2° Congresso Nazionale della European Depression Association (EDA) Italia Onlus ad Avellino

Organizzazione Associazione Neamente ed Eda Italia onlus.

EDAN.R. - 28.10.2017 Ad Avellino, dal 19 al 21 ottobre 2017 presso il Complesso Monumentale Ex Carcere Borbonico, Sala Blu e Sala Ripa, si è tenuto il 2° Congresso Nazionale della European Depression Association (EDA) Italia Onlus.

Dopo il grande successo del 1° Congresso, che si è tenuto a Pescara nel 2013, organizzato dalla dott.ssa Marilisa Amorosi, il 2° Congresso Nazionale EDA, che organizza e coordina in tutta Italia i "Gruppi di Auto-Aiuto" e l'annuale  "Giornata Europea sulla Depressione", si è tenuto ad Avellino ed ha avuto l’adesione di numerosi soci EDA nazionali e internazionali.

carcere borbonico 2Il congresso ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Salute, della Regione Campania, della Provincia di Avellino, del Comune di Avellino, dell’Ordine del Medici di Avellino, dell’Ordine degli Psicologi della Campania. L’European Depression Association Italia Onlus e l’Associazione Neamente sono le principali organizzatrici dell’evento.

Hanno collaborato all’evento, inoltre, anche la Casa di Cura “Villa dei Pini” di Avellino, l’Université Catholique de Louvain (Belgio), l’European Depression Association, il Centro Studi Psichiatrici di Provaglio d’Iseo (Brescia), l’Istituto di Psicoterapia Zetema di Caserta, l’ACLI di Avellino.

Chair del Comitato Organizzatore, Francesco Franza, Psichiatra Psicoterapeuta, Vice-Presidente EDA Italia ONLUS; Segretaria Congressuale Monica Rosapane.

congresso EDASecondo l'art. n° 4 dello Statuto, l'EDA Italia Onlus si propone come suo principale obiettivo quello di contribuire al "... miglioramento della qualità della vita delle persone che soffrono di depressione stimolando il pieno reinserimento nella società, nel lavoro e nell'impegno culturale, eliminando lo stigma e la discriminazione associati alla malattia depressiva; ciò soprattutto tramite la creazione e il coordinamento a livello nazionale dei cosiddetti "Gruppi di Auto-Aiuto" (momenti di incontro periodico fra le persone che soffrono e/o che hanno sofferto di malattie depressive...)."

La EDA Italia Onlus organizza, inoltre, "...l'evento annuale della "Giornata sulla Depressione" per una maggiore conoscenza e consapevolezza sociale della malattia depressiva e dei disturbi dell'umore in genere ...".

Il 2° Congresso Nazionale EDA 2017 si è posto l’obiettivo finale di fornire indicazioni per i pazienti e i loro familiari, necessarie a sollevarli dal carico del disturbo depressivo ed aiutarli a combattere insieme ai professionisti della salute per il raggiungimento di una completa remissione sintomatologica.

Il programma completo delle tre giornate:

locandina Copia19 ottobre 2017 – Ore 15.00: Apertura lavori e saluti introduttivi di Francesco Franza, Chair del Congresso;
Antonio Acerra, Direttore Dipartimento Salute Mentale ASL AVAutorità Comune di Avellino; Luigi Petrillo, Direttore dell’Istituto “Villa dei Pini”; Giuseppe Tavormina, Segretario dell’Associazione EDA Italia Onlus.

Ore 15.30: Marcello Nardini, Presidente dell’EDA Italia Onlus su “La depressione fra presente e futuro: ruolo della Giornata sulla Depressione”.

1° Simposio –  Chairs: M. Nardini e G. Tavormina sul tema “I disturbi dell’umore nelle età della vita”.

Ore 15.50:  Nicolas Zdanowicz, (Yvoir, Belgio) su “Depressione e suicidio negli adolescenti”.
Ore 16.10: Serena De Guglielmo, (Avellino) su “La depressione post-partum: approccio e gestione della fase acuta”.

