“Rustichello” inaugura la nuova sede di San Gennaro Vesuviano

Rustichello 1 Carmen Guerriero – 22.05.2017 - Lunedì 22 maggio alle ore 20.00 serata d’inaugurazione della nuova sede della Pizzeria - Rosticceria Gourmet Rustichello in Via Nuova Saviano n.195 a San Gennaro Vesuviano in provincia di Napoli, poco distante dalla nota sede storica.

Il Maestro Pizzaiolo Vincenzo La Marca e sua moglie Nunzia Iovino presenteranno in degustazione agli ospiti il ricco menù del nuovo “Rustichello”: numerose varietà di pizze realizzate con farina Polselli, lievitazione di 24 ore e guarnite con prodotti accuratamente scelti, poi ancora Fritti della tradizione napoletana, creazioni artigianali di Rosticceria e originali Panini Gourmet realizzati con tagli pregiati come Angus Irlandese, Chianina Marchigiana e Maialino Nero Casertano, il tutto innaffiato da ben augurali bollicine.

L’attenta selezione di prodotti d’eccellenza del comparto pizzeria è affidata a Giuseppe Ciriello, responsabile food dell’azienda GfA Group, distributori leader nel settore beverage e  food da 50 anni.

Inoltre dal team GfA Group, parteciperà all’evento il maestro pizzaiolo Luigi Castaldo della “Pizzeria O’Gemell” di Casalnuovo.

La serata condotta da Gianni Parisi, sarà allietata da “Giusi Barone and Band”, con la partecipazione di Lello Musella e Antonio Fiorillo.

“Rustichello”

 

Info: Via Nuova Saviano n.195

San Gennaro Vesuviano- NA

Tel. 081 528 71 49

MAGGIO DEI MONUMENTI E DELLA CULTURA NOLANA 2017

Apertura straordinaria dei mausolei funerari di Via Polveriera, a seguireDepositi rivelati”, mostra inedita di reperti custoditi nei depositi del Museo Storico Archeologico,la NOTTE DEI MUSEI e le Visite guidate all’Insula Episcopalis. Il Programma completo.

Locandina Maggio Nolano CopiaPietro Luciano –  15.05.2017 - L’edizione 2017 del “Maggio dei monumenti e della cultura nolana”, promossa dall’assessorato ai Beni Culturali del Comune di Nola guidato da Cinzia Trinchese, continua nel segno della storia e dell’archeologia.

Dopo l’evento di Domenica 7, con inizio alle 11.00 presso l’Anfiteatro romano, in via Mario De Sena, Percorso guidato – Laboratorio per bambini: “Felix e M. Attilius si raccontano”, Domenica 14 alle ore 11.00 è stato possibile visitare, per la prima volta, i monumenti funerari di via Polveriera a Nola.

Nola Mausoleo funerarioPiù noti come “le torricelle”, questi mausolei di età romana sorgono in un’area ricca di sepolture che vanno dalle origini della città fino all’età tardo antica. La loro forma così particolare, già a partire dal XVIII secolo, suggerì la popolare definizione di “torri”.

”Funus et monumentum nella Nola romana”, il percorso guidato ideato dall’associazione Meridies,ha permesso ai visitatori di conoscere da vicino alcuni aspetti della complessa ritualità legata al mondo dei defunti. “L’evento, realizzato anche grazie alla disponibilità della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, – ricorda Michele Napolitano, presidente di Meridies- è rivolto a tutti coloro che amano scoprire le bellezze del territorio, i luoghi meno noti della Nola vetus attraverso un racconto capace di rievocare e affascinare”.

Nola anfiteatroAnche altri sono gli eventi legati alla storia ed ai monumenti, come quello di Sabato 20 maggio, inizio ore 17.00, presso il Museo Storico Archeologico:Depositi rivelati”, mostra inedita di reperti custoditi nei depositi del Museo. A seguire degustazione.
Si continua con la NOTTE DEI MUSEI
Museo Diocesano di Nola (ingresso da via San Felice) Visite guidate ore 18.30 – 19.30 – 20.30 – 21.30. Museo Storico Archeologico (Via Senatore Cocozza) Visite guidate ore 18.00 – 19.30 – 20.30 – 21.30.

