Avella / Il bilancio di Pane Ammore e Tarantella: Quindicimila visitatori in due giorni

Le considerazioni e le prospettive nelle dichiarazioni del presidente dell’Associazione , Marianna Sorice, e del direttore artistico Roberto D’Agnese.

paneC.S. - 11.10.2017 -  Quindicimila visitatori in due giorni, momenti dedicati ai bambini, alle famiglie, all’arte, agli spettacoli, alla cultura e all’enogastronomia, con gruppi itinerantivisite guidate ai siti storici ed archeologici e riflessioni. L’edizione 2017 di “Pane Ammore e Tarantella”, promossa dall’associazione Pane Ammore e Tarantella con la direzione artistica di Roberto D’Agnese per Omast Eventi, fa segnare un traguardo che pone l’evento tra i più interessanti e seguiti della zona a cavallo tra Avellino e Napoli.

3“Non posso che essere soddisfatta del lavoro svolto e della partecipazione – afferma Mariangela Sorice, presidente dell’associazione Pane Ammore e Tarantella -. Migliaia di persone da tutto il Mandamento e da tante zone della Campania ci hanno onorato della loro presenza ed è stato davvero emozionante vedere negli occhi dei visitatori la soddisfazione di partecipare ad un evento ricco, in un contesto affascinante, con tanti bambini felici di prendere parte ad un’iniziativa in cui abbiamo anche promosso tante visite guidate, valorizzando così l’area archeologica, oltre ad offrire un vasto programma artistico e musicale e la gastronomia d’eccellenza che ci caratterizza. Ad Avella si respirava un’aria diversa e questo non può che renderci orgogliosi. Ci aspettavamo la presenza del Sindaco in occasione dell’inaugurazione, cosa che ci avrebbe ripagato dei tanti sacrifici fatti, ma ci auguriamo che il prossimo anno questo progetto ci possa vedere insieme”. 

2 12 678x381L’associazione sta già pensando alla prossima edizione, potendo contare su un traguardo raggiunto:Il Cavalier Nicola Luciano ha deciso di donarci la Pro loco Clanis e questa è per noi una enorme soddisfazione – spiega Sorice - Ci lascia una eredità importante che siamo onorati di ricevere e che impiegheremo al massimo perché crediamo nella rinascita del paese, come confermato da un movimento che già da qualche anno si avverte soprattutto a livello culturale. Infine il nostro più sentito ringraziamento va a Roberto D’Agnese, che ha creduto in noi e ci ha sostenuto sin dal primo momento”.

Pane Ammore Tarantella 1 750x445“L’evento «Pane Ammore e Tarantella» conferma come la progettazione e la programmazione di un evento secondo standard qualitativi elevati funzionino senza ombra di dubbio – spiega Roberto D’Agnese, direttore artistico delle ultime due edizioni per Omast Eventi - Abbiamo non solo riconfermato il numero di presenze dello scorso anno, già superiore alle diecimila, ma lo abbiamo persino superato. Vale dunque la pena ribadire che siamo riusciti ancora una volta a creare, grazie all’energia positiva innescata da una proposta artistica qualitativamente elevata e alla grande passione dell’associazione, un evento di grande importanza in un’area strategica a cavallo tra Avellino e Napoli. La macchina organizzativa è collaudata ed è evidente che ormai non si può più parlare di coincidenze, ma di una importante operazione di valorizzazione territoriale attraverso l’arte e la musica che sta pian piano coinvolgendo varie aree della provincia di Avellino, come un’onda lunga di cui non possiamo che andare fieri”.

A Solofra ritorna INDIVINO 2017

Il programma dell’Evento

Indivino 1N.R. – 12.09.2017 - Ritorna a Solofra INDIVINO, acronimo di “incontri di vino, l'evento organizzato dalla Pro Loco Città di Solofra in collaborazione con l'ONAV, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vini delegazioni di Avellino e Salerno, con degustazione di vini pregiati, prodotti eno-gastronomici e angolo ristoro. Alla kermesse saranno presenti circa 40 prestigiose cantine vinicole del panorama enologico irpinio e salernitano.

Solofra Indivino Santa chiara 2L' evento si terrà nella magnifica cornice del chiostro del complesso monumentale di Santa Chiara, dove si potrà vivere un’esperienza multisensoriale unica, degustandomigliori vini e i deliziosi piatti, preparati dalla Scuola Alberghiera “Manlio Rossi Doria”.

Infine un noto trio di musica jazz arricchirà l'atmosfera suonando dal vivo magiche note.

