A San Giorgio a Cremano la XVIII edizione del Premio Massimo Troisi

Spettacoli, mostre, eventi, ospiti, e concorsi nel ricordo del grande attore napoletano.

premio massimo troisiN.R. – 14,12,2018 . Torna a San Giorgio a Cremano il "Premio Massimo Troisi", il prestigioso osservatorio sulla comicità, giunto alla XVIII edizione, con una serie di spettacoli gratuiti che, per tutto il mese di dicembre 2018, si alterneranno nei luoghi della città che ha dato i natali al grande e indimenticato attore napoletano.

“Quest’anno il Premio è diventato maggiorenne. Alla XVIII edizione vi saranno conferme e novità – ha dichiarato il Sindaco Giorgio Zinno – il “raggio Troisi” si è allargato con ospiti nazionali senza mai dimenticare lo spirito originario della kermesse che si basa sulla ricerca e valorizzazione dei talenti comici. Grazie alla Regione Campania che ha dimostrato di credere nel nostro Premio investendo sulla nostra città”.

Spettacoli, mostre, eventi, ospiti, concorsi: un grande contenitore culturale nel nome e nel ricordo di Massimo, questo è il Premio Troisi che mi pregio di dirigere per il secondo anno – afferma il Direttore Artistico Paolo Caiazzo. Accanto a me ho voluto per questa edizione le persone che hanno Massimo nel cuore e che hanno trascorso con lui momenti importanti di vita: è il caso di Enzo Decaro, Stefano Veneruso, Anna Pavignano, Gianni Minà. Il cuore quindi è al centro di questa edizione per il campus medico cardiologico, per il nuovo trofeo il “Minollo d’Oro” di Lello Esposito e tante attività organizzate da uno staff che, nel nome di Massimo Troisi, ci sta mettendo il cuore. E poi ci sono i giovani, che saranno i veri protagonisti della kermesse dedicata al talento e alla comicità”.

Al centro della manifestazione anche quest’anno ci saranno quattro concorsi - Attore Comico; Scrittura Comica; Corto Comico - i cui bandi, aperti fino al prossimo 14 dicembre, si possono trovare sul sito e-cremano.it.

Spazio, infine, al Cremano Talent, una competizione rivolta a tutti gli artisti del territorio di qualsiasi età e per ogni tipo di categoria, dal canto al ballo alle imitazioni. Di seguito il programma completo

SPETTACOLI
Venerdì 14 dicembre ore 21.00 – FONDERIA RIGHETTI
Spettacolo del LABORATORIO TEATRALE Massimo Troisi diretto da 
Eduardo Tartaglia realizzato durante l’edizione precedente del Festival.

Sabato 15 dicembre ore 21.00– FONDERIA RIGHETTI
Come Alice Nel Paese Delle Meraviglie - spettacolo a cura dell’associazione teatrale “Uno spazio per il teatro” di Vincenzo Borrelli ed operante nel Centro Teatro Spazio.

Domenica 16 dicembre ore 19.30 – VILLA PIGNATELLI DI MONTECALVO
Rosalia Porcaro: spettacolo - monologo

Venerdì 21 dicembre ore 21.00 – FONDERIA RIGHETTI

SEMIFINALI ATTORE COMICO
Conducono la serata 
Francesco Mastandrea e Mariasilvia Malvone.
Ospiti: 
Antonio GiulianiAlessandro Bolide e Feliciana Tufano (vincitrice scorsa edizione)

Sabato 22 dicembre ore 21.00 – FONDERIA RIGHETTI

SEMIFINALI ATTORE COMICO
Conducono la serata 
Francesco Mastandrea e Mariasilvia Malvone
Ospiti: 
Trio La Ricotta (vincitori di una edizione) Antonio Riscetti (vincitore della scorsa edizione) e Gino Rivieccio.