Nola Museo ArcheologicoUltimo appuntamento della serie si tiene Domenica 28 maggio con le Visite guidate all’Insula Episcopalis con partenza dalla chiesa dei Santi Apostoli. Orari: ore 10.00 / 13.00 e 17.00 / 20.00.

Ma il cartellone di questa edizione, oltre alla storia ed ai monumenti, è stata arricchita da altri eventi, quali la  Lectura Dantis o la presentazione di libri o il Photowalking nel centro storico di Nola, che usano come location una struttura monumentale-Chiesa SS. Apostoli interno0culturale, come la Chiesa dei SS.Apostoli o il Museo Storico-Archeologico. E’ stata inclusa nella manifestazione anche il “Premio letterario il Candelaio III edizione, tenutosi nel Seminario Vescovile, di cui trattiamo in altra rubrica di questo giornale.

Ma ecco, di seguito, il programma completo, che sta raccogliendo unanimi consensi ed una buona partecipazione di pubblico.

IL PROGRAMMA

Mercoledì 3
ore 18.00 – Chiesa dei Santi ApostoliLectura Dantis - “Canto VI dell’Inferno” Relazione a cura di Mariagiovanna Ferrante.

Domenica 7
ore 11.00 – Anfiteatro romano, via Mario De Sena - Percorso guidato – Laboratorio per bambini: “Felix e M. Attilius si raccontano”.

Mercoledì 10
ore 18.00 – Chiesa dei Santi ApostoliLectura Dantis - “Canto VI del Purgatorio”. Relazione a cura di Carmine Iannicelli.

Giovedì 11
ore 19.30 – Chiesa dei Santi ApostoliPresentazione del libroIl Respiro del Vino” di Luigi Moio (Mondadori 2016) Con l’autore interviene e modera Franco De Luca.

Venerdì 12
ore 19.00 – Seminario Vescovile - “Premio letterario il Candelaio III edizione”.

Sabato 13
ore 18.30 – da Piazza Giordano Bruno - Photowalking nel centro storico di Nola.

Domenica 14
ore 11.00 – Mausoleo Funerario, via Polveriera - “Funus et monumentum nella Nola romana”.

Martedì 16
ore 19.30 – Chiesa dei Santi Apostoli - Presentazione del libroLa Cucina Napoletana” di Luciano Pignataro (Hoepli 2016). Con l’Autore interviene e modera Tommaso Esposito.

Mercoledì 17
ore 18.00 – Chiesa dei Santi Apostoli - Lectura Dantis - “Canto VI del Paradiso”. Relazione a cura di Paola Ammirati.

Venerdì 19
ore 18.30 – Chiesa dei Santi Apostoli - Presentazione del libroCristina” di Matilde Serao a cura di Stefania Spisto (Il Quaderno edizioni).

Sabato 20
ore 17.00 – Museo Storico Archeologico - “Depositi rivelati”, mostra inedita di reperti custoditi nei depositi del Museo. A seguire degustazione.
NOTTE DEI MUSEI:

Museo Diocesano di Nola (ingresso da via San Felice) Visite guidate ore 18.30 – 19.30 – 20.30 – 21.30
Museo Storico Archeologico (Via Senatore Cocozza) Visite guidate ore 18.00 – 19.30 – 20.30 – 21.30

Mercoledì 24
ore 18.00 – Chiesa dei Santi ApostoliLectura Dantis - “Ragioni e significati della visione universalistica di Dante”. Relazione a cura di Antonio Tafuro.

Giovedì 25

- ore 17.30 – Museo Storico Archeologico di Nola - Presentazione del libro: “Chi ha Ucciso Rino Gaetano?” Il coraggio di raccontare un’indagine tra massoneria, servizi segreti e poteri economici – Autore: Bruno Mautone. Nel corso della presentazione il gruppo: “Rino Band” eseguirà alcuni dei grandi successi del cantautore calabrese.
-ore 19.30 – Chiesa dei Santi Apostoli - Presentazione del libroDi che Dolce Sei?” di Fabrizio Mangoni (Ad est dell’equatore 2015) con l’Autore. Intervengono Gianfranco Nappi e Ciro Scarpato.

Domenica 28
ore 10.00 / 13.00 e 17.00 / 20.00 – Visite guidate all’Insula Episcopalis con partenza dalla chiesa dei Santi Apostoli.

