Presentazione del libro: “Il Sindaco in fuga o della buona politica” di Ermanno Corsi

copertina libro6N.R. – 22-02.2016 - Venerdì 19 Febbraio alle ore 17.30, presso la sala auditorium dell’Agenzia Area Nolana, via Trivice D’Ossa, 28 Camposano – Na, la Fondazione Premio Cimitile, in collaborazione con l’Agenzia Area Nolana, nell’ambito del progetto “Cultura, turismo e religione nell’area nolana”, ha torganizzato il convegno: “Area Nolana: quali prospettive?”, in occasione della presentazione del libro: “Il Sindaco in fuga o della buona politica” di Ermanno Corsi – Compagnia dei Trovatori.

La suggestiva denominazione evidenzia immediatamente le coordinate strategiche di tale progetto: lo sviluppo sociale e culturale nell’area nolana, partendo dalle ricchezze del Comune di Cimitile rappresentate dal grande patrimonio archeologico e religioso delle Basiliche Paleocristiane. L’iniziativa intende promuovere e sviluppare il gusto alla lettura, riavvicinare i giovani studenti ma più in generale la popolazione locale alla cultura, al libro, alla letteratura, favorendo la promozione culturale, la conoscenza e la valorizzazione delle bellezze artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche del nostro territorio e della Regione Campania.

Ermanno Corsi 563x353Sono intervenuti: Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Giovanni Trinchese, Amministratore Unico dell’Agenzia Area Nolana; Francesco Iovino, Consigliere della Città Metropolitana di Napoli; Pasquale Sommese, Consigliere della Regione Campania; Massimiliano Manfredi, Deputato alla Camera; Paolo Russo, Deputato alla Camera; Ermanno Corsi, Giornalista – Scrittore.Ha coordinato: Carmen Fusco, Giornalista de Il Mattino. Erano presenti vari Sindaci dei Comuni dell’Agenzia Area Nolana.

Addio al professor Umberto Eco

E’ morto a 84 anni interpretando e raccontando con le sue opere la cultura europea di cui si palesava figlio. Lo vogliamo ricordare con una breve nota, ma soprattutto con una sua Lectio Magistralis tenuta al Quirinale proprio sull’Europa, pubblicate da  Rai Storia 54

Umberto Eco è morto. Aveva 84 anni. Nato ad Alessandria il 5 gennaio del 1932, era un semiologo, filosofo e prolifico scrittore. Nel 1988 aveva fondato il Dipartimento della Comunicazione dell`Università di San Marino. Dal 2008 era professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell`Università di Bologna.

Lo ricordiamo in questa sua Lectio Magistralis tenuta al Quirinale sull`Europa davanti a tantissimi studenti.

28626 600300PROIl professor Umberto Eco fa un excursus sulle radici dell’Europa e l’importanza dell’Unione. Da questi accordi nasce l’equilibrio tra gli Stati membri, la volontà di tenere gli europei al riparo dalle guerre.  Voi siete i figli di settant'anni di pace ” dice Umberto Eco e il merito, aggiunge, è dei padri fondatori dell’Europa Unita: uomini come Spinelli, Adenauer, De Gasperi, Schuman.L’Europa ha radici comuni, lo vediamo nelle opere d’arte e di letteratura, dalle lingue e la musica. Culture diverse ma con forti basi comuni.

L’intervento del professor Umberto Eco si è tenuto il 28 novembre nel salone dei Corazzieri del Quirinale, durante il terzo incontro con gli studenti italiani sul tema L’Europa della cultura.

http://www.raistoria.rai.it/articoli/addio-al-professor-umberto-eco/28626/default.aspx

Sperone / Festa di Sant’Elia e ” Majo silenzioso”

locandina majo Sperone 2016Mp. D’Avanzo - 21.02.2016 - Il 20 febbraio febbraio, come da tradizione, Sperone ha reso omaggio al suo patrono Sant’Elia

Sperone majo 2016 1Nella mattinata si è tenuta la sfilata del majo per le strade del paese, manifestazione che, quest’anno, è stata denominata “il majo silenzioso” per rispettare la memoria di Giuseppe De Gennaro detto “Peppone” scomparso di recente in seguito ad un incidente stradale.

