Nola: Per il sindaco Gaetano Minieri, il metodo del fare per i banchi di prova che l’amministrazione è chiamata a superare

Sono stati votati all’unanimità gli obiettivi programmatici disegnati e illustrati dal “Primo cittadino” nella seduta inaugurale del civico consesso. Un atto di significativa valenza politica che ha catalizzato l’attenzione dellopinione pubblica cittadina, con lapertura di credito delle minoranze consiliari del centro-destra civico e del Movimento5Stelle, ferme restando le distinzioni di ruolo, nel denotare la consapevolezza delle difficoltà da affrontare, per assicurare la normalità amministrativa alla città. E cè la scala delle priorità da gestire, per le quali il metodo del fare ponderato non ammette incertezze

nola minieri primo cittadino la formazione del nuovo consiglio comunale 2276917Gianni Amodeo - 21\07\19 - E’ il percorso del fare per gradi, tenendo la barra dritta con determinata convinzione, quello che su cui punta il sindaco Gaetano Minieri, per dare l’impronta ben caratterizzante ai primi tornanti che si prospettano nel cammino amministrativo appena avviato, sgombrando nell’immediatezza il campo dalle insidie di deteriori polemiche pretestuose e particolarismi inconcludenti, per dare, invece, risposte credibili e di fatto alle problematiche che attraversano la città, adottando organiche e trasparenti scelte politiche e amministrative. E’ il cambio di passo, in grado di far lievitare la qualità del discorso pubblico, con finalità mirate sugli interessi generali della città da promuovere e realizzare.

Gaetano MinieriSu questo piano è importante l’applicazione del metodo del fare, una volta acquisita la conoscenza analitica e certa delle problematiche da risolvere nell’immediatezza. E nell’agenda del Primo cittadino due sono le priorità che già incalzano e destano preoccupazione, quella della quotidianità, collegata alla garanzia della regolarità del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, e quella, per dir così, di permanenza pluriennale per poter concretizzare gli irreversibili obiettivi prefigurati dal Piano di riequilibrio finanziario di durata ventennale per il risanamento dellEnte di piazza Duomo

597228 49464947 750079275391599 8245517775804563456 n HomeIm 800x400In realtà, il servizio-rifiuti, pur disponendo Nola di una di un’efficiente e ben strutturata isola ecologica in località Sarnella, è da alcune settimane in sofferenza, per le note difficoltà in cui versano tutti i 92 Comuni dell’area metropolitana di Napoli sia per lo smaltimento della frazione umido-organica dei rifiuti, in mancanza d’impianti, con conseguenti incrementi di spesa per il relativo trasporto in strutture fuori-regione,  sia - nella fattispecie della città - per le crescenti difficoltà d’accesso persino al sistema-Stir  della  vicina vicina Tufino, ad appena qualche chilometro di distanza dall’ “isola” della Sarnella. Una situazione che potrebbe diventare critica, quando sarà interrotta la funzionalità operativa del termovalorizzatore di Acerra, tra settembre e ottobre.

ManganelliL’altro fattore che polarizza cautela e vigilanza è costituito dalla complessità e dall’onerosità da sostenere, senza deroghe e sconti di alcun genere, per adempiere gli obblighi vincolanti del Piano di riequilibrio del risanamento economico, che ha già tracciato la strada da seguire con tanti step da superare. E resta da verificare quale sia la reale durata del Piano di rientro economico ch’è stato approvato dal commissario prefettizio, Anna Manganelli, ma il cui cammino attuativo sarà fissato dai competenti ministeriali competenti. Tutto lascia considerare, invece, che la prevista durata ventennale non sarà resa praticabile, per essere ridimensionata e contenuta nell’arco di dieci anni con ulteriori effetti ristrettivi. Un quadro che richiede cautela e serietà rispetto agli adempimenti da assolvere. E non sono ammesse fughe in avanti e incongrue dispersioni d’interesse.  

Cinzia TrincheseSono due scenari che da soli impongono il metodo del fare bene e senza remore. Una prospettiva verso cui il Primo cittadino e la Giunta possono muoversi senza indugi anche e soprattutto alla luce degli obiettivi programmatici votati all’ unanimità dalla compagine consiliare giovedì scorso. Una scelta di considerevole caratura politica, in cui spicca l’apertura di credito verso l’auspicato e atteso Giuseppe TUDISCObuon governo della città, formulata dalle minoranze del centro-destra civico e dal gruppo del Movimento5Stelle, con le dichiarazioni di Cinzia Trinchese e di Giuseppe Tudisco - candidati sindaci - ferme restando le distinzioni di ruolo rispetto alla coalizione di maggioranza civica nella dialettica da sviluppare nell’Aula consiliare. E l’unanimità è un atto politico forte e impegnativo, che non può … tramutarsi nei pettegoli vaniloqui e di retroscena senza costrutto e senso, mentre la situazione generale richiede consapevole responsabilità e spirito operativo di netta trasparenza. 

