.: Il Meridiano on line :. | il quotidiano online

Aversa. “Dai Vichinghi ai Normanni”, mostra espositiva organizzata da Aversa Turismo

locandina mostra ad Aversa350x500Da La R@mpa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - Lunedi 6 luglio 2015, alle ore 18:30, verrà inaugurata al 1° Piano del Centro Commerciale Medì di Teverola la Mostra "Dai Vichinghi ai Normanni", realizzata dall'Associazione turistico-culturale AversaTurismo in collaborazione con l'Associazione Campania Plus.

Si tratta di una Esposizione Temporanea (dal 15 giugno al 31 agosto 2015) di costumi, accessori, riproduzioni, pannelli, didascalie ed audiovisivi realizzati nell'ambito del Progetto "Aversa Millenaria", ideato e promosso da Aversaturismo per celebrare la storia secolare di Aversa a partire dalle sue origini normanne.
La Mostra è stata allestita grazie alla sensibilità del Centro Commerciale Medì di Teverola che, nell'intento di offrire ai propri clienti un "cadeaux culturale" sulle origini normanne di Aversa, ha voluto ospitare presso la propria struttura alcune delle opere esposte il 18 e 19 aprile scorsi presso l'Istituto Comprensivo Statale "Domenico Cimarosa" di Aversa nel corso dell'Evento "Aprile 2015: Aversa compie 993 anni", che ha riscosso notevole successo .
Nel periodo della Mostra avranno luogo, presso l'area espositiva, momenti didattici, culturali, artistici e promozionali a cura di esponenti dell'Associazione AversaTurismo.

Vi presentiamo "La Coccarda Rossa 1861", un graphic novel di recente realizzazione

foto del grafic novelUfficio Stampa Segnidautore – 26-06.2015 - "La Coccarda Rossa 1861" è un graphic novel nato da un soggetto di Mauro Mercuri, sceneggiato da Carlo Bazan e disegnato da Carlo Rispoli, che racconta di come ex soldati, contadini e legittimisti del Regno delle Due Sicilie si organizzarono in bande irregolari dopo l'Unità, per combattere l'occupazione piemontese al Sud e che vennero infangati col marchio di briganti. Tutto basato su fatti realmente accaduti.
"Oltre a tanta passione e tanto impegno, dicono gli autori, ci abbiamo messo l'intenzione di veicolare una parte di storia ancora poco conosciuta"
La letteratura disegnata, infatti, come Umberto Eco ha definito il mondo del fumetto, è una forma di comunicazione, diretta, potente e sincera.
La sinossi: Parigi 1888, Rocco, un giovane emigrato meridionale, incontra in un caffè degli Champs Elisee, un anziano signore che crede di conoscere. Si avvicina, lo guarda negli occhi e immediatamente lo sguardo di quell'uomo, lo fa' tornare con la mente a quando da ragazzino accompagnava suo zio a consegnare la verdura al palazzo reale, Lì nel cortile, in una di quelle occasioni, vide Francesco II da vicino. Il Re mentre saliva in carrozza, salutò quel giovane laborioso strizzando l'occhiolino, Rocco emozionato, non dimenticò mai quel gesto e quello sguardo, lo stesso sguardo che aveva adesso davanti...
Inizia così 'La Coccarda Rossa 1861", un fumetto che racconta tramite i ricordi dell'ultimo Re delle Due Sicilie, le gesta di Nicola Cardone, un ex soldato duosiciliano che organizza una banda per reagire all'occupazione del Meridione. Portavano dei simboli distintivi, tra i quali anelli di zinco e coccarde rosse, con lo scopo di difendersi dalle stragi che i bersaglieri, piemontesi prima e unitari dopo, compivano coperti da una censura che è durata decenni.
Più di cinquanta i testi consultati, che vanno da G. De Sivo ai più recenti, oltre a centinaia di documenti visionati presso i vari archivi. Un lavoro di ricerca durato quasi un anno, per consentire la realizzazione di un soggetto che riportasse nei minimi dettagli vicende realmente accadute. Infatti ogni pagina riporta avvenimenti riscontrabili nella bibliografia e nei documenti citati nell'ultima pagina, come ad esempio gli espedienti che usavano le bande per conoscere gli spostamenti delle truppe, o i travestimenti dei militari per i pedinamenti dei sospetti.

