Convegno ad Agropoli su “Le aree naturali protette tra sviluppo sostenibile e partecipazione civica”

manifesto-Aree protette del 26-giugno1 500x333Agropoli – 27.06.2014 - Il Gal Cilento Regeneratio, la Fondazione Giambattista Vico, Legalità e Sviluppo – Fondazione Gen. C.C. Ignazio Milillo hanno organizzato un convegno sul tema "LE AREE NATURALI PROTETTE TRA SVILUPPO SOSTENIBILE E PARTECIPAZIONE CIVICA". L'evento si è tenuto giovedì 26 giugno 2014, con inizio alle ore 18.00 ad Agropoli, presso l'Aula Consiliare
Dopo i saluti di Francesco Alfieri, Sindaco di Agropoli; di Mauro Inverso, Vice Presidente del Gal Cilento Regeneratio; di Claudio Aprea, Direttore della Fondazione "Giambattista Vico"; del Dott. Carmine D'Alessandro, Presidente del Gal Cilento, sono intervenuti: Carmine D'Alessandro, Presidente Gal Cilento Regeneratio; Angelo De Vita, Direttore del Parco Nazionale Cilento e Vallo di Diano e Alburni; Vincenzo Pepe, Presidente del Movimento ecologista europeo FAREAMBIENTE; Lucio Parascandolo, Direttore della Fondazione BACT (ITS Beni Attività Culturali e Turistiche).
Subito dopo c'è stato un dibattito con l'intervento di Sindaci e Amministratori, di Associazioni Ambientaliste, Civiche e del Sociale del Cilento.
Le conclusioni sono state tenute dal Sen. Giuseppe Marinello, Presidente della Commissione Territorio, Ambiente, Beni Ambientali del Senato della Repubblica.
Ha introdotto e moderato il convegno il Gen. Giuseppe Fausto Milillo, Presidente della Fondazione Italiana per la Legalità e lo Sviluppo

I 100 giorni in cui deve cambiare tutto

La biosfera, che consente la vita sulla Terra, è talmente vicina al collasso che per alcuni scienziati questo è il momento Siamo Fottuti. Per questo i leader di tutto il mondo si riuniranno all'ONU tra soli 100 giorni. Giorni che noi, in tutto il mondo, dobbiamo usare per organizzare la più grande mobilitazione per il clima e il pianeta di sempre. Dobbiamo fare tutti la nostra parte, firma per unirti: VOGLIO ESSERCI

ClimaCari avaaziani, l'ultima era glaciale? È avvenuta in 6 mesi, ricoprendo l'Europa e gli Stati Uniti con blocchi di ghiaccio grandi quanto enormi condomini. È solo un esempio di cosa succede quando si raggiunge un punto di svolta che sconvolge irrimediabilmente il clima e in questo momento sono addirittura tre i punti di svolta, della stessa portata devastante, che stiamo per raggiungere.
Uno scienziato NASA l'ha definito, senza mezzi termini, il momento "siamo fottuti" del cambiamento climatico. La nostra unica possibilità è una manifestazione senza precedenti, che per un giorno mobiliti l'intero pianeta.
Perché possiamo salvarci se si troverà un accordo su obiettivi ragionevoli che ci facciano uscire dall'era del petrolio e del carbone. L'ONU sta organizzando un vertice d'emergenza che tra poco più di 100 giorni riunirà tutti i più importanti leader del mondo: il 21 settembre vogliamo accoglierli con la più grande mobilitazione della storia in difesa del clima e del pianeta, per tagliare i fili che li rendono dei burattini nelle mani dei grandi del petrolio e del carbone.
Organizzare un'azione del genere è difficilissimo, ma tutto parte da noi, dalle nostre azioni individuali che tutte assieme diventano un movimento di milioni di persone e possono spingere i politici a liberarsi dalle lobby e aiutarci costruire un futuro pulito, verde e soprattutto di speranza. Clicca qui sotto per dire che ci sarai anche tu:
https://secure.avaaz.org/it/join_to_change_everything/?bXesAdb&v=40417