Al via l’edizione 2019 di Campania by night con tappe a Ischia, Paestum, Ercolano, Real Sito di Carditello, Villa Ciaurro di Marano, Avella, con chiusura a Pompei e sul Gran Cono del Vesuvio

Inizia da questo fine settimana un programma di percorsi accompagnati e spettacolarizzati in siti culturali, aree archeologiche e musei.

campania by nightPietro Luciano – 20.07.2019 - Dopo la prima serata inaugurale, legata al Premio internazionale di giornalismo tenutosi a Villa Arbusto ad Ischia all’insegna di una mostra fotografica dedicata al patrimonio ambientale e archeologico dell’isola, e le performance “astrali” realizzate ai Templi di Paestum dal giovedì alla domenica, torna l’evento più atteso dell’estate: Campania By Night”.

Novecento a Ischia“Novecento ad Ischia” è la mostra fotografica, allestita nel pergolato del Museo Archeologico di Villa Arbusto a Lacco Ameno, organizzata in collaborazione con la Scabec Regione Campania, il Comune di Lacco Ameno e la Soprintendenza archeologica speciale della Campania nell’ambito del programma di valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale “Campania By Night”.

Il percorso espositivo, che racconta l’Isola nel Novecento, tra paesaggio, innovazione, ospiti e cittadini illustri, sarà aperta al pubblico gratuitamente fino al 30 settembre 2019.

Paestum 600x400Al Parco Archeologico Paestum, l’11 luglio, è andato al via “Guardando le stelle dei Greci”, ciclo di visite guidate serali, in cui i visitatori hanno potuto conoscere la storia del mito di Lyra con Orfeo e Euridice, ascoltare al tramonto la musica del Polo dei Licei Musicali della Campania e osservare stelle e Paestum di notte FB IMG 1537111083451pianeti al telescopio, riconoscendo attraverso l’astrolabio le ostellazioni. Le visite proseguiranno fino all’ 8 settembre, dal giovedì alla domenica

L’evento, realizzato dalla SCABEC Regione Campania in collaborazione con il MIBAC e altre associazioni, fondazioni e Comuni della Campania, apre le porte ufficialmente a due luoghi magici della regione: Il Parco Archeologico di Ercolano, con appuntamenti ogni venerdì fino al 20 settembre, ed il 21 settembre in occasione delle giornate europee del patrimonio, e il Real sito di Carditello con un concerto unico e imperdibile.

Teresa ArmatoTorna, anche quest’anno come ormai è consuetudine nella programmazione turistica, la rassegna Campania by night, un cartellone di eventi e appuntamenti che coinvolge tutto il territorio regionale e che offre la possibilità ai turisti e ai residenti di fruire di monumenti e siti culturali in maniera diversa dalla visita tradizionale” – ha dichiarato la vice presidente di Scabec Teresa Armato.

Quest’anno ha sottolineato “si aggiungono le località di Avella e di Marano. Un evento particolare quello pensato per la Reggia di Carditello, simbolo di una rinascita culturale alla quale vogliamo collaborare, come società regionale nata proprio oltre 10 anni fa per la valorizzazione del patrimonio culturale campano. Continueremo ad agosto e settembre, con la chiusura della programmazione a Pompei e sul Gran Cono del Vesuvio, dove per la prima volta, sei anni fa, abbiamo iniziato questa avventura”.

 

locandina I Venerdì di ErcolanoPer il Parco Archeologico di Ercolano la proposta realizzata e inserita nel programma di Campania by night si chiama “I VENERDÌ di Ercolano” e offre percorsi accompagnati, arricchiti da proiezioni di luci e riproposizioni in videomapping degli affreschi e delle statue attualmente conservate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli e provenienti dagli scavi borbonici.

Le visitesono realizzate dalla SCABEC Regione Campania in collaborazione con il MiBAC, il Parco Archeologico di Ercolano e il Comune di Ercolano,

Scavi di Ercolano 600x325Suggestivi Tableaux Vivants, a cura di Teatri 35, inoltre, valorizzeranno questo itinerario tra gli incanti della città antica.

