altri concorsi letterari.

Ogni autore partecipando al Premio attesta che le opere sono inedite e non già premiate e sarà responsabile del contenuto dei materiali inviati. Gli elaborati non verranno restituiti.

La partecipazione è gratuita. Per l’iscrizione non si ammettono pseudonimi, nomi di fantasia o diversi dalla reale identità dell’autore pena l’invalidazione dell’iscrizione.

PREMI -  Ai primi classificati delle 5 sezioni (A, B, C, D e MUSICA) presenti alla cerimonia di premiazione sarà consegnata una targa e sarà offerto un soggiorno gratuito per 2 giorni per 2 persone a Roma in occasione della premiazione. Sono previsti inoltre riconoscimenti e menzioni d’onore per le opere che la Giuria, a suo insidacabile giudizio, riterrà particolarmente meritevoli. Una targa sarà consegnata anche ai secondi e terzi classificati di ogni sezione e che saranno presenti alla cerimonia di premiazione.

PREMIAZIONE - I premi dovranno essere ritirati personalmente nel corso della Premiazione che avverrà a Roma in data che sarà comunicata in tempo utile a tutti i partecipanti. I risultati saranno resi noti per email a tutti i partecipanti, attraverso i social network, la stampa e sui siti internet www.unpli.info, www.legautonomielazio.it, www.poetidelparco.it, www.eipitalia.it.

GIURIA -  Giovanni Solimine (presidente onorario), Pietro Gibellini (presidente di Giuria), Franco Loi, Vincenzo Luciani, Luigi Manzi, Plinio Perilli, Giancarlo Schirru, Cosma Siani, Salvatore Trovato, Ugo Vignuzzi, Angelo Zito.

La partecipazione al concorso implica la piena accettazione di questo regolamento e, per i vincitori ed i finalisti, la divulgazione del proprio nome, cognome e premio vinto su qualsiasi pubblicazione. L’organizzazione si riserva infatti la facoltà di pubblicare i lavori pervenuti per tutte le sezioni inserite in questo Bando. Gli autori, partecipanti alle sezioni C, D e MUSICA, per il fatto stesso di partecipare al premio, cedono il diritto di pubblicazione delle proprie opere, senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore, all’interno della volume che sarà realizzato a cura del Premio e della propria registrazione audio sul canale YouTube “Memoria Immateriale” allo scopo di contribuire alla costituzione di un archivio nazionale dei dialetti e delle lingue locali sul web.

La proclamazione dei vincitori è prevista nel mese di dicembre 2017 a Roma.
Le opere saranno valutate a giudizio insindacabile e inappellabile della Giuria. Qualsiasi comunicazione o variazione ufficiale delle disposizioni del presente bando e l’eventuale variazione della data indicata per la premiazione saranno comunicate a tutti gli iscritti tramite i siti www.unpli.info, www.legautonomielazio.it, www.poetidelparco.it, www.eipitalia.it e la newsletter appositamente creata.

MUSICA – Il concorrente dovrà far pervenire il materiale audio relativo a: canti d’amore, di sdegno, di lontananza, di vendetta; serenate; ninna-nanne; scioglilingua; giochi fanciulleschi; canti politici, di lavoro e d’emigrazione; indovinelli; canti natalizi, pasquali; leggende di santi e diavoli; maldicenze paesane; indovinelli. I partecipanti dovranno inviare il materiale registrato su file oppure su CD, avvalendosi della sola voce o accompagnato da un qualsiasi strumento musicale. Assieme al file audio o CD dovranno inviare il testo in dialetto con traduzione in italiano, oltre ad una scheda con note storiche o informative sul testo inviato. La selezione sarà curata dal responsabile Toni Cosenza.

Il materiale dovrà essere inviato entro il 15 settembre 2017 all’indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. assieme alla specifica scheda di partecipazione allegata al Bando (Scheda Adesione – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE 2017) oppure, in caso di invio su supporto CD/DVD, inviato all’indirizzo: “UNPLI - PREMIO SALVA LA TUA LINGUA LOCALE – Piazza Flavio Biondo, 13 - 00153 ROMA”.

 

SEZIONE SCUOLA

L’UNPLI e Legautonomie,  in collaborazione con l’ONG Ecole Instrument de Paix Italia promuove la Sezione per le scuole del Concorso “Salva la tua lingua locale”.  Il concorso si propone di stimolare la creatività espressiva dei giovani e l’ inclusione sociale  nell’ età della formazione a tutti i livelli scolastici; possono partecipare gli studenti della scuola primaria e secondaria di I° e II° grado.

Il Concorso è aperto a nuove esperienze di dialogo con i lavori dei giovani reclusi, scuole in strutture ospedaliere, minori non accompagnati, giovani in aree a forte dispersione scolastica, per esprimere sentimenti, esperienze, vicende nel loro dialetto e lingua locale, in prosa o in poesia, presentati dalle scuole o da Associazioni sociali e culturali che operano a livello istituzionale. I primi tre classificati nelle Sezioni C-Poesia e D-Prosa saranno premiati con una targa e la pubblicazione dei lavori nel volume finale.

