NOLA / IL PUNTO: ASPETTANDO IL RILANCIO DELLA CITTÀ, I TASSELLI DEL NUOVO PATTO AMMINISTRATIVO

Cinzia Trinchese Vice-Sindaco, Enzo De Lucia nel Consiglio generale dell’ASI. Il Partito Democratico “richiama” Luisa Marone che risponde picche e rivendica le proprie responsabilità verso i cittadini e l’azione lineare che svolge in Consiglio.

 

cinzia trinchesGianni Amodeo - 10.06.2017 - Con l’incarico di vice-sindaco conferito all’architetto Cinzia Trinchese, titolare dell’assessorato ai beni e alle attività culturali, all’arredo e al decoro urbano dall’inizio del ciclo Enzo de luciaamministrativo, apertosi nel 2014, e la designazione dell’assessore Enzo De Lucia, responsabile del patrimonio comunale, per l’ormai formalizzato ingresso nei “vertici” di programmazione e gestione dell’Area di sviluppo industriale di Napoli per l’ importante agglomerato del sistema imprenditoriale della Piana di Boscofangone, il sindaco Geremia Biancardi ha fissato tessere significative nel prospetto di quel nuovo Patto per la città  annunciato ed auspicato a febbraio scorso con la revoca delle dimissioni che aveva rassegnato. Un atto “forte”, quello biancardidelle dimissioni presentate, con messaggio incorporato diretto alla coalizione maggioritaria di centro-destra, a farsi carico della piena assunzione di responsabilità del mandato elettorale ricevuto dai cittadini  e per rivitalizzare l’azione del governo locale; la revoca coincise, come si ricorderà, con la scadenza dei venti giorni di “riflessione politica”, previsti opportunamente  dalla normativa, per recuperare l’agibilità amministrativa, scongiurando il rischio dell’irreversibilità delle crisi degli Enti territoriali con il conseguente commissariamento degli organi elettivi degli Enti stessi.

municipio di NolaIn realtà, nelle circostanze che precedettero le dimissioni, un elemento di particolare fibrillazione nella tenuta della maggioranza sarebbe stato determinato dalla richiesta di osservanza dell’accordo raggiunto  con l’insediamento della Giunta proprio nel luglio del 2014, in virtù del quale al giro di boa della prima parte del ciclo amministrativo, l’assessore Trinchese avrebbe assunto l’incarico di vice-sindaco, affidato, intanto, ad Enzo De Lucia in uno con le deleghe per i lavori pubblici e per la popolosa frazione di Polvica. Una richiesta fatta dall’assessore Trinchese, primatista di voti di preferenze personali nelle due ultime tornate elettorali. La fibrillazione che rischiava di dilatarsi con insidie per la conservazione degli equilibri delle componenti della coalizione venne depotenziata dal “primo tonino manzicittadino”, con l’incarico di vice-sindaco affidato al consigliere-anziano, Antonio Manzi, assessore alla polizia municipale e ai trasporti, ed assumendo ad interim deleghe importanti, tra cui quelle per l’urbanistica, la riqualificazione urbana e l’edilizia. Una mina rimossa con il disinnesco completato per gli incarichi nuovi attribuiti a Cinzia Trinchese ed Enzo De Lucia. E per le funzioni di vice-sindaco, stando a quanto é dato di conoscere, c’è anche l’intesa di massima, per la quale saranno esercitate a rotazione, per la durata di tre mesi, da tutti gli altri assessori, fino alla conclusione del mandato elettorale, nel 2019. Un assetto che rinnova e garantisce gli equilibri della maggioranza.

Ma è chiaro che è ben poca cosa o nulla, se dovesse essere solo funzionale a …conciliare la maggioranza con se stessa e con i suoi mutevoli umori. La città, invece, reclama ben altro, in termini di programmazione e di rilancio economico e socio-produttivo, per uscire dal torpore e dall’immobilismo in cui versa, come accade per tutte le città medie dell’area metropolitana di Napoli. La coalizione maggioritaria ha dalla sua parte, i “numeri” in Consiglio, per riempire di contenuti congrui quel nuovo Patto per la città, ancora fermo nelle enunciazioni e dichiarazioni di principio; un annuncio, con cui anche alla luce dei recenti provvedimenti, Biancardi ha sventato la crisi di febbraio scorso. Il tempo che manca alla conclusione del ciclo consiliare è davvero breve. E non si può restare sempre in attesa dell’ineffabile e … inafferrabile Godot.

luisa maroneIl rilancio della città è possibile, se si vuole. La maggioranza è chiamata a svolgere un ruolo propulsiva non più differibile, alla pari della capacità di proposta che saprà sviluppare la minoranza nell’articolazione delle sue componenti. E su quest’ultimo versante, s’innesta la posizione critica, assunta dal Circolo cittadino “Vincenzo La Rocca” del Partito democratico, nei confronti della consigliera comunale, Luisa Marone, eletta in rappresentanza dei dem. Il comunicato diffuso dal Circolo di via Tansillo evidenzia l’assenza di comunicazione e interazione tra il Pd locale e Luisa Marone, che, per giunta e a mo’ di… aggravante, non risulta aver rinnovato neanche la tessera di adesione al Partito dem.