Ore 16.30: Ivan Urlic (Spalato, Croazia) su “Depressione come “comorbidità” di un disturbo non riconosciuto in adolescenza”.

Ore 16.50: Alba Cervone (Napoli) su “La ‘grande bellezza’: luci ed ombre della maternità”.

2° Simposio   –  Chairs: F. Franza e I. Urlic sul tema “Depressione e disagio psico-sociale: dalle problematiche sociali agli abusi”.

Ore 17.40: Marilisa Amorosi (Pescara) su “Il cyberbullismo nella società odierna”.

Ore 18.00: Annalisa Colucci (Napoli) su “Dipendenze, nuove addiction e il web: uso e abuso delle risorse tecnologiche”.

Ore 18.20: Barbara Solomita (Avellino) su “Depressione clinica e disturbi del comportamento alimentare: comorbidità e diagnosi differenziale”.

Ore 18.40: Luigi Juli (Catanzaro) su “Vecchi e nuovi disturbi della condotta alimentare: diagnosi e trattamento”.

Ore 19.00: Leonardo Mendolicchio (Varese) su “Nuovi approcci nel trattamento della depressione in comorbidità con i DCA: l’esempio della tVNS”.

Ore 19.20: Discussione e chiusura della 1° Giornata del Congresso con l’intervento di Sergio Angeletti, Giornalista Scientifico e Mass-media Consultant dell’EDA Italia Onlus. 

20 ottobre 2017 - 3° Simposio   –  Chairs: W. Di Napoli e S. Elisei sul tema “Depressione, arte e riabilitazione psicosociale nel trattamento dei disturbi dell’umore”.

Ore 9.30:Maurilio G.M. Tavormina (Napoli) su “Riabilitazione psicosociale, intrattenimento e terapie complementari in psichiatria”.

Ore 9.50: Antonella Vacca (Brindisi) su “Le emozioni nella riabilitazione psichiatrica”.

Ore 10.10: Romina Tavormina (Napoli) su “La Danzaterapia come strumento di espressione e cura nelle patologie dell’umore”.

Ore 10.30: Patrizia Amici (Bergamo) su “L’uso degli homework nei disturbi dell’umore”.

Ore 10.50: Calogero Anzallo (Gorizia) su “I disturbi affettivi in carcere: abbattiamo il muro”.
Ore 11.10: Esibizione Coro “Canta Che Ti Passa” Gruppo coro UOSM Torre del Greco ASL Napoli 3 Sud.

4° Simposio   –  Chairs: M.G.M. Tavormina e M.R. Juli sul tema “Depressione e comunicazione oggi: mai più ‘soli in popolosi deserti’ .

Ore 11.40: Immacolata d’Errico e Domenico Mastofilippo (Bari) su “Soli in ‘popolosi deserti’: una nuova depressione esistenziale?”.

Ore 12.00: Gianluca Lisa (Imperia) su “La depressione nei medici che operano nel SSN”.

Ore 12.20: Wilma Di Napoli (Trento) su “L’intervento psico-educativo sulla depressione: l’esperienza dei gruppi DEP del CSM di Trento”.

Ore 12.40: Pasquale De Venezia (Avellino) su “La gestione infermieristica del paziente depresso”.

Ore 13.00: Discussione e chiusura della 2a Giornata del Congresso con l’intervento di Sergio Angeletti, Giornalista Scientifico e Mass-media Consultant dell’EDA Italia Onlus.

Ore 14.30: Escursione turistica organizzata.

21 ottobre 2017 - 5° Simposio   –  Chairs: C. Anzallo e A. Vacca sul tema “La depressione nel mondo del lavoro: superare lo stigma”.

Ore 9.30: Giuseppe Stranieri (Catanzaro) su “Depressione come sintomo e Depressione come malattia”.

Ore 9.50: Ferdinando Pellegrino (Salerno) su “La depressione degli operatori sanitari”.

Ore 10.10: Sergio Tartaglione (Isernia) su “La depressione tra immagini e immaginario”.

Ore 10.30: Danilo Di Meo (Napoli) su “Mondo del lavoro e disturbi dell’umore: la depressione come malattia professionale?”.