PREMIO CIMITILE: XX EDIZIONE CONSUMATA EST

Servizio di Pietro Luciano. Foto: Fonte internet.

logo Premio CimitileOrganizzazione, finalità, obiettivi
La Fondazione Premio Cimitile, che organizza l'evento, vanta come suoi fondatori: Il Comune di Cimitile, la Regione Campania, la Città Metropolitana di Napoli, l'Associazione Obiettivo III Millennio, Felice Napolitano, quindi, uno dei pochi esempi in Campania che racchiude in sé un mix di enti pubblici, privati ed associazioni. Dal 2009 fa parte dell'Albo Regionale degli Istituti di Alta Cultura.
Le sezioni del Premio sono sette: Narrativa inedita; Narrativa, Attualità, Saggistica e Archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale edite. Premio di Giornalismo "A. Ravel". Premio Speciale per una personalità della Campania che si è distinta particolarmente sul piano nazionale.
Premio Cimitile 2015 - 2La premiazione si svolge nello scenario delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, il complesso, unico al mondo, ha origini pagane e annovera sette basiliche di varie epoche. Oggi rappresenta uno dei più suggestivi complessi artistico - religiosi in Italia.
Il Premio consiste in un artistico campanile d'argento che raffigura il simbolo della cristianità, ubicato nel complesso basilicale di Cimitile.
Il Premio Cimitile, giunto quest'anno alla XX edizione ha come fiore all'occhiello la sezione inedita di narrativa con la premiazione dell'opera e la pubblicazione su tutto il territorio nazionale da parte di Guida editore di Napoli.
La finalità della manifestazione è quella di promuovere e sollecitare il gusto alla lettura e rappresenta un appuntamento importante per la cultura in genere e, soprattutto, per l'occasione di scoprire autori inediti
Cimitile - la vincitriceGli obiettivi del Premio vogliono essere, la promozione e lo sviluppo al gusto della lettura, cercando di riavvicinare le persone alla cultura, al libro, alla letteratura, favorendo la promozione culturale, la valorizzazione e la conoscenza delle bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio, in particolare la storia del complesso basilicale di Cimitile, che fa da scenario incantevole della manifestazione. E' proprio questo il percorso ventennale proposto dal Premio Cimitile, che dal 1996, ad oggi, reappresenta il segno tangibile di un percorso che ha visto il succedersi di affermazioni culturali e sociali senza precedenti nella storia della cultura e dell'associazionismo locale. Un percorso che ha avuto a fine 2009 un ulteriore suggello con l'inserimento della Fondazione nell'albo delle Istituzioni di Alta Cultura della Regione Campania.

Cimitile 4Le sezioni, i premiati, la cultura come valore, i patrocini
Cimitile 2L'iniziativa, con la sezione inedita di narrativa, ad oggi ha scoperto venti scrittori con la pubblicazione di altrettanti opere. Nel corso delle venti edizioni il campanile d'argento, simbolo del PREMIO CIMITILE è stato assegnato alle firme più prestigiose della letteratura, del giornalismo, del mondo culturale, dello spettacolo, della scienza tra cui Antonio Ghirelli; Miriam Mafai; Michele Prisco; Riccardo Pazzaglia; Luciano De Crescenzo; Michele Santoro; Sergio Zavoli; Luca Goldoni; Lucia Annunziata; Giulio Andreotti; Federico Moccia; Gianni Minà; Licia Colò; Roberto Gervaso; Franco Di Mare; Alessandro Meluzzi; Marcello Veneziani; Massimo Cacciari; Roberto Napoletano; Giovanni Floris; Alberto Angela; Bianca Berlinguer; Silvana Giacobini; Antonio Caprarica; Vittorino Andreoli; Claudio Angelini; Roberto Giacobbo; Antonella Boralevi; Aldo Cazzullo; Nando dalla Chiesa; Francesco Giorgino; Luca Telese; Mauro Mazza; Gianni Riotta; Fabrizio Bisconti; Valerio Massimo Manfredi; Riccardo Iacona; Marcello Sorgi; Luigi Giampaolino; Gian Antonio Stella; Sergio Rizzo; Paolo Mieli; Mario Orfeo; Franco Roberti; ecc...
Cimitile 5Il Premio ha posto al centro delle sue attività il valore della cultura quale fattore di sviluppo socio – Cimitile 3economico dell'area nolana all'interno del sistema Paese, attraverso, anche, la valorizzazione del patrimonio storico- artistico e archeologico delle Basiliche Paleocristiane presente nel comune di Cimitile e con la sezione dedicata a studi e ricerche in campo archeologico-cristiano a livello internazionale, il Premio Cimitile diventa ogni anno una sintesi di arte e cultura nelle loro varie espressioni.
L'iniziativa, Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, vanta autorevoli patrocini: Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali, Regione Campania, Provincia di Napoli, Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

