BAIANO/ OBIETTIVO “INCONTRO”: L’ESODO DEGLI ITALIANI IN AMERICA TRA L’800 E IL ‘900

FOCUS CON GIUSEPPE MORICOLA SULL’AFFARE-MIGRAZIONE

copertina Lalbero della cuccagna di Moricola N.R. - 16\09\17 -  Pausa estiva ormai agli sgoccioli e si riapre l’agenda Per la conoscenza nel quadro delle iniziative del Circolo socio-culturale  “L’Incontro, con l’appuntamento fissato per domenica 17 settembre alle ore 10,30 nei locali del sodalizio di via Luigi Napolitano. Tema di riflessione e analisi  “L’emigrazione italiana in America tra l’800 e il900. Fuga dal sotto-sviluppo e speculazioni”, seguendo i percorsi del Focus che sarà sviluppato da Giuseppe Moricola, docente di Storia delle relazioni economiche internazionali nel Dipartimento di Scienze umane e sociali dell’Università Orientale di Napoli.

Giuseppe Moricola7Moricola, già docente di Storia della moneta e della banca nell’Università di Teramo, ha insegnato al Master di operatore dello sviluppo locale della Stoà di Ercolano, e vanta una qualificata ed apprezzata esperienza di amministratore pubblico per lo spirito di servizio, con cui ha esercitato le funzioni di sindaco di San Potito Ultra e di consigliere provinciale di Avellino. E’ autore dell’interessante saggio intitolato  “L’albero della cuccagna. L’affare emigrazione nel grande esodo tra l’800 e il ‘900”,pubblicato qualche mese fa dalla Casa editrice romana, Aracne; un testo agile per l’impostazione argomentativa ed esaustivo per l’articolato corredo di documentazione storiografica, che permette di far rivisitare compiutamente non solo  le cause, la genesi e gli effetti, ma anche gli aspetti spesso trascurati o del tutto ignorati nella comune vulgata, con cui si connotò il fenomeno dell’esodo transoceanico in massa degli italiani proprio a cavallo dell’ 800 e del ‘900, specie del Sud e di alcune regioni del Nord. Una rigorosa ricostruzione di storia sociale, che si attualizza, ripete e ritrova sotto vari profili nelle dinamiche dei flussi migratori del nostro tempo,diretti verso l’Europa comunitaria, anche e soprattutto quelli deteriori dello sfruttamento, delle vessazioni e delle speculazioni sulla pelle dei migranti.

Nicola Di Mauro e 7Il Focus, che sarà animato dal professore Giuseppe Moricola, si connette con quello del 19 giugno scorso, svoltosi nella sede  de “L’Incontro”, con gli stimolanti e approfonditi  interventi del dottor Nicola Di Mauro, ricercatore universitario con esperienze di stage vissute direttamente in Marocco e nell’area maghrebina, e dell’avvocatessa Giusy De Laurentiis  sulla scia dei contenuti tematici del foto-libro di Giulio Piscitelli, intitolato “Harraga.In viaggio bruciando le frontiere”, tra le rare e poche testimonianze di autenticità sulla realtà del pensare e del sentire dei migranti che  consapevolmente viaggiano senza documenti, con la ferma volontà di interrompere ogni legame con la terra d’origine nella forte ricerca di una condizione di vita e di una società meno aride e meno disumane. Un foto-libro, che ha il pregio e il merito di collocarsi oltre il piatto conformismo dell’informazione,con pre-giudizi incorporati. 

AVELLA: CULLA NAPOLITANO

IMG 20170725 WA0001Alle ore 9.15 del 24 luglio 2017, presso la Clinica Malzoni ad Avellino, è nato Guglielmo, un bel pezzo di bimbo, atteso da mamma Carmen Peirce da …. ben nove mesi ed accolto con gioia da papà Giovanni e dal fratellino Salvatore. La festa in casa Napolitano è condivisa da nonna Carmela D’Avanzo e nonna Patrizia Napoletano.

A Guglielmo va il classico Benvenuto da parte de IL MERIDIANO, mentre ai genitori auguriamo tutto ciò che i loro cuori desiderano che avvenga per il loro secondogenito.