I punti di svolta si verificano per colpa di circoli viziosi in cui cambiamento climatico genera altro cambiamento climatico, con conseguenze catastrofiche. Un esempio è il metano, un gas 25 volte più inquinante della CO2, per ora intrappolato sotto le grandi distese di ghiaccio: con lo scioglimento del ghiaccio ha cominciato a fuoriuscire, facendo sciogliere ancora più ghiaccio e così via. Inoltre questo consuma il ghiaccio riflettente che consente al pianeta di non surriscaldarsi, facendo andare tutto fuori controllo. Un esempio, ma aiuta a capire perché gli scienziati continuino a lanciare appelli disperati affinché si agisca subito.
Ma abbiamo gli strumenti e un piano per evitare questa autodistruzione! Ci vorrà una collaborazione storica a livello mondiale, e la nostra comunità di 36 milioni di persone ha già la forza per spingere i leader mondiali nella giusta direzione. È notizia di questi giorni che Stati Uniti e Cina hanno annunciato dei piani finalmente concreti per ridurre l'inquinamento: è il momento che aspettavamo per assicurarci che al vertice di Parigi 2015 si firmi l'accordo globale che serve al pianeta.
Inondare le strade, dimostrando di essere moltissimi e determinati, è uno dei modi più forti per ottenere il cambiamento: è successo per il movimento contro l'Apartheid in Sudafrica o per i diritti civili negli USA, spesso è stato l'unico modo. È la nostra occasione per fare in modo che lo stesso succeda per la battaglia più importante del nostro tempo per dare un futuro alla nostra generazione e a quelle che verranno. Clicca sotto per farne parte anche tu:
https://secure.avaaz.org/it/join_to_change_everything/?bXesAdb&v=40417

Possiamo farcela, e lo sappiamo. Quando questa comunità era di solo 3 milioni di persone siamo riusciti a organizzare 3mila azioni nello stesso giorno per proteggere il pianeta. Ora siamo 36 milioni, dieci volte tanto, riuscite a immaginarvi cosa possiamo fare ora?
Con speranza e determinazione, per il futuro di tutti noi,

Emma, Iain, Lisa, Ricken, Alice, Emily, Sayeeda, Uilleam e tutto il team di Avaaz

MAGGIORI INFORMAZIONI
Antartide al punto di non ritorno: i ghiacciai sono destinati a sciogliersi (Il Sole 24 ore)
http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2014-05-13/antartico-punto-non-ritorno-ghiacciai-sono-destinati-sciogliersi

Il futuro del nostro pianeta dipende da 58 persone (Pressenza)
http://www.pressenza.com/it/2014/04/futuro-pianeta-dipende-58-persone/

Il collasso dei ghiacciai in Antartide è inevitabile (Wired)
http://www.wired.it/attualita/ambiente/2014/05/13/collasso-ghiacciai-antartide-inevitabile/

Inarrestabile fusione di ghiaccio in Antartide occidentale (Scienze Naturali)
http://www.scienze-naturali.it/ambiente-natura/ambiente/inarrestabile-fusione-di-ghiaccio-in-antartide-occidentale

________________________________________

Avaaz.org è un movimento globale con oltre 36 milioni di membri, che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa "voce" in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 18 paesi distribuiti in 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.

Per contattare Avaaz scrivici utilizzando il nostro modulo www.avaaz.org/it/contact, oppure telefonaci al 1-888-922-8229 (USA).

 

Al via il 5 giugno, Giornata mondiale dell’Ambiente, la quarta edizione del PREMIO IMPATTO ZERO per le buone pratiche “green” di cittadini, associazioni e cooperative