Per contatti e info: Associazione “Meridies” 3274653901

Airola: Assegnati i premi del concorso letterario “Il giardino incantato” giunto alla Settima Edizione

Il premio, organizzato dal Club Inner Wheel di Valle Caudina, è intitolato alla memoria diCettina Iglio Vassallo.

locandina premiogiardino 300x336C.S. - 11 maggio 2017 - Si è appena conclusa la cerimonia di consegna dei premi del concorso letterarioIl giardino incantato,intitolato alla memoria diCettina Iglio Vassallo, che si è tenuta nella sala teatro dell’auditorium “Lombardi”, a cui hanno partecipato autorità civili, rotariani e numerose innerine.
Il premio, organizzato dal Club Inner Wheel di Valle Caudina, diretto dalla presidenteAngela Falco Uccelli, è stato articolato in due sezioni: una destinata agli adulti, l’altra riservata ai giovani fino a 25 anni, suddivise nelle sezioni poesia in lingua italiana, poesia in vernacolo e narrativa lingua italiana.
I premi per ogni sezione per i giovani consistono in 150 euro e targa al primo premio, 100 euro e targa al secondo e 50 euro e targa al terzo.
Quest’anno la sezione vernacolo ha ricevuto solo un lavoro nella sezione giovani e, quindi, riceverà solo una menzione speciale; agli adulti spetterà la targa e un manufatto ceramico.
MARIELLA ULLOComplessivamente i lavori presentati hanno superato il centinaio, confermando così la bontà e il successo dell’iniziativa giunta alla settima edizione, dopo l’esordio sotto la presidenza di Filomena Cioffi Marro.
I lavori sono stati giudicati da una commissione esterna composta da tre membri: prof.ssa Di Rubbo, dott. Olibano e dott. Nicola Viola, e due membri interni.
Coordinatrice del premio è stata Marilina Cirillo e referente Maria Rosaria Iglio.
Per la Sezione Adulti i testi premiati sono i seguenti:
Poesia in Lingua italiana:1° premio  ULTIMI di Maria Ullo di Benevento; 2° premio:  SCAMPIA di Adolfo Silveto, di Boscotrecase (Na); 3° premio: PER UN AMICO  di Nicoletta Aimonino Ricauda in Boggio, di Cuorgné (To)
Narrativa in Lingua italiana:1° premio: SENZA CONFINI di Alma Maria Pedron, di Trento: 2° premio: QUANDO MI AMAVI di Gabriella Starnotti di Firenze; 3° premio: STORIA DI MARGOT di Fiorella Rossi Pasotti di Roma.
Per la Sezione Giovani Autori i testi premiati sono i seguenti:
Poesia in Lingua italiana:1° premio: SIEDO SULLA PANCHINA FLUTTUANTE DEL TERRAZZO di Vincenza Notariello del Liceo Classico di Airola (Bn); 2° premio: POESIA DA CANCELLARE di Pasquale Kevin Falzarano dell’Istituto Fermi di Montesarchio (Bn); 3° premio: PER L’ULTIMA VOLTA di Rita Lombardi dell’Istituto Einaudi di Cervinara (Av).
Narrativa in Lingua italiana:1° premio: L’UOMO E LA SAGGEZZA di Jonatan Iachetta, dell’Istituto Fermi di Montesarchio (Bn); 2° premio: OGGI COME ALLORA di Giulia Fucci, dell’Istituto Fermi di Montesarchio (Bn); 3° premio: VIVERE UN SOGNO di Angela Ianniello, dell’Istituto Lombardi di Airola (Bn),
Menzione speciale della Giuria:Francesca Sabatino di Montesarchio (Bn) per la Poesia “ La mia libertà” in Vernacolo, sezione Giovani Autori.

Nola: Al via la XVII edizione del Festival Napoli Cultural Classic

Inaugurata la manifestazione curata del consiglio direttivo dell’Associazione, composto dal presidente, avv. Carmine Ardolino, e dai consiglieri Anna Bruno, Diodata Ardolino, Katiuscia Verlingieri, Elvira Franzese, Antonio Russo, Raffaele Napolitano.

