Palma Campania: il Comune commemora la Grande Guerra

grande guerra 500x333N.R. - 8 Marzo 2015 - Venerdì 6 marzo è stata una giornata che la comunità di Palma Campania ha dedicato all'apertura delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra. Promossa dall'assessore alla Cultura, Elvira Franzese, in collaborazione con i componenti della Commissione Cultura, presieduta da Virginio Ferrara, l'iniziativa ha avuto due momenti salienti ed importanti soprattutto per gli appassionati di storia locale. In mattinata, presso la sala consiliare "Vincenzo Russo" del Comune, è stata presentata l'opera degli artisti Jorit Agoch e Leticia Mandragora, allievi del prof. Giuseppe Leone all'Accademia delle Belle Arti di Napoli: un dipinto realizzato su un pannello, raffigurante immagini che richiamano il tricolore e momenti della Prima Guerra Mondiale; un pannello pittorico con le seguenti caratteristiche:Altezza cm 150 – Base cm 350 - Tecnica mista su tela con bombolette spray.
L'opera è stata realizzata nel contesto del progetto "Castello di Palma – Il Borgo in Festa", che s'è tenuto l'ultima settimana dello scorso mese di gennaio, finanziato con fondi europei, passati attraverso la Regione Campania. L'opera sulla prima guerra mondiale è stata approvata come intervento artistico urbanistico dalla struttura di missione operante presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri per la celebrazione dei grandi anniversari di Stato.
Nel tardo pomeriggio del 6 marzo, poi, alle ore 18:00, presso la sala teatrale del palazzo municipale è stato presentato al pubblico anche il nuovo libro di Pasquale Gerardo Santella, sempre dedicato al primo conflitto bellico, dal titolo "Alfabeto minimo della Grande Guerra", un'opera edita dalla società Michelangelo 1915 Editore. Tra i relatori il giornalista Mimmo Falco (Componente della Giunta esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa Italiana).
Il volume tratta di argomenti risalenti a cento anni addietro, visti però con lo sguardo di chi non compare sui libri di storia, ma che, comunque, fu protagonista in prima linea a seguito della chiamata al fronte, per sostenere un conflitto che vide l'Italia entrare in guerra il 24 maggio del 1915. Con l'opera realizzata da Santella si vanno sostanzialmente a toccare aspetti e sfumature di personaggi ed eventi del Sud Italia, quindi anche di Palma Campania, che, pur nel loro "piccolo", hanno contribuito col loro sangue, con i loro sacrifici alla difesa della Patria.

Avella : Arte sotto le Stelle fa …. tappa l’8 marzo con la Giornata Internazionale della Donna

L' Associazione Mela organizza uno spettacolo e un dibattito al Teatro Comunale "Biancardi". Ingresso libero e gratuito.

10929187 1540219362923775 811820848189739577 nMp. D'Avanzo – 07.03.2015 - L'Associazione MELA, dopo la trasferta a Montoro, il 15 febbraio, per partecipare con la Compagnia Teatrale alla XIX Edizione della Rassegna "Festival Regionale del Teatro Amatoriale – Città di Solofra", dove è stata Compagnia MELA1 - Copia 500x208messa in scena la già sperimentata commedia "Io, Alfredo & ... Valentina", che ha ottenuto ampi consensi e piena attestazione da parte di un numeroso e caloroso pubblico, che ha affollato il Teatro Comunale "Biancardi", nella giornata di sabato 31 gennaio, ha ripreso l'attività con la manifestazione "Anteprima di ... Teatro sotto le Stelle", ospitando ad Avella il Gruppo Teatrale "I Cardi". 

La giovane Compagnia solofrana ha messo in scena, il 28 febbraio scorso, un suo cavallo di battaglia: "Filumena Marturano", sfidando la critica con una personale rappresentazione. 

Gruppo I Cardi ad Avella10991452 1540219402923771 7683567723612534898 nE' stato un successo, salutato da calorosi e scroscianti applausi alla fine della rappresentazione da parte un numeroso e qualificato pubblico.
Non bisogna dimenticare, poi, che l'attività della MELA ha pensato anche ai più piccoli ... e non solo. Ed ecco che sabato 21 febbraio, sempre presso il Teatro Comunale "Biancardi", e domenica 22 febbraio,sono andati in onda due spettacoli della favola di Collodi: "Pinocchio", a cura dell' Associazione "BurattiLandia". Inutile dirlo: Un pienone.

