La birra fa VentiTRE’ a Gesualdo Expone!

Birra green e prodotti irpini, un matrimonio di gusto

Gesualdo mappaCarmen Guerriero - 06.06.2017 - E’ partito mercoledì  31 maggio, a Gesualdo (Avellino), nell’ambito della sedicesima edizione di “Gesualdo Expone”, un percorso degustazione davvero atipico nel suo genere che fa leva sull’incontro tra due tradizioni gastronomiche: quella irpina, con i suoi prodotti tipici, e quella brassicola, birra di qualità in primis. Infatti, i prodotti del territorio saranno abbinati a una delle migliori marche di birra campane, la VentiTRE’, che ha fatto della qualità un sinonimo vincente. 
variaLa fiera, che ha avuto inizio mercoledì e si è protratta fino a domenica 4 giugno, è stata organizzata dal Comune di Gesualdo in collaborazione con l’associazione Agorà onlus
Tra le tanti iniziative in programma, il laboratorio gastronomico proposto da Guido, Clementina, Jacopo e Jenni (i quattro ragazzi under 35 che hanno fondato più di due anni fa il Birrificio) è sicuramente tra le attività più interessanti: ambientato nella grotta del complesso Pisapia/Mattioli, prevedeva l’accostamento delle sei birre griffate “VentriTRE’” (Amaranta, Esperia, Tamatea, Urania, Aura, Ambrosia) a salumi, formaggi, pasta fresca e torrone “made in Irpinia”.

birreLe degustazioni si sono tenute tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 23:30. Per chi non riesce a rinunciare ai lievitati, le stesse birre le si poteva degustare in abbinamento e pizze e panuozzi presso un altro stand allocato in piazza Umberto I. 
Le birre “VentiTRE’”, realmente artigianali, non subiscono filtraggio o pastorizzazione, sono realizzate solo con ingredienti di assoluta qualità e sono prodotte nel rispetto dell’ambiente, infatti il 100% del ciclo produttivo avviene utilizzando fonti energetiche naturali e rinnovabili.

VentiTRE’, perché?

23 litri è stato il volume della prima cotta.
23 è il numero civico del laboratorio di produzione.
23 luglio è la data di fondazione del birrificio.

Birra 23Le birre
Prodotte a Grottaminarda, nella valle dell’Ufita, le birre del birrificio VentiTRE’ sono preparate con acqua delle sorgenti irpine, pregiate, abbondanti e stabili nel tempo.

· Amaranta (American IPA) – Il nome di questa birra – dal termine greco amarantos (che non sbiadisce) – ne fa intuire il carattere esuberante. E’ caratterizzata da un deciso dry-hop di luppoli americani, sentori fruttati ed esotici. L’amaro finale persiste chiedendone un altro sorso.

· Esperia (Witbier) - Gli antichi greci con il termine “Esperia” indicavano le terre ad Occidente, Italia compresa. Questa birra viene prodotta utilizzando frumento, seguendo in parte la tradizione medievale. L’aggiunta di coriandolo, arancia amara e luppolo le conferisce un sapore fruttato ed acidulo, molto rinfrescante.

· Tamatea (Nelson Sauvin Pale Ale) – Una birra che asce fuori da un pensiero romantico di un indigeno neozelandese dalla quale questa bevanda prende il nome. Un eroe Maori passato alla storia per un gesto che ha dato il nome a una collina. Il suo aroma rimanda, infatti, all’aria fresca delle verdi colline: fruttato e simile al Sauvignon Blanc.

· Urania (Oatmeal Stout) – Urania nella mitologia greca è la musa consacrata all’Astronomia. Il suo nome significa “Cielo”, ed è proprio al cielo notturno che il colore di questa birra rimanda. Caratterizzata da abbondante schiuma color cappuccino, chi la beve la deve sorseggiare lentamente per carpire i piacevoli sentori di cioccolato e caffè.

· Aura (Strong Golden Ale) – Una birra bionda dal colore oro carico, potente al naso, ma fresca, caratterizzata da note di albicocca e frutta candita. Il bocca è equilibrata, con eleganti note fruttate, che si fondono con un sentore dolce e mieloso che maschera la sua generosa gradazione alcolica.