Previste 11 aperture serali, a partire dal 19 luglio fino al 21 settembre (Giornate Europee del Patrimonio), con 19 gruppi da massimo 40 persone ciascuno, e con partenze ogni 10 minuti, dalle 20.00 alle 24.00, per un percorso magico della durata di un’ora.  L’ultimo ingresso è alle ore 23.00.

Ercolano SplendOri 300x300Nel percorso di vista prevista anche una tappa alla mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, la prima grande mostra del Parco Archeologico all’interno dell’Antiquarium, spazio recuperato in occasione dell’esposizione.

E’ in mostra una collezione di circa 100 monili e preziosi, oggetti appartenuti agli antichi ercolanesi, alcuni ritrovati con gli abitanti nel tentativo di porli in salvo dalla imminente catastrofe dell’eruzione, altri ritrovati nelle dimore dell’antica città.

Ambientazioni ideali domestiche e botteghe, oggetti dall’Antica Spiaggia carichi di valori simbolici e (non solo) di tipo economico, significativamente portati con sé dai rifugiati che attesero invano salvezza dal mare, restituiscono uno spaccato di vita con un taglio ben ercolano 300x169preciso che predilige ed esalta quest’aspetto della società ercolanese in tutte le sue sfaccettature.

I biglietti in prevendita sono acquistabili fino alle ore 15.30 del venerdì sul sito www.ticketone.it , fino ad esaurimento posti. La biglietteria sarà inoltre aperta dalle ore 20.00 alle ore 23.00 della serata di venerdì. Il prezzo del biglietto è € 5.00; per i minorenni ingresso gratuito; per i giovani tra i 18 e i 25 anni (non compiuti) ingresso agevolato a € 2.00.

 

CarditelloSarà invece la canzone classica napoletana la protagonista del concerto dei “Cantori di Posillipo” nel parco del Real Sito di Carditello, un luogo magico, nel cuore della provincia di Caserta.

La Reggia di Carditello, residenza borbonica, realizzata da Francesco Collicini, allievo del Vanvitelli, è oggi sede dell’omonima fondazione, nata per lo sviluppo del sito e per azioni di valorizzazione. Tra i progetti anche l’originario allevamento del cavallo di Persano.

Reggia di Carditello 600x387Venerdì 19 luglio, alle ore 19.30, inizia la visita guidata alla Reggia e a seguire il concerto “La canzone napoletana: storia, passione e musica di una città” dei Cantori di Posillipo, un coro affiatato ed originale composto da ben 50 elementi che presentano una versione unica della melodia partenopea. Per i partecipanti prevista anche la degustazione di prodotti tipici dell’area.

A disposizione un servizio navetta da Napoli (Piazza Municipio – Largo Castello) e da Caserta (Stazione) con partenza alle ore 18.00 e 18.30.

Il prezzo del biglietto è € 5.00; per i minori ingresso gratuito; per i giovani fino a 25 anni ingresso a € 2. È consigliata la prenotazione all’evento con possibilità di opzionare anche il servizio navetta.

 

Villa del Ciaurro e mausoleo romano a MaranoSabato 20 e domenica 21 luglio entra nel programma di Campania by night anche la Villa Ciaurro di Marano, un mausoleo di epoca romana risalente al I-II sec. d.C., visitabile attraverso un percorso di trekking urbano serale, che tocca, inoltre, i palazzi storici della piccola cittadina, gratuito e aperto a tutti.

Promosso dalla Regione Campania e Scabec, in collaborazione con il Comune Di Marano Di Napoli e in sinergia con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli, il percorso di visita porta alla scoperta dei luoghi storici più importanti di Marano.
AssAporiAmo MaranoSi parte dalla Villa Comunale Del Ciaurro - un mausoleo di epoca romana, con tappa alle Grotte di San Castrese e infine alla chiesa omonima dedicata al santo patrono della città, eretta intorno al 160, per poi far ritorno alla Villa del Ciaurro. Una navetta accompagna i visitatori dalle 20:00 alle 22:00, ogni 10 minuti, con partenza dalla villa comunale e ritorno.
A conclusione della visita guidata, si partecipa a piccole degustazioni a base di prodotti del territorio con accompagnamento musicale a cura del gruppo Zooming On The Zoo
L'evento è gratuito. Orari: partenza ore 19:30 dalla Villa del Ciaurro.