PROGRAMMA 

indivino 2017 banner 300x300Sabato 16 Settembre 2017

18:00 - Visita guidataVisita guidata del centro storico di Solofra della Proloco Città di Solofra (prenotazione obbligatoria). 

19:00 - StartTaglio del nastro ed apertura banchi di degustazione

19:45 - L'altro Aglianico: Selezione vini da Vitigno Aglianico della provincia di Salerno.Laboratorio di Degustazione vini Rossi a cura ONAV. 

21:15 - Declinazioni di Fiano: Avellino e Salerno diverse espressioni di eleganza, finezza e aromi di un grande vitigno.Laboratorio di Degustazione vini Bianchi a cura ONAV. 

Domenica 17 Settembre 2017

18:00 - Visita guidataVisita guidata del centro storico di Solofra della Proloco Città di Solofra (prenotazione obbligatoria). 

19:00 - StartApertura banchi di degustazione

20:00 - Greco di Tufo, storia e territorio: Diverse interpretazioni di un territorio del più muscolare dei vitigni a Bacca Bianca.Laboratorio di degustazione vini Bianchi a cura ONAV. 

Il costo del contributo per accedere ai banchi degustazione è di 6€ e comprende 4 ticket degustazione. L'ingresso é libero.

BAIANO: IN ARRIVO LA XXVII EDIZIONE DE LA FESTA DELLA NOCCIOLA

Due giorni di gastronomia, spettacoli, visite guidate e un convegno su pesticidi, fitofarmaci e concimi e dei loro effetti nocivi su ambiente e salute pubblica.

locandina Festa dellemigranti def CopiaLu.pi. – 01.09.2017 - A Baiano, in provincia di Avellino, dopo  la FESTA DELL’EMIGRANTE, il 3 Agosto scorso, manifestazione con la quale sono stati accolti tutti i baianesi residenti fuori che rientrano a Baiano per la festa Patronale di Santo Stefano, è in dirittura d’arrivo la Festa della Nocciola 2017, una due giorni: il 9 e 10 settembre 2017,  con gastronomia, spettacoli e visite guidate, organizzata dalla Pro Loco Baiano, in collaborazione con la Pro Loco Abella di Avella, la Pro Loco “Rimettiamoci Insieme di Mugnano del Cardinale e l’Associazione La Piccola Cometa “Alessia Bellofatto”, oltre al supporto di altre Associazioni ed il patrocinio del Comune di Baiano della Regione Campania e dell’UNPLI.

baiano locandina Festa Nocciole 1La Festa della nocciola, giunta alla sua XXVII edizione, attirerà tanti turisti, pronti a giungere in territorio irpino non solo per gustare buon cibo, rigorosamente a base di nocciola, ma anche per partecipare a visite guidate e a momenti di spettacolo. Gastronomia, visite guidate, spettacoli  e un convegno sono il mix della manifestazione

Piatto tipico della Festa è la pasta al pesto di nocciola, accompagnata anche da altri piatti sempre a base di nocciola, come la braciola alla nocciola e la polpetta alla crema di nocciola; non mancherà il torrone.

Francesco Fusco IMG 0956Di​ ​rilievo​ ​sarà​ ​l’esibizione​ ​dello​ ​​chef​ ​Francesco​ ​Fusco​​ ​del ristorante​ ​“Moera”​ ​di​ ​Avella​ ​che,​ ​domenica​ ​10​ ​Settembre,​ ​alle​ ​ore​ ​19.00,​ ​eseguirà​ ​uno​ ​“​show kitchen​”​ ​preparando​ ​delle​ ​degustazioni​ ​a​ ​base​ ​di​ ​nocciola.

Tante le novità​ ​ ​previste​ ​in​ ​ambito​ ​artistico​ ​e​ ​culturale.​ ​I​infatti,​ ​saranno​ ​allestite​ ​varie​ ​mostre​ ​per ​ ​valorizzare​ ​artisti del territorio​ ​e​ ​promuovere la cultura​ ​locale.​ ​Su​ ​tutte,​ ​la​ ​“​Mostra​ ​Presepiale​,”​ ​curata​ ​dall’artista​ ​di adozione​ ​“quadrellese”​ ​​Gaetano​ ​De​ ​Luca,​​ ​e​ ​“​Percorso​ ​tra​ ​gli​ ​Antichi​ ​Mestieri​”,​ ​preparata dalla​ ​Pro​ ​Loco​ ​Baiano​ ​con​ ​testi​ ​curati​ ​da​ ​Antonio​ ​VecchioneRisalto​ ​sarà​ ​dato​ ​al​​ ​Maio​​ ​grazie​ ​all’esposizione​ ​delle​ ​attrezzature​ ​usate​ ​per​ ​la​ ​realizzazione della​ ​festa​ ​e​ ​alla​ ​visione​ ​di​ ​video​ ​Promo​ ​dell’evento​ ​che​ ​caratterizza​ ​il​ ​Natale​ ​Baianese.​ ​Il tutto​ ​coordinato​ ​dal​ ​Comitato​ ​Maio​ ​presieduto​ ​da​ ​​Mattia​ ​Lieto​. Inoltre​ ​ampio​ ​spazio​ ​sarà​ ​dato​ ​agli​ ​stands​ ​degli​ ​hobbisti​ ​e​ ​dei​ ​produttori​ ​locali.