PinocchioOra, domani 8 marzo, al via a "Donne e amore: non facciamone una tragedia" con lo spettacolo teatrale: dell'Associazione"IRIDE "Tutta colpa di Shakespeare", con inizio alle ore 18,30, nel Teatro Comunale "D. Biancardi". Regia di Simona Forte e testi di M. Rosaria Carifano.
Naturalmente non è un fatto casuale che questo tipo di commedia sia stato programmato e organizzato proprio 10984045 1540221299590248 3511071023179882432 nper domenica 8 marzo, in occasione della "Giornata Internazionale della Donna". A seguire, infatti, ci sarà un pubblico dibattito, come si usa dire, a cui parteciperanno Enza Luciano, consigliere comunale e presidente della commissione Pari Opportunità del Comune di Avella; Mariangela D'Avanzo, psicologa; Ornella Petillo, presidente del Comitato "Più Ari". A moderare l'incontro un'altra donna: Roberta Mediatore – direttore "Irpinia Focus"
Alla fine "cadeau di mimose"per tutte le signore e un delizioso buffet sarà offerto a tutti i presenti. Ah!... dimenticavo di dire che è tutto gratis ... offerto dagli organizzatori, così ci ha tenuto a sottolineare il presidente della Mela Riccardo D'Avanzo.

 

Pubblicata la tesi di Mons. Iannone che sarà presentata a Nola nell’aula Magna del Seminario Vescovile

seminario-vescovileAlfonso Fierdellisi. - Quadrelle - 01.03.2015 - "Una chiesa per gli altri. Il Concilio vaticano II e le religioni non cristiane" è il testo di Francesco IANNONE, Cittadella Editrice, in collana: Studi e ricerche - sezione teologica, che sarà presentato a Nola martedì 3 marzo 2015, alle ore 18.30, nell'aula Magna del Seminario Vescovile, a cura della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale e dall'Istituto Superiore di Scienze Religiose "Giovanni Duns Scoto" – Nola.
A presentare il testo ci saranno il Dott. Vittorio ROBIATI BENDAU, Rabino; Padre Pierbattista PIZZABALLA, Custode di Terra Santa; l'Imam Yahya PALLVICINI, Vicepresidente Comunità Religiosa islamica italiana. Modera il prof. Pasquale D'ONOFRIO, Docente di Teologia Dogmatica all'ISSR di Nola. Presente all'incontro Mons. Francesco IANNONE.

copertina libro IannoneIl Libro - «Don Francesco Iannone prende lo spunto da un'ottima descrizione della teologia preconciliare e della ben nota tesi extra ecclesia nulla salus; esamina poi in un modo molto dettagliato ed illuminante le enunciazioni del Concilio, usando non solo i suoi atti, ma anche la documentazione ed i fondi disponibili relativi ai suoi protagonisti. Così, in una situazione in cui la generazione dei Padri conciliari si sta esaurendo e svaniscono le memorie immediate, lo studio ci offre un contributo molto prezioso per una informativa sui dibattiti conciliari, il loro fondo teologico e i loro risultati» Così si legge nella Prefazione del card. W. Kasper.

La pubblicazione:" Una Chiesa per gli altri. Il Concilio Vaticano II e le religioni non cristiane" è costituita dalla tesi di laurea di Don Francesco Iannone presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, in cui si rilancia l'intuizione racchiusa nella nota formula dell'assise conciliare secondo la quale la grazia di Dio può incontrare i seguaci delle religioni non cristiane su vie note soltanto a Lui.
L'autore è del parere che, così come il tema centrale e la sfida della teologia del ventesimo secolo è stato l'ateismo moderno occidentale, allo stesso modo, il tema e la sfida del ventunesimo secolo nell'odierno contesto globalizzato sarà l'incontro con le religioni non cristiane.
Dice Iannone:"Oggi esse non sono più lontane da noi, ma i loro seguaci vivono sempre di più tra noi e fanno parte di una società europea diventata pluralista".

Mons IannoneL'Autore - Francesco IANNONE è Presbitero della Diocesi di Nola a Quadrelle. Dopo la Licenza in Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, ha conseguito
il Dottorato in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia meridionale di Napoli, dove è professore di Teologia Trinitaria. È Direttore dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Nola. Insegna, inoltre, Ecclesiologia presso lo Studio Teologico Francescano Interfamiliare della Provincia Sannito-Irpina e collabora con il Segretariato per la Formazione permanente della Custodia di Terra Santa di Gerusalemme. Suoi articoli sono presenti in Riviste teologiche specializzate.