Cimitile 6L'intensità di un programma articolato e di spessore
E' una settimana intensa di arte, storia, archeologia, cultura, religione, densa di eventi, momenti di riflessioni, il territorio che ha modo di raccontarsi, un articolato programma di iniziative di elevato spessore culturale, volte a promuovere la lettura del libro, la letteratura e la diffusione dei valori umanitari che sono alla base di una civile e democratica cittadinanza, che vede la partecipazione di personalità del mondo della cultura, della politica, della religione e dello spettacolo e la riscoperta dei Beni Culturali dell'intera area nolana..
Cimitile 7Tutti gli eventi della settimana trovano ampia risonanza a livello Regionale e Nazionale sui mezzi della comunicazione di massa (stampati e audiovisivi). La suggestione ed il valore assoluto dello scenario del complesso basilicale paleocristiano di Cimitile, che fa da cornice all'iniziativa, vengono posti all'attenzione del pubblico anche attraverso una produzione televisiva della serata finale di premiazione – spettacolo e messa in onda nei mesi di luglio, agosto e settembre su numerosi circuiti televisivi regionali, interregionali e nazionali.

Il Programma 2015 in sintesi

copertina libro SgarbiSabato 13 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
Ore 18,30: Cerimonia di apertura e INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DEL VENTENNALE DEL PREMIO CIMITILE
Ore 19,00: PREMIO CIMITILE 1996 – 2015. VENT'ANNI NEL CUORE DELLA CULTURA
Durante il convegno è stato presentato il libro "Gli anni delle meraviglie. Da Piero della Francesca a Pontormo. Il tesoro d'Italia. 2." di Vittorio Sgarbi - Bompiani
Sono intervenuti: Dott. Francesco Di Palma, Sindaco del Comune di Cimitile; Dott. Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Avv. Elia Alaia, Presidente dell'Associazione Obiettivo III Millennio; Avv. Elena Coccia , Vice Sindaco della Città Metropolitana di Napoli); On. Prof. Pasquale Sommese, già Ass. al Turismo, Consigliere della Regione Campania; On. Dott. Massimiliano Manfredi , Deputato alla Camera; On. Dott. Paolo Russo, Deputato alla Camera; Prof. Vittorio Sgarbi , Critico e storico dell'arte. Coordinamento: Dott. Ermanno Corsi, Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile.

Domenica 14 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile. Ore 18,30: Convegno LA NARRATIVA SPECCHIO DEI TEMPI. L'INEDITO PROTAGONISTA, IN VENT'ANNI LAUREATI VENTI SCRITTORI

copertina libro BiancoDurante il convegno è stato presentato il libro "Ovunque sei, se ascolterai" di Giulia Bracco - Guida Editori,
opera vincitrice della sezione inedita di narrativa del Premio Cimitile 2015
Sono intervenuti: Dott. Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Dott.ssa Lucia Maria Collerone, vincitrice della VIII edizione sezione inedita di narrativa: Dott.ssa Roberta Lepri , vincitrice della X edizione sezione inedita di narrativa; Dott.ssa Valeria Camosso, vincitrice della XI edizione sezione inedita di narrativa; Dott.ssa Giulia Carmen Bracco, vincitrice della XX edizione sezione inedita di narrativa; Dott. Diego Guida, editore; Dott. Federico Moccia, scrittore, regista, vincitore XI edizione sezione edita di narrativa. Coordinamento: Dott. Ermanno Corsi, Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile)

copertina libro fiaba più bella Lunedì 15 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
Ore 17,00: Premiazione della Borsa di Studio "Guido Ferrara" - LETTURA E SCRITTURA CREATIVA, LA FIABA PIU' BELLA, IL RACCONTO PIU' BELLO
"La nutrizione, una scienza in cui confluiscono impulsi di diversi settori disciplinari: chimico, biologico, agrario e demografico. Passato e presente per un'alimentazione del prossimo futuro, probabilmente regolata dalla massima, più che mai attuale "Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo". (Ippocrate di Coo).
Durante la premiazione è stato presentato il libro "Si cucine cumme vogl'ì" di Eduardo De Filippo – Libreria Dante & Descartes, Collana Oltre il giardino, a cura di Gianfranco Nappi.
Esibizione della scuola di danza La Carmen Ballet Academy
Sono intervenuti: Dott.ssa Luisa Alaia, Insegnante; Prof.ssa Pasqualina Nappi, (Dir. Scol. I. C. "F.lli Mercogliano – C. Guadagni" di Cimitile; Dott. Luca Ferrara, amministratore Delegato del Pastificio Guido Ferrara; Ing. Felice Siciliano, membro della Giunta della Camera di Commercio di Napoli; On. Dott. Gianfranco Nappi, Presidente dell'Associazione Oltre il giardino; Dott.ssa Luisa Franzese, Dir. Generale Ufficio Scolastico Regionale della Campania. Coordinamento: Dott. Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile.

