Nola: Mostra di Arte contemporanea al Museo Archeologico

L’evento organizzato dall’Associazione “Villa Sistemi Reggina” espone le opere di 5 talenti emergenti.

Locandina OfficinARS N. R. - 10.12.2017 - Il Museo Archeologico Nazionale di Nola, diretto dall’architetto Giacomo Franzese, ospita la Mostra di Arte contemporanea OfficinARS, inaugurata sabato 9 dicembre. Si tratta del momento conclusivo di un concorso gratuito internazionale, a scopo benefico, Mostra di Nola tavolo 950x438organizzato dall’Associazione socio culturale “Villa Sistemi Reggiana”, presieduta dalla prof.ssa Maria Teresa Crispo.

Sono esposte le opere pittoriche e scultoree di cinque talenti emergenti selezionati su 80 altri artisti, che con tecniche diverse affrontano temi sociali ed ambientaliLa mostra, curata dal prof Gianantonio Cristalli e dall’Architetto Mara D’Onofrio, chiuderà i battenti l'8 gennaio 2018 e sarà visitabile tutti i giorni tranne il lunedì, dalle ore 9.00 fino alle ore 19.00.

Nola / Festa dei Gigli 2018: Rinnovata la partnership tra Fondazione e Accademia delle Belle Arti per la realizzazione del manifesto ufficiale

Il manifesto e l’immagine coordinata, anche per la Festa dei Gigli 2018, saranno realizzati dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Si rinnova dunque la partnership tra la Fondazione Festa dei Gigli ed il prestigioso istituto che già lo scorso anno ha riscosso un notevole consenso. Una collaborazione che rientra nell’ambito di un accordo – quadro di durata triennale, in cui si prevede la realizzazione di iniziative formative di eccellenza in ambiti di comune interesse.

don lino donofrio 314x381N. R. – novembre 2017 - Il 26 ottobre scorso, il consigliere della Fondazione Festa dei Gigli, Don Lino D’Onofrio, accompagnato dall’artista nolano, Vittorio Avella, ha incontrato alcuni docenti e rappresentanti dell’Accademia, presso la sede di via Portacarrese a Calvario a Napoli, per delineare insieme il percorso da seguire per dare concretamente il via al progetto.

Vittorio AvellaCome già accaduto lo scorso anno, gli allievi si cimenteranno, attraverso un bando interno all’Accademia, nella progettazione del manifesto e dell’immagine coordinata che saranno utilizzati nella produzione di tutto il materiale di promozione relativo alla prossima Festa dei Gigli.

Nei prossimi giorni, i rappresentanti Fondazione incontreranno, presso l’ Accademia, gli studenti interessati, per fornire loro le prime informazioni circa la storia ed il valore della Festa, oggi bene manifesto festa dei gigli 2017tutelato dall’Unesco. E’ previsto poi anche un secondo appuntamento, questa volta a Nola, affinché i ragazzi possano calarsi a pieno nel significato culturale, antropologico e religioso della millenaria kermesse al fine di trarne validi ed utili elementi di ispirazione.

L'affidamento all'Accademia rappresenta solo un aspetto di un più ampio "progetto culturale" che da tempo la Fondazione porta avanti anche attraverso accordi di cooperazione e protocolli di intesa, stipulati con enti culturali di significativa rilevanza nazionale. Si tratta di un’ importante elemento di crescita nel percorso di valorizzazione della Festa e del territorio

La catena di San Clemente: Fede, tradizione e mercatini di Natale

Clou la tradizionale “Catena di San Clemente”, che, quest’anno, si sdoppierà. A fare da cornice all’attesa e peculiare processione i mercatini di Natale

Casamarciano catenaL.C.Tarantino - Casamarciano 20.11.2017 - Cinque giorni di eventi per la festa di San Clemente. Da mercoledì 22 a domenica 26 novembre il paese si animerà di appuntamenti legati alle celebrazioni dedicate al Santo Patrono. Un carnet che ha come momento clou la tradizionale “Catena di San Clemente”, che, quest’anno, si sdoppia coinvolgendo anche i piccoli alunni delle scuole del paese.

A fare da cornice all’attesa e peculiare processione i mercatini di Natale, che, per tre giorni, rallegreranno il borgo di Santa Maria del Plesco. Si inizia mercoledì 22 a partire dalle 10.30, quando i giovanissimi studenti dell’Istituto comprensivo “Costantini” daranno vita alla “Catena dei bambini”: i piccoli, partendo dalla piazza del paese,  raggiungeranno mano nella mano il borgo di Santa Maria dinanzi alla “panchina rossa” e qui daranno vita ad un momento di riflessione dedicato alla violenza ed al bullismo. Una manifestazione che ripropone “in scala” il suggestivo ed antico corteo in programma il giorno seguente.

