Cimitile: l’AIDO ha presentato “i Colori della Vita” nelle Basiliche Paleocristiane

L’ Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule ha portato la moda e la sensibilizzazione nelle Basiliche.

Locandina icolori della vita 11 5N.R. – 03.06.2019 - Ancora una volta l’AIDO (Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule), si rende promotrice di un evento sociale e culturale, mirante a diffondere la cultura della donazione degli organi nella comunità locale.

basiliche paleocristiane cimitile 01La manifestazione in questione, dal titolo I COLORI DELLA VITA, si è svolta venerdì 31 maggio 2019, a partire dalle ore 19.00, presso il suggestivo sito storico-archeologico delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile ed è stato incentrato su una sfilata di moda, realizzata dall’Istituto “Caravaggio” di San Gennaro Vesuviano, in collaborazione con l‘Istituto “Rosmini” di Palma Campania per il settore musicale, con l’istituto “Carmine Russo” di Cicciano per l’accoglienza e con l’Accademia “Triade” di Nola per il trucco.

Aido Avellino imagesC0VVZXKBCi sono stati, inoltre, gli interventi di vari medici per illustrare le tematiche proprie della donazione. L’evento, ad ingresso libero, ha ottenuto il patrocinio morale del Comune di Cimitile e dall’ASL Napoli 3 Sud.

Erano presenti il sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero; la dr.ssa Antonietta Costantini, Direttore Generale ASL Napoli 3 Sud; il dr. Domenico Russo, Direttore Distretto Sociosanitario n° 49; la prof.essa di Oncoematologia pediatrica dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Fiorina Casale; l’avv. Brigida Saviano, presidente dell’Associazione Punto G190 di Ottaviano; il cantante Gennaro De Crescenzo; il filosofo e scrittore Aldo Di Mauro; la campionessa mondiale di apnea in assetto variabile Mariafelicia Carraturo; il musicista Antonio Franzese.

foto 20L’evento è stato ideato e organizzato da Felice Peluso, Vice Presidente Aido Sezione Provinciale di Avellino, che ha coinvolto le Associazioni AGOP (Associazione genitori oncologia pediatrica), ANED (Associazione nazionale emodializzati e trapiantati) e ANERC (Associazione nefropatici ed emodializzati regione Campania).

ISTITUTO VESCOVILE DI NOLA: 66° CONVEGNO EX ALUNNI

Il presidente dell’Associazione, prof. Clemente Napolitano, ha organizzato l’evento incentrandolo sul tributo alla figura e all'opera di Mons. Andrea Ruggiero, a dieci anni dalla scomparsa.

Sala settecentescaN.R. - 26.04.2019 - Il 28 aprile 2019 si svolgerà l'annuale Convegno degli Ex alunni, il 66° dell’Associazione, che, diversamente dagli ultimi anni, avrà uno taglio particolare, incentrato sul ricordo e la riconoscenza/gratitudineInfatti, per l'occasione, si renderà un giusto tributo alla figura e all'opera di Mons. Andrea Ruggiero, a dieci anni dalla scomparsa.

Don Andrea Ruggiero 71Mons. Andrea Ruggiero, oltre che apprezzato docente ed illustre preside dell'Istituto Vescovile, è stato per lunghi anni guida della Comunità parrocchiale della Chiesa dedicata a San Felice Vescovo e Martire e colonna portante del Seminario, cui ha dedicato tutte le sue energie della mente e del cuore.

L’occasione dell’incontro sarà anche motivo, tra i presenti, di condividere emozioni e ricordi, momenti di gioia e di convivialità

Programma della giornata in dettaglio:

Ore 9.00   -   Accoglienza

Ore 9.30   -    S. Messa celebrata da S. E. Francesco Marino, Vescovo di Nola

Ore 10.30 - Coffe-break

Ore 11.15 -   Sala settecentesca: “... Ricordando Mons. A. Ruggiero, a dieci anni dalla morte”, con l’intervento di Padre Beniamino Depalma, Vescovo Emerito di Nola

Ore 12.15 - Sala docenti: Scoprimento Epigrafe commemorativa

Ore 13.00 -  Pranzo sociale

Nuovo organigramma alla Sezione di Nola dell’ANMIG: eletto presidente l’ing. Giovanni Velotti

Domenica 3 febbraio si è rinnovato l’organigramma Anmig-sezione di Nola.

