Sirignano ha inaugurato Palazzo Caravita

A tagliare il nastro il sindaco della cittadina insieme a Franco Porzio, delegato allo Sport della Regione Campania.

Linaugurazione e i presentiN.R. - 16.12.2017 – E’ stato inaugurato il palazzo Caravita.  A tagliare il nastro il sindaco Raffaele Colucci insieme a Franco Porzio, delegato allo sport della Regione Campania, che ha fatto le veci del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, assente per un improvviso impegno istituzionale.

Erano presenti, inoltre, Domenico Biancardi, sindaco di Avella e presidente della Comunità Montana, i sindaci di Baiano Enrico Montanaro, di Quadrelle Nicola  Masi, di Sperone Marco Santo Alaia, di Monteforte Irpino Costantino Giordano e di Mercogliano, Massimiliano Carullo; c’era anche Pietro Foglia, responsabile regionale del Dipartimento ‘agricoltura di Forza Italia.

In apertura gli alunni della Scuola Elementare e Media hanno intonato canti natalizi, poi, Pasquale Miano, docente di progettazione presso la facoltà di architettura dell’Università Federico II di Napoli, che ha curato il progetto di restauro, ha sottolineato il notevole lavoro svolto per il recupero dello storico palazzo, divenuto quasi un rudere che stava crollando a pezzi.

E’ seguito l’intervento dello storico locale Pasquale Colucci, che ha tracciato un profilo del palazzo dapprima castello medioevale, poi trasformato in palazzo, di cui gli ultimi proprietari sono stati i Caravita in particolare il principe Giuseppe Caravita.

Il taglio del nastro 326x245Il sindaco di Avella Domenico Biancardi ha colto l’occasione per presentare il libro sulla storia millenaria di Avella di prossima uscita, invitando le scuole del territorio ad adottare e studiare questo libro, il cui ricavato servirà a far visitare i siti archeologici.

Marco Alaia, presidente dell’Unione dei Comuni Baianese-Alto Clanio, a sua volta, ha lodato l’iniziativa del sindaco di Sirignano mentre Pietro Foglia, nel ricordare i legami familiari con il principe, ha invitato i sindaci del Baianese ad attivarsi per recuperare quanto prima il progetto unificatore della Città del Baianese, perché solo attraverso la creazione di una rete, fondata anche sul recupero del patrimonio  storico e culturale del territorio, sarà possibile  creare prospettive di crescita ed evitare che i giovani, come già sta accadendo, continuino ad andare  via.

Sirignano inaugurazioneIl sindaco Raffaele Colucci, che ha fatto gli onori di casa, ha evidenziato, nel suo dire, l’immane sforzo fatto per acquistare prima e recuperare dopo un bene che fa parte della comunità mandamentale come è stato evidenziato nel video proiettato nell’occasione.

Dopo la cerimonia di inaugurazione, è seguita  la visita al Palazzo, all’interno del quale è stata allestita una mostra di reperti ed attrezzi medioevali che servivano alla tortura. Quanto al futuro dello stabile è nelle intenzioni dell’amministrazione porre in essere una manifestazione di interesse al fine di garantire una gestione che possa condurre ad  ospitare anche una struttura universitaria. Ma su questo tema,  vi è l’opportunità, di pensare anche ad una eventuale gestione sinergica tra le amministrazioni comunali mandamentali e l’ente sovracomunale montano.

S. Vitaliano: Presentazione del plastico del monumento da ubicare in Via Nazionale

Per l’occasione aperta una mostra sullo studio dell’opera che dovrà realizzare l’artista Gianfranco Coppola..

Cippus 2 CopiaL.C.T. – 22.12.2017 - Sabato 23 dicembre 2017, con inizio alle ore 10.30, presso la Sala Consiliare del Comune di San Vitaliano sarà presentato”Cippus”, prototipo di scultura urbana, realizzato dall’artista Gianfranco Coppola.

Alla manifestazione, organizzata dal Comune di San Vitaliano con il concorso dell’Associazione “La Fontana del Villaggio” , intervengono il prof. Pietro Luciano, direttore del Gruppo Archeologico Avellano “Amedeo Maiuri”; il dott. Michele Napolitano, presidente Cippus 3 Copiadell’Associazione Meridies di Nola; il prof. Massimiliano Coppola, docente di Storia dell’Arte presso il Liceo “V. Imbriani”di Pomigliano d’Arco. Introduce e modera il dott. Antonio Falcone, Sindaco di San Vitaliano.