Domenica 23 dicembre ore 18.00 – FONDERIA RIGHETTI

CREMANO TALENT – FONDERIA RIGHETTI
Conducono 
Peppe Iodice e Mariasilvia Malvone
Ospit: 
Federica Raimo (vincitrice edizione 2017)e la realtà coristica di San Giorgio a Cremano Ass. Maria Malibran direttada Raffaella Ambrosino
Presidenti di giuria:
 I Fatebenefratelli

Giovedì 27 dicembre ore 21.00 – TEATRO FLAMINIO

LA POESIA DI MASSIMO
Incontro sulla poetica di Massimo Troisi e proiezione del backstage del film IL POSTINO con  
Enzo Decaro, Massimo Bonetti, Anna Pavignano, Stefano  Veneruso ed il contributo musicale di Enzo Gragnaniello in trio.

Venerdì 28 dicembre ore 21.00 – TEATRO FLAMINIO

CANZONE COMICA
A cura e condotto da 
Gianni Simioli.
Si alterneranno sul palco ospiti musicali affermati ed emergenti.
Ospiti 
Federico Salvatore  Gene Gnocchi

Sabato 29 dicembre ore 21.00 – TEATRO FLAMINIO

FINALE ATTORE COMICO
Conducono 
Fatima Trotta  Francesco Mastandrea
Ospiti : 
Francesco Cicchella , Nuzzo-Di Biase, Gianni Minà e Salvatore Esposito

Domenica 30 dicembre ore 18.00 –  TEATRO FLAMINIO

GALA’ e PREMIAZIONI
Conducono 
Fatima Trotta e Francesco Mastandrea.
Proiezione cortometraggi finalisti e premiazione Scrittura Comica
Ospiti 
Lino Banfi, Nino Frassica, Pino Imperatore, Rosanna Banfi, Maurizio De Giovanni.
Nel corso delle manifestazioni verrà consegnato, a personaggi della cultura o della politica, un riconoscimento in stile Troisiano:  
IL MINOLLO D’ORO disegnato e realizzato dal maestro Lello Esposito
L’accesso agli spettacoli sarà 
gratuito e fino ad esaurimento posti.

EVENTI e MOSTRE

MOSTRA FOTOGRAFICA DEL PREMIO
In Villa Bruno e nelle sedi che ospiteranno il festival saranno esposte le foto di archivio con gli ospiti e le locandine delle passate edizioni.

MOSTRA CINEMATOGRAFICA
Esposizione, in Villa Bruno, di materiale originale usato da Massimo Troisi durante le riprese ed i montaggi dei suoi film
20-21-22 Dicembre ore 18.30 – Villa Bruno Piano Nobile


20 MILA LEGHE SOTTO IL COMICO.
Viaggio sulla comicità attraverso testi di letteratura e teatro con da attori/lettori/conversatori.

28 Dicembre ore 18.00 – Biblioteca di Villa Bruno

SCRIVERE CON MASSIMO con Anna Pavignano.
Come nascevano le storie e le famose battute di Massimo Troisi? Che cosa c’è dietro ‘Ricomincio da tre’, ‘Le vie del signore sono finite’, ‘Il Postino’?  Un incontro per tutti, appassionati di cinema, di scrittura, studenti, fans e semplici curiosi per scoprire come la vita quotidiana, la creatività, il talento e la professionalità si fondono per diventare un film.

29 Dicembre dalle 10.00 alle 17.00 – PALAVELIERO

O SSAJE COMME FA’ ‘O CORE. 
A cura dell’associazione CAMPUS 3S Salute, Sport e Solidarietà verrà allestito un ospedale da campo dove la cittadinanza potrà effettuare gratuitamente visite, consulenze ed esami diagnostici in materia Cardiologica.
Nel corso della giornata all’interno del Palaveliero dalla mattinata un nutrito programma di attività e dimostrazioni in diverse discipline a cura delle associazioni sportive del territorio.

29 Dicembre ore 17.00 – PALAVELIERO

TORNEO DEL CUORE
Triangolare di calcio a 5 tra ItalianAttori, Nazionale Medici, Amministrazione e Vecchie Glorie Sangiorgesi 
.

CONCORSI

Miglior Attore Comico
Presidente di Giuria: 
Mirko Setaro

Miglior Scrittura Comica
Presidente di giuria: 
Pino Imperatore

Miglior Corto Comico
Presidente di giuria: 
Stefano Veneruso

Napoli e la Rivoluzione Napoletana del 1799

Convegno su Carlo Pisacane nella Sala del Capitolo di San Domenico Maggiore.

