TUFINO: ARRIVA IN CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA IL CASO QUOTE RISTORO AMBIENTALE

EspositoRaffaele De Falco – 20.02.2016 - Andrea Esposito, consigliere di opposizione (Fratelli d’Italia) al Comune di Tufino, lo aveva annunciato una settimana fa, per risolvere l’annosa problematica in cui versa il Comune: “ Vuol dire che mi rivolgerò al mio partito “Fratelli d’Italia”, nelle persone del consigliere regionale Luciano Passariello e dell’onorevole Marcello Taglialatela, confidando nella soluzione al grave problema”.

La risposta del partito a cui appartiene Andrea Esposito non è tardata ad arrivare; infatti, durante la seduta del Consiglio Regionale del 19 febbraio, il Consigliere Regionale di Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale Luciano Passariello ha presentato un ordine del giorno, sottoscritto dall’intero Consiglio Regionale, in riferimento alla situazione finanziare del Comune di Tufino, che, in attesa di ricevere le somme spettanti dai ristori ambientali e avendo operato con anticipazioni di cassa, corre il rischio di non poter garantire alcun servizio ai cittadini dal mese di aprile prossimo.

PassarielloConsideratoha dichiarato Passariello nell’occasionela gravita e l’urgenza con la quale il Comune di Tufino ha richiesto la convocazione di un tavolo tecnico per esaminare la situazione economica finanziaria dell’ente e le spettanze derivanti dai ristori ambientali, credo sia giusto che il Consiglio Regionale di confronto con il Comune di Tufino per trovare in tempi rapidi le giuste soluzioni alla delicata problematica”.

Il documento, presentato dal Consigliere Passariello a firma dell’intera rappresentanza di centro destra al Consiglio Regionale della Campania, impegna la Giunta De Luca ad affrontare la problematica in maniera urgente ed incisiva attraverso un’efficace azione di coordinamento istituzionale.

Sarà convocato con urgenza un tavolo istituzionale con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Città Metropolitana di Napoli, la SAPNA S.p.A e la Regione Campania al fine di addivenire, nel rispetto dei principi di collaborazione istituzionale, ad una definizione della gravosa vicenda, provvedendo ciascun soggetto alla liquidazione della somma a proprio carico.

Cittadini protagonisti delle scelte amministrative: A Casamarciano riparte il bilancio partecipativo

Casamarciano ComunegC.S. - Casamarciano - 16 febbraio 2016  - E’ seguendo lo spirito di partecipazione dell’intera comunità alla realizzazione dei progetti per il paese che si è aperta la quinta edizione del bilancio partecipativo del Comune di Casamarciano. Una iniziativa di successo che dal duemiladodici coinvolge i residenti nel piccolo comune del Nolano nella presentazione e realizzazione di idee e piani per la crescita del proprio ente. Già concluse la prima e la seconda fase, relative all’informazione ed alla consultazione: sono stati quattro gli incontri pubblici che si sono svolti in altrettanti quartieri di Casamarciano (Schiava, Centro storico, Quaranta Moggi e Rione Gescal), durante i quali i partecipanti hanno potuto proporre il proprio progetto o semplice contributo che sarà poi valutato dall’Ufficio tecnico comunale per verificarne la fattibilità ed infine votato. Alle prime due fasi seguirà la terza di monitoraggio finalizzata a garantire ai cittadini la possibilità di verificare gli effetti prodotti dai contributi presentati.

francesco buonoL’esperienza del bilancio partecipativo del Comune di Casamarciano nei soli primi quattro anni ha riportato lusinghieri risultati: nel duemilaquattordici è diventata oggetto di uno studio internazionale della rivista specializzata “Futuri” perché i suoi risultati di partecipazione civile sono stati in percentuale superiori a quelli della città brasiliana di Porto Alegre, pioniera del bilancio di partecipazione sin dal 1990. Anche sulla scia dell’importante riconoscimento, l’assessore con delega al bilancio Francesco Buono ripropone questo incontro tra l’ente comunale e i cittadini nel nome della progettualità aperta a tutti. “Siamo entusiasti dell’interesse che i cittadini, soprattutto i più giovani, stanno dimostrando - afferma Buono - Affianco alle associazioni ed ai comitati di quartiere, quest’anno registriamo la presenza attiva degli studenti delle scuole cittadine e di questo non possiamo non ringraziare il dirigente scolastico Valentino. Loro, insieme ai casamarcianesi che credono in questa iniziativa, sono la nostra vera forza e le quattro assemblee di quartiere, durante le quali ci siamo confrontati sulle problematiche e le potenzialità del paese, sono state la dimostrazione dell’importanza che sta assumendo il bilancio partecipativo, uno strumento indispensabile attraverso il quale l’ente ascolta la comunità e la comunità propone all’ente”. Tra le novità del duemilasedici, l’aggiornamento della banca dati del bilancio partecipativo “per consentire- spiega Buono - a tutti di monitorare costantemente ciò che viene realizzato”.  

