Quindici: Il sindaco Rubinaccio dichiara il dissesto finanziario

eduardo-rubinaccio 242x300 N.R. - 12.08.205 - A poco più di due mesi dall'insediamento dell'amministrazione del neosindaco Edoardo Rubinaccio, che ha vinto le elezioni sconfiggendo il sindaco uscente Santaniello,il Consiglio comunale ha dichiarato il dissesto finanziario dell'ente per un buco nelle casse comunale di circa 4 milioni di euro, di cui un milione deve essere pagato solo a Irpiniambiente per la gestione rifiuti.
liberato-santanielloNella stesa seduta di Consiglio è stata contestata anche la indennità dell'ex sindaco Liberato Santaniello, accusato da Rubinaccio di aver intascato uno stipendio superiore a quello previsto per il Comune di Quindici.
Sono volate, si fa per dire, dure accuse in aula consiliare tra i due primi cittadini: il nuovo insediato e l'uscente, Poi le carte sono state trasmesse alla Procura della Repubblica, e alla Corte dei Conti per accertare e dare atto alla eventuale procedura di controllo, con la successiva restituzione delle somme percepite indebitamente.

Acerra: Piatto su interpellanza pompe sollevamento/acquedotto e parco 900 per tutelare l’immagine del Comune di Acerra e delle sue Istituzioni

Il Consigliere comunale di Acerra e capogruppo di "Acerra è Tua", Andrea Piatto, interviene così sulle ultime notizie relative ad un presunto pagamento illegittimo per le pompe di sollevamento.

Piatto Andrealiria tar - 13 agosto 2015 - «Continuo a leggere una serie di illazioni dettate da pressappochismo e dilettantismo che spacciando dati falsi, danneggiano agli occhi dell'opinione pubblica Acerra, gli Acerrani e le Istituzioni nelle sue diverse articolazioni. Probabilmente, su questa ed altre vicende, si confonde il silenzio come un'involontaria ammissione di responsabilità mentre invece, altro non è che rispetto verso chi è stato delegato al ruolo di opposizione. Un'opposizione però, che è utile per la città se è competente e di conseguenza di stimolo per chi è maggioranza, diversamente è un denigrare continuo senza che in nessuna sede tale 'modus operandi' venga sanzionato.».
emendamento1 422x600«Un esempio?prosegue ancora il capogruppo Andrea Piatto - Basti pensare alla vicenda dell'interpellanza presentata oggi da alcuni consiglieri di opposizione che probabilmente dovrebbero prestare meno ascolto ai cattivi "consigliori" e più attenzione a ciò che votano nelle sedute di Consiglio comunale, quando presenti. Ed infatti questi, tutti, dovrebbero ricordare che nella seduta di approvazione del Bilancio di previsione 2014 con emendamento protocollo 28061 del 2014, da me illustrato in Consiglio, alla luce della sentenza del Tar Campania del 10/07/2014 che annullava la Delibera regionale relativa alla tariffa di depurazione alla base della Delibera di Giunta comunale n. 81 del 30 giugno 2014, pertanto inefficace, proponevo al Consiglio comunale per fini cautelativi e di prudenza, e per evitare debiti fuori bilancio, il ripristino per il triennio 2014/2016 delle spese per il funzionamento delle stazioni di sollevamento. L'emendamento fu approvato dalla maggioranza e con il voto contrario di alcuni consiglieri che hanno firmato l'interpellanza odierna, mentre altri erano assenti. Ecco perché questi costi non erano messi a carico del contribuente, cioè nella bolletta, ma pagati dal Bilancio comunale».
«Va da sé – continua il consigliere Piatto - che, con più memoria e soprattutto maggiore onestà intellettuale, si poteva evitare di far cattiva pubblicità, gratuita ed ingiustificata, con ennesimo danno di immagine alla nostra città».
emendamento 2 425x600«Anche in riferimento all'ennesima illazione circa eventuali favoritismi verso costruttori del "Parco 900", è bene chiarire che l'attività di riqualificazione in corso in via Arafat ha comportato un contenzioso che è ancora in corso da parte della proprietà che non vuole considerare la strada di proprietà pubblica ma ancora di sua proprietà, mentre tutti gli atti posti in essere dal Comune, difendono il patrimonio comunale ed il trasferimento delle opere compensative in convenzione. Tant'è che gli uffici recentemente hanno avviato procedimenti in autotutela. Anche qui è bene ricordare a chi all'epoca del rilascio delle concessioni si "impettiva" per la sua vicinanza all'amministrazione dell'epoca e oggi fa il grillino, che corre il rischio di diventare involontario complice del costruttore che vuole ottenere l'indennizzo delle aree la cui titolarità dovrebbe già essere stata trasferita al Comune».
«E' arrivato il momentoconclude Andrea Piatto - che si valutino nelle sede proprie, non sempre quelle politiche, i danni dei nuovi e vecchi 'grillismi'. Sono certo che il Sindaco Lettieri, che ha anche la delega al contenzioso, avvierà tutto quanto si rende necessario a tutela dell'Amministrazione che sta incessantemente lavorando per la città, delle Istituzioni e degli Uffici comunali interessati».