Gesù e Maria204Nella giornata di domenica 10 settembre, inoltre, sarà possibile partecipare a visite guidate su prenotazione presso le bellezze archeologiche, artistiche e paesaggistiche del territorio, al termine delle quali è previsto il pranzo.

Tre le formule proposte:1) La formula pranzo e percorso di trekking presso località GESU’ e MARIA a Baiano con conseguente visita dell’Eremo. 2) Un viaggio nel bosco di “Arciano”, luogo principale della straordinaria Festa del Maio che si tiene a Baiano il anfiteatro MG 6350 1024x682 600x399giorno di Natale, un viaggio naturalistico e storico per far rivivere ai turisti le fasi della festa che rappresenta l’identità di Baiano; al termine pranzo presso la Festa della Nocciola. 3)La formula pranzo e visita ad Avella prevede un viaggio nei monumenti abellani tra Anfiteatro, Monumenti funerari romani e Castello; pranzo al termine presso la Festa della Nocciola. Info: www.festadellanocciola.it

baiano locandina convegno 2Nella stessa giornata si terrà un convegno con la partecipazione della dott.ssa Patrizia Gentilini, medico oncologo ed ematologo, che parlerà di pesticidi, fitofarmaci e concimi e dei loro effetti nocivi su ambiente e salute pubblica.

​Un​ ​settore​ ​“danzante”, poi, ​ ​sarà​ ​sempre presente​ ​nei​ ​due​ ​giorni​,​ ​curato​ ​dalla​ ​Scuola​ ​di​ ​ballo​ ​​“La​ ​Coppia Dance”​ ​diretta​ ​dal​ ​M°​ ​Mario​ ​Candela​.

Spazio anche​ ​al​ ​cabaret​ ​con​ ​un​ ​gruppo​ ​di​ ​​artisti​ ​locali​ ​di​ ​Mugnano​ ​del​ ​Cardinale​​ ​che,​ ​in​ ​maniera “itinerante”,​ ​allieterà​ ​le​ ​fasi​ ​della​ ​Festa​ ​sabato​ ​9​ ​Settembre

Previsti, infine, anche momenti di spettacolo, con liscio e balli di gruppo organizzati in collaborazione con la Scuola di danzaLa Coppia Dance diretta​ ​dal​ ​M°​ ​Mario​ ​Candela​, la musica popolare degli Scetavajasse e lo show di Luca Sepe.

Programma della Festa della Nocciola

Sabato 9 settembre

Ore 17.00: Apertura Stand

Ore 21.30 Musica popolare con gli Scetavajasse

Domenica 10 settembre

Ore 9.00: Visite guidate con partenza dalla Villa Comunale

Ore 11.00: Convegno Pesticidi, fitofarmaci e concimi – effetti nocivi su ambiente e salute pubblica

oOe​ ​20.30: Esibizione​ ​di​ ​Zumba​ ​Fitness del​ ​m°​ ​Marianna​ ​Corrado​ ​ ​ ​

Ore 21.30: Show di Luca Sepe

Aperitivo e degustazioni al tramonto con visita guidata sulla Torre di Summonte

Evento organizzato dal movimento giovanile del FAI. Sabato  9 settembre 2017 dalle ore 19.00 alle 23.00.

Logo FAIN.R. – 08.09.2017 - Le sfumature dei meravigliosi tramonti irpini a portata di mano grazie all'iniziativa del Fai.Sabato 9 settembre 2017, infatti, per una idea del movimento giovanile dell'associazione si potrà vivere un'emozionante serata dedicata alla cultura, al paesaggio e alla fotografia

torre di SummonteDalla Torre Angioina di Summonte  si può sprigionare la propria fantasia e abbandonarsi alle mille sfaccettature dell'arte, seguendo esclusivamente l’estro più nascosto.

L'appuntamento è per le ore 19.00 per la visita guidata, poi spazio all'aperitivo con una serie di degustazioni a base dei prodotti di Casale del Principato; a seguire la premiazione del contest fotografico "FAI Scatti d'Estate". A fare da sfondo a tutto questo il paesaggio e, nuvole permettendo, un favoloso tramonto di fine estate.