L’ E.I.P Italia, Ente riconosciuto dal MIUR per la formazione, ai sensi della D.M 170/2016 rilascerà agli studenti delle ultime due classi della Scuola Secondaria Superiore un attestato di credito formativo ai sensi del D.M n.49 del 24/2/2000 MIUR (valevole per l’ ammissione all’esame di maturità).

REGOLAMENTO - Ogni scuola può inviare fino a tre poesie di massimo 90 versi (con traduzione italiana) o lavoro in prosa (racconto, storia, favola, con relativa traduzione in italiano) di non più di due cartelle, selezionati  a cura della scuola stessa  tra i lavori degli studenti partecipanti. Lo scopo di questa iniziativa culturale, in attuazione della Convenzione UNESCO per la tutela del  patrimonio immateriale è di mantenere vivo l’ uso delle lingue locali che costituiscono la storia e l’ identità  di un popolo. Pertanto il coinvolgimento del territorio nel progetto costituirà un valore aggiunto ai lavori delle scuole, in collaborazione con la Pro loco locale.

I lavori dovranno essere inviati entro il 31 ottobre 2017 su supporto CD/DVD, con annessa copia cartacea dei testi, con facoltativa registrazione file audio, all’indirizzo Segreteria del Premio “Salva la tua lingua locale” Via Edoardo Maragliano, 26 – 00151 ROMA, compilando la scheda di partecipazione allegata al Bando, con lettera di trasmissione del Dirigente scolastico della scuola firmata e timbrata (Scheda Adesione – SCUOLA – SALVA LA TUA LINGUA LOCALE). Il lavoro  va inviato in lingua locale con la traduzione italiana seguendo le indicazioni inserite nel Bando.

Una Giuria di specialisti, coordinata dall’EIP Italia, valuterà gli elaborati e decreterà i vincitori e le eventuali Menzioni d’onore.

GIURIA SEZIONE SCUOLA -  Elio Pecora Presidente, Anna Paola Tantucci Presidente E.I.P, Catia Fierli coordinatore, Teresa Lombardo, Loredana Mainiero, Luigi Matteo, Adele Terzano, Vincenzo Luciani, Nino Arrigo.


Per ulteriori informazioni: E.I.P Italia e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel 06/58332203 - Fax 06/5800561 - www.eipitalia.it 

Per ogni ulteriore informazione sul Premio "Salva la tua lingua locale" contattatare Gabriele Desiderio (Segretario del Premio) all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ritorna la Sagra della Maccaronara

A Castelvetere sul Calore (Av), il 12 e 13 agosto, si festeggia la quarantesima edizione dello storico evento dedicato alla pasta fatta a mano.

maccaronara 2017New CopiaC.S. – 05.08.2017 - Fervono i preparativi per la quarantesima edizione della “Sagra della Maccaronara”, organizzata dalla Pro Loco di Castelvetere sul Calore (Av), che non è una semplice festa, bensì un rituale tradizionale a cui i castelveteresi non possono sottrarsi, un rito da vivere secondo lo spirito della condivisione degli antichi valori. Nei giorni 12 e 13 agosto, il piatto tipico locale, la rinomata Maccaronara, sarà celebrato in tutta la sua bontà, accompagnato da musiche e balli d'altri tempi, che rievocano l'atmosfera di una volta, quando la pasta veniva preparata dalle mani esperte delle massaie e il sugo si cuoceva per ore all'interno di grandi pentole di ceramica.

Appuntamento fisso dell'estate irpina, la Sagra della Maccaronara, richiama ogni anno appassionati dei sapori tipici, desiderosi di trascorrere indimenticabili momenti in uno degli scenari più suggestivi della verde Irpinia: il borgo di Castelvetere, dominato dall’antico castello. Ma più di ogni altra cosa, i visitatori giungono numerosi attratti dal gusto e dalla genuinità dei prodotti tipici del luogo, sui quali regna incontrastata la Maccaronara, una gustosa bontà castelveterese. E’ un tipo di pasta fatta rigorosamente a mano, il cui impasto di acqua e farina si lavora fino a dargli una consistenza simile a quella di un grosso spaghetto. Condita con sugo o fagioli, viene preparata ancora dalle massaie locali secondo i metodi tradizionali tramandati per generazioni.

Accanto alla Maccaronara e alle numerose altre prelibatezze della cucina e dell'enogastronomia locale, tra cui spiccano gli ottimi vini aglianico, grande spazio avrà il divertimento e l’animazione musicale, con musiche popolari e la tipica tarantella: il 12, in Piazza Monumento, si esibirà il gruppo Simpatici Italiani”; il 13 l’Orchestra Piccimondo. Si incomincia alle ore 20.00.

Appuntamento, dunque, a Castelvetere sul Calore il 12 e 13 agosto per la quarantesima edizione della sagra dedicata ad una delle intramontabili bontà della Terra d’Irpinia.