Martedì 16 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
Ore 20,30: ARTE, CULTURA, TURISMO - ALLA SCOPERTA DELL'AREA NOLANA ATTRAVERSO IL GRAND TOUR DELLA REGIONE CAMPANIA
Testimonianza musicale: ENZO AVITABILE
Enzo AvitabileSono intervenuti: Dott. Francesco Di Palma, Sindaco del Comune di Cimitile; Dott. Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Dott. Luigi Barbati, membro della Giunta Regionale Campania UNPLI; Dott. Michele Napolitano, Presidente dell'Associazione Meridies di Nola; Dott. Ettore Cucari, Presidente della FIAVET Campania – Basilicata; On. Prof. Pasquale Sommese, già Ass. al Turismo, Consigliere della Regione Campania. Coordinamento: Dott. Paolo Sergio, giornalista.

copertina Ahmed libro scuoleMercoledì 17 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
Ore 19,00: Convegno COMUNICARE È CONOSCERSI
Presentazione del libro "Ahmed" scritto dagli alunni delle classi quinte della scuola primaria, da tutte le classi prime e dalla classe seconda C della scuola secondaria di 1° grado dell' "I.C. Mercogliano – Guadagni" Cimitile.
Concerto della "Young Orchestra Guadagni", costituita dagli alunni dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di primo grado, direttore: Maestro Egidio Napolitano
Sono intervenuti: Prof.ssa Pasqualina Nappi, Dirigente Scolastico dell' "I.C. Mercogliano- Guadagni"; Prof. Domenico Della Pietra, Docente dell' "I.C. Mercogliano- Guadagni"; Prof.ssa Dubbioso Fortuna, Docente Discipline Giuridiche ed Economiche Itcg "Masullo - Theti" di Nola, membro del Centro di Studi e Documentazione di Nola; Prof. Michele Karaboue, Docente presso la Seconda Università di Napoli. Coordinamento: Dott.ssa Autilia Napolitano, giornalista.

Giovedì 18 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
convegno archeologia medievaleOre 15.00: Convegno Internazionale di Studi - FONDAZIONI E RITUALI FUNERARI DELLE ARISTOCRAZIE GERMANICHE NEL CONTESTO MEDITERRANEO In collaborazione tra Fondazione Premio Cimitile, Comune di Cimitile, Seconda Università di Napoli, Dipartimento di Lettere e Beni culturali, Università del Molise, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione, CSL - Centro Studi Longobardi, Centro interuniversitario per la storia delle città campane nel medioevo.
Saluto del Sindaco di Cimitile, Dott. Francesco Di Palma; del Presidente della Fondazione Premio Cimitile, dott. Felice Napolitano; del Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell'Università del Molise, prof. Vincenzo Di Nuoscio .Presidenza: Alessandra Perriccioli , Seconda Università di Napoli).
Interventi: Giovanna Rita Bellini (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e dell'Etruria meridionale), Simon Luca Trigona (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria)," L'area cimiteriale extraurbana di S. Marciano ad Atina (FR) tra l'età costantiniana e la conquista longobarda"; Carlo Ebanista (Università del Molise)," I rituali funerari a Napoli fra tarda antichità e alto medioevo: nuovi dati dalla catacomba di S. Gennaro"; Nicola Busino (Seconda Università di Napoli),"Fondazioni dell'aristocrazia longobarda di Capua"; Giuseppe Mollo, "Ecclesia Sancte Marie que est in territorio Lauri in loco ubi dicitur pernosanum. Una fondazione capuana di confine"; Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia), "Tra regno e impero: la memoria benedettina nel monastero di Leno"; Francesca Stroppa (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia),"L'immagine di S. Giulia nell'autocoscienza monastica di S. Salvatore di Brescia".
Discussione ore 18.30. Visita guidata al complesso basilicale