Locandina convegno su PisacaneN.R. – 05.12. 2018 – Nella Sala del Capitolo di San Domenico Maggiore, sabato 24/11/2018, ha avuto luogo il Convegno internazionale sul temaLa rivoluzione napoletana del 1799, Carlo Pisacane e la città di Napoli, Benemerita del Risorgimento Nazionale”.

L’evento internazionale è stato promosso dal “Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Pisacane”, d’intesa con l’Amministrazione comunale di Napoli, nell’ambito delle iniziative “VIVI NEL RICORDO 2018. In memoria di Carlo Pisacane. Quelli che hanno fatto l’Italia”; è stato patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, dal MIUR - Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dal Corpo Consolare di Napoli, dal Consulado General República Bolivariana de Venezuela en Nápoles, dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, dall’Assessorato allo Sviluppo ed alla Promozione del Turismo della Regione Campania, dall’Università LUMSA di Roma, da Pegaso International – Malta, dalla Scuola Militare “Nunziatella”, dall’Associazione Nazionale Ex Allievi “Nunziatella”, dall’Ordine dei giornalisti della Campania, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori di Napoli e Provincia, dall’Ordine degli Avvocati di Napoli, da Trinacria Editions - New York, dalla Rivista scientifica “Il Pozzo. Idee di storia delle dottrine e delle istituzioni politiche”, dal Gruppo di ricerca “L’iconografia e l’iconologia dei beni culturali”, dal Gruppi di studi e ricerche scientifiche “L’iconologia dei percorsi dell’anima”.

Sala del Capitolo Museo San Domenico Maggiore Napoli per webChi avverte tutte le contraddizioni del tormentato processo di unificazione nazionale non può prescindere dal “passato del presente” di Carlo Pisacane e deve anche soffermarsi sui “diritti di libertà”, professati da Carlo Pisacane, un pensatore politico ed un uomo di azione del Risorgimento italiano.

L’occasione del bicentenario della nascita di Carlo Pisacane riscopre questa possibilità storiografica e, con essa, l’identità storica e la riconoscibilità nazionale della Città di Napoli, intimamente segnata dalla scelta di Carlo Pisacane.

Un tema rivelato dal “Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Pisacane”, presieduto dal Prof. Alberto Carotenuto, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”: sembra opportuno chiedere al Presidente della Repubblica, per la città di Napoli, il riconoscimento della Medaglia d’oro ai valori del Risorgimento, incarnati dalla rivoluzione napoletana del 1799 e da Carlo Pisacane. Un riconoscimento, istituito dal Regno d’Italia, che deve essere rivissuto in chiave repubblicana.  

Comitato per PisacaneUna nuova “ipotesi di lavoro”, già patrocinata da istituzioni pubbliche e private, che si sofferma sulle “svariate interpretazioni e utilizzazioni” del pensiero politico di Carlo Pisacane, del suo “mondo affettivo” e della sua “coscienza politica”, anche attraverso un progetto di ricerca per le “Competenze trasversali e per l’orientamento” sul tema Iconografia, iconologia e “percorsi dell’anima”. Per la definizione di un metodo di ricerca di Storia delle dottrine e delle istituzioni politiche. Un tema di ricerca che si avvale della convenzione intercorsa tra il Liceo Statale “Mazzini” di Napoli, rappresentato dal Dirigente scolastico, Prof. Gianfranco Sanna, e la rivista scientifica “Il Pozzo. Idee di storia delle dottrine e delle istituzioni politiche”.

lapide pisacaneNon solo. Per riconoscere l’incarnazione storica anticipatrice delle virtù repubblicane e della sovranità popolare di Carlo Pisacane, si avverte l’opportunità di predisporre una lapide commemorativa − che potrebbe essere posta lungo Corso Vittorio Emanuele in Napoli (invita a rammentare Carlo Pisacane, quale Ufficiale del Genio della Scuola militare Nunziatella) –, sulla quale incidere l’espressione “le idee nascono dai fatti e non questi da quelle”. Una convinzione professata chiaramente da Carlo Pisacane con il suo “testamento politico” (Genova, 24 giugno 1857). Un invito rivolto all’Amministrazione comunale di Napoli.

