Dom10242021

la valle eventi new

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Notizie Area Irpina

LA FERALE NOTIZIA: MASINO MAGNOTTI NON C'È PIÙ

Ricordo di un “maestro” e di un “amico”.

fine vita 650x420Antonio Tulino - Avella 29 luglio 2019 - 15, 52 a,t. - In Roma, dove svolgeva la sua professione di medico, si celebreranno le esequie; in Roma risiedono la moglie e le figlie. 
Erano anni, ormai, che ad Avella veniva di rado e nei fugaci incontri palesava la sua naturale gentilezza, il garbo che lo fasciavano nel parlare, nell'agire e non lamentava l’allontanamento dal paese natio.

Educato alla vecchia maniera, la mamma, la Signora Maiorana, educatrice, il sentire pubblico e le nuove generazioni, se ne vantava, gioiva della naturale intelligenza del figlio, della sua volontà nello studio, la naturale propensione al capire. Un vanto per l'intero paese, negli anni 60, distratto ad inseguire le chimere del benessere, che lo guardava, il paese, con fervida ammirazione: primo negli studi, primo nella vita: questa la sua estensione dell’immaginario collettivo.

Magnifica la sua performance nell'opera sacra del " San Sebastiano Martire ". Forza, e fede si trasfusero nella sua dialettica artistica ed io, suo " Pancrazio ", lo abbracciai con immenso affetto. Quella rappresentazione artistica, espressione di una cattolicità datata, nel tempo trasfigurata e annichilita, ha sempre costituito, per la comunità avellana, un felice approdo di sano riposo estivo.

E Piazza Municipio si mutava in genius loci e Lui, Masino, emblema di una gioventù da imitare. In lui trasferivo le mie ansie fanciullesche, principe di un'emulazione mai appagata, mai raggiunta, sempre ho avuto riguardo.

Masino è andato via da Avella e in Roma ha trovato la sua residenza, il luogo del suo esercizio professionale.

Che amaro destino per Avella, rincorre i fantasmi del passato, sfruttando le vestigia di un tempo remoto, semmai dicendo vere falsità e non la naturale agnizione per chi dovrebbe ricordare. Avella Non custodisce i valori della contemporaneitàCiao Masino caro amico mio, figlio di una terra distratta.

La Redazione de IL Meridiano partecipa al dolore dei familiari.

AVELLA: LAUREA MAIELLA

Miche Maiella e il papàN.R. – 20.07.2019 - Il 18 luglio 2019, Michele Maiella ha conseguito con 110 e lode la laurea in Sociologia e Criminalogìa, presso l’Università di Chieti, continuando così, per la gioia di papà Antonio, una tradizione di famiglia.

Il neodottore ha discusso la tesi in Diritto Pubblico dal titolo “Posizioni di diritto e posizioni di fatto nell’esercizio del potere politico”. Relatore il ch.mo prof. Giampiero Di Plinio.

Congratulazioni ai genitori e “Ad maiora” a Michele da parte della Redazione de IL MERIDIANO

LAUREA NAPOLITANO

Amelia NapolitanoAvella 18.07.2019 - Il 15 luglio 2019, l’abellana Amelia Napolitano ha conseguito la laurea magistrale in Management del patrimonio culturale, presso l’Università Federico II di Napoli, uno dei corsi di recentissima attivazione, e si è brillantemente laureata con una tesi inOrganizzazione delle imprese culturali e ambientali”, discutendo suL’audience development strumento organizzativo a disposizione del musei. Il caso del Museo Archeologico Nazionale di Napoli”. Relatore il ch.mo prof. Stefano Consiglio.

Alla neodottoressa, socia del Gruppo Archeologico Avellano, dove sicuramente ha coltivato la passione per i beni culturali, insieme agli Auguri di rito di parenti ed amici, si aggiungano le congratulazioni del Gruppo Archeologico Avellano “Amedeo Maiuri” e quelle della Redazione de IL MERIDIANO con il beneaugurante “Per aspera ad astra”.

Mugnano del Cardinale: Ritorna ai fedeli Santa Maria delle Grazie

Dopo il restauro di Umberto Maggio, presentazione della statua con una pubblica manifestazione, organizzata da "Le Novative"..

Mugnano locandina N.R. – 14.07.2019 - Giovedì, 11 luglio, è stato presentato il restauro della scultura di Santa Maria delle Grazie, custodita nel Santuario di Santa Filomena a Mugnano del Cardinale.

Mugnano Elisabetta VitaleL’incontro, a cui hanno partecipato il rettore del Santuario don Giovanni Braschi, il sindaco di Mugnano del Cardinale Alessandro Napolitano, la dott.ssa Rosa Carafa della Soprintendenza di Salerno ed Avellino, la dott.ssa Antonia Solpietro, direttore Beni culturale della Diocesi di Nola, ed il restauratore Umberto Maggio, ha portato una ricchezza di novità sulle conoscenze della statua.