Ore 10.50: Maurilio G.M. Tavormina (Napoli) su “Malattia mentale e pregiudizi: studio multicentrico sullo stigma sociale”.

6° Simposio   –  Chairs: I. d’Errico e A. Cervone sul tema “La psicoterapia dei disturbi dell’umore”.

Ore 11.40: Maria Rosaria Juli e Annapaola Altieri (Foggia) su “Come orientare la psicoterapia nel trattamento della depressione”.

Ore 12.00: Maria Vincenza Minò (Lecce) su “La psicoterapia nei disturbi dell’umore: attualità e prospettive”.

Ore 12.20: Mariangela Perito (Avellino) su “Terapia metacognitiva della depressione”.

Ore 12.40: Domenico Mastrofilippo e Immacolata d’Errico (Bari)  su “ ‘Sulla riva del fiume’, anziché portati via dalla corrente: la depressione incontra la mindfulness”.
7° Simposio  –  Chairs: F. Franza e M. Nardini sul tema “Disturbo bipolare e bipolarità: diagnosi e trattamento (prima parte)”.

Ore 15.30: Gianfranco Del Buono (Salerno) su “La stadiazione del disturbo bipolare”.

Ore 15.50: Salvatore Marcasciano (Benevento) su “La depressione bipolare”.

Ore 16.10: Sandro Elisei (Perugia) su “Spettro bipolare e musica”.

Ore 16.30: Marina Santocchio (Roma) su “Disturbo bipolare e disturbo borderline di personalità: limiti e confini”.

Ore 16.50: Immacolata Mara Festa (Avellino) e Adelia Lucattini (Roma) su “La nuova frontiera dei trattamenti integrati nella depressione e nei disturbi dell’apprendimento: psicoterapia analitica e riabilitazione”.

8° Simposio   –  Chairs: N. Zdanowicz e I. Urlic sul tema “Disturbo bipolare e bipolarità: diagnosi e trattamento (seconda parte)”.

Ore 17.40: Francesco Franza (Avellino) su “Aspetti cognitivi della depressione fra stabilità e instabilità timica”.

Ore 18.00: Gino Aldi (Caserta) su “Ruolo della famiglia nel trattamento psicologico del disturbo bipolare”.

Ore 18.20: Giuseppe Tavormina (Brescia) su “Il trattamento degli stati misti: nuove proposte per nuove linee guida”.

Ore 18.40: Discussione finale con l’intervento di Sergio Angeletti, Giornalista Scientifico e Mass-media Consultant dell’EDA Italia Onlus.

Ore 19.00: Chiusura dei lavori da parte del Chair del Congresso e Premiazione Premio Poster “Centro Studi Psicosoma-Mediserve”; Associazione Neamente.

Per il secondo anno i Gigli di Nola al World Tourism Event: L’appuntamento si è tenuto a Siena

Il sindaco Geremia Biancardi: “Pronti ad accogliere a Nola l’evento internazionale”.

WTE Siena DHa3bvHW0AAA5kON.R. – ottobre 2017 - I Gigli di Nola svettano al World Tourism Event di Siena, così la Festa di giugno dedicata a San Paolino, uno degli otto gioielli Unesco della Campania, è stata presente al Salone Mondiale del Turismo Città e Siti Unesco, in programma fino al 24 settembre.

Dopo l’esperienza di Padova dello scorso anno il nostro patrimonio culturale é stato di nuovo sotto i riflettori della prestigiosa vetrina rappresentata dal WTE, che ogni anno accoglie i principali tour operator nazionali ed internazionali. Siamo tanto convinti che si tratti di occasioni imperdibili e ci candidiamo fin d’ora a poter ospitare una delle prossime edizioni del World Tourism Event, magari nel convento di Sant’Angelo in Palco”, ha affermato il sindaco di Nola Geremia Biancardi.

