Mar06022020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Irpina

URGE SANGUE RH NEGATIVO

avis sos sangueAvellino - 06.05.2014 - Abbiamo ricevuto questo messaggio dall'UNPLI di Avellino che volentieri inoltriamo: "C'è bisogno di sangue A RH negativo per una bambina che sta male ...... La referente è Elisa Montagnoli e il numero di telefono di contatto è 345/0857172.
Aiutate a diffondere questo messaggio".

All’”Incontro” di Baiano dibattito sull’euro-moneta e seconda edizione del torneo di scopone scientifico

Luci ed ombre della moneta europea in un confronto-dibattito e "via libera" a 16 coppie di giocatori, che in due gironi "all'italiana"saranno impegnate in partite di sola andata, facendo rivivere il rigoroso codice di Chitarrella di settecentesca "edizione".

Lira-Euro02.05.2014 - "La moneta unica nell'Unione europea, nella realtà dei nostri giorni e nelle prospettive". E' il tema, che farà da filo conduttore della conferenza-dibattito, in agenda domenica alle ore 11,00, nei locali del Circolo socio-culturale "L'Incontro". Argomento di particolare attualità, che rientra nei percorsi della conoscenza, su cui è incentrata una delle sezioni di attività del sodalizio di via Luigi Napolitano.
I nuclei d'analisi sul ruolo dell'euro-zona, nel più generale contesto dell'Unione europea, proprio alla vigilia del voto del 25 maggio per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo, saranno prospettati dal dott. Stefano Sgambati, giovane ricercatore universitario, con Master in Sociologia dell'economia, conseguito a pieni voti a Londra ed impegnato in collaborazioni con riviste scientifiche specializzate in materia economica e finanziaria. Un percorso, che sarà focalizzato sotto le più disparate e distinte angolature, alla luce della più recente saggistica, con cui si alimenta il discorso pubblico sulla funzione che spetta al progetto comunitario, fiorito negli anni '50 del secolo scorso alla luce dei Trattati di Roma; progetto, per il quale operarono statisti della caratura di Schuman, Adenauer, Spaak e De Gasperi, per affermare i valori della democrazia liberale, repubblicana e parlamentare in quella Europa dei nazionalismi e dei totalitarismi, che era stata l'insana culla di due conflitti mondiali. Un progetto affermatosi in oltre mezzo secolo di storia civile e politica - superando la stessa scomposizione dell'assetto bipolare Usa-Urss, tramontato con il simbolico crollo del Muro di Berlino- anche se vive "momenti" di difficoltà congiunturali più che di profilo sistemico e strutturale.

scopone scientificoI locali de L'Incontro saranno anche il teatro ... di scena per un prologo particolare al dibattito di domenica. E' il prologo, segnato dal "via libera" per l'attesa seconda edizione del Torneo di scopone scientifico, "materia" seria e ardua, che richiede il saper far di calcolo, avvalendosi della memoria, quale arte combinatoria sopraffina, certo non proiettata nell'ambito della mnemotecnica, diffusa e praticata nell'età umanistica e rinascimentale, di cui sono stati insuperati ed insuperabili alfieri, oltre che acuti depositari, spaziando in tutti i campi dello scibile del loro tempo, Pico della Mirandola e Giordano Bruno, ma, senza alcun dubbio e con le debite proporzioni, per aggirarsi nei suoi... nei paraggi.
I cultori dello scopone scientifico cominceranno a sfidarsi domani, sabato pomeriggio. Formano due gironi con sedici coppie, in totale. Si contenderanno l'accesso alle semifinali e alla "finalissima" con le laboriose e prolungate partite-smazzate, con la forza dei nervi saldi e....distesi, con cui si caratterizza la "pratica" dello scopone scientifico; saranno partite-smazzate "all'italiana" con il solo turno d'andata. Tra i partecipanti figura il prof. Antonio Guerrriero, docente di Matematica nelle scuole statali, co-autore, con Gigi Crosato,  dirigente del Ministero della pubblica istruzione, del noto, ma non facilmente reperibile, "Manualetto", edito da Mursia, che s'intitola "Ma tu sai davvero giocare a scopone? Consigli delle migliori cartuscelle di Santa Maria a un avversario scarso". Tra il gioco della prima carta, lo spariglio, l'appariglio e il quarantotto, per finire al gioco dei muti ... parlanti, i protagonisti del Torneo non avranno motivo di annoiarsi. Le regole del codice settecentesco di Chitarella valgono molto, specie se coniugate con gli aggiornamenti sopraggiunti nel ... tempo. E richiedono pazienza e fedele applicazioni, confidando nel cedimento della soglia d'attenzione degli ... avversari.

 

Anteprima di Teatro sotto le Stelle al Teatro Biancardi di Avella con la Compagnia Altraccademia in “ Chi è cchiu' felice e me!”