Giornata-mondiale-ambiente-Padova - 3 giugno 2014 - Si aprono il 5 giugno, in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente, le iscrizioni alla quarta edizione del "Premio Impatto Zero", iniziativa di Arci che promuove e valorizza le buone pratiche sostenibili di cittadini, associazioni e cooperative: scelte di vita e comportamenti ecologicamente virtuosi che riducono lo sfruttamento di risorse, le emissioni, i rifiuti e contribuiscono a diffondere la cultura della sostenibilità, migliorando così anche la qualità della vita della comunità.
Nato a Padova nel 2011 e cresciuto fino a raggiungere il livello nazionale, il Premio è promosso e organizzato da Arci, con il contributo di AcegasAps-Società del Gruppo Hera, in collaborazione con Legambiente Nazionale, Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, Progetto Life+Eco Courts, Legacoop Veneto, Centri Servizi Volontariato di Padova, Verona, Vicenza, Rovigo, Treviso e Belluno, Confcooperative Padova, e con il patrocinio di EXPO Milano 2015, Ministero dell'Ambiente e Comune di Padova.
C'è tempo fino al 30 settembre per candidare il proprio progetto o azione, iscrivendosi al sito www.premioimpattozero.it. Un focus specifico sarà dedicato quest'anno alle pratiche di consumo collaborativo e condiviso, che vedono sempre maggiore adesione e diffusione anche in Italia, come il car e bike sharing, il car pooling, lo swapping, i gruppi di acquisto solidale.
Sono quattro le categorie in concorso: "sharing economy", ossia condivisione di beni e servizi nella vita quotidiana (acquisti di prodotti materiali; esperienze aggregative per le risorse energetiche e beni comuni, scambio/baratto; ideazione, creazione e utilizzo di servizi per la mobilità, il lavoro, la finanza, il tempo libero; l'utilizzo di spazi e beni immobili); "tecno_green" (ideazione e gestione di media e nuove strumenti comunicativi per diffondere la cultura della sostenibilità come blog e siti, app, social network ....); "savethefood" (last minute market, progetti per il recupero e la ridistribuzione di eccedenze alimentari e di solidarietà sociale ...); "vivo verde" (pratiche quotidiane e scelte di vita ecocompatibili come autoproduzione, acquisto di alimenti da filiera corta, turismo e mobilità sostenibili, riciclo e riuso, mercato dell'usato ...).
Il concorso suddivide i premi, e quindi le candidature, tra le categorie Veneto e Italia; i riconoscimenti saranno assegnati da un'apposita commissione composta da esperti e rappresentanti istituzionali e dai promotori del Premio.
Saranno decisivi nella scelta: l'originalità e la creatività, il minor impatto ambientale, l'efficacia della promozione della sostenibilità, l'esportabilità delle prassi ad altre realtà del territorio, il miglioramento della vita sociale e gli apprezzamenti ottenuti tramite le votazioni online.
In palio, buoni sconto per l'acquisto di bici elettriche, forniture di prodotti biologici, cena al ristorante, selle eco friendly per bicicletta, e molto altro ancora ...

Per informazioni, segreteria organizzativa: Associazione Arci Padova, Viale IV Novembre 19, 35123 Padova; Tel: 049 8805533; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SAVIANO: Ripulito l’Alveo Rosario

Alveo RosarioSilvia Giustiniani – 10.06.2014 - L'Alveo Rosario è stato finalmente ripulito, dopo tre anni dalla disastrosa esondazione che causò l'alluvione di una masseria in via Furignano. A dire il vero dei lavori erano già stati eseguiti a spese della Regione, come si evince dalla documentazione del gennaio 2012, consegnata alla Procura della Repubblica di Nola, alla Guardia Forestale e alla Polizia provinciale di Nola, ma certamente non erano sufficienti ,dato che non era stata prevista la ripulitura dell'asse idrico.
Ora, grazie all'impegno del delegato all'ambiente del Comune di Saviano, Luigi Cappella, delle Associazioni ambientaliste locali e degli Enti preposti l'Alveo è stato ripulito di tutti i rifiuti in esso contenuti, pericolosi e non. La situazione stava diventando davvero insostenibile.
"Vedere gli alvei ripuliti da cima a fondodice Gennaro Esposito, delegato della Federazione Assocampaniafelixpremia la perseveranza dei cittadini attivi e sensibili come noi, ma anche l'impegno dei nostri amministratori. Quando c'è volontà reciproca, i risultati arrivano e alla grande. Adesso bisogna, però, prevenire il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti e vigilare gli argini degli alvei per evitare nuovi sversamenti, per questo serve un sistema di video-sorveglianza, ma anche una centrale operativa 24h, meglio se inter-comunale, per la prevenzione del fenomeno. Ben venga questo finanziamento; vigileremo affinché i soldi siano effettivamente spesi per istallare le telecamere e beccare gli imbecilli inquinatori".

