Gio04092020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Irpina

Sperone: La Caritas, operosa presenza e presidio di solidarietà

Una realtà associativa articolata e attivamente partecipata. Un ruolo pienamente osservato nell’attuale condizione d’emergenza sanitaria indotta dal covid-19.

Caritas Sperone logoN.R. - 30\03\20 - E’  una realtà associativa articolata e attivamente partecipata da un centinaio di volontari, quella costituita dalla Caritas, che, nel contesto cittadino, a Sperone, fa riferimento alla comunità parrocchiale di Sant’Elia profeta, la cui guida pastorale è affidata a don Reinaldo; una La Caritas di Sperone 1presenza operosa che si esprime da anni con una proficua testimonianza di impegno sociale in vari ambiti, per concorrere con le Istituzioni e altre associazioni alla crescita civile del territorio, facendo leva mirata ed orientata sulla pratica dei valori della solidarietà. Un impegno di volontariato, che viene assolvendo da anni con costanza e che la rendono uno dei più fattivi punti di riferimento della vita sociale locale. 

Un ruolo pienamente osservato nell’attuale condizione d’emergenza sanitaria indotta dal covid-19, ch’è anche e sempre più marcatamente emergenza sociale ed economica. Un percorso collaudato, lungo il quale il sodalizio di piazzale Sant’Elia si muove, per rendere Banco alimentareconcreti gli interventi della sua mission, resi possibili e continuativi dalla generosità delle donazioni di tante famiglie e cittadini. Un percorso- va evidenziato- che la Caritas cittadina compie nel generale quadro di comunanza e solidarietà che si vive dappertutto nella società mondializzata e che, nel suo “piccolo-piccolo”, si manifesta in modo fattivo nel territorio dell’ Unione intercomunale del Baianese e dell’Alto Clanio con tante encomiabili iniziative  poste in campo e che fanno capo ad associazioni socio-culturali e di volontariato, famiglie, Azione cattolica, Forum giovanili, gruppi consiliari e movimenti politici, amministrazioni comunali e organismi di Protezione civile.

Corso di formazione IMG 20190617 WA0042 1024x576Ed ecco il prospetto delle linee con cui opera la Caritas cittadina. E’ un prospetto di valenza strutturale che fa comprendere al meglio possibile lo spirito di servizio con cui operano i volontari dell’associazione, di cui sono animatrici le professoresse Carla Napolitano e Anna Gesuele, con lunga ed incisiva esperienza nel mondo della Scuola e nel rapporto con le giovani generazioni. Un prospetto di servizi specifici, con obiettivi di essenziale e particolare utilità.  Si va dalla consegna dei viveri di prima necessità e prodotti di igiene personale e della casa alla consegna di alimenti e indumenti per bambini della prima infanzia; dalla consegna dei pannoloni per anziani e ammalati all’ascolto e all’aiuto morale tramite telefono a persone sole, anziane e ammalate. E il servizio di ascolto e sostegno morale per via telefonica è di forte rilievo nel generare rasserenante empatia e umano conforto. E per i recapiti telefonici della Caritas, i numeri sono 3336397591 e 3345487196 

Avella: Lutto Ercolino

LuttoN.R. - 29.03.2020 - NON E’ PIU’ Carmine Ercolino. Ne danno il triste annuncio la moglie Rosa Buonaguro, i figli Filomena, Giovanni, Rosario e Felice, le nuore Maria Pina Capolongo, Alba Zaira Rainone e Carmela Corbisiero, i nipoti e parenti tutti.

In ottemperanza al DPCM del 08/03/2020 volto ad assumere le misure prudenziali per contrastare la diffusione del virus Covid-19 i funerali si terranno domani 30 marzo, alle ore 11.00, solo con l’inumazione della Salma nel cimitero di Avella ed in forma strettamente riservata ai familiari.

La redazione de ilmeridiano.net esprime alla famiglia Ercolino le più sentite condoglianze per la grave perdita.

 

"Cose” ai tempi del coronavirus

vicesindaco di Marzano di NolaIl vice-sindaco di Marzano di Nola, l’avvocato Massimo Muto, ha scritto una poesia intitolata “Virus”, per sdrammatizzare, ma soprattutto per far riflettere in un momento difficile come questo che si sta vivendo.

 

VIRUS

Quant’e’ triste stu virus
Ce costringe a ce sta chiuse
Nun ce fa neanche ‘ncuntra’
Stu virus overe fa!
È’ nu mostro silenzioso
Mette paur’ a tutt’ cose
Nun se riesce a contene’
È’ na cos’ ‘a stravede’!
‘A speranz’ ‘e tutte quante.
E’ a ddò fa murì all’istante
Ce sta n’arme assai putente
È e se sta a casa stu momento.
Figlje, mamme e nnammurate
Sta carogna’ â separati
Ma cantanne na canzone
Nuje riunimme l’emozione
Caro Virus
Mo te n’è a jì
St’umanita’ a fa giojì
Tutt’ a gente ‘e a fa’ abbraccia’
Facc’ ‘o piacere, vattenn’ ‘a ccà!
(Massimo Muto)

Morto Don Giovanni Picariello, parroco della Parrocchia dell’Ascensione di Mugnano del Cardinale dal 1980

Il ricordo di don Giuseppe Autorino e degli amici della Pro loco “Rimettiamoci Insieme”.