· Ambrosia (American Barley Wine) – L’Ambrosia, il cibo e la bevanda degli Dei… Una birra per le occasioni speciali, dall’alto contenuto alcolico, con aroma di luppoli floreali, arricchita dal gusto del miele, suo elemento essenziale. Come il vino, trae giovamento da un lungo invecchiamento.

GESUALDO EXPONE
Dal 31 maggio al 4 giugno 2017
Birrificio VentiTRE’: stand n. 3 (piazza Umberto I) e n. 4 (Complesso Pisapia/Mattioli)
www.birrificioventitre.it
Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nola / Gigli 2017: “Anteprima Giugno Nolano” nel ricordo di Gennaro Pollicino e Giuseppe Guerriero

Locandina manifestazione 31 maggio 20170530N.R. - 31.05.2017 - Gennaro Pollicino e Giuseppe Guerriero appartengono ormai “all’Olimpo” di quanti hanno fatto grande la Festa dei Gigli, oggi patrimonio dell’umanità. Nonostante la loro prematura scomparsa hanno lasciato un’eredità di serietà, rispetto della tradizione, amore per la città di Nola. Un legame indissolubile, oltre lo spazio, oltre il tempo. Oltre la vita, oltre la morte.

Ed è proprio per questo che l’associazione “Gli Innamorati della Festa” insieme a “Giugnonolano”, le “voci di Nola”, Raffaele Caccavale, Tino Simonetti, Felice Parisi, i musicisti “Big” Felice Caccavale, Enzo Petrazzuolo, Francesco Cappelluccio, hanno inteso promuovere una serata, nel segno del loro ricordo, con canzoni, aneddoti, testimonianze, che accompagnerà il “taglio del nastro” del “Giugno Nolano” 2017.

L’evento, promosso in collaborazione all’assessorato ai Beni culturali del Comune, si svolge mercoledì 31 maggio alle ore 18.30, presso la chiesa dei Santi Apostoli, in via San Felice.

Gennaro e Giuseppeafferma Franco Nappi dell’associazione Gli Innamorati della Festarestano e resteranno sempre nei nostri cuori, icone di una Festa sempre migliore, fondata sull’amicizia, la solidarietà, la bellezza”.

" AVELLA / TEATRO “Biancardi”: CONVEGNO SULLA LEGALITA’ ORGANIZZATO DALL'ISTITUTO "NOBILE-AMUNDSEN”

Sul tema della “Legalità, Territorio sistemi scolastici tra problematiche e prospettive” sono intervenuti: don Aniello Manganiello, il prof. Pierfranco Savona, il dott. Mario Fiore, il dott. Salvatore Guerriero, la sig.ra Maria Di Buono, il maresciallo Antonio Bruscino, l’on.le Massimiliano Manfredi, il D.S. Marina Petrucci. Foto di Albino Albano.

 

convegno sulla legalitàPietro Luciano – 30.05.2017 - Convegno sulla legalità con la presenza degli alunni dell'istituto "Nobile- Amundsen" nel Teatro Comunale “Domenico Biancardi”, nella mattinata di lunedì 29 maggio 2017. A coordinare i lavori il prof. Andrea Canonico e il dott. Filomeno Caruso. A fare gli onori di casa il sindaco avv. Domenico Biancardi.

All'incontro hanno partecipato la prof.ssa Luigia Conte, D. S. dell’Istituto Comprensivo di Mugnano del Cardinale; la prof.ssa Giuseppina Ambrosino, D. S. dell’Istituto Comprensivo di Avella; il sindaco di San Vitaliano, dott. Falcone.

convegno sulla legalità CopiaSono intervenuti al dibattito: il Dirigente Scolastico dell'Istituto, prof.ssa  Marina Petrucci, don Aniello Manganiello, il prete di Scampia, presidente dell'Associazione "Ultimi per la legalità"; Antonio Bruscino, maresciallo della Stazione dei Carabinieri di Baiano; il presidente di PMI International, dott. Salvatore Guerriero; il prof. Pierfranco Savona dell’Università degli Studi di Napoli; il dott. Mario Fiore Cons.presso il Tribunale di Campobasso; la sig.ra Maria Di Buono. Ha chiuso i lavori l’on. le Massimiliano Manfredi, deputato Pd.

convegno sulla legalità Copia 2Hanno fatto parte del Comitato Organizzativo dell’evento: la prof.ssa Caterina Balbi, la prof.ssa Maria Rosaria D’Avanzo, il prof.Paolino Bonavita, la prof.ssa Maria Del Giudice De Rosa, la prof.ssa Enza Luciano, la prof.ssa Ida Leo, il prof. Giuseppe Scafuro, Paola De Vivo, Paolo Tommaso Canonico, Carmine Felice Napolitano, gli alunni: Aniello Spampanato, Antonio Bianco ed Amalia Petrillo, il dott. avv.to Antonio Caruso, Gerardina Rusolo.

