Nolano: Nuovo singolo di Deejay Mascolo, giovane promessa dell’electro house

Dopo "You Don't Know" e "Stars Shining" arriva "My House". Ecco dove è possibile ascoltarlo.

Servizio di Antonio Franzese - 10 ago 2018  da MARIGLIANO.net

copertina discoRoccarainola -  Ha appena 18 anni,  ma già si fa valere con la sua musica. Ha iniziato a stare alla console sin da piccolo. L’ha chiesta in regalo al papà al posto delle scarpe da calcio e da allora l’amore per la musica lo sta portando lontano. Stiamo parlando di Davide Mascolo, Dee-Jay/ Producer, giovane promessa dell’electro house. Classe 2000, proviene da Roccarainola .

Dopo la prima uscita con il brano “You Don’t Know” e la seconda “Stars Shining” sotto l’etichetta Daviddance Records – entrambe su Radio Ibiza- il neo diciottenne è pronto ad attirare nuovamente l’attenzione con il singolo dal titolo “My House”. Il pezzo riscopre le classiche sonorità dell’house music, che si fondono al tempo stesso con la musica elettronica: viene fuori così un progetto del tutto inedito, direttamente su Smilax Publishing. 

Per Dj Mascolo si tratta di un altro importante traguardo. La strada verso il successo è ancora lontana ma le soddisfazioni stanno arrivando. Considerarlo un lavoro per lui è ancora presto, per ora si parla solo di tanta passione. Tra i generi che ama suonare troviamo in pole position la trance, un tipo di musica elettronica nato in Germania all’inizio degli anni Novanta, ma predilige anche la techno progressive e l’electro house. Il sogno del giovanissimo dj è di trasformare questa grande passione in lavoro, e c’è da scommettere che ci riuscirà.

Il singolo è disponibile da oggi nei maggiori Digital Store come Spotify, Itunes, Beatport.

Visciano: Convegno su " Le proposte dei giovani per una cultura delle idee"

E' stato questo il tema del convegno che si é tenuto presso l'Eremo dei Camaldoli a cura dei "Prossimamente",  i giovani di Forza Italia. Presenti Aldo Patriciello  Maria Stella Gelmini, Armando Cesaro, Stefano Caldoro. Ha concluso Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo

Visciano thumbnail 20180713 172959A.A. - 14.07.2018 - Una serie di incontri politici, programmati per discutere con i militanti e colleghi di partito del nuovo corso di Forza Italia voluto da Silvio Berlusconi. Sul tavolo anche i rapporti con gli alleati del centrodestra, l’economia, il lavoro, il Mezzogiorno e, ovviamente, la posizione dell’Italia all’interno dell’Unione Europea.

Patriciello e Tajani  hanno fatto tappa a Roma, presso la sede italiana del Parlamento europeo, giovedì 12 in mattinata,  per programmare la kermesse annuale di Fiuggi “L’Italia e l’Europa che vogliamo”.

Venerdì 13 e sabato 14, invece, spazio agli appuntamenti di partito, rispettivamente a Visciano (Napoli), per il convegno “Le proposte dei giovani per un’Europa delle idee”, e Pescara, dove alla presenza di tutti i big del partito si terranno gli stati generali di Forza Italia in Abruzzo.

patriciello tajaniForza Italia – ha dichiarato Patriciello – deve recuperare il suo spirito iniziale e tornare a lavorare nell’esclusivo interesse di tutto il partito, amalgamando in maniera sinergica e costruttiva le varie anime che la compongono. È necessario che ognuno offra il proprio contributo per costruire una casa comune in cui tutti si possano riconoscere negli stessi valori”.

All'iniziativa di Visciano, curata da Paolo Russo, deputato parlamentare, sono stati coinvolti i giovani "azzurri", e tra questi hanno partecipato anche quelli del Baianese-Alto Clanio: Pasquale Muccio di Sperone e Onofrio Guerriero di Avella.

Muccio ha affrontato il tema dell'emigrazione con l’eurodeputato Fulvio Martusciello ed ha messo jn guardia rispetto alla falsa solidarietà. Onofrio Guerriero è, invece, intervenuto sul tema dell'Europa e la necessità di politiche europee che non siano come hanno sottolineato Anna Maria Bernini e Barbara Matera, ma siano una politica che mette al centro la discussione e il confronto, anche sui temi dell'immigrazione, per raggiungere un'intesa da condividere con tutti i Paesi europei.

