SUCCESSO DELLA LISTA “INGEGNO NAPOLETANO” E DELLA NOLANA ADA MINIERI AL RINNOVO DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI INGEGNIERI DI NAPOLI

En plein della lista “Ingegno Napoletano”, guidata da Edoardo Cosenza, l’ex assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile della Giunta Caldoro in Regione Campania, per il rinnovo dell’ordine del Consiglio degli Ingegneri di Napoli per il quadriennio 2017-2021.

Ordine Ingegnieri img 20171006 wa0004ra.na. – ottobre 2017 -  La lista, “Ingegno Napoletano”, a scrutinio definitivo, è entrata nella storia per il record non solo di elettori, ma soprattutto di sostenitori. Dopo oltre un mese dall’inizio delle votazioni sono, infatti, stati eletti consiglieri tutti i rappresentanti della lista: Cosenza Eduardo (2538); Prota Andrea (2173); Castaldo Barbara (2120); Minieri Ada (2080); De Rosa Raffaele (2029); Annunziata Gennaro (1968); Lizza Andrea (1947); Della Morte Valentina (1910); Piccolo Vittorio (1884); Fontana Massimo (1877); Nardi Ettore (1856); Esposito Giovanni (1828); Verdoliva Ciro (1810); Giovanni Carmine (1781); per la sezione B (laurea triennale) Giovanni Alfano (1861).

In questa elezione Cosenza ha superato il record delle preferenze, risultando il candidato con il maggior numero di voti nella storia elettorale dell’Ordine di Napoli3593 ingegneri alle urne, circa il 28% degli iscritti, anche in questo caso una percentuale senza precedenti a livello nazionale. 87 candidati della sezione A ed 11 sezione BOtto i nuovi ingressi e sette i riconfermati. Tra le new entry anche Ada Minierila prima in assoluto con 2080 preferenze. Un successo senza precedenti per la candidata nolana..

ordine forense di Napoliimg 20171006 wa0003Per la prima volta entrano in Consiglio tre donneAda Minieri, Valentina della Morte e Barbara Castaldo. Un primato quello della presenza delle donne nel Consiglio dell’ordine di Napoli che fin dal 1996 ha istituito una Commissione Pari Opportunità.

Il nuovo Consiglio si è insediato martedì 10 ottobre, allorquando c’è stato il passaggio di consegna con Luigi Vinci, per venti anni al vertice dell’ordine e da oltre trent’anni in Consiglio.

Curiosità: Meo Alessandra (255) e Battipaglia Giacomo (127), candidati nolani, si sono classificati al 26° e 42° posto, mentre per la sezione B Mario Manna (non eletto) è risultato terzo con 155 voti.

Gli Incontri Zonali dell’Azione Cattolica per adulti sulla “Catechesi attraverso l’arte”

Un viaggio tra fede, arte e cultura.

Madonna di Cicciano 402x330 1C.S. – 08.11.2017 - In vista dell’Avvento, l'Azione cattolica diocesana, come consuetudine, propone tre incontri zonali per il settore adulti che si svolgeranno come “catechesi attraverso l’arte”, per coniugare il desiderio di approfondimento della propria fede a quello di conoscere il vasto patrimonio storico, artistico, culturale e teologico della nostra diocesi

Protagonista degli  incontri Maria e il suo "sì", quell'umile "sì" che ha cambiato il mondo.

Gli incontri si terranno contemporaneamente venerdì 10 novembre alle ore 19,30:

  • prima zona pastorale: Cicciano, Santuario cittadino della Madonna degli Angeli (viale Madonna degli Angeli);
  • seconda zona pastorale: Marigliano, chiesa dell’Annunziata nei pressi della parrocchia di Santa Maria delle Grazie (parcheggio consigliato nei dintorni della villa di Marigliano);
  • terza zona pastorale: Boscoreale, chiesa parrocchiale di Maria SS. Liberatrice dai Flagelli (via Gesuiti 11, Boscoreale)

NOLA: RICORDATO DON BRUNO SCHETTINO A TRENT’ANNI DALLA SUA ORDINAZIONE EPISCOPALE

Il Comitato di iniziativa popolare è ancora in attesa di una intestazione di un luogo pubblico alla sua memoria.

Ricordato Do Bruno fb img 1507396488259ra.na. – 10.10.2017 - E’ stato ricordato dai suoi amici, il 7 ottobre, nella Chiesa del Carmine, in occasione del 30° anniversario dell’ordinazione episcopale, don Bruno Schettino, morto il 21 settembre del 2012All’incontro hanno partecipato don Enrico Tuccillo, parroco del Carmine; il magistrato Pasquale Cantaniello e S.E. Mons. Angelo Spiniello, vescovo di Aversa.