 

FRATTAMAGGIORE: L’AVVOCATO GIUSY LANZARO, UNA NOLANA DOC, NELL’ESECUTIVO DEL PRETE

Frattamaggiore - giunta del prete Autilia Napolitano - by ilcazziblog - 22.07.2015 - C'è una nolana nell'esecutivo firmato Del Prete. E' Giusy Lanzaro, avvocato del foro bruniano, la quota rosa scelta dal neo sindaco di Frattamaggiore Marco Antonio Del Prete, eletto primo cittadino del Comune napoletano durante l'ultima tornata elettorale, vincendo al turno di ballottaggio con il 59,67% di voti contro il 40,33% dello sfidante Grimaldi.
Una giunta tecnica composta da tre uomini e tre donne, tutti professionisti di alto profilo tra cui figura la giovane nolana.
Trentasette anni, esperto tributarista, con un'esperienza di oltre quindici anni nel mondo lionistico, condivisa tra l'altro proprio con Del Prete, di cui era segretaria sotto la sua presidenza Lions, Giusy Lanzaro rivestirà le deleghe alla polizia municipale, viabilità, protezione civile, piste ciclabili, sviluppo ed energie sostenibili, tutela ambiente, cultura della legalità e rapporto con le associazioni.
La nomina è stata ufficializzata ieri durante il primo consiglio comunale.
"Una grande responsabilità che porterò avanti con serietà per onorare la fiducia accordatami per la quale ringrazio di cuore il sindaco Del Prete", ha commentato il neo assessore, già membro di consigli d'amministrazione di associazioni di promozione sociale a Nola. Competenza e professionalità che vanno oltre i localismi sui quali ha puntato la fascia tricolore di Frattamaggiore, che, nell'augurare buon lavoro al suo esecutivo, lo ha invitato a "cogliere le istanze di tutti i cittadini ed a lavorare con la collaborazione di tutti i consiglieri comunali alla risoluzione delle varie problematiche che riguardano il territorio. Sono certoha concluso Del Preteche riusciremo a far diventare Frattamaggiore un esempio per l'intera provincia napoletana".
La redazione de ilc@zziblog formula i migliori auguri di buon lavoro al neo assessore Giusy Lanzaro ed a tutta la giunta Del Prete.
Agli auguri si accoda anche la Redazione de ilmeridiano.net

Casalnuovo: Nominata la nuova giunta comunale

Per la prima volta la città ha un vicesindaco donna.:la giovane giornalista Nicoletta Romano, anche attivista del centro studi Oblò.

giunta-casalnuovo-650x250 C.S. - 24.07.2015 - "Stamattina abbiamo nominato gli assessori",ha commentato Pelliccia, "Ogni assessorato, al di là delle deleghe, ha assunto una denominazione qualificante che sottolinea gli impegni assunti in campagna elettorale ed evidenzia le deleghe di riferimento. L'assessorato al Volontariato ed al Bene Comune è stato affidato a Nicoletta Romano; assessore alla qualità della vita Biagio Antignani ,docente ed esperto in discipline sportive; assessore al benessere economico Stefano Coscia, dottore commercialista e più volte revisore dei conti; assessore al decoro urbano Gennaro Castiglione, avvocato ed esperto in discipline del lavoro; assessore al progresso culturale Simona Visone, docente, coreografa e specializzata in tematiche infantili."
Per la prima volta nella storia di Casalnuovo è stato nominato un vicesindaco donna, delega assegnata a Nicoletta Romano.
"Faccio i miei migliori auguri agli assessori incaricatiha continuato il sindaco Pelliccia - e ringrazio ancora una volta tutti i cittadini, indistintamente. Abbiamo rispettato il principio della parità di genere ed abbiamo nominato solamente cinque componenti sui setti a disposizione. Si tratta di una scelta voluta, perché in consiglio comunale ci aspettiamo responsabilità da tutti; dunque presto potremmo decidere di allargare la squadra di governo.
E la Squadra di governo subito si è messa al lavoro: questa mattina, infatti, la giunta si è riunita per affidare l'intero stipendio del sindaco ad un fondo per le politiche sociali destinato ai meno abbienti e per tracciare le linee di indirizzo per la navetta comunale che servirà a collegare le frazioni con i maggiori punti d'interesse collettivo della città.

Ecco tutte le deleghe:
Nicoletta Romano: Protezione civile, politiche sociali, Artigianato, Informatizzazione, Impianti Tecnologici, Comunicazione, Politiche dei più deboli, ssociazionismo, Inclusione sociale Politiche giovanili, Periferie.
Biagio Antignani: Politiche e Manutenzione scoalisyica, Sport,Sanità e benesssre, Politiche di Sicurezza e Ordine Pubblico, Polizia Urbana e controllo del territorio, Mobilità.
Stefano Coscia: Bilancio, Tributi, Personale, Politiche della Casa e della Famiglia,
Gennaro Castiglione: Politche Ambientali, Ecologia e risparmio energetico, Igiene Urbana, Lavoro e disoccupazione, Arredo Urbano, Verde Pubblico.
Simona Visone: Spettacolo, Tempo Libero, Cultura, Formazione, Infanzia, Pari Opportunità.