Casamarciano catena San ClementeDalle 9.30 di giovedì 23 novembre, giornata dedicata a San Clemente, si svolgerà, infatti, la “Catena”,  un rito che non ha simili nell’area nolana ed in Campania e che coinvolge l’intera popolazione: la statua del santo, issata sulle spalle dei fedeli, portata fuori dalla parrocchia che si trova al centro del paese, viene trasportata tra le sue strade fino a raggiungere l’originaria chiesa posta sulla collina che prende il nome del Santo.

Il percorso è costituito da un’irta salita e per favorire l’ascesa del simulacro fino al tempietto si crea una catena umana, grazie alla quale la struttura lignea, dopo una corsa vorticosa e spettacolare, arriva ai ruderi.

A coronare due giorni di riflessione e fede quest’anno ci sono i mercatini di Natale organizzati dall’associazione “Le mille ed una donna” per il secondo anno consecutivo. Dal 24 al 26 novembre il borgo di Santa Maria del Plesco diventa un allegro bazar natalizio, con stand di artigianato locale, prodotti tipici, musica, balli e degustazioni, mentre per i più piccoli ci sarà la possibilità di giocare nella casa di Babbo Natale.

I visitatori quest’anno hanno anche alle possibilità, dalle 18.00 alle 20.00, di effettuare visite guidate nella Chiesa di Santa Maria, riaperta a settembre dopo cinquanta anni di oblio, con la guida dei volontari del Gruppo Archeologico Oreale.

NOLA: NEW LOOK PER LO SPARTITRAFFICO DI VIA ON. FRANCESCO NAPOLITANO

Nola lavori img 20171127 wa0014ra.na – 27.11.2'017 - Operazione ”restyling” dello spartitraffico centrale in via on. Francesco Napolitano a Nola, tratto Circumvesuviana, all’incrocio di via A. Laterizio (complessivamente 180 metri).

I lavori consistono nella rimozione delle vecchie fioriere, non a norma per la sicurezza del traffico, con l’installazione di due cordoli in pietra lavica da 90 metri cadauno, con al centro un’aiuola.

Se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli, il cantiere durerà al massimo una decina di giorni.

Sto cercando di accelerare i tempisottolinea il titolare della ditta affidataria dei lavori Santino Marottaper ridurre al minimo i disagi dei residenti e degli automobilisti. Molto probabilmente, condizioni meteo permettendo, entro la fine della prossima settimana i lavori saranno conclusi e la zona potrà avere uno spartitraffico in sicurezza con segnaletica luminosa verticale ed orizzontale”.

Nola / Vesuvio Wine Festival: Un workshop con degustazione dedicato al vino in piazza Duomo

Degustazioni e seminario di approfondimento sui Vini del Vesuvio.

 

Vine festival fb img 1510600188128N. R. – 18.11.2017 - Nola, in occasione della Festa di San Felice a Nola, al via il “Vesuvio Wine Festival”, iniziativa promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi con l’assessore alle Attività Produttive Michele Cutolo, in sinergia con il Consorzio Tutela Vini del Vesuvio e l’Associazione Italiana Sommelier – Comuni Vesuviani.

L’appuntamento, per le 19.00 di  sabato 18 novembre, prevede due momenti: il primo con un seminario di approfondimento ed approccio alla degustazione a cura di Ernesto Lamatta, Delegato AIS Comuni Vesuviani, nei locali del Circolo Giordano Bruno in piazza Duomo, a cui partecipano esperti nel campo della viticoltura che offriranno un’analisi delle varie componenti che costituiscono l’intera filiera vitivinicola, mettendo in evidenza gli aspetti cruciali delle scelte produttive. Al focus segue, poi, la degustazione in piazza Duomo che, per l’occasione, accoglie, tutte le aziende del Consorzio Vini del Vesuvio.

michele cutolo 2E’ l’occasionespiega l’assessore alle Attività Produttive Michele Cutolodi porre l’attenzione sul ruolo straordinario del vino, non solo come prodotto, ma soprattutto come patrimonio da preservare ed accrescere. Rafforziamo il sistema della viticoltura italiana puntando su innovazione e tradizione ed offrendo reali opportunità di confronto e crescita”.

Sottocategorie