Sono convinto che l’unità dei moderati sia ancora l’obiettivo verso il quale tendere per ridare slancio e fiducia al nostro elettorato. Un’unità che non sia, però, la semplice somma degli interessi elettorali del momento ma, piuttosto, il manifesto comune di una nuova idea per l’Italia”. Così Aldo Patriciello, eurodeputato forzista e membro del gruppo Ppe al Parlamento europeo,

È chiaro peròspiega l’eurodeputato azzurro che occorre recuperare la nostra capacità di far confluire nel partito le migliori energie, così da rendere Forza Italia un laboratorio politico in grado di interpretare al meglio la grande spinta riformatrice e liberale che costituisce il DNA del popolo dei moderati. Da questo punto di vista, le idee messe in campo in questi giorni da Tajani sono la base ideale da cui ripartire. E Sono perfettamente d’accordo con lui, quando dice che il futuro del centrodestra e di Fi non può essere racchiuso in un discorso sulla leadership o sulle alleanze. Siamo tutti militanti. Prima vengono le idee, poi tutto il resto”.

Nel corso del dibattito, presenti Aldo Patriciello  Maria Stella Gelmini, Armando Cesaro, Stefano Caldoro, non sono mancate critiche al Pd, accusato di aver voluto immigrati in cambio di flessibilità sul bilancio, e critiche al nuovo governo che batte i pugni sul tavolo o finge di batterli.

Ha concluso Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo.

Visciano: Convegno sull'agricoltura in Campania

Obiettivo trovare le giuste politiche di filiera capaci di consolidare il reddito delle aziende agricole campane.

Locandina Visciano convegno sullagricolturaC.S. – 02.07.2018 - Partire dalle tante eccellenze della regione per trovare le giuste politiche di filiera capaci di consolidare il reddito delle aziende agricole campane, ancora troppo volatile. Questo l’obiettivo del convegno “L’agricoltura in Campania: tra associazionismo e piccole e medie imprese”, che vede il coinvolgimento di tante forze del territorio, compresa l'Uci, e la partecipazione dell’avv. Francesco Alfieri, consigliere del presidente della regione per i temi afferenti al mondo agricolo.

Mario Moccia, presidente regionale dell’Unione Coltivatori Italiani, ha posto l’accento sul delicato rapporto esistente oggi tra produzioni d’eccellenza campane, quali i vini del Sannio, l’ortofrutta del salernitano, le produzioni lattiero – casearie del casertano, gli agrumi e l’olio, ed il loro peso all’interno dei meccanismi che determinano i prezzi e le politiche di settoreLa Campania dispone di tanti tesori, ma deve affrontare tre problemi principali, ha detto.Far passare il messaggio che si è chiusa la stagione, per altro già Convegno a Visciano 300x225piuttosto circoscritta, della “Terra dei Fuochi, tema cui anche l’Uci ha dedicato attenzioni particolari, risolvere il problema del mancato raccordo tra produttori e Regione, soprattutto circa il pagamento dei fondi Psr; infine, occorre che andiamo tutti, enti e organizzazioni, verso le op e le filiere con le opportune politiche capaci di aggregare e di far risaltare le specificità delle nostre produzioni”.

Facilitare l’aggregazione dei produttori è, dunque, il primo passo per accelerare la formazione di un reddito davvero remunerativo per le aziende agricole, che gestiscono il territorio e conservano il paesaggio.

All’incontro hanno preso parte anche il dott. Alessandro Simeone, agronomo; il dott. Andrea Castaldo, revisore dei conti; Antonio Longobardi, segretario regionale Fismic; Pietro Romano, segretario regionale Fna; il dott.  Francesco Massaro, dirigente ufficio Agricoltura Regione Campania. Il ruolo di moderatore è stato affidato ad Antonio Soviero, mentre le conclusioni sono state tenute dall’on.le Mario Casillo, deputato regionale.

Il convegno si è tenuto giovedì 28 giugno, inizio ore 17.30, presso il salone interno al Santuario di Visciano (Na).

MARIGLIANO IN JAZZ 2018 - XII EDIZIONE

Ideato, promosso e organizzato dall'Associazione Culturale Skidoo. Patrocinio del Comune di Marigliano.

Marigliano in JazzPROGRAMMA COMPLETO:
Venerdì 13 Luglio -  ore 17.00, presso il  Centro Polivalente (ex Chalet), Mostra d'arte a cura degli artisti Oreste Asa' Silvestrino, Alfredo Troise, Pietro Mingione;  ore 18.00, presso la Villa comunale,  Mostra fotografica dei disegni di Francesco Piobbichi "racconto di viaggio di un viaggiatore nel mediterraneo" e Live Painting  a cura dell'Associazione Culturale "Nova Koinè"; ore 19.00, presso Piazza Annunziata, presentazione del libro “Scheletri nell’armadio” di Gero Mannella a cura dell’Associazione “Una banda di Cefali” e della Libreria Wojtek;  ore 20.00, presso Piazza Annunziata, Radio Plaza “voce dal palcoscenico” - interviste e musica a bordo palco a cura del Collettivo Utopia;  ore 21.30, ancora presso Piazza Annunziata,
Concerto: TOMASZ KOWALCZYK  del Tomato Trio, prodotto da Giacomo Aula in collaborazione con Solania SRL (Tomasz Kowalczyk, pianoforte; Natuccio, basso; Francesco Brancato, batteria); ore 23.30, in Piazza Annunziata, JAZZ PAINTING SESSION con gli artisti Oreste Asa' Silvestrino, Alfredo Troise, Pietro Mingione in collaborazione con BATALAB; ore 00.00 BATALAB live Mary Beer.