Marina PetrucciHa preso la parola inizialmente la D. S. prof.ssa Marina Petrucci che ha sottolineato l’impegno del vari plessi scolastici dell’Istituto: Lauro, Marzano di Nola, Avella e Mugnano del Cardinale, ognuno con le proprie specificità, legate al Territorio, con il quale docenti ed alunni hanno coniugato le attività scolastiche, attraverso la partecipazione a vari progetti, che hanno arricchito l’offerta formativa e avvicinato l’istituzione scuola ai paesi ed ai cittadini, anche grazie al contributo fattivo e attivo degli Enti e delle Associazioni del Territorio.

Nel corso dei vari interventi, poi, ognuno per le proprie competenze ha sottolineato i vari aspetti della legalità. In particolare il maresciallo Bruscino ha messo in risalto il fenomeno del bullismo ed ha invitato le famiglie a collaborare al fine di prevenire questo fenomeno. Importante e di effetto la partecipazione al convegno della Sig.ra Maria Di Buono, vedova del vigile di Acerra Michele Liguri, testimonial del ruolo del marito che ha sacrificato la propria vita per combattere contro le mafie della Terra dei Fuochi.

L’on. le Manfredi, in chiusura, ha portato il contributo della politica al dibattito, manifestando la vicinanza delle Istituzioni ed evidenziando l’attività del Governo Regionale e di quello Nazionale alla risoluzione del cosiddetto problema della Terra dei Fuochi, che tanti danni ha causato al Territorio e, quindi, agli abitanti, sotto vari aspetti: salute ed economia in primo luogo.

CanonicoA conclusione della manifestazione il prof. Andrea Canonico, che ha coordinato i lavori, ha dichiarato:”L'anno scolastico ormai volge al termine ed abbiamo ritenuto opportuno fare un bilancio del lavoro educativo e delle attività formative dell'istituto ‘Nobile Amundsen’, che sono stati realizzati, come ha affermato il D.S. prof.ssa Marina Petrucci, tante attività educative, ma a differenza degli ami scorsi c'è stata una ricerca del benessere culturale e sociale. Infatti che cos'è la cultura, se non una risorsa per costruire migliori condizioni di vita in un territorio segnato da enormi difficoltà e carenza del senso civico. L''educazione di civiltà prioritaria. l'educazione alla legalità al rispetto per l'ambiente possono aiutare i giovani a comprendere  le paure ed i pericoli reali. In questo seme possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati raggiunti,  grazie agli enti ed alle associazioni che i ci hanno accompagnato nel guidare i ragazzi sul cammino della legalità. Con dignità scopriamo che la scuola, maestra  di legalità, si fa maestra di felicità”. 

Marzano di Nola: “La cultura è l’ottavo sacramento”, il messaggio di Don Angelo Schettino all’iniziativa “Laudato si, salviamo la nostra casa comune”

Oltre al parroco, presenti all’incontro il vescovo di Nola, Mons. Francesco Marino, il sindaco di Marzano Trifone Greco, Saverio Bellofatto per la Piccola Cometa, il poeta Carmine Montella, il prof Pietro Luciano e la dott.ssa Carolina D’Avino.

Marzano 2Sa.Be.  - 31/05/2017 - Nuovi eventi, nuove emozioni, come quelli francescani per l’ambiente promossi dalla Piccola Cometa e da Greenopoli, in particolare con le scuole, e così è stato il “Laudato si” di Marzano di Nola nel Vallo di Lauro, del quale il sindaco Trifone Greco ha voluto sottolineare che il suo è primo Comune Marzano 3Riciclone della Campania fra quelli compresi da 1000 e 5000 abitanti con tanto di attestato di Legambiente Campania.

La giornata dedicata ad alunni e studenti dell’Istituto Comprendivo “ Pecorelli”, tenutosi nella chiesa di San Trifone, ha visto la partecipazione del Vescovo di Nola Mons. Marino che, con la sua presenza, ha voluto sottolineare la vicinanza del suo mandato pastorale alla comunità.