Per l’occasione sarà aperta una mostra dello studio dell’opera  da realizzarsi, che sarà ubicata in Via Nazionale, al confine dei Comuni di San Vitaliano e  Marigliano, con l’esposizione del modello plastico

Dentiere gratis ai 65enni residenti nei 14 Comuni dell’ambito sociale N.23

Il territorio interessato comprende Nola, Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Roccarainola, San Paolo Bel Sito, Saviano, Scisciano, Tufino, Visciano. Geremia Biancardi, “Risposta ai bisogni dei cittadini grazie a patto generazionale tra scuola e territorio”.

dentiere 900x600C.S. - 09.11.2017 - Dentiere gratis a chi ha più di 65 anni e non può permettersi di comprarne una: pubblicato il bando che consentirà a 50 anziani residenti nei 14 Comuni dell’ambito sociale N 23, di cui Nola é capofila, di ricevere gratuitamente una protesi mobile.

La risposta ad una esigenza molto sentita nelle fasce più deboli della comunità è stata possibile grazie all’impegno del presidente del coordinamento istituzionale dell’ambito sociale N23, il sindaco di Nola Geremia Biancardi, che ha sottoscritto un accordo con la dirigente IMG 5586 1024x768scolastica dell’ I.S.I.S Leone – Nobile di Nola, Maria Teresa Palmieri: le dentiere saranno infatti realizzate dagli alunni iscritti all’indirizzo odontotecnico nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro.

Ottanta studenti potranno arricchire le proprie competenze pratiche con la supervisione di professionisti del settore.

Non solo non si sprecheranno i soldi, i materiali e l’impegno dei giovani, ma si raggiungerà un risultato dai rilevanti risvolti sociali”, dice Geremia Biancardi. “Dentiere agli anziani in difficoltà economica ma anche sensibilizzazione verso i temi della solidarietà e della collaborazione indirizzata ai più giovani. Itis Nola 2 nQuando le risorse che arrivano ai Comuni scarseggianoaggiunge bisogna lavorare maggiormente di ingegno per garantire il benessere ai cittadini”.

I dettagli per poter ottenere il dispositivo medico sono contenuti nel bando che è stato pubblicato sui portali internet del territorio interessato e che comprende Nola, Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Roccarainola, San Paolo Bel Sito, Saviano, Scisciano, Tufino, Visciano.

 

Nola / Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: Arriva il manuale di primo soccorso con consigli ed informazioni utili

Tante le iniziative promosse dal Comune

manifesto giornata internazionale contro la violenza sulle donne CopiaN.R. - 24.11. 2017 - Un “manuale di primo soccorso” con consigli utili per difendersi dalla condotte violente e con informazioni preziose sui principali rimedi che la legge mette a disposizione delle donne vittime di violenza. E’ l’iniziativa messa in campo dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi con l’Assessore alle Pari Opportunità Carmela De Stefano, in sinergia con l’associazione Codice Famiglia.

L’opuscolo, che porta il titolo “Nessuna conseguenza”, viene presentato alle 10.00 di venerdì 24 novembre nella chiesa dei Santi Apostoli di via San Felice e si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune, in occasione della settimana in cui ricorre la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” del 25 novembre.

Alla cerimonia, dopo i saluti istituzionali del sindaco Geremia Biancardi, dell’assessore alle Pari opportunità Carmela De Stefano, del Procuratore aggiunto del Tribunale di Nola, Stefania Castaldi, del presidente dell’associazione Codice Famiglia, Enza Cozzolino e del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nola, Francesco Urraro, intervervengono il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola, Francescapaola Colonna Romano, l’ispettore capo del commissariato di polizia di Nola, Licia Nocerino e la delegata dell’associazione Codice Famiglia, Stefania Castellone.

campagna di sensibilizzazione violenza sulle donneA moderare i lavori il responsabile dell’ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Nola, Alfonso Lanzieri.

Previsto, al termine dei lavori, un coffee break a cura di Viva Bistrot, cooperativa di tre donne di Poggiomarino che porteranno la propria testimonianza in quanto vittime di violenza.

L’evento è patrocinato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Nola, da quello degli psicologi della Campania e da quello degli assistenti sociali di Napoli.

Quella dell’opuscolo, che sarà distribuito nelle scuole e negli enti preposti, non è l’unica iniziativa. Tanti i momenti organizzati per la ricorrenza, a cominciare dal coinvolgimento di alcuni panifici del territorio che, per l’occasione, da mercoledì 22 e fino a sabato 25 novembre, consegnano ai clienti il pane acquistato in sacchetti alimentari con la scritta “Pane, amore e libertà”.