PROGRAMMA

Ore 19:00 - Accoglienza del FAI Giovani e formazione gruppi per la visita guidata 

Ore 19:30 - Degustazione e possibilità di visita sulla cima della Torre Angioina per mirare il panorama al #tramonto
Aperitivo offerto da:  "Il Casale del Principato" (http://www.casaledelprincipato.it/), "Istituto Superiore di Istruzione Secondaria De Sanctis" di Avellino (http://www.agrariogeometra.gov.it/), "Torrone Partenio, Pagano Antonio" (Torrone Partenio Pagano Antonio).

Ore 21:00 Cerimonia di #premiazione del contest fotografico "FAI Scatti d'Estate"
https://www.facebook.com/events/435894180143498

Premio offerto da: "BHUMI Ceramica" (http://www.bhumi.it/Bhumi Ceramica)

Visita libera

Ore 23:00 - Saluti

INGRESSO:
Per partecipare all'evento è prevista una quota di partecipazione di € 5,00, che andrà versata come offerta al FAI - Fondo Ambiente Italiano grazie al sostegno degli sponsor e del lavoro dei volontari.
Il biglietto può essere acquistato nelle seguenti modalità:
- in loco il giorno 9 settembre dalle 18:00 alle 19:30 

- presso il punto FAI Arcadia Passaro (http://www.passarodesign.com/index.php/2013-09-19-18-05-47)

-sarà possibile prenotarsi entro il giorno 8 settembre sul sito: http://www.faiprenotazioni.it/eventi.php?delegazione=Avellino e poi pagare entro le 20:00 il giorno stesso.

N.B.: Per i partecipanti al Contest fotografico non è obbligatoria la partecipazione all'evento. Potranno avere accesso esclusivo anche solo alla cerimonia di premiazione.

ISCRIZIONE
Il FAI Ricorda che l'#iscrizione al FAI - Fondo Ambiente Italiano durante gli eventi del #FAIGiovani conviene!
Quote Giovani (under 35) - € 15,00; Ordinario - € 39,00; Coppia - € 60,00; Famiglia - € 66,00

Chi si iscriverà avrà accesso all'evento gratuitamente.
Chi è già regolarmente iscritto al FAI avrà quota agevolata di € 3,00, se munito di tessera al momento dell'acquisto.

”Adotta una capra … e il Cilento vive”, ossia come combattere lo spopolamento e crearsi opportunità di lavoro

L’appuntamento in programma il 28 agosto è organizzato dal Comune in collaborazione con l’Associazione Giovani Speranze, Adotta una Capra, la Pro Loco e il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Logo IMG 20170824 WA0026 Pietro Luciano  -  25.08.2017 - Adotta una capra … e il Cilento vive” è il titolo di un convegno in programma il 28 agosto nel Cilento a San Mauro la Bruca, presso piazza Chiesa, con inizio alle ore 20.00. L’appuntamento, organizzato dal Comune in collaborazione con l’Associazione Giovani Speranza, Adotta una Capra, la Pro Loco e il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, punta ad affrontare con importanti ospiti il tema dello spopolamento del territorio e, nel contempo, delle possibili attività che possono essere svolte sul territorio per evitare di dover necessariamente andare via per trovare delle opportunità.

FRancesco ScarabinoAbbiamo invitato importanti ospiti per affrontare l’argomentospiega Francesco Scarabino, sindaco di San Mauro La Brucami auguro di riuscire a dare una svolt. Nel caso del nostro Comune, purtroppo, negli ultimi trent’anni è diminuito del 50%; se continuiamo di questo passo molti Comuni del Cilento rischieranno di scomparire”.

Dopo i saluti del primo cittadino, interverranno Valeria Romanelli, dell’Associazione Giovani Speranza; mons. GIuseppe Casale; il prof. Adalgisio Amendola, preside della facoltà di scienze politiche dell’Università di Salerno; Antonia Auturi della fondazione della Comunità Salernitana Onlus; Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania; Sabrina Capozzolo, deputato Pd; Luca Cerretani, vicepresidente della Provincia di Salerno; Corrado Martinangelo, presidente Agrocepi; Mario Notaroberto, imprenditore agricolo, e Tommaso Pellegrino, presidente del Parco. Modera l’incontro Ermanno Corsi, già caporedattore Rai.

san mauro la brucaNel corso della serata saranno consegnati attestati di merito all’Appuntato dei CC. Loris D’URSO e all’Associazione CILENTO FUORISTRADASi concluderà l’incontro con la degustazione di prodotti gastronomici locali e con il concorso di suonatori e cantori di musica popolare.

