SAN GIUSEPPE VESUVIANO: GUARDIE AMBIENTALI D’ITALIA IN AZIONE

foto G A NapoliC.S. – 07.11.2015 - Nel corso di un servizio predisposto dal Distaccamento Operativo Comunale, nella notte di ieri, le guardie volontarie coordinate dal Responsabile Provinciale della Vigilanza Luigi Benitozzi si sono trovate a sedare una rissa fra extracomunitari.

Il territorio di San Giuseppe Vesuviano è noto per l’esponenziale presenza multietnica che in diverse occasioni, e soprattutto nelle ore notturne dei fine settimana, diventa scenario di risse anche per futili motivi, poiché spesso si tratta di soggetti in preda a crisi alcoliche.

Le pattuglie delle Guardie Ambientali d’Italia, associazione di volontariato impegnata  sul territorio Sangiuseppese per il patto della Terra dei fuochi, è intervenuta allertando tempestivamente il 118 e i Carabinieri della locale stazione che hanno poco dopo ripristinato la normalità.

Per tutta la notte, le guardie volontarie del Distaccamento di San Giuseppe Vesuviano, sono state impegnate per il controllo ambientale del territorio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abbandono illecito di rifiuti. Un’iniziativa che si inquadra nell’ambito del Patto della Terra dei Fuochi, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale che proprio qualche giorno fa ha rimodulato le cadenze della raccolta differenziata nell’auspicio che possa essere raggiunto l’obiettivo di aumentarne la percentuale.

Arrivano a Somma Vesuviana i “Tempi Di-vini”

Tempi Di viniSilvia Giustiniani – 02.11.2015 - Sabato 7 novembre alle ore 21.00, al Museo Contadino di Somma Vesuviana, ci sarà lo spettacolo “Tempi Di-vini”, un nuovo appuntamento del progetto di Crasc Teatro "31 Salva tutti!”, che ha come obiettivo quello di salvaguardare e dare rilievo alle tradizioni campane, organizzando vari spettacoli nei luoghi più importanti della nostra regione.

“Tempi Di-vini”, diretto da Fabio Cocifoglia e prodotto dall’Associazione Il Torchio, nasce “dalla raccolta di racconti sul vino e brindisi legati al territorio di Somma Vesuviana”, come racconta Fabio Cocifoglia.

La prima parte è dedicata a tutti quelli che per un motivo o per un altro si sono dovuti allontanare dal proprio paese in cerca di fortuna […]. Dall’inizio del ‘900 innumerevoli navi sono salpate dal porto di Napoli cariche di uomini, donne e speranze. Navi che facevano rotta verso la lontana America. Sui ponti di quelle navi spesso avvenivano incontri, si intrecciavano storie, che i nostri nonni ancora ci raccontano. Tra questi, ne abbiamo scelto uno divertente in cui alcuni migranti di Napoli alla volta dell'America sognano il loro futuro. La seconda parte raccoglie altre storie di nonni sempre legati al vino. Racconti e brindisi lasciati nelle bottiglie, in plichi arrotolati, come messaggi lanciati alle nuove generazioni nella speranza di essere ricordati. Sarà il pubblico a “ritrovare” questi messaggi e a lanciarne il racconto. Storie dai tempi divini dei miti fondanti ai giorni nostri, dove il rituale del condividere del buon vino raccontando di sé e ascoltando l'altro resta vivo nella tradizione di Somma Vesuviana”. 

Compagnia Omega di Cercola: Una stagione teatrale da incorniciare

Compagnia OmegaMauro Romano – 14.10.2015 - E’ cominciata bene ed è finita alla grande la stagione teatrale 2014-15 della compagnia “Omega” di Cercola, diretta dall’attore, regista e spesso anche autore, Francesco Amoretto, che ne è anche fondatore. Il noto gruppo partenopeo è andato in scena in cartelloni di note rassegne regionali, portando in scena due applauditissimi spettacoli: “Comicamente Napoli”, ovvero testi di autori vari napoletani e la commedia “Nu Bambeniello e tre San Giuseppe” di Masiello – Di Maio.

I consensi del pubblico  e della critica sono stati eccellenti tanto che, per accontentare tutti, ci sono volute ben nove repliche nei paesi dell’hinterland partenopeo quali Cercola, Pollena Trocchia, Afragola, Saviano, Volla.  Riconoscimenti tangibili per la commedia  “Nu Bambeniello e tre San Giuseppe”, sono avvenuti a Saviano al “Premio Mensorio’’, a Afragola ‘’Teatrando sotto le stelle’’, dove  Vera Fico è stata premiata quale “Migliore attrice giovane” e Raffaele Capasso  per la migliore scenografia.

