Terra dei Fuochi: Palma Campania rafforza i controlli

foto Guardie Ambientali 500x332C.S. – 18.03.2015 - L'Amministrazione Comunale di Palma Campania ha dato il via ad un programma di controllo sul territorio non solo per il corretto conferimento dei rifiuti solidi urbani, ma anche per scongiurare incendi che si trasformano in roghi di natura tossica.
Alla presenza dell'Incaricato del Ministero degli Interni, Vice Prefetto Dr. Donato Cafagna, l'Amministrazione Comunale, di concerto con l'Associazione Guardie Ambientali d'Italia – Sezione Provinciale di Napoli, firmataria del Patto, ha presentato il percorso formativo che vede impegnati cittadini residenti in qualità di volontari, chiamati a svolgere un'attività di dissuasione e di contrasto al fenomeno dei roghi tossici in stretta collaborazione con il Comando della Polizia Locale.
"l'iniziativa rientra in quei programmi che l'Amministrazione ha inteso attuare per dare soprattutto una spinta verso un modello comportamentale di ogni singolo maggiormente riguardoso dell'ambiente e della natura"- così ha commentato l'Assessore al ramo Avv. Filippo Carrella.- Il potenziamento del controllo si è reso possibile, infatti grazie all'adesione che l'Amministrazione Comunale ha dato al cosiddetto Patto della Terra dei Fuochi, immediatamente recepito dal Settore Ambiente di questa Amministrazione."
Il primo cittadino, visibilmente soddisfatto, ha sottolineato l'importanza dell'azione intrapresa e il fondamentale contributo che l'Organizzazione di volontariato firmataria si appresta a trasferire attraverso il percorso formativo ai cittadini palmesi. Un programma che vede coinvolti apparati del Corpo Forestale dello Stato, Arpa Campania, Istituto Zooprofilattico, CNR, Croce Rossa Italiana e il Comando della Polizia Locale.
"Puntiamo quindi a scoraggiare l'abbandono indiscriminato sul territorio di rifiuti di ogni genere, gran parte sversati da non residenti, restituendo così il decoro alle strade cittadine nella consapevolezza comprovata del grande senso civico e di collaborazione dei cittadini Palmesi".
TERRADEIFUOCHI"La centralità del volontariato e la collaborazione delle Amministrazioni Locali possono rappresentare per il futuro un efficientissimo strumento per rispondere in maniera fattiva e concreta alle necessità ambientali dei nostri territori". Così ha concluso il Vice Prefetto Cafagna durante il Suo intervento per incitare l'Amministrazione Comunale e i cittadini interventi alla cerimonia.
Un incitamento che il Vice Prefetto Incaricato ai roghi porta in giro su tutto il territorio della Campania, colto con entusiasmo particolare a Palma Campania anche dal Parroco Don Antonio Nunziata, che ha salutato i presenti invocando la difesa del creato.

Acerra, Lettieri "Completato lo svuotamento della Piazzola n. 7 del Pantano per abbattere il carico ambientale sul territorio"

lettieri 2L.C.T. - Acerra - Giovedì, 19 marzo 2015 – Un importante risultato è stato raggiunto per l'Amministrazione comunale in termini di abbattimento del carico ambientale sul territorio: In mattinata, infatti,, alla presenza anche del Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, è stato completato lo svuotamento della piazzola n.7 del Pantano, dove erano allocate tonnellate di rifiuti, con la partenza dell'ultimo camion per il trasporto degli stessi rifiuti presso l'impianto Stir di Caivano.
Scongiurato, in questo modo, il pericolo di nuove e non lecite combustioni su questa piazzola, pericolose per l'intera comunità con l'obiettivo dichiarato di migliorare il saldo del bilancio ambientale.
Sulla piazzola erano stati allocati, nelle varie fasi di gestione commissariale o durante le precedenti amministrazioni, rifiuti "tal quale".

S. Martino, masso minaccia abitazioni: sgomberate tre famiglie

smartino valle caudina - massoGiu. D'Ava. - 12.03.205 – Nella mattinata del 13 marzo sono partiti i lavori di somma urgenza per la demolizione della roccia che minaccia due abitazioni a San Martino Valle Caudina.
Il sindaco Pasquale Ricci ha per questo emanato un'ordinanza per i lavori di somma urgenza e per l'evacuazione dei tre nuclei familiari che vivono nelle due abitazioni.
masso in cadutaL'episodio fa riferimento ai fatti avvenuti lo scorso primo marzo in pieno centro storico a San Martino Valle Caudina, in uno dei vicoli di Piazza XX Settembre, quando alcuni residenti allertarono i Vigili del Fuoco di Bonea per un grosso masso, di circa 3 metri quadri di diametro, secondo le stime dei vigili, che si era staccato dalla massicciata a ridosso delle case, minacciando le abitazioni.
A seguito di un ulteriore sopralluogo del Genio Civile, il sindaco Ricci, nella serata di ieri, ha dovuto firmare un'ordinanza di sgombero per tre nuclei familiari di due abitazioni. Ne è seguita una pacifica protesta da parte di queste famiglie presso il Comune della Valle Caudina.