Nella tarda mattinata,poi, sono state portate,in processione per le strade principali del paese le statue di Sant’Elia e Sant’Eliseo.

processione S. Elia 2016 14In serata,infine, dopo la celebrazione eucaristica delle 18.00, la statua di Sant’Eliseo è stata riportata nella chiesa di Sant’Elia. Subito dopo la comunità speronese si è riunita intorno al falò per un momento di preghiera.

GRANDE SUCCESSO PER LA FESTA DI FRA BRACIOLA E LA MASCHERINA D’ARGENTO, IL VERO CARNEVALE DI QUALITA’ E’ TARGATO PRO LOCO NOLA CITTA’ D’ARTE

fra braciola ciro ruoppora.na. – 07.02.2016  - Grande successo di pubblico nella serata del 7 febbraio per il Carnevale eno-gastronomico, organizzato dalla locale Pro Loco in collaborazione con l’assessorato ai beni ed attività culturali del comune di Nola retto da Cinzia Trinchese, la condotta nolana Slow Food e l’IPSAR Carmine Russo di Cicciano.

Il carnevale eno gastronomico nola 2016Una ventata di novità, alla riscoperta delle antiche tradizioni popolari legate al Carnevale, come la maschera nolana di Fra Braciola e la “Quaravesema”, riproposte e rivisitate grazie alla geniale intuizione della parte “giovane” della locale dirigenza della Pro Loco, a cui va un plauso per aver saputo, in breve tempo, innovare e rinnovare la prima associazione nolana, attirando finalmente forze fresche, attive e propositive e scongiurando così un possibile declino a cui probabilmente sarebbe stata destinata.

logo pro loco nola opera darte maestro santonastasoAd inizio serata c’è stata l’inaugurazione del nuovo stemma della Pro Loco, donato dall’artista Santonastaso, a seguire l’esilarante performance della maschera nolana Fra Braciola interpretata da un formidabile attore, Ciro Ruoppo. In breve tempo sono “andati a ruba” oltre trecento porzioni di lasagna, duecento braciole, oltre trecento porzioni di migliaccio, chiacchiere e sanguinaccio. Un successo che fa ben sperare per il prossimo anno, probabilmente individuando una location più ampia, come ad esempio piazza Immacolata.

vincitori mascherina dargento 2016 carnevale a nola pro loco nola cittc3a0 darteSuccesso bissato con la XVIII edizione della Mascherina d’Argento, il tradizionale appuntamento in piazza Duomo per i più piccini. Sulla passerella a sfilare oltre duecentocinquanta bambini (un vero record!). Alla fine, stanchi ma soddisfatti, i quattro componenti della giuria (Anna Martinez, Giuseppe Trinchese, Bianca Gaggiotti, Maria Teresa Napolitano) hanno assegnato la Mascherina d’Argento 2016 al “trio nobiliare” composto da Mario De Vero (5 anni, mascherato da Milord), Alessandra Volpicelli (4 anni, mascherata da Milady) e Gaia Napolitano (un anno e mezzo, mascherata da Piccola Lady).  Brillanti i due presentatori, il giornalista Nicola Alfano e l’attrice Maura Tronci.

fasano brindisi e28093 la quaravesima appesa in una stradaUltimo appuntamento dell’eccezionale Carnevale nolano, targato Pro Loco Nola Città d’Arte programmato per mercoledì 10 febbraio 2016, alle 18.00, nella sede di Corso Tommaso Vitale a Nola per la tradizionale riproposizione della “Quaravesema”, il pupazzo che rappresenta una donna anziana e magra, che verrà appesa fuori alla sede della Pro Loco, portando conficcate in una patata le caratteristiche sette penne di gallina, una per ogni domenica di Quaresima, che vengono strappate via di settimana in settimana fino all’arrivo della Santa Pasqua.