 

MARIGLIANO / ELEZIONI AMMINISTRATIVE: ANTONIO CARPINO E’ IL NUOVO SINDACO

Servizio di Pietro Luciano. Foto: Fonte Internet

CarpinoLa cronaca di un ... evento
Vince il centrosinistra a Marigliano e in città ci sarà, dopo un lungo commissariamento, un' Amministrazione di centrosinistra guidata da Antonio Carpino, avvocato penalista supportato da sette liste: Marigliano Libera, Marigliano Domani, Sinistra per Marigliano, La Città che Vogliamo, Cambia con Noi, Il Campanile e il Partito Democratico.

Il comizio prima del ballottaggio
in piazza Carpino e De Luca 500x375Una Piazza Municipio letteralmente gremita,accoglie martedì 9 giugno il candidato a sindaco di Marigliano Antonio Carpino e il neoeletto Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, non nuovo nelle presenze alla cittadina, tanto che lo ha portato, ironicamente, da aprire il suo discorso con una richiesta di cittadinanza onoraria.

Cronoca del ballottaggio
Nella nottata, del 14 giugno, alle 00,30, a risultato ormai acquisito, nella sede PD di Marigliano è esplosa la festa. 41146-10749-1434329700 500x280Numerose le persone che sono accorse a festeggiare il nuovo sindaco eletto , il quale dopo aver ricevuto l'abbraccio della folla si è rivolto ai presenti dal balcone del partito e, con un'aria visibilmente commossa, ha ringraziato tutti:" Grazie, questa è la vittoria di tutti, adesso ci aspetta un duro lavoro; dobbiamo riportare la città in alto".
Sconfitta, dunque, Filomena Iovine, candidata sindaco di Forza Italia, Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale, UDC e la lista Iovine Sindaco ,che non ha recuperato lo svantaggio decretato dal primo turno elettorale del 31 maggio.
Questo il risultato definitivo. Carpino: 54, 06 % - voti 7138; Iovine % 45,94 - voti 6066.
Da annotare che il secondo turno elettorale ha fatto segnare un evidente calo delle affluenze al voto rispetto al primo turno. A votare infatti per il ballottaggio è stato solo il 54,12% degli aventi diritto, rispetto al 75,17% del primo turno elettorale,determinando al'incirca più di 5000 votanti in meno.

La festa La composizione del Consiglio Comunale
La maggioranza: Pd 9 seggi: Vito Lombardi 522 Voti; Giuseppe Jossa, 514 Voti; Veronica Perna, 374 Voti; Aniello La Gala, 342 Voti; Gaetano Bocchino, 314 Voti; Nicola Ricci, 296 Voti; Antonella Uras, 266 Voti; Vincenzo Esposito, 262 Voti; Sebastiano Sorrentino, 260 Voti.
Marigliano Libera 3 seggi: Carmine Guercia, 440 Voti; Luigi Mautone, 310 Voti; Renata Conti, 250 Voti.
Cambia con noi 2 seggi: Raffaele Caliendo, 592 Voti; Sebastiano Molaro, 400 Vot.
La Città che Vogliamo 1 seggio: Sebastiano Guerriero, 408 Voti.
La minoranza: Forza Italia 4 seggi: Felice Mautone, 688 Voti; Rosa Di Palma, 639 Voti; Marianna Coppola, 520 Voti; Sabato Manna, 444 Voti.
UdC 1 seggio: Francesco Tramontano, 456 Voti.
Lista Iovine sindaco 1 seggio: Pasquale Beneduce, 240 Voti.
1 seggio per Filomena Iovine, candidata a sindaco.
1 seggio al M5S: Francesco Capasso.
1 seggio a Impegno Civico: Michele Cerciello.

InsediamentoLa proclamazione
Alle 10.30 del 19 giugno l'avvocato penalista Antonio Carpino è stato proclamato Sindaco di Marigliano.Alla consegna della fascia tricolore, in un' Aula Consiliare piena, erano presenti il Commissario Prefettizio Massimo De Stefano, il Comandante della PM Lucio Panico e l'On. Massimo Manfredi .
Nell'occasione il neo sindaco ha voluto rivolgere un messaggio ai cittadini presenti."Ancora una volta grazie. Il buon governo di questa città dipenderà soprattutto da voi cittadini. Dovrete essere i primi attenti osservatori dei lavori svolti da me e dai consiglieri che avete eletto. Marigliano ha bisogno di una sana collaborazione da parte vostra ma anche dalla stessa opposizione con la quale mi auguro si possa instaurare un sano confronto, per la proposizione e il controllo delle attività. Ringrazio ancora il Commissario Massimo De Stefano e le persone che hanno collaborato con lui. Infine, ha aggiunto Carpino, vi invito tutti a partecipare alla serata di festa organizzata al Parco Verde di Marigliano lunedì alle 20:30.".
Al primo consiglio comunale ratifica, nomina presidente e assessori.

 

Sottocategorie