conevgno archeologia edievale 2Venerdì 19 giugno - Santa Maria Capua Vetere
Ore 9.30: Convegno Internazionale di Studi - FONDAZIONI E RITUALI FUNERARI DELLE ARISTOCRAZIE GERMANICHE NEL CONTESTO MEDITERRANEO
Saluto del Rettore della Seconda Università di Napoli, prof. Giuseppe Paolisso; Saluto del Direttore del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Seconda Università di Napoli, prof. Marcello Rotili. Presiedenza: Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia).
Interventi: Csanád Bálint (Hungarian Academy of Sciences, Budapest), "Rite funéraire: gépide et/ou avar?"; Vasco La Salvia (Università di Chieti), Marco Valenti (Università di Siena),"Modelli e costumi funerari delle aristocrazie fra bacino dell'Elba e Mediterraneo: il caso longobardo"; Elisa Possenti (Università di Trento), "Longobardi pannonici e Longobardi della prima fase di immigrazione in Italia: una breve riconsiderazione su analogie e differenze nei rituali funerari"; Federico Cantini, Serena Viva, Flavia Marani (Università di Pisa),
"La necropoli di seconda metà VI secolo di San Genesio (San Miniato-Pisa): elementi endogeni ed esogeni"; Paolo De Vingo (Università di Torino), "Scelte ideologiche e rappresentatività sociale nelle sepolture aristocratiche della penisola italiana tra VI e VIII secolo".
Discussione. Marcello Rotili (Seconda Università di Napoli), Conclusioni

Premio Cimitile 2015Sabato 20 giugno - Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile
Ore 20.30: Serata di Premiazione "PREMIO CIMITILE 2015" con la consegna del Campanile d'oro a:
Giulia Bracco, Migliore opera inedita di narrativa, "Ovunque sei, se ascolterai" - Guida Editori.
Maurizio De Giovanni, Migliore opera edita di narrativa, "Il resto della settimana" – Rizzoli.
Vittorio Feltri e Gennaro Sangiuliano, Migliore opera edita di attualità, "Il quarto reich. Come la Germania ha sottomesso l'Europa" – Mondadori.
Marco Damilano, Migliore opera edita di saggistica, "La Repubblica del Selfie. Dalla meglio gioventù a Matteo Renzi" – Rizzoli.
Danilo Mazzoleni, Migliore opera edita di archeologia e cultura artistica in età paleocristiana e altomedievale, "Regio X. Tridentum Et Ager Tridentinus" – Edipuglia.
Premio Giornalismo "A. Ravel" a Massimo Giannini, Conduttore di Ballarò
Premio Speciale a Luigi Vicinanza, Direttore de l'Espresso
Hanno condotto la serata: Eleonora Daniele e Sandro Petrone e sono intervenuti, scandendo la serata a ritmo di musica: Il Giardino dei Semplici, Sal Da Vinci, Nello Daniele, Audio 2.

 

Nola: Le bellezze del territorio in compagnia dell'UNIT

Nola - UNIT6 Vincenzo Esposito - martedì 23 giugno 2015 - Già oltre un centinaio di turisti accolti presso l'Ufficio Nolano di Informazione Turistica, lo sportello di servizio per turisti e visitatori adibito da Nuvla Onlus e Pro Loco Nola adibito in corso Tommaso Vitale 9.
Attivo da sabato 14 giugno, registrata la presenza di turisti provenient ida Olanda, Stati Uniti, Scozia, Costa Rica, Spagna. Lo sportello è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 18,30 alle 22 grazie alla collaborazione dei giovani che hanno completato il percorso formativo di Informatore Turistico, proposto lo scorso inverno dalle due associazioni. Oltre a fornire assistenza ai visitatori della città in festa, UNIT propone anche quest'anno il Kit del Turista, una serie di materiali per facilitare l'esperienza gigli e invitare a conoscere le altre innumerevoli risorse di cui questa terra dispone.
Nel Kit, in distribuzione da giovedì 25 giugno presto le strutture alberghiere aderenti, quest'anno è inserito il documentario "Nolano per un giorno", un video della durata di circa due ore, prodotto e realizzato da Nuvla onlus in collaborazione con Giugnonolano.it, Pro Loco Nola, Slow Food Agro Nolano. Il dvd propone un excursus per immagini sulla Festa dei Gigli, patrimonio dell'umanità, e sugli itinerari religiosi ed enogastronomici dell'area nolana e si avvale di numerosi e autorevoli interventi, come quello del Vescovo di Nola, Mons. Beniamino Depalma, e dell'ex funzionario della Soprintendenza Archeologica di Napoli per Nola, Giuseppe Vecchio. Parti del documentario in questione sono ogni sera proiettate presso lo sportello turistico, dove è già possibile prenotarlo.