La storia secolare delle altissime guglie di legno e cartapesta, che nel 2013 sono state iscritte nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità insieme con Viterbo, Sassari e Palmi Calabro, é stata inserita anche nella pubblicazione che la città metropolitana di Napoli ha dedicato ai siti Unesco e che rappresenta uno degli strumenti principali per promuovere e valorizzare non solo l’evento dei Gigli ma l’intera città.

Il risultato é frutto dell’impegno dell’amministrazione comunale di Nola, che, con una delibera di indirizzo proposta il primo settembre dall’assessore alla cultura Cinzia Trinchese, ha dato il via libera alla partecipazione di Nola al Word Tourism Event.

Il 22 agosto il consiglio comunale di Nola ha anche aderito all’associazione delle città italiane Patrimonio Unesco, inaugurando così l’ingresso nel sodalizio della prima città espressione di un bene culturale immateriale.

Con la dichiarazione di intenti sottoscritta con la città metropolitana di Napoli abbiamo avviato un altro percorso che si inserisce nel prioritario obiettivo di valorizzare costantemente le nostre risorse. A breve altri passi saranno compiuti, a cominciare dalla costituzione di una rete dei beni culturali e dei siti Unesco dell’ambito territoriale dell’area metropolitana di Napoli. Una rete che abbiamo già cominciato a tessere quando 2 anni fa abbiamo sottoscritto un patto di amicizia con la città di Pompei”, conclude l’assessore alla cultura Cinzia Trinchese.

Roccarainola in festa commemora il primo decennio dell’ordinazione sacerdotale del parroco Don Vincenzo Ragone

Presenti Sua Eccellenza  Mons. Marino, Vescovo di Nola, e  il Sindaco Avv. Raffaele De Simone. Servizio di Biagio Napolitano

Rocca 1 IMG 20171015 18580615.10.2017 - Una Domenica come tante quella del 15-10-2017, ma a Roccarainola in Piazza San Giovanni, al crepuscolo, sul sagrato della chiesa, un manipolo di volenterosi e direi anche alcuni curiosi guardavano verso la strada che costeggia le scale di accesso alla Parrocchia, tutte bianche, ma con qualche screpolatura, dovuta ai suoi anni, tanti e per tante generazioni.

Il parroco Don Vincenzo Ragone, molto attento, aspettava che una macchina, quella della curia di Nola si accostasse al marciapiede. Erano le 18,45 quando, puntuale, si è aperto lo sportello posteriore di un auto di rappresentanzaEcco scendere Mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola, ed il suo Segretario. Un saluto affettuoso e poi l’entrata in chiesa per una preghiera sull’inginocchiatoio davanti al presbiterio. I banchi della chiesa tutti gremiti di fedeli, che già da un po’ aspettavano.  Poi la vestizione con paramenti solenni per la celebrazione della messa di ringraziamento per il primo decennio dell’ordinazione sacerdotale di Don Vincenzo Ragone, parroco di Roccarainola e presbitero da dieci anniUna messa solenne celebrata dal Vescovo con la partecipazione del festeggiato, del Rettore del Seminario Vescovile di Nola, Don Gennaro Romano,  di altri  giovani sacerdoti, del Diacono Licio e di un nutrito numero di ministranti.

Rocca 2 IMG 20171015 192010Sua eccellenza  Mons. Marino, in modo suadente e pacato, ha rivolto la parola ai presenti, con una omelia, riferita alla lettera di San Paolo ai Colossesi. Viene fuori una chiara configurazione del credente, del seguace di Gesù, che tutto abbandona, facendosi povero per i  poveri, ma anche ricco per aiutare i fratelli e le comunità in difficoltà compreso le Chiese. Delinea, il Presule, inoltre la figura del sacerdote, che si relaziona con i fedeli tramite la Carità, la solidarietà, l’aiuto reciproco nel nome di Dio, e di Gesù. Servire ed imitare Gesù, significa unione tra fedeli e Sacerdoti, membri della Chiesa ed essi stessi assieme alla comunità, la Chiesa sempre soffusa di Spirito Santo, con la presenza continua e materna di Maria.