 

Presentato il n° 32.33 di Salternum, la Rivista del Gruppo Archeologico Salernitano

istituto-Giacinto-Vicinanza-SalernoC.S. - 04.03.2015 - Mercoledì 4 marzo 2015, alle ore 18.30, presentazione della rivista Salternum, anno XVIII, nn. 32-33, presso l'Aula Magna dell'Istituto Scolastico 'Giacinto Vicinanza'in via Vittorio Emanuele, n. 153, a Salerno.
Intervervengono: Luigi Vecchio - Università degli Studi di Salerno; Antonio Braca - Soprintendenza per i BSAE Salerno; Giovanni Guardia - già Soprintendenza per i BSAE Salerno.
Coordinano i lavori: Gabriella D'Henry, responsabile della Rivista, e Felice Pastore, direttore del Gruppo Archeologico Salernitano.
Per la partecipazione sono riconosciuti 0,5 punti di Credito Formativo Universitario.

Per info: cell. 338/1902507

Campania: Alla Riscoperta dei … Luoghi che non ti aspetti

Servizio a cura di Pietro Luciano

Convento SantAntonio a Portici - foto Michele-MalaspinaIl complesso monumentale del convento di S. Antonio in Portici
I Frati Minori Conventuali di S. Antonio in Portici e la Cetra Angelica ONLUS hanno organizzato la visita guidata "Toccare il sacro: le reliquie" per Sabato 28 febbraio 2015, un percorso alla scoperta del complesso monumentale del convento di S. Antonio in Portici, camminando attraverso la chiesa e analizzando le sue trasformazioni, contemplando i maestosi dipinti e la pala cinquecentesca dello Sparano,passando per il chiostro per poi raggiungere il primo piano eccezionalmente aperto in occasione della visita.
Qui, per la prima volta, saranno poste in mostra delle reliquie, dalle più recenti accessioni a quelle raccolte da tempo immemore, gelosamente e lodevolmente conservate nell'archivio dei padri conventuali, tra cui una preziosa reliquia del patrono San Ciro.
L'itinerario si concluderà con la visita della Cappella del vicino Palazzo Reale, la cui storia è sempre stata intrecciata con quella del cenobio francescano.
L'appuntamento è per le ore 10.15 sulle scale della chiesa, in via Università 74, per un itinerario che delizia la vista e arricchisce lo spirito.Per partecipare alla visita il contributo è di € 3,00 a persona per sostenere le attività sociali dell'Associazione.È gradita la prenotazione al 393.2121045 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Catacombe di Napoli 1Sotto la collina di Capodimonte a ‪#‎Napoli‬ c'è uno spettacolo che non ti aspetti!
L'iniziativa "Le luci di dentro", un viaggio per luci, suoni e immagini che racconta le CATACOMBE DI NAPOLI, è stata prorogata fino al 29 marzo.
Le Luci di Dentro è l'innovativa visita guidata che miscela in modo inaspettato il patrimonio di storia e tradizione del luogo con le nuove tecnologie. Si tratta di un'esperienza unica di visita guidata, un viaggio per luci, suoni e immagini che riscrive le Catacombe di San Gennaro, viste non solo come luogo di sepoltura, ma come vero e proprio grembo nel quale prende corpo la vita.
Oltre alle giovani guide della cooperativa "La Paranza", ad accompagnare i visitatori sarà la figura virtuale di Andrea De Jorio, archeologo ed etnografo procidano (nato nel 1769), autore di un'importante guida delle catacombe, che ospiterà i visitatori come un' ironica ed elegante "presenza".
Il percorso guidato si snoda tra le suggestive architetture sotterranee, nel tufo millenario, tracciando le tappe più importanti della storia dell'uomo, dove ognuno è protagonista. Il percorso è in programma tutti i week end fino al 29 marzo. Due turni di visita: ore 19:00 e ore 21:00
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti: 0817443714 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sottocategorie

  • Spettacoli

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet. Morbi leo Morbi quis vitae quis et Quisque auctor Nunc tempus.

  • Cultura

    Magna velit urna Aenean laoreet tellus orci Suspendisse Integer lacus urna. Vivamus mus vitae Integer Nulla turpis tortor mauris montes sem et. Orci convallis vitae mattis Sed Morbi porttitor justo convallis urna feugiat.