Acerra, la coalizione di Governo "Centro, Sinistra" dà mandato al Sindaco di avviare il confronto con il movimento FARE

Comune di Acerraliria tar – 01.02.2016 - Le forze politiche di Acerra della coalizione “Centro, Sinistra”, riunite sabato 30 gennaio per preparare i lavori del Consiglio Comunale convocato per oggi, lunedì 01/02/2016, con all’ordine del giorno “Adesione protocollo Stazione Unica Appaltante del Provveditorato delle Opere Pubbliche Campania e Molise. Integrazione delibera di Consiglio Comunale n. 1 del 18.01.2016” , dopo aver preso visione dei contenuti del manifesto apparso in città, sottoscritto dal movimento politico cittadino “FARE”, hanno dato pieno mandato al Sindaco Raffaele Lettieri, di avviare tutti i necessari contatti con lo stesso movimento politico “FARE”, in considerazione della disponibilità al confronto generale, anche con le ulteriori forze politiche che si rendano disponibili a condividere il percorso sulle scelte da compiere per la Città di Acerra, nella fase finale del mandato di Governo cittadino affidato dai cittadini all’Amministrazione Lettieri.

Tale iniziativa rimane fortemente in linea con quanto già recentemente espresso in diverse occasioni dagli esponenti della coalizione “Centro, Sinistra”, che pur rendendosi disponibili all’ampliamento programmatico e politico, hanno scelto di tenere la coalizione ancorata sistematicamente al quadro politico del “centro, sinistra”.

INAUGURATA A SCISCIANO LA CASA DELL’ACQUA

maifesto casa acquaN.R. - Scisciano – 12.02.2016 - Si è svolta giovedì 11 febbraio, alle ore 11.00, presso Via Sabato Borzillo, l'inaugurazione della Casa dell'Acqua, erogatore di acqua liscia e frizzante refrigerata., al costo di pochi centesimi al litro.

InaugurazioneCome già in altri comuni, l'idea nasce da un progetto realizzato dalla GORI, che, utilizzando i fondi messi a disposizione dalla ex Provincia di Napoli, ora Città Metropolitana, ha come obiettivo  quello di ridurre la produzione e il conseguente smaltimento di bottiglie di plastica, promuovendo l’utilizzo dell’acqua proveniente dalla rete acquedottistica pubblica, gestita da GORI.

Sono intervenuti alla manifestazione di inaugurazione della Casa dell’Acqua i vertici della GORI ed il sindaco di Scisciano, Edoardo Serpico, insieme agli amministratori cittadini

Avella / Commissione sulle disabilità: La giornata delle diversità e il ruolo delle Associazioni in agenda

avella palazzo baronale1C.S. - 25.01.2016 - La Commissione sulle disabilità,  riunitasi il 14 gennaio scorso presso il palazzo baronale,  presenti il presidente della Commissione Pellegrino Palmieri e l’assessore al ramo Agostino Vitale per l’amministrazione comunale, Michele Amato, Ernesto Sasso e il prof. Vincenzo Serpico in rappresentanza delle Associazioni, ha  discusso di proposte concrete a sostegno dei diversamente abili e delle fasce deboli, quali la creazione de “La giornata delle diversità” e il controllo da parte della Commissione degli spazi e delle strutture comunali con il relativo adeguamento per permetterne la fruibilità a tutti.

Una task force questa mai costituita che nasce grazie alla presenza sul territorio del dirigente scolastico Serpico, diventato da qualche anno cittadino avellano,ma anche da Giovanni De Luca della Uildm di Cicciano, e l’impegno delle due parti politiche.

Gli addetti ai lavori hanno raccolto tutte le notizie necessarie per avviare la fase organizzativa di questa prima giornata che coinvolgerà sindaci, cittadini e istituzioni in modo da produrre una relazione e una sorta di tracciabilità dei punti inaccessibili ai diversamente abili. L evento vuole essere anche un momento di svago e confronto con tutti, l’obiettivo è quello di dare un chiaro segnale alle istituzioni al fine di adeguare tutti gli spazi comunali.

Intanto si lavora anche per l Istituzione della Consulta delle Associazioni da parte del Comune di Avella, già riconosciuta dalla Fondazione Avella Città d’arte, ma poco incisiva e non del tutto riconosciuta giuridicamente. Soddisfatto Amato che ha affermato: “Senza nulla togliere alla Fondazione, la proposta di Vitale e Palmieri è condivisibile al 100%, perché corona tutti gli sforzi fatti dal sottoscritto e dai vari rappresentanti delle associazioni attive di Avella. Solo tramite l’approvazione in Consiglio comunale dei regolamenti e della Consulta si può mettere fine a momenti di confusione, inoltre in questo modo le linee da seguire e gli obiettivi saranno più chiari”.

Prima delle approvazioni finali Palmieri fa sapere che devono essere rispettati tutti i passaggi propedeutici, tra questi la discussione e la verifica con le Associazioni, i cittadini, gli addetti ai lavori e alla Fondazione.

Sottocategorie