Parrocchia dellAscensioneN.S. – 21.03.2020 - La morte di Monsignor Giovanni Picariello, avvenuta intorno alle ore otto di sabato 21 marzo 2020, ha sconvolto tutto il Baianese-Alto Clanio e gli ambienti religiosi della Diocesi di Nola.

Nato a Quadrelle 86 anni fa, è stato alla guida della Parrocchia dell’Ascensione di Mugnano del Cardinale dal 1980 e, prima ancora, era stato alla guida della Parrocchia di San Giovanni di Ottaviano e a quella di Terzigno. Per anni ha celebkrato messa anche nella Chiesa di San Michele e nella cappella della Madonna di Montevergine.

luttoHa esercitato la professione sacerdotale per circa sessant’anni e la sua attività pastorale era terminata qualche anno fa quando ha lasciato il testimone a Don Giuseppe Autorino. Tuttavia, quando le condizioni di salute glielo permettevano, Don Giovanni Picariello compariva in pubblico e concelebrava le cerimonie religioseFattivo è stato il suo contributo anche nel campo socio – culturale, promuovendo diverse iniziative e, grazie alle sue esperienze e studi ed alla passione, è stato autore di diversi volumi. Già da diverse settimane, le sue condizioni di salute, per le varie patologie di cui era affetto, erano peggiorate.

Il feretro di Don Giovanni riposerà nel cimitero di Quadrelle, dove sarà collocato nella cappella di famiglia. In ottemperanza alle vigenti disposizioni governative, non sarà possibile lo svolgimento dei funerali in forma pubblica, per cui è prevista una benedizione in forma privata a cui parteciperanno i familiari più cari.

Le comunità di Mugnano del Cardinale, Quadrelle in primo luogo, e quelle del Baianese-Alto Clanio, abbracciano simbolicamente un parroco che ha dato tanto per la crescita delle fede religiosa tra le comunità locali. Non appena ci sarà l’occasione le comunità e le organizzazioni religiose gli tributeranno un doveroso ricordo. Anche il Meridiano si accomuna alle condoglianze.

Così si è espressoDon Giuseppe Autorino alla notizia della morte di Don Giovanni:” Il Signore Risorto inondi di luce la anima, perché possa partecipare alla gloria celeste. La comunità interparrocchiale di Mugnano del Cardinale prega per la morte di don Giovanni Picariello, parroco emerito”.

Anche la proloco di Mugnano lo ha voluto ricordare con il messaggio che segue:”Una tristissima notizia ha attraversato i nostri cuori, in questo giorno di inizio primavera. È venuto a mancare Don Giovanni Picariello. Nativo di Quadrelle, era stato Parroco di Mugnano del Cardinale guidando la parrocchia dell’Ascensione dagli inizi degli anni ’80 con capacità, generosità e grande umanità. Tantissimi i ricordi che accompagnano la figura di Don Giovanni, uno su tutti il momento in cui andammo ad invitarlo a partecipare al gruppo di lavoro per formare la nuova Pro Loco, di cui è stato uno tra i soci fondatori: entusiasta e felicissimo come un bambino mise a disposizione il suo studio come prima sede della Pro Loco. Ci stringiamo al dolore di tutta la sua famiglia, a cui vanno le nostre sentite condoglianze. Una perdita enorme per la nostra comunità.  In questi giorni in cui non sarà possibile fare una visita per porgere un ultimo saluto, facciamo una preghiera per te carissimo ed amatissimo Don Giovanni. Che la terra ti sia lieve”.

Visciano: Morto don Michele Lombardi

Il cordoglio di Don Giuseppe Parisi.

Don Michele09.03.2020 - È morto Don Michele Lombardi, parroco di lunga data, originario di Cimitile, che negli ultimi anni celebrava Messa presso alcune parrocchie di Avella, tra le quali quella della Frazione Purgatorio.

La Salma è arrivata domenica 8 marzo, alle 14.30, nella Parrocchia di San Felice in Pincis in Cimitile, dove, alle 16.00, Il Vescovo Nola mons. Francesco Marino ha celebrato la S. Messa.

Così il cordoglio del parroco avellano Don Giuseppe Parisi:

Caro Don Michele,

Servo fedele, gentile e buono. Uomo pratico, socievole, sempre disponibile e attento. Collaboratore premuroso del parroco.

Grazie per i sorrisi e la gioia che hai saputo trasmettere alla comunità avellana.
Pregheremo per te, anche tu prega per questa gente che hai amato e che tanto ti ha amato
.

Il Meridiano, insieme alla Comunità Avellana, esprime profondo cordoglio per la dipartita di Don Michele.