Previsto, inoltre, anche un momento educativo-formativo con gli alunni delle scuole primarie che, già nella giornata del 20 novembre, hanno partecipato ad un laboratorio specifico sul tema dal titolo “Cosa faremo da grandi” nei locali della biblioteca comunale. L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con la libreria Indipendente Bibi&Cocò.

E poi attraverso lo sport, con il coinvolgimento delle associazioni del territorio, far giungere forte il messaggio della campagna di sensibilizzazione con l’ashtag #conlaviolenzanonsivince.
Infine l’invito rivolto a tutti a partecipare al progetto “Tingiamo di rosso la città”, promosso in collaborazione Ass. carmela de stefano 3con la commissione Pari Opportunità che prevede, per la giornata di sabato 25, l’esposizione di qualsiasi oggetto o abito di colore rosso per rafforzare e ribadire il NO alla violenza.

Sono attività di vario genere rivolte all’intera popolazione per mantenere alta l’attenzione sul fenomeno e sensibilizzare le vittime alla denunciaspiega l’assessore Carmela De Stefano – Un opuscolo di primo soccorso, una busta del pane con un semplice slogan, il coinvolgimento delle associazioni sportive, delle scuole, della comunità con una serie di iniziative non invasive ma che forniscono i giusti contatti per chiedere aiuto. C’è la volontà da parte di tutti di andare nella direzione non solo della denuncia ma anche della prevenzione. Un segnale che, come amministrazione, abbiamo recepito e trasformato in attività con il supporto delle associazioni e della commissione Pari Opportunità. Solo attraverso la sinergia e l’interazione delle varie compagini territoriali – conclude l’assessore De Stefanopossiamo iniziare a muovere i primi passi per educarci ai giusti comportamenti”.

Momenti come questi sono fondamentali per favorire il dibattito ed il confrontoevidenzia il sindaco Geremia BiancardiLavoriamo in sinergia con quanti contribuiscono alla crescita morale della società, a cominciare dai giovani, affinchè il 25 novembre non resti una semplice data da ricordare e celebrare. Occorrono azioni concrete per quel cambiamento culturale ed etico necessario per il vivere civile”.

COMUNE DI NOLA: PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVVISORIE DELLE CONCESSIONI DI CONTRIBUTI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO

Sul BURC n. 74 di lunedì 9 ottobre 2017 la graduatoria delle 86 istanze presentate da proprietari di edifici privati per un importo complessivo di CIRCA € 3.500.000,00.

nola comunera.na. - 16.10.2017 - Le istanze potevano essere presentate, ai comuni di appartenenza, da parte di privati entro il 31 marzo scorso e i richiedenti potevano far richiesta di un contributo max per abbattimento e ricostruzione di € 30.000,00 per ogni unità abitativa; € 20.000,00 per adeguamento e miglioramento sismico ed € 10.000,00 per rafforzamento sismico, sempre per ogni unità abitativa.

La Regione Campania – legge n. 77 del 2009 art. 11- istituì un fondo per la prevenzione del rischio sismico di € 122.974.623,36; per l’anno 2017 saranno utilizzati circa € 3.500.000,00. Una somma enormemente esigua rispetto alle richieste presentate; infatti al 30 marzo sono pervenute 7.637 istanze trasmesse da 354 comuni.

I Comuni hanno trenta giorni di tempo per presentare eventuali modifiche. Da Palazzo Santa Lucia fanno sapere che difficilmente la graduatoria provvisoria potrà essere modificata. Nel decreto presidenziale si precisa che la pubblicazione della graduatoria sul BURC ha valore di notifica per i soggetti destinatari del contributo, fermo restando la facoltà dei Comuni interessati di pubblicare le graduatorie; infatti sul BURC sono state pubblicate due graduatorie, una per punteggio decrescente per ogni richiedente ed un’altra per Comune di appartenenza. Con successivo provvedimento si provvederà, di volta in volta che vengono stanziati nuovi fondi, ad individuare per scorrimento della graduatoria gli interventi potenzialmente finanziabili sulla base delle risorse disponibili.

Al Comune di Nola sono state presentate 86 istanze per un importo complessivo di € 3.500.000,00; purtroppo il primo avente diritto – Longobardi Salvatore con punteggio 1503 € 35.000,00 – è posizionato al 314° posto in graduatoria, attualmente molto distante dai progetti finanziabili. Una cosa è certa: la graduatoria non ha scadenza, quindi c’è la speranza che in tempi medio-lunghi ogni avente diritto possa ottenere il contributo.

Sottocategorie