Di fatto, la signora Luisa Marone ha spesso manifestato riserve sull’azione dei dem, riconoscendosi con dichiarazioni pubbliche nella visione riformista e innovativa di Renzi. Un dissenso mai dissimulato verso il Pd cittadino, a cui fa da controcanto l’attiva partecipazione di Luisa Marone all’attività consiliare, concorrendo alla formazione delle decisioni e degli atti della minoranza nel confronto, spesso impari, con cui deve misurarsi verso la maggioranza. Un impegno che assolve, tiene a sottolineare, per spirito di servizio civico e responsabilità, nel rispetto della volontà dei cittadini che l’hanno eletta.

Incontro sulla Casa Comunale con gli Amministratori: Affrontate le tematiche della disabilità

L’Amministrazione, guidata da Biancardi, si è resa disponibile a realizzare azioni concrete a favore delle persone con handicap.

palazzo baronaòlePietro Luciano - 03.07.2017 - Il 29 maggio negli ambienti del Palazzo Comunale di Avella si è tenuto un incontro sui temi della disabilità fra le Associazioni, il Sindaco ed il Presidente della Commissione Comunale sulle Disabilità. Sono stati affrontati soprattutto tre problematiche che sono state sottoposte agli amministratori in riferimento ai temi della volontà dell'Amministrazione Biancardi a realizzare azioni concrete a favore delle persone con handicap.
Fin dal maggio 2016 il Consiglio Comunale aveva preso l’impegno di effettuare il monitoraggio delle barriere architettoniche nel paese, al fine di progettare l'eliminazione e/o il superamento, come prevede l'art. 24 dell'ex legge 104/92 e successive modificazioni, grazie alla collaborazione con l'Unione Italiana Lotta Distrofia Muscolare nella persona del Sig. Giovanni De Luca.
Nell'incontro si è deciso che della progettazione sarà incaricato l'Ufficio Tecnico Comunale, in sinergia con la volontaria predisposizione dell'arch. Milena ALFIERI, che incontrerà l'arch. Pasquale MAIELLA alle ore 09:00 del 05 giugno p. v.. Obiettivo: rendere vivibile lo spazio pedonale su tutto il territorio del Comune di Avella, venendo incontro alle problematiche degli anziani delle mamme con spassini, dei disabili con carrozzella, dei non vedenti accompagnati e così via.
vauro vignetta diversamente abileIl Presidente Diocesano del Movimento Apostolico Ciechi ha, poi, sollevato ai presenti l'incongruenza fra la costituzione della Consulta delle Associazioni e quella del Regolamento varato dal Consiglio Comunale, in quanto “il regolamento  confacente ad un organo di consultazione di varia natura, ma non specificatamente per la disabilità”.

Il Presidente Vincenzo SERPICO propone di superare l'impaccio, costituendo all'interno della Consulta delle Associazioni un "forum delle associazioni dei disabili", autonomo negli aspetti organizzativi e di convocazioni rispetto al primo organismo.

La dott.ssa Rosanna CARPENTIERO e l'avv. Domenico BIANCARDI si sono resi disponibili alla proposta dichiarando possibile l'attuazione della proposta e chiedono al Responsabile M.A.C. di consegnare entro la metà di giugno un Regolamento possibile del forum.
Vincenzo SERPICO ha chiesto, poi, ai rappresentanti dell'Amministrazione, di dichiarare "la volontà politica" ad istituire con poteri tecnici e senza oneri a carico dell'Amministrazione la figura di un "delegato alle politiche familiari", sulla scorta del convegno organizzato dal Movimento l'11 marzo 2017, dagli atti del quale si evince che "il nucleo familiare rappresenta la prima Istituzione capace di assistere, accogliere,integrare, sostenere al proprio interno la persona non autosufficiente".
Al Fine di dare alle Istituzioni, agli organismi comunali, al territorio l'opportunità di calibrare le risposte da dare ai cittadini in situazioni di difficoltà, il delegato individuato, anche all'esterno del Consiglio Comunale, potrebbe avere un mandato a termine, per il quale produrre: l'esatto numero dei nuclei familiari presenti nel Comune di Avella, l'individuazione delle famiglie con persone non autosufficienti (ammalati, anziani, disabili), individuare e produrre un organigramma dei bisogni.
Tale delegato potrebbe agire in stretta connessione con il costituendo forum delle associazioni dei disabili, oltre che ai servizi sociali. Anche il terzo punto ha trovato la disponibilità del Sindaco e del Presidente alla Commissione Comunale pro-disabilità.