La prima sessione di questo Convegno internazionale sul tema La rivoluzione napoletana del 1799, Carlo Pisacane e la città di Napoli, “Benemerita del Risorgimento Nazionale”, ha avuto luogo dalle ore 10.00.

4124727 1149 piz jpg pagespeed ce A8hj4uagsEHa introdotto i lavori il Dott. Gaetano Daniele, Assessore alla cultura e al turismo del Comune di Napoli; ha moderato il Prof. Leone Melillo, dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e Presidente del Comitato scientifico per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Pisacane.

Indirizzi di saluto del Dott. Luigi de Magistris, Sindaco del Comune di Napoli; del Prof. Marco Esposito, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”), del Col. Dott. Amedeo Gerardo Cristofaro (Comandante della Scuola Militare “Nunziatella”; del Dott. Giuseppe Catenacci, Presidente Onorario dell’Associazione Nazionale Ex Allievi “Nunziatella”; del Dott. Ottavio Lucarelli, Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; dell’Avv. Maurizio Bianco, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli; del Dott. Mario Coppeto, Capogruppo del Consiglio comunale di Napoli.

Al “Biancardi” di Avella le luci della ribalta si accendono sull’Imprenditoria e la Scuola. Si consegnano i riconoscimenti premiali dell’Anfiteatro d’Argento

Alla cerimonia del 1 dicembre, presso il Teatro Comunale "Domenico Biancardi", inizio ore 18.00, interverranno la presidente del Consiglio regionale della Campania Rosanna Repole, il presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, l’on.le Vincenzo Alaia vice-presidente della Commissione regionale per la Sanità. Gli onori di ospitalità saranno resi dal vice-sindaco, la dott.ssa Antonla Caruso. 

locandina ufficiale anfiteatro dargento 2018 1N.R. - 30\11\18 - Impresa e lavoro: un rapporto di reversibilità che fa da ancoraggio all’economia produttiva e reale, per promuovere la crescita della società nella legalità e nella trasparenza delle libere relazioni di mercato, configurate dalla Carta costituzionale. Sono i fattori basilari, con cui si costituiscono ed alimentano le condizioni in grado di garantire per il presente una realtà sociale vivibile, guardando al futuro, a fronte delle dinamiche imposte dalla globalizzazione dei mercati, su cui le innovazioni tecnologiche e lo sviluppo del web esercitano una incisiva e forte spinta propulsiva, per la quale trasformazioni e cambiamenti sono ormai costanti e permanenti. E’ il modello dell’economia multipolare, che fa interagire Occidente e Oriente, rappresentando la vera e nuova frontiera dell’Economia-mondo identificativa del Terzo Millennio che non conosce più limiti e confini circoscritti, retaggio di tempi sempre più lontani.

E’ lo scenario, in cui le piccole e medie imprese hanno un ruolo ed una funzione di fondamentale rilevanza civile, specie nel Sud, costituendo il tessuto che genera produzione e lavoro. Sono - le piccole e medie imprese - autentici presidi di tutela e salvaguardia sia delle risorse che del capitale umano dei 34984536 2148738785362476 663412421045518336 nterritori; presidi che fanno da collante nella tenuta delle comunità locali, specie se operano con spirito innovativo e di congruo profilo competitivo, per collocarsi attivamente nelle molteplici opportunità che i mercati interni e internazionali offrono.

Si inserisce in questo contesto l’Anfiteatro d’Argento che arricchisce i suoi ambiti premiali dedicati alla valorizzazione del Patrimonio storico-artistico ed archeologico, di cui Avella\Abella, l’antica città italica fondata dagli Osci, è depositaria; è l’arricchimento d’orizzonte dell’importante iniziativa mirata a promuovere le peculiarità e le vocazioni dell’area avellana, coniugate con l’istituzione della Sezione speciale per l’Imprenditoria. Una novità che per l’Anfiteatro d’Argento-2018 si profila come una straordinaria Vetrina, per dare il giusto riconoscimento e il dovuto rilievo sociale alle attività d’impresa strutturate e ben operose sui territori. Una scelta significativa, voluta dalla Pro Loco Abella, presidente prof. Pietro Luciano, e dalla Piccola Cometa “Alessia Bellofatto”, responsabile Saverio Bellofatto, le associazioni promotrici del Premio Anfiteatro d’Argento, con il concorso-collaborativo della Pmi International, diretta dal dottor Salvatore Guerriero, e la sponsorizzazione della Gesfor.

