Sab09222018

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie AREA VESUVIANA

Pomodoria 2018 ad Angri dal 31 agosto al 2 settembre

Festa del Pomodoro con Concerti, Eventi e Food.

Festa pomodoriC.S. – 29.08.2018 - Pomodoria, la grande festa del buon pomodoro, che si terrà ad Angri dal 31 agosto al 2 settembre 2018, anche quest’anno porta con se tanta musica, divertimento e buona gastronomia.

La festa è innanzitutto un evento che vuole valorizzare il buon pomodoro della zona di Angri, presentandolo assieme a tutte le sue varianti e sotto forma di specialità culinarie. Anche quest’anno la location è la centrale Piazza Doria, che accoglierà i partecipanti con tanti stand gastronomici, che offriranno un vario e ricco menù di specialità a base dell’oro rosso campano: il pomodoro.

Pomodoria, organizzata dall’Associazione Pomodoria, infatti, quest’anno, presenta ben 18 stand enogastronomici per far rivivere le tradizioni della zona e per far gustare le eccellenze della terra di Angri, come gli gnocchi alla sorrentina, i paccheri allo scarpariello, il cuoppo fritto all’italiana, la pizza e per concludere il classico tagliere di salumi affiancato da un calice di vino doc.

James SeneseMa Pomodoria non è solo food e stand, è anche tanti concerti gratuiti:

  • Venerdì 31 agosto: Tammorrasia, tribute band Pino Daniele;
  • Sabato 1 settembre: Route 18 – Mr Hide;
  • Domenica 2 settembre: James Senese e Napoli Centrale.

 

Prezzi, orari e date

  • Quando: dal 31 agosto al 2 settembre 2018
  • Dove: Piazza Doria, Angri
  • Prezzo biglietto:  ingresso gratuito
  • Contatti e informazioni:  Pagina Facebook

 

Somma Vesuviana: Uomo in motorino sui binari investito dal treno

Morto sul colpo mentre stava attraversando i binari di via Costantinopoli.Si tratta di un cittadino cinese.

ex circum 2C.S. – 12.08.2018 - Non c'è stato scampo per un cittadino cinese ucciso a Somma Vesuviana mentre stava attraversando con il motorino i binari della Circumvesuviana di via CostantinopoliL'uomo stava attraversando i binari quando è stato investito da un convoglio.

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti. Non è ancora stato accertato se il passaggio a livello si fosse attivato o meno. Sul posto sono arrivati i carabinieri che stanno conducendo le indagini. Bloccato il traffico veicolare sulla linea vesuviana.

Somma Vesuviana: Riaperta dopo 5 anni la Cappella di Santa Maria delle Grazie alle Palmentole

Il 2 luglio, con la celebrazione eucaristica, è stata riaperta al culto la storica chiesetta.

Somma Cappella riapertaA.M. - 04.07.2018 - Lunedì 2 luglio, alle ore 19.00, in occasione della solennità di Maria SS. delle Grazie  si è tenuta, dopo ben cinque anni, una Celebrazione Eucaristica, presieduta dal parroco di San Michele Arcangelo, Don Paolo Di Palo, nell’omonima Cappella sita in località Palmentole. E’ stata l’occasione per la comunità dei devoti di poter riappropriarsi della loro storica chiesetta.

La fondazione della chiesetta risale a qualche decennio anteriore alla data del 7 settembre 1497 ad opera di Don Cipriano Figliola, appartenente ad una nobile famiglia di Somma. Fu in questa data che fu redatto, per mano di Notar Bernardino Maione, un testamento di Cipriano Figliola per i pagamenti riguardanti il Cappellano per le prescritte messe settimanali. Nel 1586 il patronato era esercitato ancora dai Figliola, mentre nel 1616 risulta proprietà, insieme alla masseria, di Geronimo Cito (Zito), come riferisce lo studioso Francesco Migliaccio. Il nobile – come riferisce ancora lo studioso Raffaele D’Avino –  si era assunto anche l’impegno di far celebrare una messa settimanale. Nel 1675, nella relazione della Santa Visita, è solo nominata la cappella di S. Maria delle Grazie nel luogo ubi dicitur lo Salvatore. A tal uopo, oltre alla nominata  S. M. delle Grazie, vi era annesso anche il beneficio del SS. Salvatore e di S. Matteo Apostolo. Nel registro della Santa Visita del 1817 la chiesetta è indicata nella giurisdizione della Parrocchia di San Michele Arcangelo. Nel 1820 il diritto di patronato era del Duca della Torre. Nove anni dopo lo studioso Migliaccio attesta,  nelle sue Notizie inedite sulla storia religiosa di Somma, che la cappella era di diritto patronato della Congrega di San Giuseppe di Napoli.