Foto 1 – Fra Braciola di Ciro Ruoppo

Foto 2 – Carnevale Enogastronomico

Foto 3 – Il logo della Pro loco-Nola opera darte del maestro Santonastaso

Foto 4 – I vincitori della Mascherina d’Argento 2016

Foto 5 - Fasano (Brindisi) – la Quaravesima appesa in una strada

Il Comune di Acerra e la Pro Loco Città di Acerra presentano “Acerra in Love 2016 - I Edizione

Una festa itinerante per celebrare l’Amore con gruppi musicali, spettacoli di Pulcinella, artisti di strada, teatrino dei burattini per i più piccoli e tanto altro. Sarà premiata anche la coppia di Acerrani con più anni di matrimonio.

 

logo Acerra in loveliria.tar – 16.02.2016 - Una festa che dura tutto il giorno, per le strade del centro cittadino, per celebrare la ricorrenza di San Valentino, Festa degli Innamorati e dell’Amore: domenica 14 febbraio la Pro Loco Città di Acerra, con il Patrocinio del Comune di Acerra, ha presentato “Acerra in Love  2016 - I Edizione”, a partire dalle ore 18.00, in tutto il centro della Città di Acerra. Filo conduttore di tutto l’evento è stato, ovviamente, l’amore declinato nei modi più diversi.

Sin dal mattino del 14 febbraio 2016, nelle principali strade cittadine, cuori, palloncini, ed hostess che hanno offrito cioccolatini di San Valentino (simbolo della festa) con la distribuzione del volantino dell’intero programma. Queste strade sono state addobbate con colonne di palloncini colorati.

locandina festa dellamore 566x800Il cuore della manifestazione è stato il simbolico taglio del nastro, fissato alle ore 18.00, presso l’installazione denominata “Arco dell’Amore”, realizzata con palloncini presso Corso Garibaldi.

A partire da questo luogo e da questo momento, seguendo il percorso Corso Garibaldi, Via Duomo, Corso Trento e Triste, via Leonardo da Vinci, via Pietro Nenni e area verde di Piazza Angelo Soriano, la cittadinanza ha potuto partecipare alla degustazione di prodotti inerenti la Festa di San Valentino nei vari esercizi commerciali e bar delle strade indicate.

Sempre lungo lo stesso percorso spettacoli itineranti, con un gruppo di majorette e gruppi musicali che hanno accompagnato la passeggiata dei partecipanti.

In alcuni punti del percorso indicato, invece, c’è stata la prevista un’animazione fissa di gruppi musicali di giovani acerrani, uno spettacolo di recitazione con la maschera di Pulcinella che si è esibito in splendidi racconti inerenti il tema dell’amore, con un gruppo di “posteggia napoletana”, al quale ogni cittadino poteva richiedere una canzone da dedicare al proprio partner, e con spettacolo di artisti circensi. Inoltre, in piazza Angelo Soriano è stato allestito uno spettacolo di animazione per bambini con il teatrino dei burattini.

Nei pressi di questi archi, ogni coppia poteva farsi una foto, il famoso selfie, da postare sulla pagina face book, realizzata appositamente per la manifestazione, partecipando così al concorso per la foto che ottiene più “like”. La foto con più “like” ottenuti (c’è tempo fino al 20 febbraio 2016 per votarla), verrà premiata con un viaggio di un week end per gli autori.

Un altro momento molto importante di “Acerra in Love  2016 - I Edizione”, prevedeva la premiazione della coppia di acerrani con più anni di matrimonio, che diverranno simbolo dell’Amore eterno.

E’stata Piazza Duomo il teatro della conclusione della manifestazione, con un lancio di “lanterne dell’amore”, fornite gratuitamente a tutte le coppie partecipanti. Per lasciare un ricordo di tutta la manifestazione, ogni momento saliente della Festa è stato fotografato da un fotografo professionista.