locandina di Salvatore MorelliDodici le Aziende e due gli Istituti scolastici che riceveranno il premio in questa prima edizione:

UNIFERM srl - Calitri, COOP. LA GIRELLA - Avellino, ECCELLENZE NOLANE - Nola, SODANO GROUP - Avella, EMMEGI GAS srl - Pratola Serra,  AXENSO srl - Milano,  AZIENDA  AGRICOLA MAIETTA - Avella,  LA 91 PETROLI srl - Palma Campania, DENTICE PANTALEONE - Montefredane,  ECOCHIMICA STINGO srl - Castellammare di Stabia, LUCIANO srl - Avella, RBR Light srl - Calvi, ISIS DE’ MEDICI Istituto Alberghiero  - Ottaviano,  ISIS De Sanctis – D’Agostino Istituto Tecnico Agrario e Geometri - Avellino.

locandina Daniela PreveteLa serata, che inizierà con la proiezione del cortometraggio “Prospettive Aeree dei Tesori di Avella” realizzato da Salvatore Morelli, sarà presentata dalle giornaliste Antonietta Gnerre e Martina Giugliano ed avrà come ospite canoro Daniela Prevete, in arte Daniela Mora, tra le protagoniste a Sanremo della prima edizione del concorso canoro in lingua napoletana “Sanremo canta Napoli”. La scenografia è stata curata dal Maestro  Fernando Masi.

Si concluderà con un Buffet di Solidarietà preparato da un’altra eccellenza avellana: la storica Pasticceria Pesce, ed un brindisi con i vini prodotti dalla Scuola Enologica dell’Istituto Tecnico Agrario ”F. De Sanctis”[U1] di Avellino.


 

Festival Laceno d’oro: Il MAVI - Museo Antropologico Visivo Irpino sbarca al cinema

Proiettato giovedì 6 dicembre alle 16.00, al cinema multisala Partenio di Avellino, il cortometraggio documentario “5x7 - il paese in una scatola”, appena realizzato dal regista romano Michele Citoni. La manifestazione organizzata con il concorso di LaPilart e Pro Loco Lacedonia “Gino Chicone”.

 

laceno doro 3 e15440202728735 dicembre 2018 - Ed è proprio ai tardi anni Cinquanta che richiama il film di Michele Citoni, il cui racconto, in 37 minuti, si dipana attorno a una collezione di bellissime immagini del 1957 che unisce Frank Cancian, anziano fotografo e professore in pensione di antropologia, statunitense di origine veneta, agli abitanti del piccolo paese irpino di Lacedonia. Con il casuale ritrovamento delle 1801 fotografie scattate dal giovane Cancian in quel borgo rurale in cui era capitato quasi per caso, la storia riprende lì dove si era interrotta sessant'anni prima. E il filo dei ricordi si riannoda alle persone e ai luoghi, trascinando con sé alcune riflessioni essenziali sul modo in cui la fotografia possa farsi sguardo etnografico sulle piccole comunità.

Il romano Michele Citoni, regista con molti anni di esperienza nel documentario – si ricordi, fra tutti, “Il futuro è troppo grande” (2014), lungometraggio presentato in numerosi festival internazionali tra cui Annecy Cinéma Italien e vincitore di alcuni premi in Italia e in Cile – ha stretto un forte legame sentimentale con il territorio irpino, dove collabora con il MAVI di Lacedonia, con il gruppo di progettazione +tstudio/rihabitat di Aquilonia, partecipa attivamente a progetti e vertenze territoriali, ed ha intrapreso una più che decennale attività di placetelling, testimoniata, tra le altre, dalle opere audiovisive: “Terre in moto” (2006), “Avellino - Rocchetta, sospensione di viaggio” (2014), “Traduzioni” (2016).