A Volla, al “Premio Verdi”, è stato bissato il  premio per la scenografia, mentre il premio per la Migliore Regia è stato appannaggio del ‘patron’ Francesco Amoretto, emozionato per i tanti riconoscimenti, ma consapevole di avere degli attimi attori a cui va seminata continuamente la sua esperienza dell’arte teatrale quasi quarantennale.

La sua voce tradisce una certa emozione nell’evocare l’esperienza straordinaria di aver messo in scena uno spettacolo rappresentato negli anni ottanta la grande Luisa Conte con i fratelli Nino e Carlo Taranto, forse gli ultimi interpreti classici del vasto repertorio teatrale partenopeo.

Ringrazio ogni organizzatore di eventi teatrali che ci ha permesso di partecipare alle tante kermesse e farci continuare in questa favola che si ripete sul palcoscenico da tantissimi anni. Ma ringrazio vivamente anche  i miei attori che mettono puntualmente in evidenza le loro capacità interpretative trascinando il pubblico sin dall’inizio a riservare loro scroscianti applausi. Sono cresciuti professionalmente anno dopo anno, commedia dopo commedia, che adesso hanno una loro precisa fisionomia artistica che li fa distinguere nell’ambito recitativo, ricevendone chiari apprezzamenti”.

La stagione teatrale 2014/15 è stata caratterizzata da un cast composto da Mario Borrelli,  Antonella Montanino, Anna Alboreto, Francesco Amoretto, Raffaela Rocco, Domenico Montanino, Marco Carotenuto, Salvatore Oriundo, Stefano Gallo, Pasquale Cozzolino, Vera Fico, Ilaria Cacciapuoti, Giancarlo Del Vecchio, Anita Cristiano, Alessia Battaglia, Vincenzo Cassano. Costumi e trucchi sono stati curati dalla compagnia. Le scenografie sono state affidate a  Raffaele Capasso.

Per la stagione 2015/16 vi è già in preparazione un nuovo spettacolo, che, scaramanticamente, il buon Amoretto non ne svela il titolo.

San Giuseppe Vesuviano : Vandalizzato il sito di stoccaggio dei fanghi mai aperto di Pianillo

PianilloC.S. - San Giuseppe Vesuviano -  25.10 2015 - Un’opera incompiuta, i cui lavori sono fermi da tempo ma che è stata vandalizzata. Si tratta del sito di stoccaggio di fanghi in via Pianillo nel territorio di  San Giuseppe Vesuviano, al confine con Poggiomarino.

Due notti fa, infatti, l’impianto in via Martiri di Nassiriya è stato violato dai soliti ignoti, che hanno prodotto danni ingenti alle strutture, sfocando la loro rabbia direttamente sulle strutture all’interno del sito che avrebbe dovuto raccogliere i liquami della vasca dei veleni di Pianillo, la stessa che ammorba quotidianamente Poggiomarino, e che fuoriesce pericolosamente in strada nelle giornate di forti piogge.

Ancora non sono quantificabili i danni, anche a causa di alcuni materiali rimasti troppo tempo inutilizzati e che potrebbero essersi usurati già prima dell’assalto.

Afragola / VIII Edizione: Vendemmiamo la Catalanesca,l’uva di re Alfonso I d’Aragona

catalanesca-2014-001C.S. – 14.10.2015 - Cantine Olivella ha organizzato l'evento VENDEMMIAMO LA CATALANESCA,l'Uva di Re Alfonso I D'Aragona, giunta all'VIII Edizione.
Tema di questa edizione è il VIAGGIO: Il viaggio ... è attesa e speranza, desiderio ed irrequietezza, ricerca e scoperta, è coraggio e paura, è mistero, è fantasia, è nostalgia e abbandono, è passaggio, trapasso, è un percorso interiore, un sogno, è partire, lasciare, è un'andata, è un ritorno, è un'andata e un ritorno ...
vendemmia catalanesca olivella blogIn programma, dunque, Sabato 17 Ottobre 2015 dalle 9.00 alle 18.00, presso l'Azienda Agricola Cantine Olivella a Sant'Anastasia (Na), in Via Zazzera 14 – tel 0815311388, una giornata dedicata alla vendemmia dell'uva Catalanesca e alla degustazione dei vini dell'Azienda Vitivinicola di Sant'Anastasia: Catalanesca, Caprettone e Piedirosso.
Molte le novità in programma quest'anno ed eccellenti i "Compagni di Viaggio".
È richiesta la prenotazione RSVP. Ticket di partecipazione 12.00 euro

Programma completo in allegato

Prenotazioni e informazioni:
Cantine Olivella Tel e Fax : +39 081 5311388
mobile +39 3407469126
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (VENDEMMIAMO LA CATALANESCA 2015 - 17 ottobre.pdf)Venemmiamo la Catalanesca 215 kB279