 INFO: www.campaniabynight.it

 

Sabato 27 luglio Campania By nigt fa tappa ad Avella, dove nell’Anfiteatro romano, Avella anfiteatro festival 735x400con inizio alle ore 19.30, è possibile visitare il sito archeologico e poi assistere al concerto dei NeaCò, ossia Neapolitan Contamination: Giovanni Imparato – voce e percussioni; Luigi Carbone – piano e tastiere; Antonio Carluccio – voce e chitarra; Mats Erik Hedberg – chitarre; Davide Grotteli – sax e flauto; Lavinia Mancusi – voce e violino; Aldo Perris – basso.

AvellaVengono riproposte canzoni, che ripercorrono 5 secoli di storia della musica napoletana (la canzone più antica, Michelemmà, risale al Seicento). Ciascun pezzo viene ibridato secondo un’influenza diversa, cercando punti di contatto o di contrasto: “si parte dall’America del Nord (dal più antico genere gospel fino al funky, passando per lo swing, il jazz, il blues, il 5/4 di Take Five); si scende ai Caraibi, in Germania e a Cuba (con un trio di pezzi calypso, reggae e salsa) e poi in Argentina con il tango; si attraversa l’Atlantico per arrivare all’ Africa e infine in Europa, prima in Spagna (con il flamenco) e poi in Italia (con un omaggio allo stile di Fred Buscaglione).

neac I testi stessi delle canzoni vengono riprodotti ricostruiti e commentati per restituire un’immagine aperta del futuro, visto come serbatoio di opportunità. Il risultato è uno straordinario matrimonio di suoni, di ambienti e di atmosfere, dove il contrasto già implicito nella canzone napoletana: la profondità struggente dell’amore la nostalgia che attraversa ogni nota, la leggerezza, l’ironia, il peso del male sempre in agguato, la paura e la spensieratezza, risulta amplificato dagli stili e dalle sonorità che vi vengono innestate.

E’ il nome stesso del gruppo a fornire un’interpretazione di questo fenomeno. “La parola aréteca (noi abbiamo aggiunto solo l’acca) in napoletano descrive uno stato di irrequietezza, di movimento continuoDa qui l’idea di muovere le cose, di stimolare il cambiamento, sviluppo, civiltà attraverso l’arte, grazie al lievito della contaminazione. Per un’energia che viene generata dalla curiosità e dalla tolleranza”. Un futuro quello racchiuso, in queste canzoni del passato mescolate con altri ritmi antichi e recenti nel nome di una modernità rivendicata, verso il quale bisogna muoversi con la voglia di fare le cose perbene.

Costo della visita e del concerto 5 Euro. Per Info e prenotazioni contattare: 380430970 o 3209479173; email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A Napoli il Primo Concorso Nazionale di Cucina targato C.R.E.I.

L’evento è promosso da Armando Manzo, chef del rinomato ristorante “Emozioni” al Vomero, Napoli e Presidente del C.R.E.I.. A fine gara, previsti due master class e sarà anche presentato il progetto: “Il tempio del cibo: viaggio tra storia, miti e religione. Le osterie Templari lungo la via Francigena”.

CREIC.G. - 9.07.2019 - Parte da Napoli l’idea del primo contest nazionale di Cucina, dal titolo quanto mai esaustivo “I Giardini Mediterranei”, che si svolge Martedì 9 luglio, dalle 10,30, nei laboratori della Scuola Italiana di Formazione di Mugnano di Napoli, a cura del Circolo Ricreativo Enogastronomico Italiano (C.R.E.I.), in stretta collaborazione con L’Associazione Gusto in Movimento

Armando Manzo di EMOZIONIIdeato e pensato come occasione per creare un luogo dove tutti gli appassionati di cucina possano condividere ed apprendere la cultura gastronomica, l’evento è promosso da Armando Manzo, chef del rinomato ristorante “Emozioni” al Vomero, Napoli e Presidente del C.R.E.I.: “Tutti si possono iscrivere all’associazione, non solo i cuochi professionisti ma anche gli amatori, perché alla base del progetto c’è l’idea di condividere la propria passione ed è proprio da quest’ultimi che i cuochi professionisti possono apprendere qualcosa” .

La giuria è composta da giornalisti del settore enogastronomico: Maurizio Drago di Padova (presidente), Mariella Morosi di Roma, Federica Pagliarone di Bologna, Carmen Guerriero di Napoli, Alberto De Rogatis di Avellino.

A fine gara, previsti due master class a cura del presidente Chef Armando Manzo, in cui saranno condivise rispettivamente alcune tecniche di cucina e manipolazione dei prodotti e la rivisitazione di uno dei piatti dei Cavalieri Templari.