Lo straordinario fondo fotografico di 1801 scatti realizzati nel 1957 da Frank Cancian (www.frankcancian.net) è custodito oggi nel MAVI - Museo Antropologico Visivo Irpino di Lacedonia, progetto promosso dalla Pro Loco Gino Chicone con il contributo dell'Amministrazione comunale, che lo stesso Cancian ha inaugurato nell'agosto 2017. E giusto un mese fa nel museo lacedoniese, in aggiunta all'esposizione delle foto di Cancian, si è aperta “1801 passaggi”, mostra annuale di fotografia etnografica organizzata dall'associazione LaPilart, ispirata agli scatti del fotografo statunitense e dedicata ai paesi italiani.

L'appuntamento per la visione del film è giovedì 6 dicembre, ore 16.00, al cinema multisala Partenio di Avellino, Via Verdi 50, sala 1. Ingresso gratuito.

Presentato “Raccontami Casamarciano”, nuovo progetto artistico e culturale di Giulio Baffi

L’evento, a firma del presidente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, è organizzato dal Comune con il concorso del Gruppo Archeologico Oreale e la Pro Loco Hyria.

Invito Raccontami CasamarcianoPietro Luciano – 22.11.2018 - Domenica 18 novembre alle ore 11.30, nella Cantina Monumentale della Famiglia Napolitano in via Cavalier Barone, è stato presentatoRaccontami Casamarciano”, il nuovo progetto artistico e culturale a firma del presidente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, Giulio Baffi. Un mix di arte, cultura e gastronomia, con l’obiettivo di dare risalto ai sapori di un tempo.

Il nuovo progetto, finanziato dalla Regione Campania, organizzato dal Comune con il concorso del Gruppo Archeologico Oreale e la Pro Loco Hyria, farà da cornice ad una serie di spettacoli di La cantina monumentale rievocazione storica, dando voce di volta in volta a personaggi, protagonisti di performance itineranti nei luoghi più nascosti della città, a cominciare dalle cantine.

Sarà coinvolto l’intero paese con scritture originali, incontri, letture e laboratori in cui l’attore diventa anche spettatore e viceversa. Ma non solo cultura, sono previsti anche momenti di gastronomia con la degustazione di piatti tipici locali. 

Tre gli appuntamenti in cartellone da domenica 9 dicembre a venerdì 21 dicembre, che racconteranno le storie dimenticate di una comunità.

fb img 1533052313299Rafforziamo la memoria dei luoghi riscoprendo la parte “nascosta” di Casamarciano – ha spiegato il sindaco Andrea Manzi A far da collante, ancora una volta, sarà il teatro con tutte le forme artistiche ad esso collegate. L’arte si mescolerà all’antico in una rievocazione che vuole essere, ed è, uno spaccato di vita vissuta nei luoghi che hanno visto nascere e crescere una comunità che non dimentica le proprie radici ma che, anzi, ne conserva i sapori e i profumi di un tempo. Ringrazio ancora una volta il direttore artistico Giulio Baffi per aver accettato il nostro invito e che, sono certo, saprà ben interpretare l’anima della nostra comunità”.

Alla presentazione del progetto, nella Cantina Monumentale,100 scalini sotto terra interamente scavata nel tufo, è stata effettuata una visita guidata, si è assistito ad uno spettacolo teatrale e gustato un buffet di prodotti locali, annaffiati da vino biologico offerto da www.iolaterra.it e Rues 45

Sottocategorie

  • Campania
  • Nazionali & Estero

    Elit Nullam pellentesque vitae Nulla eget Sed eget sed adipiscing accumsan. Tincidunt felis non amet et eu Nulla egestas cursus accumsan condimentum. Tincidunt accumsan tincidunt dolor pellentesque accumsan Nullam convallis egestas nunc quis. Mauris Suspendisse at pretium ac Aenean faucibus Morbi convallis pharetra et. Sed ut sed Vestibulum ut elit congue convallis massa ante consectetuer. Curabitur non Phasellus cursus et Vestibulum enim lorem.