Marzano 10Nel suo intervento, oltre a ricordare Alessia Bellofatto conosciuta ad Avellino nel 2006 al Centro di Riabilitazione Australia in occasione della prima mostra sul Cantico delle Creature, ha affrontato le tematiche dell’enciclica di Papa Francesco “Laudato si”, sottolineando che la salvaguardia dell’ambiente, il rispetto del creato, del prossimo e dei valori fondamentali della vita sono necessità dell’uomo del presente, ma soprattutto di quello del futuro che dovrà vivere sul nostro pianeta.

Ed ecco che la forza della preghiera francescana, che, tra l’altro, ha segnato l’inizio della produzione letteraria della letteratura italiana, oggi più che mai è attuale.

Marzano 11 bisjpgLa proiezione del video di Alessia, con le testimonianze dei suoi compagni di scuola, preside e professori, con la visione del filmato dei suoi disegni interpretati dal compianto Nando Gazzolo, ha suscitato grande commozione tra i presenti.

L’intervento poetico in vernacolo di Carmine Montella, invece, con le sue composizioni dedicate all’ambiente, all’amicizia e all’amore per gli animali ha riportato il sorriso e l’ilarità tra i ragazzi. In chiusura ha invitato i ragazzi ad avvicinarsi alla poesia e alla lettura ed ha donato agli alunni della scuola primaria alcuni dei suoi racconti.

Marzano 14Il parroco Don Angelo Schettino, a sua volta, che insieme al Sindaco è stato tra i promotori dell’iniziativa, ha sottolineato che la cultura, la lettura e la conoscenza possono a pieno titolo essere considerati l’ottavo sacramento della cristianità.

A seguire, dopo una breve presentazione del prof. Pietro Luciano del metodo Greenopoli di Giovanni De Feo, la dott.ssa Carolina D’Avino ha dato vita a una movimentata Marzano 16kermesse a suon di rap e botta e risposta sull’utilità e di come attuare nel modo migliore il riciclo e il recupero dei materiali di scarto, sottolineando di non sprecare acqua e energia, di rispettare le regole, la condivisione e la sostenibilità. Anche questa volta Greenopoli ha centrato il bersaglio, coinvolgendo ed interessando gli alunni e i loro insegnanti presenti.

Con il dono del libro di Alessia e l’invito alla lettura si è concluso il programma della Piccola Cometa, dedicato al Maggio dei Libri 2017, dandosi appuntamento ad una prossima iniziativa.

Corso di Formazione dell’Ordine dei Giornalisti presso l’Emeroteca Tucci

Tema:“Radiocronaca: la tecnica del giornalismo sportivo”.

 

corso 0Giu.D’Ava. – Napoli - 29.05.2017 - Il giorno 25 maggio 2017, presso la sede della Emeroteca Tucci, Palazzo delle Poste, Napoli, si è tenuto il corso di formazione dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, dal titoloRadiocronaca: la tecnica del giornalismo sportivo.

Ospiti dell’evento: Riccardo Maria Cucchi, giornalista e ex radiocronista sportivo; Sara Meini, giornalista sportivo, e Ottavio Lucarelli, presidente dell’ODG della Campania.

Riccardo Maria Cucchi ha presentato il corso di formazione, delineando la storia della trasmissione radiofonica sportiva, iniziata con Nicola Carosio, testimone del Mondiali di calcio vinti dall’Italia nel 1934, e proseguita da Alfredo Provenzali, Sandro Ciotti e infine Filippo Corsini.

Cucchi ha sottolineato l’arduo compito del radiocronista, quello di raccontare obiettivamente, minuto per minuto, ciò che corso 1accade in campo, minuto per minuto. Da questo incarico non sono escluse le donne e Sara Meini, ospite dell’evento, è stato egregio esempio di bravura e professionalità.

A seguito della scomparsa di Guglielmo Moretti, giornalista e radiocronista, che nel 1959, assieme a Roberto Bortoluzzi e Sergio Zavoli, ideò la fortunatissima trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto, oggi la nuova generazione radiocronista ha perso una guida e un mentore fondamentale per la formazione professionale, umana e lavorativa.

Ad animare il corso di formazione ha contribuito il confronto finale, vivace ed interessante.