I pellegrinaggi nel Medioevo page 1 thumb largeNell’occasione, sarà anche presentato il progetto: “Il tempio del cibo: viaggio tra storia, miti e religione. Le osterie Templari lungo la via Francigena”, in stretta collaborazione con l’ordine templare O.S.M.T.J. 1804 (Ordine Sovrano e Militare del Tempio di Jerusalemme) e dell’associazione Gusto in Movimento, guidata da Salvatore Lione, per la realizzazione de “Al Magnocolo Templare”, vecchie osterie dei Cavalieri Templari lungo la via Francigena. 

Sarà presente il Gran Maestro Priore d’Italia e Mondiale Gennaro Luigi Nappo e la dott.ssa Laura Predizzi, nonché il dott. Tommaso Cerciello, presidente della Confederazione Nazionale PMI Italia, alla quale il Circolo Ricreativo Enogastronomico Italiano aderisce.

Estate Lauretana 2019: Dalla scoperta di sapori e mestieri antichi nel borgo di Fontenovella alla Notte Bianca e a Lumina in Castro

Con la settima edizione dell’evento enogastronomico e folcloristico del borgo organizzato dall’Associazione Fonte Nova, sabato 29 Giugno, ha preso il via ufficialmente il calendario delle manifestazioni estive. I visitatori si sono lasciati rapire dal gusto e dai racconti della cantastorie D’Aiello.

Estate LauretanaL.P. – 03.07.2019 - Alle 20.30 di sabato 29 giugno, a Fontenovella di Lauro (AV), è tornato l'evento enogastronomico e folcloristico “C'era una volta al borgo, alla riscoperta di antichi mestieri e sapori”, giunto alla sua settima edizione.

ceraunavoltailborgoDopo “Nobile: l’avventura polare” del 2 giugno, l’evento di Fontenovella che apre ufficialmente il calendario dell’Estate Lauretana, è la seconda tappa del tour turistico lauretano, che a luglio spazierà dal teatro alla musica: Un Festival delle arti, promosso dalla Pro Loco “Nuova Lauro” e conosciuto come “Mamm ‘e ll’Art”, alla terza edizione. Il programma delle manifestazioni si chiuderà ad agosto, con la “Notte Bianca” e “Lumina in Castro”.     

Francesco MazzoccaIl presidente della Pro Loco “Nuova Lauro” Francesco Mazzocca spiega l’importanza della sinergia tra le realtà del territorio: “Abbiamo sentito l’esigenza di inserire e promuovere in un unico cartellone estivo tutti gli eventi dell’Estate Lauretana. Non solo quelli che riguardano in modo specifico la nostra Pro Loco e il Festival delle arti.  “C’era una volta il Borgo” dell’associazione “Fonte Nuova” di Tilde Schiavone è ormai un appuntamento fisso della nostra estate ed insieme a “Lumina in Castro”, organizzato dalla Pro Lauro, è uno degli eventi estivi di cui la nostra comunità può andare fiera”.  

Cera una volta le tradizioniL’evento C’era una volta il borgo”, organizzato dall'Associazione “Fonte Nova”, giunto alla settima edizione, si propone di ricreare atmosfere tipiche del villaggio contadino., a partire dalle pietanze, preparate seguendo antiche ricette: polpette nel sugo, pane mbusso int'è fasuleparmigiana 'e mulignane, carne di cinghiale, pizza a legna, il torrone fatto in casa, il caffè e i dolci della caffetteria “‘A Montagnola”, e molto altro.
Un’atmosfera immersiva, in cui la musica live della posteggia napoletana, interpretata dai Tamburini Castel Lauri, ha fatto da colonna sonora ad un vero e proprio viaggio nel tempo. Ed ogni viaggio che si rispetti ha la sua guida, la cantastorie Flavia D’Aiello, che ha trascinato il pubblico in un mondo di fantasie e suggestioni.

borgo dei bimbiSpazio anche ai ragazzi con il laboratorio “il borgo dei bimbi", pensato per loro dall' architetto Ortensia Bonavita. Previsto, anche, il social contest “Al borgo scatta e vinci”, il cui regolamento è stato pubblicato sui canali dedicati all’evento.