Nola 4 novembre 2018Da ilc@zziblog – 04.02.2019 - E’ stato eletto presidente l’ingegnere Giovanni Velotti; vicepresidente la dott.ssa Concetta Nunziata; segretaria Ester Quercia; economo Nicola Napolitano e presidente dei sindaci Maria Rosa Albano.

Secondo il neopresidente,” il ruolo di tale fondazione è mutato negli anni: inizialmente aveva un ruolo di assistenza per i reduci e per chi in armi aveva combattuto per la patria, viceversa oggi rappresenta una opera di testimonianza, con l’alto compito morale di rinnovare, con forza, i fili della memoria tra vecchie e nuove generazioni, per una storia che deve essere preservata e costruita”.

La fondazione conserva un mosaico importante di notizie, curiosità e aneddoti che delinea uno spaccato di storia locale vivo, interessante e stimolante, esempio vivente per le nuove generazioni e memoria indelebile della Nola che fu, per conoscere e difendere la memoria culturale e artistica della cittadina, la quale vanta una storia millenaria invidiabile – ha affermato l’ing. VelottiUn ritorno al passato è l’origine di un futuro migliore, autentico nei valori e nei significati. In ogni campo, dall’arte alla cultura, le tradizioni non vanno mai abbandonate, possono modificare qualche aspetto e indirizzarsi ai mutamenti sociali, ma vanno conservate. Un popolo senza tradizioniconclude il Velottiè senza patria e senza anima”.

Nola / Museo Storico: Aldo Moro tra guerra fredda e commissione d’inchiesta

Se ne discute con l’on. Fioroni e Pino Nazio.

img 20190321 wa0003C.S. – 22.03.2019 - Sabato23 marzo, con inizio alle ore 17.30 se ne discute con l’on. Fioroni, presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, e Pino Nazio, giornalista ed autore del libro “Aldo Moro e la guerra fredda in Italia”, presso il Museo Storico-archeologico di Nola. Tema dell’incontro:“La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi”.

Alla manifestazione, organizzata dal Rotary Nola-Pomigliano d’Arco Distretto 2100, porteranno l’indirizzo di saluto: Ida De Falco, presidente AC di Nola-Pomigliano; Giacomo Franzese, direttore del Museo Archeologico; prof.ssa Floriana Nappi, coordinatrice regionale Parlamento della Legalità Internazionale.

Casamarciano: Eletto il nuovo coordinatore del Forum dei giovani

Il consigliere delegato alle politiche giovanili, Angelo Piscitelli:”Continua il percorso di rinnovamento che rafforza il dialogo progettuale con i giovani, per i giovani”.

Direttivo Forum Giovani di CasamarcianoN.R. - 23.01.2019 - È il diciottenne Clemente Primiano il nuovo coordinatore del Forum dei giovani di Casamarciano, nominato all’unanimità, nella serata del 22 gennaio, nel corso della prima riunione del direttivo. E’ stato eletto vice coordinatore, Sabatino Ruotolo, e segretaria Anna Maria Angelillo.

Ringrazio per la fiducia i miei compagniha dichiarato il neo eletto Clemente PrimianoMi attende una grande responsabilità che porterò avanti con impegno, entusiasmo e dedizione per concretizzare quello che sin da subito è stato il nostro progetto di condivisione per disegnare insieme il presente ed il futuro delle politiche giovanili, con i giovani e per i giovani”.

Clemente Primiano è il coordinatore più giovane della storia del forum di Casamarciano e subentra a Mariangela Russo che, per quattro anni, ne è stata guida capace ed attiva, raggiungendo ottimi risultati, soprattutto in termini di partecipazione e coinvolgimento nel sociale e nei beni culturali.

Faccio un grande in bocca al lupo al nuovo coordinatore e a tutti i ragazzi con l’auspicio che si rafforzi sempre più la collaborazione tra i giovani del territorio e l’amministrazione comunaleha commentato il consigliere comunale delegato agli eventi e alle politiche giovanili, Angelo PiscitelliSono certo che Clemente interpreti al meglio la voce di tanti ragazzi suoi coetanei e saprà intercettarne le esigenze con idee nuove ed innovative nel solco di quanto avviato da chi l’ha preceduto in questa mission che è Mariangela Russo, che ringrazio per l’ottimo lavoro svolto, ed in prospettiva di quel rinnovamento radicale che ci vede sempre più coinvolti come amministratori e di cui il forum oggi è valida espressione”.

Sottocategorie