Sabato 14 Luglio - ore 17.00, presso il Centro Polivalente (ex Chalet) - Mostra d'arte a cura degli artisti Oreste Asa Silvestrino, Alfredo Troise, Pietro Mingione;  ore 17.30, Centro Polivalente (ex Chalet) - Proiezione del film "A proposito di Davis" di Joel e Ethan Coen, a cura dell'Associazione "Oltremarigliano"; ore 19.30, Piazza Annunziata, presentazione del libro “La consonante K” di Davide Morganti a cura dell’associazione “Una banda di Cefali” e della libreria Wojtek;  ore 21.30, presso il Chiostro del Convento dei Frati Minori di San Vito, Concerto:THE DAYNA STEPHENS GROUP con Dayna Stephens, sassofono tenore, Taylor Eigsti, pianoforteMichał Barański, contrabbasso, Greg Hutchinson, batteria;  ore 23.30, Jam session Presso 10HP.

Domenica 15 Luglio -  ore 17.00, presso il Centro Polivalente (ex Chalet) - Mostra d'arte a cura degli artisti Oreste Asa Silvestrino, Alfredo Troise, Pietro Mingione;  ore 17.30, Centro Polivalente (ex Chalet) - Proiezione del film "Lascia perdere, Johnny!" di Fabrizio Bentivoglio a cura dell'Associazione "Oltremarigliano";  ore 21.30, in Piazza Municipio, Concerto: MIJ BIG BAND feat. PeppOh, una produzione originale di Marigliano in Jazz, con il supporto di Pro Loco Città di Marigliano.
Voci: Licia Lapenna, PeppOh; Trombe: Francesco Pagliuca, Pasquale Turco, Gennaro Ferraro, Flavio Dapiran;
Tromboni: Santo Verde, Giuseppe Casanova, Cosimo Gargiulo, Luca Esposito; Sassofoni contralto: Giuseppe Giroffi, Giovanni Gambardella; Sassofoni tenore: Manuel Carotenuto, Antonio Izzo; Sassofono baritono: Enrico BigMan Scarpa; Pianoforte: Mario Nappi ; Chitarra: Mauro Mariano Biagio; Contrabbasso: Corrado Cirillo; Batteria: Luca Mignano; Arrangiamenti e direzione: Marcello Bux Massa.

Ore 23.30, Jam session presso Mary Beer Altro...  con Stefano Sticchi.

Visciano: Domenica 13 maggio la posa della prima pietra per la costruzione del Monumento in onore di padre Arturo D’Onofrio

Il progetto ideato dal noto architetto napoletanoMina Di Nardo.

monumento news116610C.S. - 07.05.2018 - Un monumento dedicato a Padre Arturo D’Onofrio, il “Padre degli orfani del Mondo”, sarà realizzato a Visciano nei prossimi mesi e vedrà domenica 13 maggio 2018 alle ore 10,30 la posa della prima pietra. Un monumento al quale hanno lavorato  da anni gli ex alunni del religioso di Visciano, fondatore della Piccola Opera della Divina Redenzione. Studenti dell’epoca, oggi adulti e professionisti riunitisi in una associazione che si pone come scopo quello di testimoniare l’importante opera missionaria praticata in vita da Padre Arturo.

Il progetto ideato dal noto architetto napoletanoMina Di Nardo, che, per aggiudicarsi la possibilità di disegnare l’opera, ha dovuto sudare le proverbiali sette camice, passando attraverso una vera e propria selezione, un concorso di idee svoltosi circa quattro anni fa e al quale presero parte decine e decine di progettisti campani. 

Il progetto dell’architetto Di Nardo prevede la realizzazione di una enorme lastra metallica, lunga 32 metri e alta 4 metri, che si arrotonda in un abbraccio che, a sua volta, sorregge due portali, alti rispettivamente 11 e 12 metri. La lastra sarà traforata disegnando momenti della vita e le opere di Padre Arturo, il Servo di Dio per il quale – è bene ricordarlo – è tuttora in corso la causa d beatificazione.

Sottocategorie