Segue al discorso del Vescovo un ringraziamento da parte di Luca De Simone, giovane sempre presente alle attività e manifestazioni ecclesiali. In particolare ha evidenziato la sempre completa e piena disponibilità di Don Vincenzo per tutto quanto necessita alla Comunità Cristiana di Roccarainola, sia nel campo spirituale che materiale.

Il Sindaco Avv. Raffaele De Simone, poi, si è associato a quanto esposto dal Vescovo, ed ha esplicitato l’impegno anche delle istituzioni laiche a contribuire nella risoluzione delle necessità e bisogni dei cittadini, in sintonia con l’azione pastorale del Parroco e della Chiesa Diocesana.

Un ringraziamento caloroso, carico di amore fraterno e solidarietà cristiana, da parte di Don Vincenzo, chiaramente emozionato, ma pago dell’accoglienza ricevuta, sia dal Vescovo che dalle Istituzioni ecclesiali e laiche presenti. Ha in breve rivissuto il suo percorso formativo da quando venne accolto in seminario da sua eccellenza Mons. Tramma, fino alla sua ordinazione sacerdotale assieme ad altri confratelli nella Cattedrale di Nola, da parte del Vescovo Nola, Arcivescovo Beniamino Depalma, l’ 11-10-2007. Ha ricordato le tappe dei percorsi ministeriali, da Boscoreale a Terzigno, da Pomigliano D’arco a Moschiano, e poi a Roccarainola dal 2011. Un affettuoso grazie ai suoi genitori, ai familiari tutti, agli amici conosciuti nelle varie parrocchie e a tutto Roccarainola, scusandosi per qualche scatto emotivo, ma sempre controllato e compensato da tanto amore e vicinanza a tutta la ComunitàIl primo decennio è trascorso. Bisogna, pensare al prossimo tra quindici anni”, ha detto, con espressione di grande emozione e di speranza.

La cerimonia si è conclusa con una simpatica battuta del Vescovo Marino, che ha aggiunto, ‘poi celebriamo dopo il quindicesimo anno, il venticinquesimo e così via’... La giornata, oramai avviata alla nottata, si è conclusa con un rinfresco in Canonica, fatto di delizie culinarie locali, con dolce e torta finale, presente un nutrito numero di Rocchesi ed altri, felici e contenti, di avere ancora per molto , come loro parroco ed amico Don Vincenzo Ragone. Salvo le vie che la Divina Provvidenza indica ai ministri di Dio e di quelle della ‘gerarchia’….

A Sua Ecc. Mons. Francesco Marino – Vescovo di Nola

A Don Vincenzo Ragone – Parroco di Roccarainola

- Nel Primo decennio della sua Ordinazione Sacerdotale -


Popol  di Dio in Comunione

nel  Tempio a San Giovanni dicato,

il primo decennio ha celebrato

del suo Pastor l’Ordinazione.

Per le colline colloquia il vento

col tinnire delle nostre campane,

bussando alle porte a cento a cento

di rioni e dimore urbane.

A ricco, povero ed indigente

urla con soffio breve e possente,

che Roccarainola è in festa

con Presule e Presbitero in testa.

Narra di destrieri a barde lucenti,

di rosse criniere e scalpitamenti,

di paggi, damigelle, e cavalieri,

benedetti con mani e incensieri. (1)


Racconta di ceri accesi in vie,

processioni, canti e litanie,

bandiere e stendardi innalzati

Madonne, Santi a spalle portati,

rosari, messe, incontri sacrati.(2)

La Canonica ognor in postazione,

l’uscio aperto per ciascun occasione,

ivi Don Vincenzo è sempre presente,

in ascolto e soccorso alla gente.

Ogni Omelia è annuncio del Regno,

con Francesco, Felice e Paolino,

soffusa ancor dall’afflato divino,

di Misericordia Provvido Segno.

Ti ringraziamo per la chiamata

del Signore da te accettata

e la presenza in questa comunità

come compagno nel nostro cammino,

sconnesso, angusto, piano, vicino

alla meta, tra infanzia e vetustà.

Senza sacerdote non c’è altare,

gioverebbe a nulla la Passione

e di Gesù la Crocefissione.