Ma di cosa si parlerà in effetti è presto detto. Si tratta del  un progetto  dell’Associazione Cilentana Giovani SperanzeAdotta una capra”, che, ultimamente, ha ricevuto, per così dire, l’imprimatur dal Dipartimento di Farmacia della Federico II, a seguito delle analisi sulla qualità del latte delle cinquanta caprette sbarcate, da tempo, su Facebook: il loro latte fa bene al cuore  Per cui, adesso potranno scriverlo anche sulla carta identità di Macchia, insieme all’altezza (70 centimetri, per la cronaca) e al colore degli occhi (neri): il suo latte.

capre del Cilento 193120535 74cfaf95 ff7e 4d3a ae93 57458101c664Si legge nel report: “… di grande interesse è il contenuto in acido oleico pari a circa un terzo di quello dell’olio extra-vergine di oliva. Tale acido grasso è ben noto per i suoi effetti benefici a livello cardiovascolare e per la sua capacità di agevolare l’assorbimento intestinale di altri acidi grassi insaturi protettivi di cuore e vasi”. Il via libera dell’università partenopea da un nuovo slancio al progetto che, partito da Novi Velia, un paesino di 2300 anime nel cuore del Cilento, ha conquistato il popolo dei social network ed è stato già applaudito da ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina.

valeria romanelliIl progetto in sintesi: basta un versamento di duecento euro e si diventa soci sostenitori di Giovani Speranze. “E ai donatorispiega la portavoce Valeria Romanelli - diamo la carta d’identità dell’animale e un aggiornamento periodico, anche fotografico. E poi regaliamo a scelta formaggio fresco, stagionato o semi-stagionato, ricotta o cacioricotta. Ma non è un acquisto: chi dona, lo fa perché crede in noi”.
E la gente ci crede: l’dea-progetto ha conquistato “donatori” da tutta Italia. E così il gregge cresce, grazie a chi, come il console onorario del Portogallo, Maria Luisa Cusati, si lascia conquistare dal tenero sguardo delle capre: la “sua” si chiama Film, che pascola a fianco a Musica, adottata da un coro.
C’è chi adotta una capra per amore: di qui anche il singolare, ma efficace hashtag #agoatforlove, o per regalare un sorriso al proprio bimbo: #agoatforsmile- Gli Scout hanno adottato Piccola Orma, tenerissima; il Giovani speranzepresidente della Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete, che ha patrocinato l’iniziativa, ha anche adottato Epicurea, che va d’accordissimo con Vrenzola. 
Da queste parti, inoltre, non c’è più aria di sacrifici pasquali: è il miracolo di una startup in grado di rilanciare la pastorizia, da 21 a 50 capi in pochi mesi.

Don Aniello Panzariello, il parroco di Novi Velia, che per primo ha creduto in loro, ha visto giusto. E …  fuggire via dal Cilento non appare più un obbligo.  
Facendo pascolare le capre su terreni che d’inverno si ricoprono di neve e d’estate regala scorci di meraviglia, con panorami che arrivano ad abbracciare anche le isole Eolie, il futuro, chissà, può essere già qui. In pratica chiunque può aiutare i giovani cilentani e restare aggiornato sulla salute della “sua” capretta.

 “E non finisce qui”, sorridono i pastori 2.0: Gaetano, Angelo, Federico, Rosario, Simona e Carminuccio, che, con una luce negli occhi, annunciano:”“E allora il prossimo passo è costituirci in cooperativa sociale agricola e mettere insieme le risorse per impiantare un vero caseificio”. Per  realizzare quest’altro sogno necessitano Quarantamila Euro. Per dare una mano all’impresa di questi ragazzi e far produrre ” il latte delle capre cilentane che fa bene al cuore”,  basta andare sulla pagina Facebook “Giovani Speranze”.

Sottocategorie

  • Economia

    Lacinia vitae In ante ipsum Sed nec dapibus et orci dictumst. Vel lacus amet dictumst et sapien est ac Curabitur pellentesque ultrices. Feugiat convallis turpis massa ligula sagittis enim aliquet fringilla orci pretium. Ut Aenean Vestibulum suscipit eros pede et nibh laoreet Pellentesque mus. Aliquet ultrices dictumst justo justo tortor vitae nisl nec sem.

  • Lavoro

    Ipsum lorem Vestibulum Nam lacinia Curabitur euismod eu urna neque nibh. Donec elit Integer malesuada eros dolor Suspendisse id ornare tincidunt Morbi. Nisl libero ac fermentum vel sed laoreet justo tempus magna.