IMMAGINE IN EVIDENZANOVITA  - “Anche se il format è lo stesso – racconta la presidente di “Fonte Nuova” Tilde Schiavone – cerchiamo ogni anno di raccontare nuove storie. Io personalmente ho un debole per ‘O pane mbusso int'e fasulle, una pietanza a dir poco commovente, che ti fa capire come la semplicità può essere sublime. Piatti così raccontano l'arte di arrangiarsi delle massaie di un tempo, le quali, con quel poco che avevano, cercavano con dedizione e cura di abbinare ingredienti poveri, rendendoli gustosi e nutrienti.” Immancabile il video delle nonne: “Anche quest’anno abbiamo proposto ‘lí castello lancellotti vista panoramicacunti na vota’, il video racconto che raccoglie le testimonianze delle nostre nonne, ormai trapassate. Testimonianze che possono insegnare tanto, soprattutto alle nuove generazioni”.

La ricetta vincente della manifestazione: Ingesso gratuito, Manifestazione all'aperto, Aree parcheggio gratuite all'aperto, Percorso enogastronomico itinerante, Prezzi popolari.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

manifesto generale Estate LauretanaAttività LABORATORIO CREATIVO Dal 10 Giugno al 26 Luglio (Palazzo Pignatelli,Lauro)

Turismo C’ERA UNA VOLTA IL BORGO 29 Giugno (Fontenovella, Lauro) ore 20.30

Teatro SKETCH-UP 9 Luglio (Palazzo Pignatelli, Lauro) ore 20.30

Attività “MEMORIAL PICOCO” 10 Luglio (Corso Principe, Lauro) ore 17.00

Musica DILETTANTI ALLO SBARAGLIO 19 Luglio (Pal. Pignatelli)

Musica BIRRA FEST 20 Luglio (P.za Marginale Lancellotti) ore 20.30

Musica CONCERTO LIRICO 21 Luglio (Chiesa Colleggiata) ore 20.30

Teatro ROBIN HOOD 27 Luglio (Pal.Pignatelli) ore 20.30

Teatro QUARANTA MA NON LI DIMOSTRA 28 Luglio (Pal. Pignatelli) ore 20.30

Turismo NOTTE BIANCA 22 Agosto (da piazza Biagi a p.za Municipio) ore 20.30

Turismo LUMINA IN CASTRO dal 23 al 25 Agosto (Castello Lancellotti)

Attività CACCIA AL TESORO 28 Agosto (Piazza Nobile, Lauro) ore 15.30

Musica CONCERTO AL POLO NORD 31 Agosto (Pal. Pignatelli) ore 20.30

Notizie utili

Presidente della Pro Loco Nuova Lauro. Francesco Mazzocca

Orari apertura sede: lunedì—venerdì: 9:00–17:00; sabato e domenica: 11:00–15:00

Info e Contatti: CEL 392 18 11 471

EMAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web SITO https://prolocolauro.it/

SOCIAL https://www.facebook.com/prolocolauro/

CERCACI anche su Youtube e Instagram come “Pro Loco Lauro”

Direzione artistica dell’Estate Lauretana: Daniele Acerra

Info e Contatti: 329 79 70 065

PAGINA https://www.facebook.com/mammellart

Il programma completo su https://prolocolauro.it/estate-lauretana/

PROCIDA: IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI – ELSA MORANTE

Presentato il secondo anno di attività del progetto sull’”isola di Arturo”.

LOCANDINA PROCIDA 2019Simona Pasquale – 05.06.2019 - Apertura all’Europa, rafforzamento dell’impegno civile con il ricordo vivo di Giulio Regeni e la concretizzazione operativa di un sodalizio annunciato tra una prestigiosa istituzione campana ed una piccola associazione culturale, nel segno di una maggiore disseminazione di letture trasformanti dalla parte dei più giovani e di una rete di relazioni virtuose e autentiche sul territorio. Sono queste alcune delle novità emerse dalla presentazione del secondo anno del progetto «Procida-Il mondo salvato dai ragazzini-Elsa Morante» che si è svolta giovedì 23 maggio presso la sede della Fondazione Premio Napoli, a Palazzo Reale.

Domenico Ciruzzi«Confermando la sua missione statutaria, la Fondazione Premio Napoli suggella, da questo momento, l’accordo con l’Associazione culturale Kolibì, ideatrice e curatrice di questa iniziativa di grande impegno a valore per avviare, con gli scrittori selezionati per le attività sull’isola, un ultertiore cammino che in autunno preluda a un’auspicabile messa a bando di una sezione ragazzi per il Premio Napoli 2020. La sperimentazione partirà con la creazione di un apposito comitato di lettura di Juvenilia, che farà ritornare questi autori in Campania» ha detto nella sua introduzione il Presidente Domenico Ciruzzi.