"GREEN DAYS" di ANEA - domenica 1 giugno via Toledo ore 9-15 Il Munaciello e altre leggende ecologiste di Napoli

Nella seconda domenica ecologica e in chiusura del Maggio dei Monumenti, Anea rivisita in chiave ambientalista le leggende napoletane con giochi a premi. Ospiti della manifestazione il vicesindaco Tommaso Sodano e Valerio Ceva Grimaldi, autore di "Napoli insolita e segreta". Servizio di Brunella Bianchi - Ufficio Stampa ANEA Agenzia Napoletana Energia e Ambiente

green-days-231.05.2014 - Il Munaciello gestore dei pozzi d'acqua era forse un precursore del risparmio idrico? L'uovo di Virgilio potrebbe oggi ispirare nuove concezioni di edilizia sostenibile? Il coccodrillo di Castel Nuovo serviva per lo smaltimento dei rifiuti della casa reale? Sono alcune della fantasiose domande del gioco a premi ideato da Anea Agenzia Napoletana Energia e Ambiente per i visitatori della seconda giornata dei Green Days, la manifestazione itinerante in sei appuntamenti dedicata all'ambiente, con degustazioni di prodotti enogastronimici a km zero e l'esposizione di soluzioni ecologiche e per il risparmio energetico, che domenica 1 giugno fa tappa in via Toledo (angolo via Diaz) dalle ore 9 alle 15.
In occasione della domenica ecologica e della chiusura del Maggio dei Monumenti, la manifestazione si arricchisce in questa seconda giornata di nuove iniziative speciali, con tre giochi a premi per far conoscere ai napoletani le storie misteriose e antiche della città e le pratiche virtuose per viverla in modo sano e rispettoso: il primo gioco prevede la compilazione di un originale questionario sulle antiche storie e leggende napoletane collegate alle buone pratiche ecologiche; il secondo consiste in una particolare caccia al tesoro; il terzo , infine, invita alla riscrittura creativa in chiave ambientalista di una leggenda legata alla storia della città. In palio, gadget ecologici e visite guidate in bicicletta attraverso i luoghi della storia e delle leggende napoletane con gli itinerari di I Bike Naples, il primo bici sightseeing culturale per il turismo lento e responsabile.
Per approfondire la conoscenza sulla cultura partenopea e far scoprire la città con i suoi segreti da angolazioni alternative, fuori dagli itinerari turistici tradizionali, la manifestazione ospiterà anche il giornalista Valerio Ceva Grimaldi, autore con Maria Franchini del libro "Napoli insolita e segreta" (JonGlezEdizioni), una guida originale ad una città ricca di sorprese, a breve disponibile in libreria. I Green Days sono organizzati in collaborazione con il Comune di Napoli.

Il calendario dell'iniziativa prosegue sino a novembre 2014 con le seguenti tappe:

sabato 28 giugno – Lungomare Caracciolo (nell'ambito della Settimana Europea dell'Energia Sostenibile)
sabato 20 settembre - Lungomare Caracciolo (nell'ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile)
sabato 18 ottobre - Via Luca Giordano (verso EnergyMed 2015)
sabato 29 novembre – Via Toledo (nell'ambito della Settimana Europea della Riduzione Rifiuti)

Partecipano ai Green Days le aziende: ARCHITETTO NICOLA GALLO, ASIA NAPOLI, AZIENDA AGRICOLA RUSCIANO GIUSEPPE, BAD BIKE, BEE - GREEN MOBILITY SHARING, BIO-COM, BIOMECO, BORUNI, COMPAGNIA ITALIANA ENERGIA ELETTRICA, ECOSISTEMI GROUP, EUROGAS, GESCO GRUPPO DI IMPRESE SOCIALI, GIP GRUPPO INGEGNERI PIANTADOSI, HABITAT, KRC-MOTORS, MG MOTORGAS, MOTOTECNICA ISAIA, NAPOLIBIKE, PI.BI., REGINAUTO, SPECIAL BIKE, TENUTA VITAGLIANO, UNICO ENERGIA, UP GREEN

Per ulteriori informazioni
Tel. 081 409459; cell. 331 2630029; 347 8023946
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www. anea.eu1

 

Sottocategorie