Appello dell’Unpli di Avellino per Monteverde

monteverde-borgo-più-bello-della-campania-Alle Falde del Kilimangiaro: il borgo più bello d'Italia.
Votare per Monteverde è votare non solo per l'Irpinia, ma anche per la Campania.

Per votare occorre effettuare una piccola e breve procedura collegandosi con il sito www.allefaldedelkilimangiaro.it per registrarsi e poi votare.

Si vota una volta al giorno.

Il voto è gratuito.

 

2020: LA VERA SFIDA É SULL'EFFICIENZA ENERGETICA

É proprio l'efficienza energetica il pilastro indispensabile per tagliare le emissioni di gas climalteranti e ridurre i consumi finali di energia attraverso l'implementazione di misure che, oltretutto, sono economicamente più vantaggiose rispetto a qualunque altra soluzione. Ma secondo Avvenia (www.avvenia.com), leader nazionale nel settore della White Economy, l'Europa ed in particolare l'Italia stanno sfruttando poco questa opportunità per cambiare in meglio e salvare il Pianeta. Eppure basterebbe solo la volontà e una politica che favorisca questa rivoluzione energetica.

classi-energeticheC.S. - 06.03.2015 - Cinque anni per cambiare, in meglio. Per alcuni l'obiettivo che l'Unione Europea si è prefissa in materia di energia e ambiente è ambizioso, per altri è ancora insufficiente per rispondere alle emergenze che dovremo fronteggiare nel corso dei prossimi anni.
Di certo il 2020 non è poi così tanto lontano e con esso la scadenza degli obiettivi europei dell'aumento del 20% dell'efficienza energetica e della riduzione del 20% dei gas a effetto serra. «Ma per centrare gli obiettivi nell'ambito dell'efficientamento energetico l'Unione Europea dovrà mettere in atto ulteriori strumenti concreti che permettano di proseguire nella rivoluzione energetica» commentano gli esperti di Avvenia (www.avvenia.com), leader nazionale nel settore della White Economy e dell'efficienza energetica, secondo i quali l'Italia e l'Europa nel suo insieme sono in ritardo.
Ad alimentare il dibattito è proprio Avvenia che sottolinea quanto oggi si renda indispensabile non tanto l'introduzione di nuovi incentivi per sostenere il comparto quanto opiuttosto l'implementazione di una sostanziale omogeneità delle politiche energetiche su scala europea. «L'Unione Europea -sstengono gli esperti di Avvenia- dovrebbe preoccuparsi della stabilizzazione delle politiche energetiche nazionali, offrendo così agli imprenditori di ogni settore la possibilità di prendere decisioni informate sugli investimenti».

impianto-con-accumulo-small«Ora serve solo la volontà e una politica che favorisca questa "rivoluzione energetica" e per ottenere questo dobbiamo riuscire a sensibilizzare i media e l'opinione pubblica sulla drammatica importanza dell'efficienza energetica nelle strategie economiche e di sicurezza nazionali a cui tutti i Paesi dell'Unione Europea oggi lavorano. In Italia, ad esempio, nonostante proprio qui sia nata l'iniziativa in termini di incentivi sul risparmio energetico, vi è una situazione di vacanza normativa che a pochi e ben posizionati player è utile, ma che a tutti gli altri operatori del settore e soprattutto alla società nel suo insieme e all'ambiente certamente non lo è» spiega l'ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia, che ha sempre dimostrato una particolare attenzione all'ambiente.
Creata nel 2001 con l'intento di fornire una risposta significativa per affrontare e risolvere in modo consapevole e sostenibile le problematiche legate all'efficienza energetica, Avvenia è in concreto è un partner per il cammino verso la razionalizzazione dei consumi ed al raggiungimento degli obiettivi 2020. Per ottemperare alle nuove Diagnosi Energetiche Obbligatorie (DEO), ad esempio, la «Struttura Energetica Aziendale», l'ultima delle esclusive metodologie di analisi firmata Avvenia, consente alle aziende e gli enti pubblici di conoscere in ogni dettaglio i propri processi produttivi e porre in essere i meccanismi di innovazione tecnologica più adeguati per aumentare l'efficienza e la produttività in ogni specifico settore.

AVVENIA S.R.L. | Corso Antonio Gramsci, 79 | Genzano di Roma | RM | 00045 | Italy

 

Sottocategorie