Lui sol la messa può celebrare,

pane e vino transustanziare

nella carne e sangue del Divin Figlio,

che nacque da Maria in un giaciglio,

nella mangiatoia di un casolare.

Sono tante e tante le incombenze

che un pastore deve affrontare:

Carità, Povertà, ed Indigenze,

la formazione familiare  

e l’evangelica promozione.

Ciò solo con Gesù in unione.

Ad Multos Annos et ad Maiora

a Don Vincenzo per il Ministero,

a noi un augurio sincero

della sua amicizia duratura.

 

Roccarainola 15-10-2017   

Biagio Napolitano e famiglia

della Parrocchia San Giovanni Battista.

Nota(1) Manifestazione storico-folcloristica annuale denominata ‘ la damigella del Re’, che ha inizio dal Sacrato della Chiesa di San Giovanni, con la benedizione del Parroco.

Nota(2) Cortei, Processioni, raduni, funzioni religiose svolti in vicoli, contrade, spazi verdi di abitazioni private, in occasione delle festività laiche e religiose, locali e nazionali.

Nola: Un libro per ricordare il preside Girolamo Addeo

Chiesa del Gesù, sabato 30 settembre, ore 19.00. Celebrazione Eucaristica e presentazione della pubblicazione in suo ricordo realizzata dalla Sig.ra Raffaella Cianciulli.

Commemorazione Addeo img 20170928 wa0000Antonio Franzese – 05.10.2017 - Uno spaccato di storia cittadina che rivive nelle pagine del libro realizzato in memoria del preside Girolamo Addeo.

Il volume, voluto e portato avanti dalla moglie Raffaella Cianciulli, è stato presentato alle ore 19.00 di sabato 30 settembre nella chiesa del Gesù a Nola, al termine di una celebrazione eucaristica in ricordo del dirigente scolastico e grande studioso scomparso un anno fa.

Il volume mette in luce i lavori di Girolamo Addeo, dalle conferenze tenute in giro per l'Italia agli scritti personali e dedicati a focus specifici su argomenti di attualità, corredati dalle prefazioni di amici professionisti che, con lui, hanno percorso parte della vita professionale.

Alla presentazione hanno partecipato l’assessore alla Cultura Cinzia Trinchese, la prof.ssa Eugenia Daniele ed i docenti Franco Manganelli e Luigi Simonetti.

Busto di Addeo 1506696360"Un atto dovuto ma soprattutto una responsabilità nei confronti delle città di Nola a cui Girolamo era particolarmente legatoha commentato la moglie Raffaella Cianciulli - Il libro non vuole essere una semplice raccolta di scritti, ma una vera e propria testimonianza di appartenenza all'intero territorio nolano, che mio marito, prima come "figlio" di questa terra e poi come professionista attento, amava valorizzare in ogni sua forma”.

Assemblea delle Pro Loco del Comitato Provinciale Unpli di Avellino ad Atripalda

Approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2018.

Atripalda 8N.R. – 06.10.2017 - Assemblea delle Pro Loco del Comitato Provinciale Unpli di Avellino, sabato  pomeriggio, 3 ottobre,  presso la Sala Consiliare del Comune di Atripalda.

Atripalda 10A dare i saluti di benvenuto il Vice Sindaco Anna Nazzaro e il presidente della Pro Loco Lello LabateHa introdotto i lavori il prof. Mario Perrotti, Presidente dell'Unpli Regionale Campania, che ha fatto il punto sulla situazione del Servizio Civile, che le Pro Loco hanno calibrato sui Beni Culturali, ed ha annunciato l’istituzione del Servizio Civile Europeo, riferendo le Atripalda 9scadenze per la partecipazione, ma anche le modalità.

A seguire la relazione del prof. Giuseppe Silvestri, Presidente del Comitato Provinciale Unpli di Avellino,  sull’attività in itinere della struttura  provinciale  e la conseguente programmazione per il 2018 con relativo bilancio di previsione.

L’Assemblea approva all’unanimità.