 

PREMIO CIMITILE: FONDAZIONI E RITUALI FUNERARI DELLE ARISTOCRAZIE GERMANICHE NEL CONTESTO MEDITERRANEO

Convegno Internazionale di Studi di Archeologia Medievale. Cimitile e Santa Maria Capua Vetere, 18-19 giugno 2015.

locandina convegno Ebanista a Cimitile - CopiaPietro Luciano - Cimitile - 18.06.2015 - Il convegno è stato organizzato In collaborazione tra:Fondazione Premio Cimitile, Comune di Cimitile, Seconda Università di Napoli - Dipartimento di Lettere e Beni culturali, Università del Molise - Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione, CSL – Centro Studi Longobardi, Centro interuniversitario per la storia delle città campane nel medioevo
Questo il programma del 18 giugno 2015, a Cimitile, presso il complesso santuariale, a partire dalle ore 15.00: Saluto del Sindaco di Cimitile, Francesco Di Palma, del Presidente della Fondazione Premio Cimitile, dott. Felice Napolitano, e del Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell'Università del Molise, prof. Vincenzo Di Nuoscio.
Presiede: Alessandra Perriccioli, Seconda Università di Napoli.
basiliche cimitile2Interventi: Giovanna Rita Bellini (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e dell'Etruria meridionale) e Simon Luca Trigona (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria) su " L'area cimiteriale extraurbana di S. Marciano ad Atina (Fr) tra l'età costantiniana e la conquista longobarda".
Carlo Ebanista (Università del Molise) su "I rituali funerari a Napoli fra tarda antichità e alto medioevo: nuovi dati dalla catacomba di S. Gennaro".
Nicola Busino (Seconda Università di Napoli) su "Fondazioni dell'aristocrazia longobarda di Capua".
Giuseppe Mollo, su "Ecclesia Sancte Marie que est in territorio Lauri in loco ubi dicitur pernosanum. Una fondazione capuana di confine".
Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia) su "Tra regno e impero: la memoria benedettina nel monastero di Leno".
Francesca Stroppa (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia) su "L'immagine di S. Giulia nell'autocoscienza monastica di S. Salvatore di Brescia".
Segue discussione alle ore 18,30 e subito dopo la visita guidata al complesso basilicale di Cimitile
aulario-sun-santa-mariaIl 19 giugno 2015, la sede del convegno è Santa Maria Capua Vetere, Aulario di via Perla, con inizio alle ore 9.30, con i saluti del Rettore della Seconda Università di Napoli, prof. Giuseppe Paolisso, e del Direttore del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Seconda Università di Napoli, prof. Marcello Rotili.
Presiede: Gabriele Archetti (Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia).
Intervengono: Csanád Bálint (Hungarian Academy of Sciences, Budapest) su "Rite funéraire: gépide et/ou avar?".
Vasco La Salvia (Università di Chieti) e Marco Valenti (Università di Siena) su "Modelli e costumi funerari delle aristocrazie fra bacino dell'Elba e Mediterraneo: il caso longobardo".
Elisa Possenti (Università di Trento) su "Longobardi pannonici e Longobardi della prima fase di immigrazione in Italia: una breve riconsiderazione su analogie e differenze nei rituali funerari".
Federico Cantini, Serena Viva, Flavia Marani (Università di Pisa) su"La necropoli di seconda metà VI secolo di San Genesio (San Miniato-Pisa): elementi endogeni ed esogeni".
Paolo De Vingo (Università di Torino) su "Scelte ideologiche e rappresentatività sociale nelle sepolture aristocratiche della penisola italiana tra VI e VIII secolo".
Segue discussione e poi, Marcello Rotili della Seconda Università di Napoli tirerà le conclusioni del convegno.

 

Sottocategorie

  • Spettacoli

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet. Morbi leo Morbi quis vitae quis et Quisque auctor Nunc tempus.

  • Cultura

    Magna velit urna Aenean laoreet tellus orci Suspendisse Integer lacus urna. Vivamus mus vitae Integer Nulla turpis tortor mauris montes sem et. Orci convallis vitae mattis Sed Morbi porttitor justo convallis urna feugiat.