FPN.ConfStampa Salvatore Guadagnuolo Pasquale Lubrano Lavadera Raimondo Ambrosino Domenico Ciruzzi Donatella Trotta Giovanna Martano Maria Patrizia StasiLa Festa/Festival conclusiva dell’edizione 2018/19 si è tenuta, come da programma, venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno. Tra gli ospiti d’onore i ragazzi dell’I.C. Don Lorenzo Milani di Aquileia – Scuola secondaria di 1° grado Ugo Pellis di Fiumicello Villa Vicentina (Udine), città d’origine di Giulio Regeni, guidati dalla loro docente di teatro Michela Vanni, che è stata anche insegnante del ricercatore friulano e della sorella Irene.

La delegazione ha messo in scena lo spettacolo “Welcome!”, liberamente ispirato e in omaggio all’opera di Elsa Morante, dando forma ad un gemellaggio simbolico tra comunità educanti, il secondo dopo quello iniziato l’anno scorso con la Comunità Montana di Vico Equense (Napoli).

FPN.ConfStampa2 Salvatore Guadagnuolo Pasquale Lubrano Lavadera Raimondo Ambrosino Domenico Ciruzzi Donatella Trotta Giovanna Martano Maria Patrizia StasiNata nel segno poetico, profetico e politico dell’omonimo testo morantiano del’68, l’iniziativa rappresenta un creativo work in progress di tutta la comunità educante isolana (e non solo) trasversale e radicale, volto a valorizzare le energie giovanili, scolastiche, associative e istituzionali, tra le quali la biblioteca e le due librerie di Procida, impegnate nella valorizzazione del territorio a partire dai più piccoli, attraverso un dialogo costante con alcuni tra i massimi esponenti della letteratura contemporanea per ragazzi, vincitori del Premio «Procida salvata dai ragazzini».

Un processo promosso dal Comune di Procida (Assessorato alla Cultura e Turismo, in collaborazione con gli istituti scolastici I.C.1°C.D. Capraro l’I.I.SS.Caracciolo-da Procida e l’Associazione Isola di Graziella, che si avvale del sostegno della Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia (Fbnai), della Marina di Procida, di Confartigianato Imprese Napoli e di amici imprenditori illuminati come Giovanni Cimmino, da sempre vicini all’Associazione culturale Kolibrì.

FPN.ConfStampa3 Salvatore Guadagnuolo Pasquale Lubrano Lavadera Raimondo Ambrosino Domenico Ciruzzi Donatella Trotta Giovanna Martano Maria Patrizia Stasi«Oltre alla promozione della lettura, la Fondazione punta ad accendere passioni. Di qui la sintonia con questa proposta. Abbiamo voluto mantenere la sede nel cuore di Napoli per collegare centro e periferie, in un momento di grande sconnessione e di derive illegali anche giovanili» ha detto Ciruzzi in chiusura del suo intervento.  «La scuola deve animare dibattiti e non vigilare sulle idee, imbrigliandoleha aggiunto Giovanna Martano, preside dell’I.C.1°C.D.Capraro di Procida, che non a caso quest’anno ha inserito un modulo del progetto nel programma regionale Scuola Viva, voluto dall’Assessore Regionale all’Istruzione Lucia Fortini – Non a caso, alla luce di quanto sta avvenendo in queste settimane in Italia, tutti i docenti della mia scuola si sono autodenunciati». Incalza Salvatore Guadagnuolo, Vice Presidente nazionale di Agita Teatro: «Le scuole sono presidi di Democrazia. Abbiamo fin da subito aderito a questo percorso formativo, perché educa alla bellezza, non fine a sé stessa».

Maria Patrizia Stasi nato 1050x525Spiega Maria Patrizia Stasi, Presidente della Fbnai: «Si tratta di un progetto di enorme valore, giunto primo in graduatoria tra oltre ottanta proposte da finanziare, perché in assoluta sintonia con le nostre priorità. Contiene, infatti, due elementi fondamentali: il contrasto alla povertà educativa, che non appartiene solo all’infanzia e la costruzione di comunità. Al centro ci sono i libri, punti di partenza e di arrivo che fanno viaggiare e pensare, sprigionando un mondo magico fatto di proiezione e non di protezione».

Donatella Trotta 1200x1200Rappresenta una sfida culturale, una scommessa educativa, un sogno condiviso e concertato dal basso: «In tempi di pericolosi sovranismi, sterili divisioni e populismi di vario segno, esperienze come questa, che portano avanti processi di inclusione, impegno civile e costruzione di ponti relazionali a partire dai libri, diventano ancora più indispensabili per trasformare il mondo attraverso un serio cammino di formazione. Permanente» ha sottolineato Donatella Trotta, Presidente dell’Associazione Kolibrì.