Don Bruno fu ordinato sacerdote nel 1964 ed eletto vescovo l’11 febbraio 1987. Dal 1997 fino alla sua morte, che avvenne di notte per infarto, fu vescovo di Capua. Molto apprezzato per la sua battaglia per l’affermazione dei diritti degli immigrati, fu presidente della Commissione Episcopale per le Migrazioni e membro della Conferenza Episcopale Campana. Don Bruno, all’atto della sua nomina a vescovo, era parroco della Chiesa del Carmine.

Il Comitato di iniziativa popolare per intestare un luogo pubblico alla memoria di don Bruno è ancora in attesa, nonostante siano state raccolte oltre mille firme.

NOLA / GIORNATA MONDIALE DELLA PASTA: GLI AMICI DEL MARCIAPIEDE IN PIAZZETTA IMMACOLATA

A promuovere l’iniziativa per il quinto anno consecutivo è l’Associazione Nazionale “Amici del Marciapiede” presieduta da Giulio La Marca.

Giornata Mondiale della Pasta Amici del MarciapiedeC.S. - 03.11.2017 - Da secoli rappresenta il trionfo a tavola entrando di diritto nel patrimonio gastronomico italiano, che affonda le sue radici nella dieta mediterranea. Cucinata in mille modi, è bontà per ogni palato ed ogni anno il 25 ottobre il mondo le dedica un’intera giornata di festa. Stiamo parlando della pasta, quell’alimento gustoso e prelibato che sabato 28 ottobre 2017, è stato protagonista indiscusso in piazzetta Immacolata a Nola.

pasta day iniziative e workshop sul cibo pi famoso del mondo 128828Appuntamento dalle 20.00 per una serata goliardica, all’insegna della buona tavola, con lo chef Tony, ma è stato anche l’appuntamento dell’amicizia e della musica con l’intrattenimento dei tre tenori Umberto, Biagio e Tonino.

Un momento di condivisione che, come ha spiegato il presidente La Marca, “si inserisce nell’ottica di una programmazione consolidata portata avanti dal sodalizio che ha inserito le celebrazioni legate alla pasta negli appuntamenti fissi del calendario associativo insieme alla ‘Befana solidale’ e a ‘Calici sotto le stelle’. Iniziative variegate – ha continuato La Marca elezione presidente amici del marciapiede nola 18 feb 2012 giulio la marca apre la bottiglia di champagnema caratterizzate tutte dallo spirito di collaborazione e fratellanza, valori che da sempre identificano il nostro operato. Con questa giornata poi nello specifico vogliamo valorizzare un prodotto che consumiamo quotidianamente a tavola proponendolo in cotture e preparazioni diversificate e promuovendo, nello stesso tempo, i pastifici del nostro territorio che oggi rappresentano delle eccellenze del settore in Italia e nel mondo. Occorre preservare le radici di questo territorioha concluso La Marca – e far sì che esse diventino occasioni valide, in questo caso anche ghiotte, per far conoscere la città e le sue tradizioni, culinarie e culturali”.

Hanno presenziato all’evento famosi pastai dell’area nolano-vesuviana, con appositi stand allestiti. 

NOLA / FESTA DEI FOLLI: SI INAUGURA IL DEHORS

Sabato 16 settembre 2017  l’ inaugurazione.

 

dehors lafestadeifolliC.S. - 15.09.2017 - Sabato 16 settembre 2017, la Festa dei Folli inaugura, un nuovissimo spazio, il DEHORS!

Una piccola oasi, nel pieno centro storico di Nola a due passi da Piazza Duomo, dove fare una pausa, immersi nella bellezza del verde e della street art, per gustare un caffè, un tè, una tisana, accompagnati da ottimi dolci fatti in casa, assaporare un drink, bere un buon bicchiere di vino o un’ottima birra artigianale, comodamente seduti, scambiare due chiacchiere, leggere un quotidiano, un libro della PICCOLA BIBLIOTECA LIBERA: la cassetta in legno, che custodisce libri in libera consultazione, in continuo cambiamento con il motto Prendi un libro, porta un libro!

Sarà come una carezza a 6 sensi: buon gusto, calore, dettagli, ricercatezza, brio e dolcezza.

Una bella e nuova scommessa nella stimolante, entusiasmante, rivoluzionaria, quotidiana r-esistenza, presidio, baluardo CULTURALE dell’Associazione Culturale la Festa dei Folli.

Sottocategorie