All'incontro ha partecipato il Dott. Antonio TULINO in rappresentanza dell'Associazione "famiglie insieme" con sede sociale a Baiano.

Acerra: Il Comune aderisce alla “Giornata Internazionale della Croce Rossa”

croce rossalira tar – 14.05.2017 - Il Comune di Acerra aderisce alla “Giornata Internazionale della Croce Rossa”: accanto alla bandiera italiana e a quella europea per una settimana dal pennone del Comune è sventolata anche quella della Croce Rossa. E fino a domenica 14 maggio il simbolo dell’associazione ha fatto bella mostra di sé dall’edificio in cui ha sede l’ente comunale.

La breve cerimonia di consegna si è svolta venerdì, con il vicepresidente del comitato Cri di Napoli, Vincenzo Cicatiello, accompagnato dai volontari acerrani, che ha consegnato personalmente nelle mani del sindaco Raffaele Lettieri il vessillo.

«Abbiamo deciso di sostenere con convinzione l’iniziativa propostaci dal gruppo locale della Croce Rossa Italiana, per l’impegno che la Croce Rosse profonde nella nobile missione di fornire aiuto e assistenza a chi è in difficoltà e anche perché rappresenta un ottimo modo per sensibilizzare la cittadinanza a sposare la missione della Croce Rossa», ha affermato il sindaco

Nola: Cinzia Trinchese primo vicesindaco donna nella storia della citta’

ra.na. - 01.06.2017 - Cambio di deleghe al comune. Cinzia Trinchese, assessore alla Cultura ed al decoro urbano, è il nuovo vicesindaco della città di Nola.

Cinzia Trinchese img 1489584979880Un cambio annunciato nel mese di febbraio dal sindaco Biancardi in occasione del rilancio amministrativo e che oggi, con decreto sindacale, diventa ufficiale. E c’è da dire che Cinzia Trinchese, appena nominata, già ha raggiunto un primato. Oltre ad essere stata la prima eletta alle ultime amministrative con 1936 voti, è il primo vicesindaco donna nella storia della Città. In gamba e dalle grandi iniziative, è stata fautrice di tante iniziative di spicco nel corso di questi anni.

E c’è chi dice che la prossima settimana altri cambi potrebbero arrivare nell’amministrazione Biancardi.

Nola: Il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di Previsione con 19 voti favorevoli e 2 contrari

Biancardi: “Equilibro e vivibilità nell’interesse dei cittadini”.

Comune di NolaN.R. - 29.04.2017 - Con maggioranza granitica il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione per il 2017: in programma la realizzazione di importanti opere per il territorio cittadino, oltre che il risanamento dei debiti pregressi, accumulati da oltre un decennio. Il documento economico e finanziario ha tenuto conto delle varie esigenze del territorio del Comune di Nola, infatti, molti interventi riguarderanno, sia la frazione di Piazzolla, che la località Pizzone. Opere di manutenzione straordinaria delle strade sono previste anche per il centro cittadinoTra le spese correnti si é tenuto molto in considerazione il settore dell’ambiente, della viabilità e soprattutto del sociale. Per quest’ultima voce, visti i trasferimenti inconsistenti da parte di Regione e Governo centrale, sono state attinte dalle casse comunali le risorse per fronteggiare le esigenze dei cittadini più in difficoltà.

Biancardi NolaEquilibrio e vivibilità, le parole d’ordine di una programmazione nella quale abbiamo tenuto in grande considerazione le priorità della nostra città. Un obiettivospecifica il sindaco Geremia Biancardicui abbiamo potuto puntare grazie anche al miglioramento delle entrate, favorito dalla lotta all’evasione. Operazione che ci ha permesso anche di abbassare la Tari e migliorare le performances finanziarie del nostro ente. Ovviamente non si tratta di un traguardo, ma di una tappa lungo il percorso delineato con il nostro programma amministrativo”.

Sottocategorie