scisciano - chi è cchiù felice e meAvella- 24.04.2014 - Dopo il grande successo riscosso dalla compagnia AltrAccademia al Teatro Comunale di Scisciano", lo scorso 15 marzo, replica di " Chi è cchiu' felice e me!", il capolavoro della compagnia teatrale sciscianese venerdì 25 aprile alle 20.30, al Teatro Comunale Domenico Biancardi di Avella, nell'anteprima di "Teatro sotto le Stelle" (1-31 Luglio 2014), organizzata dall'Associazione MELA in collaborazione con il Comune e la Fondazione "Avella Città d'Arte".
La regia è di Giuseppe La Rezza, le scene, l'audio e luci di Ernesto Serpico, l'assistente di scena Giuseppina Di Gennaro, il trucco curato da Brigida La Montagna, suggeritrice Giusy La Rezza, musiche del maestro e presidente dell'Ente Teatro di Scisciano, Ciro Perris.
" Chi è cchiu' felice e me! ", Vincenzo, un piccolo possidente, evita tutto ciò che può disturbare la sua quiete e si ritiene l'uomo più felice del mondo. Ma le disgrazie gli arrivano proprio in casa: il giovane Riccardo, dopo aver ferito un creditore in una rissa, si rifugia in casa sua costringendo Vincenzo, sotto la minaccia della pistola, a negarne la presenza ai carabinieri. Sono trascorsi due mesi e Riccardo, oramai risolta la sua vertenza giudiziaria, continua a frequentare la casa di Vincenzo e a corteggiarne la moglie Margherita, alimentando le maldicenze. Gli amici cercano di mettere in guardia Vincenzo e proprio quando questi sta per dimostrare la fedeltà della moglie, Margherita si getta tra le braccia di Riccardo.
Dica adesso chi è più felice di lui! La morale è chiara: la felicità vera tiene conto del prossimo: moglie compresa, e l'attaccamento egoistico alle piccole cose è la causa/conseguenza della soddisfazione minima e vanesia, tipica dei borghesucci. Di converso c'è la forza delle passioni represse, le malelingue di paese, il chiacchiericcio dei parenti che si crogiolano degli scandali e ne godono. La commedia è larga delle intrusioni dei vicini, pittati molto bene nei loro caratteri, e l'autore si dimostra maestro nel tratteggiarli, anche se indulge in una certa verbosità e nel compiacimento dei dettagli: il rossetto per Margherita, l'intrusione insistita del compare, e del gruppo degli amici. La parlata napoletana, il recupero di quei tempi e la personalità degli interpreti principali connotano molto efficacemente il lavoro. Gennaro Mucerino è un Vincenzo godibile e credibile, che passa nella gamma degli stati d'animo più diversi con dinamica resa scenica. Margherita linterpreta la bella Carmen Manzone: succube del marito,ritrosa verso il nuovo amore e poi finalmente libera di accondiscendere alla propria invincibile passione: brava sempre. Giovanni Di Palma, Miche De Falco Iovane, Sergio Cassese, Cecilia Caliendo, Cristiano Rossi, Antonio Buonincontri, Annalisa Felicella, Giovanni Napolitano, Gaetano Toscano, Sebastiano Perna, Francesco Mucerino, Nunzio Caliendo, Luigi Napolitano, Mara Francesca Antuoni, Carmine Sena, Pasquale Sansone, Luigi Alaia, Salvatore Sepe, Pasquale D'Alessandro completano la schiera degli interpreti di questo quadretto napoletano, gustoso e insieme divertente e melanconico. Il successo ha fatto eco a una platea che ha accolto pienamente questo Eduardo poco noto.

Vigilia della festa dei lavoratori insanguinata a Nusco

morte sul lavoroGiu.D'Ava. - Nusco - 30-04-2014 - Vigilia della festa dei lavoratori insanguinata in Irpinia. Si registra la prima vittima di un incidente sul lavoro.
Una vigilia scandita dalla tragedia avvenuta nel pomeriggio di ieri nella zona industriale tra Nusco e Montella, all'interno della Ecosistem Srl, azienda che si occupa di rifiuti non pericolosi e di raccolta differenziata, i cosiddetti Raee.
Si tratta di Vincenzo Gargano, un operaio di 50 anni, sposato con due figli appena maggiorenni, che è rimasto schiacciato da una balla di rifiuti di quattro quintali, caduta da una distanza di circa 1 metro, mentre con un mezzo attraversava l'area dove erano depositati.
Pare sia morto sul colpo ed ogni soccorso da parte dei colleghi, prontamente accorsi, allertati dal rumore della caduta della balla, è risultato inutile. Dopo pochi minuti sono giunti sul posto anche un'ambulanza del 1 18 e i militari della Compagnia dei Carabinieri di Montella, agli ordini del capitano Enrico Galloro, e quelli del Nucleo presso l'Ispettorato del Lavoro di Avellino, che hanno messo sotto sequestro l'area dove è avvenuto l'incidente mortale, dopo aver provveduto ad effettuare i rilievi del caso, mettendo sotto osservazione la tenuta e la messa in sicurezza del materiale depositato all'interno dell'azienda di Nusco.
La salma, invece, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Avellino è stata trasferita, dopo un primo accertamento da parte del medico legale, presso la sala mortuaria dell'ospedale di Sant'Angelo dei Lombardi, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, per essere sottoposta ad esame autoptico.
Questo ennesimo episodio la dice lunga sul tema della sicurezza sul lavoro. Infatti, restano ancora notevoli passi da fare sul fronte della sicurezza, considerato che gli incidenti sul lavoro avvengono ancora in maniera piuttosto frequente.

Una studentessa arianese si toglie la vita lanciandosi sotto un treno

carmeladpcGiu:D'Ava. - Avellino – 22.04.2014 - Una ragazza di 30 anni, Carmela Di Paola, studentessa fuori corso originaria di Ariano Irpino, sofferente di crisi depressive e sotto cure con psicofarmaci, è stata travolta e uccisa da un treno lo scorso martedì.
Gli inquirenti non hanno dubbi: non si è trattato di un incidente, ma di un gesto volontario. Carmela si era allontanata dalla sua abitazione, in contrada San Felice, e ha raggiunto con la sua auto lo scalo ferroviario, dove si è lanciata sui binari, al momento del passaggio dell'Intercity, partito alle 8.14 da Napoli e diretto a Bari. L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno.
Sul posto sono accorsi gli agenti della Polfer di Avellino e Benevento e del locale Commissariato per effettuare le constatazioni ed i rilievi del caso.