N.R. - 03.05.2017 - L’apertura si è tenuta nella Sala dei Medaglioni del Palazzo Vescovile in Nola, via San Felice, alle ore 18.00 di venerdì 5 maggio,ed è stata dedicata alla Cerimonia di premiazione dei vincitori della dodicesima edizione del Concorso Artistico Letterario Internazionale, organizzato e coordinato dal consigliere Anna Bruno, che si avvale dei prestigiosi patrocini della Diocesi di Nola e del Progetto Culturale, oltre che della collaborazione dell’associazione l’Aurora Cultura di Somma Vesuviana. Continua anche il gemellaggio con incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo a cura di Alfonso Bottone che, nel corso della Cerimonia, ha premiato un’opera edita. Il concorso è per opere inedite; si articola complessivamente in quindici sezioni e si rivolge anche ai Giovani e agli Studenti.

Curata dalla Bruno, è stata pubblicata, ancora una volta, un’Antologia del Premio edita dalla casa editrice Iod, che da visibilità alle opere selezionate, impreziosita dalla partecipazione straordinaria dell’artista Alfred Milot Mirashi; del fotografo Pino Galasso; del critico d’arte Vincenzo De Luca e della socia fondatrice dell’International Inner Wheel, Giliola Russo Benedetti.

In Antologia, anche l’inserimento delle opere vincitrici del Concorso La Montagna, organizzato per le Scuole di Somma Vesuviana dall’Aurora Cultura in collaborazione con la Napoli Cultural Classic (www.culturalclassic.it).

Un’ulteriore sezione su invito è dedicata a opere edite ed ha visto premiati: Balla solo per me” (Giulio Perrone editore) di Vincenza Alfano; “Temeraria gioia” (Giuliano Ladolfi Editore) di Eleonora Rimolo; “Posti a sedere” (Edizioni L’Erudita) di Maggie Van Der Toorn; “Quaderni di Storia” (Fensern) di Angelo Di Mauro; “La Cena di Audreydi Vincenzo Di Segni; “Alla zappa. Una storia di prete pedofilo” (Savarese Edizioni) a cura di Raffaele Messina; “Buio blu” (iemme edizioni) di Francesco Velonà.

La Giuria del Premio, preseduta da prof. Don Lino D’Onofrio, è composta dai proff. Regina Célia Pereira da Silva, Anna Mucerino e Vincenzo De Luca; dell’architetto Jimmy Devastato; del fotografo Pino Galasso; degli avvocati Federico De Luca e Antonio Masullo; del musicista Emanuele D’Onofrio; degli scrittori, poeti e operatori culturali: Anna Bruno, Pietro Damiano, Giuseppe Bianco e Giuseppe Vetromile.

La cerimonia è stata presentata dagli attori Gigliola De Feo e Andrea Fiorillo, con la direzione artistica del consigliere Anna Bruno. Accompagnati dalla chitarra del maestro Antonio Marotta, a declamare le opere vincitrici saranno due giovani attori: Aldo Manfredi e Vincenzo Vivenzio. La giovane Angela Pentella ha collaborato nelle vesti di valletta e premiatrice.

Il festival Napoli Cultural Classic è proseguito  con la serata del 13 maggio, dedicata alla Mostra “The World” del fotografo Tito Huang, nella Villa Ardolino a Nola.

Seguiranno le serate del 20 e del 27 maggio 2017, la prima dedicata al cinema d’autore, da tenersi a Palma Campania; la seconda alle Eccellenze, organizzata all’interno delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.

LA PIZZA E' IL POMODORO: IL 9 MAGGIO A CENA CON PAOLA CAPPUCCIO

Appuntamento da Pizza Verace a Portici con San Marzano, Corbarino e Pomodorino del Piennolo Dop. Servizio di Carmen Guerriero

Pizza Verace08.05.2017 - Il 9 maggio a Portici si celebra la Pizza Verace Gourmet con una serata esclusiva in cui assaggiare le bontà del territorio dei Due Golfi, con una triade di pizze dedicate al pomodoro con San Marzano, Pomodorino del Piennolo Dop e Corbarino

Pizza Verace 2I brand L'Orto di Lucullo e I Sapori di Corbara accompagneranno, infatti, le ricette sublimi di Paola Cappuccio, pizzaiola napoletana che a Portici ha creato anni fa il suo piccolo rifugio di bontà "Pizza Verace", che con formazione e ricerca e' diventata nell'ultimo biennio Gourmet.