Ad Avella “Un calcio alla Povertà” … con le lanterne

Anche se dalle nostre parti il rispetto delle regole è … ancora un optional, l’appello di Saverio è stato ascoltato e la manifestazione è riuscita.

locandina lanterneMp. D’Avanzo - 30.06.2017 - “Sosteniamo tutti ‘Un calcio alla povertà’, il grande progetto solidale di Saverio Pedalino, partecipando alla Notte delle Lanterne”. Questo lo slogan che è impazzato sul web per la manifestazione del 26 giugno 2017,giunta alla quarta edizione, con tanto di programma e di indicazioni minuziose:
1)Ore 21.45 = SPARO PREPARATIVO. Tutti i partecipanti si muniranno delle lanterne e si posizioneranno nel luogo in cui preferiscono avverrà il lancio.
2) Ore 21.57 = SPARO INDICATIVO dell’ACCENSIONE. Al momento dello sparo tutti i parte
cipanti provvederanno ad accendere la cella di alimentazione posizionata nella parte inferiore della lanterna (è preferibile accendere la lanterna in più punti per accelerare la combustione).
3) Ore 22.00 = SPARO INDICATIVO AL VOLO. I partecipanti lasceranno in VOLO la lanterna. (In ogni caso,prima di lasciarla,assicurarsi che la lanterna sia totalmente gonfia).
10313000 798208990219205 3422571553689059043 n
E ancora: Per avere una lanterna basta contattare Saverio Pedalino. È necessario che le lanterne siano a norma, di carta ignifuga e al 100% biodegradabile. Qualunque danno all’ambiente e a cose o persone è infatti perseguibile penalmente. In caso di condizioni meteo sfavorevoli,l’evento sarà rinviato, forse al giorno dopo
.

Notte lanterne 3Già prima dell’ora stabilita il cielo di tutto l’Avellano-Baianese è cominciato ad illuminarsi. A poco alla volta è stata un’esplosione di luci e di colori. Certo non tutti si sono attenuti alle indicazioni dell’organizzatore, perché dalle nostre parti il rispetto delle regole è … ancora un optional, ma l’appello di Saverio è stato ascoltato e la manifestazione è riuscita.

Gruppo di Architetti Irpini in visita ai siti archeologici di Avella

Continuano le attività di promozione.

Architetti ad Avella 1Michele Amato - 30.06.2017 - Continuano le attività di promozione in attesa del SIAT (Servizio di Accoglienza Turistica). Segnaliamo a tal proposito che I volontari del Nucleo di Promozione e Vigilanza  e la Protezione Civile del Comune di Avella hanno accolto l’8 giugno scorso un gruppo di architetti  irpini. A fare gli onori di casa gli architetti avellani Carmine Russo e Sebastiano Fabrucci.

Il gruppo ha visitato  tutti i siti archeologici della cittadina, osservando e analizzando in particolare le strutture dal punto di vista architettonico. A stimolare la curiosità dei presenti, a parte la bellezza, lo stato di conservazione dei beni e l’importanza dello sviluppo territoriale, il recupero dei siti e la loro fruibilità.  

Dopo la partecipazione alla“Biennale dello Spazio Pubblico”a Roma, promossa dall’Università Federico II di Napoli,  che ha visto la Città di Avella tra le protagoniste della manifestazione con la presenza in uno stand informativo organizzato da Carla Esposito, allieva della docente Marichela Sepe,  altri esperti del settore hanno scelto di sponsorizzare la cittadina con visite guidate

Avellino: esposizione di auto e moto d’epoca

Sabato 24 e Domenica 25 giugno. Organizzazione Pro loco Avellino e Auto Revival Club

locandina Auto revival clubC.S. - 24.06.2017 - Sabato 24 giugno dalle 8.30 Raggruppamento e verifiche ad AVELLINO lungo Viale Italia. Alle ore 10.30 trasferimento in Corso Vittorio Emanuele, sosta ed esposizione dei veicoli. A seguire breve visita dei maggiori monumenti e siti d'interesse storico e culturale della Città.
Nel pomeriggio alle ore 16.30 partenza per una visita a Summonte, di ritorno alle ore 20.30 sistemazione in Hotel.
Domenica 25, partenza alle ore 9.00 e parcheggio dei veicoli presso la Stazione della Funicolare di Mercogliano. Imbarco per il Santuario di Montevergine, per una visita al Santuario.
Alle ore 13.00, pranzo ad Ospedaletto D'Alpinolo e subito dopo commiato.
E’ un’occasione per poter ammirare un pezzo di storia dell’automobilismo italiano ed estero, con l’esposizione anche di moto d’epoca della Polizia Municipale di Salerno.