S. Maria PalmentoleCon il passare del tempo la precarietà dell’edificio andava sempre più aumentando. Verso il 1910 fu redatto un artistico progetto per la facciata dall’architetto Sabato del Giudice, la cui realizzazione fu iniziata grazie alla generosità dei fedeli e portata avanti dal Sac. Don Carmine Troianiello. Il monumento, però, rimase incompiuto. Nella chiesetta si celebra ogni tanto la messa con le offerte dei fedeli, ma non vi è un alcun canonico fisso. Nel 1911 era eretta canonicamente la Pia Unione del CalvarioI pioppi della campagna circostanteconclude Raffaele D’Avinoin numero sempre minore, con il  loro frullare continuo, coprono ogni piccolo anelito e, quando poi arriva ancora il vento, coprono e spazzano anche i più forti gridi. 

La serata si è conclusa con uno spettacolo di musiche popolari a cura dell’Associazione A’ Muntagna e’ Somma.

PONTICELLI: PUBBLICA ASSEMBLEA POST FURTO AL CENTRO GIORGIO MANCINI

Il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” ospita dal 1999 i Laboratori di Educativa Territoriale del Comune di Napoli a Ponticelli, con attività rivolte ogni giorno a 50 bambini e ragazzi del territorio.

centro arci movieC.S. - 12.07.2018 - Arci Movie Napoli ha indetto un’assemblea pubblica il 12 luglio, presso il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” (Via Purgatorio 10, Ponticelli), alle ore 17,30,  dopo lo sconcerto, la rabbia, la conta dei danni per il furto subito nella notte tra il 3 e il 4 luglio.

centro Arci danni2Il Centro di Cultura e Animazione “Giorgio Mancini” ospita dal 1999 i Laboratori di Educativa Territoriale del Comune di Napoli a Ponticelli, con attività rivolte ogni giorno a 50 bambini e ragazzi del territorio, al fine di prevenire e arginare processi di emarginazione ed esclusione sociale,per questo motivo  l’associazione ha deciso d’incontrare la città.

Roberto DAvascioLavoriamo in questo quartiere da trenta annidice Roberto D’Avascio, presidente di Arci Movie - convinti che la forza delle periferie sia qualcosa di speciale, ci ha molto colpito la vicinanza delle persone che in migliaia ci hanno scritto sulla nostra pagina Facebook e ci hanno testimoniato la loro vicinanza di persona venendo all’Arena “Cinema intorno al Vesuvio” a villa Bruno. Questi attestati di stima, molti dei quali provengono proprio da Ponticelli, ci hanno spinto a volere incontrare le persone per rassicurare tutti sul nostro impegno rispetto a questo territorio e per ascoltare le voci delle famiglie del quartiere”.

Si tratta di un incontro pubblico al quale sono stati invitati i cittadini, le associazioni e tutti quelli che hanno voluto partecipare per conoscere da vicino il centro “Giorgio Mancini”

La passione per la cultura ci ha unito ed è anche lo slogan di Arci Movie - sottolinea Roberto D’Avascio - e da questo si vuole ripartire”.

Sant’Anastasia / Una notte al Borgo: Itinerari di gusto e tradizione

Il 9 e il 10 giugno nel  Borgo Sant’Antonio.

Notte al BorgoC.S. – 09.06.2018 -  Prima edizione  di “Una notte al Borgo: itinerari di gusto e tradizione”, evento patrocinato dal Comune di Sant’Anastasia e organizzato dall’associazione socio-culturale Love For Sant’Anastasia, nel Borgo di Sant’Antonio  a Sant’Anastasia.

L’obiettivo degli organizzatori è quello di  promuovere le eccellenze del territorio anastasiano e dei comuni limitrofi, proponendo le tradizioni popolari e i prodotti tipici del proprio territorioL’evento vede perciò la partecipazione di aziende agricole, che presentano i prodotti tipici, cogliendo l’opportunità per valorizzare le eccellenze agro alimentari del territorio. Altre postazioni sono dedicate alle eccellenze dello Street Food, attrezzate con cucina mobile per preparare e servire all’istante il meglio del cibo mordi e fuggi.

Durante la manifestazione c’è anche la possibilità di visitare allestimenti tematici e postazioni installate negli storici e caratteristici portoni del Borgo Sant’Antonio, permettendo  ai visitatori di gustare i prodotti di madre terra, sapientemente innaffiati da vini locali.

 “Una notte al Borgo è stata ideata per dare l’opportunità di proporre prodotti tipici locali in una cornice suggestiva come il Borgo Sant’Antonio con stand degustativi e ascoltando musica popolare” spiega il Presidente dell’Associazione Love For Sant’Anastasia Mimmo De Simone che aggiunge:“In questa prima edizione della manifestazione abbiamo lavorato tanto io e i miei collaboratori per portare a termine un progetto culturale per Sant’Anastasia e comuni circostanti, in primo luogo per ridare valore ai nostri prodotti ed al lavoro di bravi artigiani, che dagli stand potranno esporre le loro opere in una due giorni arricchita anche da tanta buona musica popolare”.

Si segnala la partecipazione dei Bottari di Macerata Campania e di Angelo Iannelli con la Paranza e l’Associazione Vesuvius che allieteranno con la loro musica le due serate.