Il Locale è unico e suggestivo: Due forni a legna in bella vista in sala, colori vivaci e tipicità dop, igp e presidi Slow food tra gli scaffali, quali ingredienti di ricette uniche che raccontano storia e sapori della Pizza Napoletana, dalla sua storia con impasti realizzati con farine antiche macinate a pietra, realizzate con grano italiano 100% alla sua evoluzione con la riscoperta di cultivar territoriali incomparabili come il Corbarino che si alterna a San Marzano e Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Dop in diverse ricette di margherita e marinara. 

Paola Cappuccio pizzaiolaIl 9 sera questi Sapori saranno, dunque, presentati e degustati, a partire dalle ore 20.00, con la giornalista, esperta di gastronomia, Laura Gambacorta, e la pizzaiola Paola Cappuccio, patron di Pizza Verace a Portici, che dalla teoria passerà alla pratica accompagnando ogni parola con l'assaggio delle proprie pizze con impasti lavorati a mano, in cui idratazione e lunga lievitazione permettono sapori genuini ed alta digeribilità. 

PAOLA CAPPUCCIO A ...  "BRIGLIE SCIOLTE"

Paola Cappucciod"Per me la pizza è molto più di un lavoro: è una passione. Ero destinata a diventare pizzaiola. Ho lavorato, con successo nel marketing sportivo, in cui mi sono laureata, ma la mia vita era segnata, sin da piccola. Sono nata e cresciuta tra farina, impasti e ovviamente pizze, quelle dei nonni materni e dei bisnonni, fondatori del Trianon. I miei ricordi legati alla pizzeria risalgono alla tenera età di 5 anni. La nostra era una famiglia all’antica e il Natale si festeggiava nella pizzeria dei nonni il famoso Trianon, si perché eravamo proprio in tanti. Per noi bambini correre e giocare per tutta la pizzeria, chiusa al pubblico, era un vero spasso. Ma era un rito che si ripeteva spesso. Ricordo quando di nascosto andavamo nel laboratorio dove si impastava: le impastatrici mi sembravano quasi delle piscine, tanto erano grandi ai miei occhi. Ebbene, quell’odore di farina, mescolato al lievito, mi conquistò. Già allora, insomma, forse inconsciamente, capii che quel magico mondo degli impasti un giorno sarebbe stato anche il mio mondo.

La passione per la pizza, dunque, la devo tutta a mio nonno Armando, un grande e bravissimo pizzaiolo, maestro per centinaia di giovani. Preparare l’impasto per lui era un rito, come lo è per me oggi. Mi ricordo che prima di iniziare a lavorare l’impasto era attentissimo a tutti i particolari: dalla temperatura all’umidità dell’aria, dall’ossigenazione della farina alla temperatura dell’acqua, alle reazioni degli ingredienti. Mi diceva sempre: la pasta è femmina, va amata e rispettata, non maltrattarla mai.

Credetemi, per imparare ce n’è voluto di tempo. Lui non mi ha dato la sua formula segreta, che rendeva l’impasto cosi buono e cosi leggero e di cui era gelosissimo, fin quando non ha capito che io volevo diventare pizzaiola. Si è arreso solo di fronte alla mia testardaggine, svelandomi poi tutti i suoi segreti. Lo ringrazio ancora. Nella preparazione dell’impasto sono maniacale. La mia maniacalità deve avermela trasmessa proprio lui. Quando il lavoro me lo consente provo e sperimento nuove farine, per cercare grazie alle conoscenze ed alle tecniche che abbiamo oggi, di migliorarmi sempre.

Per la lievitazione usiamo il crescito e pochissimo lievito e tanto riposo!!!

Ho sempre sostenuto che una buona pizza deve avere un ottimo impasto, ma prima di tutto ottimi ingredienti. E sono maniacale anche nella scelta dei prodotti che vanno sulle mie pizze. Privilegio i prodotti Dop e Bio delle migliori produzioni Campane. Ortaggi e verdure che utilizzo sulle pizze provengono dal mio orticello, dove Antonietta le coltiva nel rispetto della natura, delle stagioni e della salute così come a Nando, il fornaio, sono affidate le cure di pomodorini del piennolo, rucola e basilico.

Uso farina di solo grano italiano, biologica, macinata a pietra. In questo modo conserva tutti i profumi e i nutrienti. Per esaltarne tutto il gusto e la fragranza"

Per contatti e prenotazioni:

Pizza Verace - Via Gravina,12  - Portici

Tel. 081 7769095 - 081 7751939

www.pizzaverace.it