Pasquale Lubrano Lavandera image058Ma come è stata l’accoglienza sull’“Isola di Arturo”?  «Procida è un luogo ferito dalla storia, ma baciato dalla letteratura e per questo abbiamo accolto sin dal suo nascere questo che riteniamo un progetto profeticoha affermato Pasquale Lubrano Lavadera, Presidente dell’Associazione culturale Isola di Graziella e Direttore della biblioteca comunale “Don Michele Ambrosino” – I ragazzini possono davvero cambiare il mondo, come sosteneva Elsa Morante nel ‘68 e come, un anno prima, affermava Chiara Lubich attraverso il suo Appello alla Pace e alla Reciprocità».

dino ambrosino e1433454336743Conclude il Sindaco Raimondo Ambrosino: «Procida non è più la comunità chiusa descritta dalla Morante; è diventata un luogo accogliente, aperto al prossimo che anche grazie alla forza di questa proposta culturale ed educativa punta a superare i confini insulari».

FPN.ConfStampa4 Salvatore Guadagnuolo Pasquale Lubrano Lavadera Raimondo Ambrosino Domenico Ciruzzi Donatella Trotta Giovanna Martano Maria Patrizia StasiProtagonisti dell’edizione 2019, che tornano sull’isola dopo essere stati già coinvolti in seminari mensili residenziali incentrati sulle loro opere, rivisitate attraverso numerosi laboratori con docenti, famiglie e oltre 330 bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni, condotti, durante l’anno scolastico con il monitoraggio costante dei tutor di Kolibrì e di Agita: Bernard Friot,  “il Gianni Rodari francese con la sua nuova raccolta poetica “Il mio primo libro di poesie d’amore” (Editrice Il Castoro), illustrato da Desideria GuicciardiniFrancesco NiccoliniSimone Cortesi e Luigi D’Elia, autori di “Aspettando il vento” (Edizioni Becco Giallo), graphic novel di formazione ambientata nell’oasi naturalistica di Torre Guaceto (Brindisi), protagonista dello spettacolo finale; Emanuela Bussolati ed Elisabetta Garilli, autrici di Tinotino Tinotina Tino Tin Tin Tin” (Carthusia Edizioni), albo illustrato per i più piccoli, cui è collegata una ricerca musicale con strumenti non convenzionali che pone al centro dell’attenzione l’ascolto del proprio talento; e la scrittrice e giornalista d’inchiesta Vichi De Marchi, che Procidanel suo I maestri di Strada” (Einaudi Ragazzi, Collana Semplicemente Eroi), racconta un anno vissuto insieme al maestro Cesare Moreno e ai ragazzi emarginati delle periferie napoletane, protagonisti del programma “Chance” per il recupero scolastico.

Ci sono stati, previsti, gli interventi artistici del musicista Maurizio Capone della Bungt Bangt e degli attori Rosaria De Cicco e Nello Mascia e le presentazioni del nuovo libro di Francesco Niccolini “Il lupo e la farfalla” (Ragazzi Mondadori) e di Patrizia Zerbi, fondatrice della casa editrice per l’infanzia Carthusia, una realtà editoriale di successo tutta la femminile.  

Programma completo su: www.comprensivocapraroprocida.gov.it

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (SCHEDA Agita Teatro.doc)Scheda Agita Teatro 184 kB128
Scarica questo file (SCHEDA Andersen.doc)Scheda ANDERSEN 93 kB129
Scarica questo file (SCHEDA Kolibrì.doc)Scheda Kolibri 48 kB135
Scarica questo file (SCHEDA Progetto.doc)Scheda Progetto 215 kB134
Scarica questo file (SCHEDE Autori 18-19.doc)Scheda Autori 978 kB138

Sottocategorie

  • Campania
  • Nazionali & Estero

    Elit Nullam pellentesque vitae Nulla eget Sed eget sed adipiscing accumsan. Tincidunt felis non amet et eu Nulla egestas cursus accumsan condimentum. Tincidunt accumsan tincidunt dolor pellentesque accumsan Nullam convallis egestas nunc quis. Mauris Suspendisse at pretium ac Aenean faucibus Morbi convallis pharetra et. Sed ut sed Vestibulum ut elit congue convallis massa ante consectetuer. Curabitur non Phasellus cursus et Vestibulum enim lorem.