Mugnano i fedeliIl restauro, infatti, ha permesso di studiare l'icona sacra, che è stata attribuita alla bottega di Giacomo Colombo, ed è stata datata 1706, grazie al parallelo con la Madonna delle Grazie di Montecorvino Rovella, realizzata dallo stesso Colombo.

Ha brillantemente moderato la serata la dott, ssa Elisa Vitale, archeologa, che giocava in casa, essendo nativa di Mugnano.

Festa con le NovativeAlla fine dell’incontro, gran festa finale, grazie all’Associazione “Le Novative”, presidente Clelia Vario, che hanno organizzato anche il convegno di presentazione dal titolo “La bellezza rivelata dalla luce dei colori”.

Onorificenze al Merito e Medaglie d’Onore per gli internati nei lager nazisti: ecco tutti gli irpini premiati

Cerimonia della consegna presso il Conservatorio di Musica “Domenico Cimarosa” di Avellino, da parte del Prefetto Maria Tirone.

Conservatorio di Avellino Consegna onorificenze IMG 1609N.R. – 25.06.2019 - Si è tenuta nel pomeriggio, dello scorso 12 giugno, presso l’Auditorium del Conservatorio di Musica “Domenico Cimarosa” di Avellino, la consegna da parte del Prefetto Maria Tirone dei 37 diplomi di onorificenza dell’Ordine “al Merito della Repubblica Italiana”, che il Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, con decreto del 27 dicembre 2018, ha conferito a cittadini della Provincia irpina che si sono particolarmente distinti.

Il Prefetto ha proceduto anche alla consegna di 12 medaglie concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini irpini deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra, nonché delle miniature degli emblemi dello stemma e del gonfalone, concessi con decreto del Presidente della Repubblica al Comune di Castelvetere sul Calore.

GLI INSIGNITI DELLE ONORIFICENZE:

COMUNE DI AVELLINO: Uff. Dott. Nicola BATTISTA, Cav. Dott. Carmine Bilotto, Cav. Michelangelo Coppola, Cav Leopoldo DELLO RUSSO, Cav. Ciro GRECO, Cav. Federico IANNACCONE, Cav. Domenico LOFFREDO, Cav. Angelo PERRONE.

COMUNE DI ALTAVILLA IRPINA: Comm. Prof.ssa Antonetta TARTAGLIA, Cav. Francesco MASELLI

COMUNE DI ATRIPALDA: Cav. Gianluca AMORE

COMUNE DI AVELLA: Cav. Dott. Antonio CANONICO

COMUNE DI FONTANAROSA: Cav. Massimo GAMBINO

COMUNE DI FORINO: Uff. Giovanni VOTTARIELLO

COMUNE DI GESUALDO: Cav. Modestino SPERA

COMUNE DI GUARDIA LOMBARDI: Cav. Dott. Salvatore PIGNATARO

COMUNE DI LAURO: Cav. Pasquale FIOCCOLA

COMUNE DI LIONI: Cav. Gerardo NAPPA

COMUNE DI MERCOGLIANO: Uff. Dott. Modestino DEL GAUDIO, Cav. Mauro CITATI

COMUNE DI MONTECALVO IRPINO: Cav. Crescenzo GRUOSSO

COMUNE DI MONTEFORTE IRPINO: Cav. Dott. Antonio BARBIERO, Cav. Dante Ernesto CENSABELLA

COMUNE DI MONTELLA: Cav. Salvatore MALERBA

COMUNE DI MONTEMILETTO: Cav. Antonio PISANI

COMUNE DI MONTORO: Cav. Antonio CORSO

COMUNE DI OSPEDALETTO D’ALPINOLO: Cav. Luciano FASOLINO, Cav. Giovanni FESTA

COMUNE DI PRATOLA SERRA: Cav. Agostino ANNUNZIATA

COMUNE DI SAN POTITO ULTRA: Cav. Glaudio NAZZARO

COMUNE DI SANT’ANGELO ALL’ESCA: Cav. Dott. Attilio IANNUZZO

COMUNE DI SIRIGNANO: Cav. Mauro GALLO

COMUNE DI TAURANO: Cav. Pompeo LE DONNE

COMUNE DI TUFO: Cav. Ermando ZOINA

COMUNE DI VALLATA: Cav. Paolo MAZZEO

COMUNE DI VENTICANO: Cav. Antonio MANGANIELLO

COMUNE DI ZUNGOLI: Cav. Crescenzo FILOMENA

 

GLI INSIGNITI DELLE MEDAGLIE D’ONORE:

MONTECALVO IRPINO: Signor Giuseppe PUCINO (vivente)

AVELLINO: Signor Giuseppe LO RUSSO

BAIANO, Signor Antonio COLUCCI

MERCOGLIANO, Signor Carlo CIGNARELLA.

MONTEMILETTO: Signor Domenico Achille ZICCARDI

MONTORO: Signor Uriele CLEMENTE, Signor Francesco Saverio DEL PESCE 8. Signor Edoardo IORIO, Signor Giuseppe MOFFA, Signor Antonio TOLINO, Signor Alfonso TROISI

ROCCABASCERANA: Signor Vincenzo ETTORRE