Avella:Il soprano Paola Bellofatto incanta il pubblico alla festa dedicata a San Francesco d’Assisi

L’evento promosso dall’Associazione Turistica  Pro Loco Abella con la direzione artistica di Antonio Maiella ed il concorso del Parroco don Giuseppe Parisi  e della Famiglia Scout. Foto di Saverio Bellofatto.

Festa S. Francesco funzione in chiesaMp. D’Avanzo – 08.10.2017 -  “E’  bello rivedere il Convento di Avella affollato di fedeli partecipare alla festa religiosa e civile dedicata al poverello di Assisi”, con queste parole Pietro Luciano, presidente della Pro Loco Abella ha presentato l’evento al numeroso pubblico intervenuto alla manifestazione, ricordando a tutti che:”La presenza francescana ad Avella  è datata fin dal 1500 e che purtroppo, per mancanza di vocazioni, l’ordine provinciale dei francescani  ha chiuso il convento, affidandone la custodia alla diocesi nolana nelle persone di Suor Concetta e del Parroco Don  Giuseppe Parisi”.

La presentazione DSCN0359L’evento organizzato dalla Pro Loco Abellaha concluso Lucianovuole essere la testimonianza della volontà di continuare una tradizione secolare ed un segno che gli Avellani continuano a pensare che la comunità francescana possa ritornare in quello che per tantissimi anni ha rappresentato un punto di riferimento per Avella, ma anche per tutto il Baiaenese-Alto Clanio”. 

Cangemi DSCN0363Per la cronaca, dopo la celebrazione eucaristica officiata dal Parroco don Giuseppe Parisi, alle ore 19.00, e l’accensione simbolica della lampada votiva da parte del sindaco Domenico Biancardi, si è tenuto, subito dopo,  l’atteso concerto nel chiostro.  

Bellofatto DSCN0372Presentati dalla bellissima e valente Ludovica Gangemi, un eccellente trio di giovani musicisti, il soprano Paola Bellofatto, Rosalba Pinto al piano e Luca De Prisco alla fisarmonica, ha letteralmente incantato e deliziato il pubblico presente con un repertorio di canzoni classiche napoletane e di brani lirici.

Un momento di alto  profilo artistico, ma anche emozionale ed emozionante, è stata l’esecuzione del canto francescano per eccellenza “Dolce sentire”, che Paola ha dedicato DSCN0386 Copiaalla cugina  Alessia.  Da segnalare, poi, due stupende esibizioni di fisarmonica di Luca De Prisco: La tarantella montemaranese e il famoso Libertango di Astor Piazzola, prima e due colonne sonore di film: Il Postino e C’era una volta il west, dopo,

che hanno estasiato ed entusiasmato i presenti, che hanno sottolineato con ripetuti applausi il loro gradimento. Un finale scoppiettante con l’esecuzione del bis di Funiculì Funiculà ha chiuso una bellissima serata di musica che ha lasciato tutti soddisfatti.

Sentieri Mediterranei, il meglio della musica etnica a Summonte

La grande rassegna internazionale di musica etnica ritorna ad animare le serate irpine.

Sentieri oneLu.pi. – 14.09.2017 - Dopo la  Conferenza di presentazione del festival, tenutasi lo scorso 4   con l’esibizione del M° ENZO AVITABILE in un concerto breve per chitarra, voce e arpina, nell’Abbazia di Montevergine per il Mercogliano Musica in Abbazia, come ogni anno ritorna a Summonte Sentieri Mediterranei, il meglio della musica etnica,

enzo avitabileTantissime le sorprese della XIX Edizione, riservate ai migliaia di visitatori che la kermesse è in grado di richiamare da tutto il Mezzogiorno  per il Festival
lina sastriI primi nomi in programma sono artisti del calibro di Lina Sestri e Enzo Abitabile.E iIl 14 settembre il fascino del Santuario di Montevergine farà da sfondo alla magia delle note del musicista partenopeo, che si esibisce con la sua indistinguibile arte in Suite dell’anima
Subito dopo, il15 è la volta di Lina Sastri.

225714521 e032bb51 05a2 44bf a739 28a6c65f1e6fLe sorprese continuano fino al 17 settembre nello splendido borgo di Summonte con spettacoli, concerti e ovviamente il meglio della gastronomia locale. Tre le location del Festival:a Summonte, oltre l’Abbazia di Montevergine:  il Palco world  in Piazza A. De Vito, il Palco folk /in Piazza Gelsi, il Palco News / Arco S.Nicola.
Di seguito il programma dettagliato:

Abbazia di Montevergine: 14 sett. ENZO AVITABILE in: SUITE DELL’ANIMA (Italia).
Palco world / Piazza A. De Vito SUMMONTE: 15 sett. LINA SASTRI (Italia); 16 sett. AZIZ SAHMAUI & UNIVERSITY OF GNAWA (Marocco); 17 sett. BOMBINO (Niger).
Palco folk / Piazza Gelsi: 15 sett. ANTONIO INFANTINO (Basilicata); 16 sett. MARCO GRECO (Lazio);
17 sett. PEPPE VOLTARELLI ( Calabria).
Palco News / Arco S.Nicola: 15 sett. MALEVERA (Campania; 16 sett. CAPERE (Campania); 17 sett. RENA NERA (Basilicata).
Pietrastornina nantiscia concerto
La rassegna, inoltre, coinvolgerà quest’anno, oltre a Summonte, altri cinque comuni irpini. Il 9 settembre, a Pietrastornina, si esibirà il gruppo dei Nantiscia. Il 29 settembre, a Sant’Angelo a Scala, sarà di scena la musica popolare di Marcello Colasurdo e Paranza. Appuntamenti anche nel mese di ottobre a Santa Paolina (1 ottobre) con le tarantelle e i canti del Sud di Cenere e Lapilli; a Capriglia Irpina (7 ottobre) e a Chianche (8 ottobre), dove si potranno riascoltare, rispettivamente, Marcello Colasurdo e Paranza e i Nantiscia.

LA STORIA - Il Festival Internazionale di Musica Etnica “Sentieri Mediterranei” è giunto alla XIX edizione: un traguardo prestigioso per un evento che è cresciuto e si è consolidato negli ann,i diventando un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati di questo genere musica.

sent medit 817x404 cSentieri Mediterranei, però, non rappresenta solo un festival che racchiude una proposta musicale, quest’appuntamento, infatti, nel tempo, è diventato un momento culturale, legato alle tradizioni e alla valorizzazione del territorio, rappresentando anche un “risveglio” storico e culturale di quelli che sono i siti storici e ambientali, nonché le bellezze presenti sul territorio.  

Il riconoscimento ottenuto dalla Regione Campania ha individuato nella creatività dell’iniziativa, nella qualità del progetto e nella articolata completezza dell’offerta integrata dei beni culturali e delle attrazioni turistiche e ambientali una particolare rilevanza strategica, in grado di veicolare e diffondere l’immagine culturale e turistica della Campania,

Sentieri Mediterranei Concerti gratuiti e Enogastronomia a SummonteLa maestosa Torre Angioina, i vicoli del centro storico, il Palazzo Abbaziale del Loreto, il Santuario di Montevergine, sono queste le suggestive location che ospitano gli appuntamenti di questo evento culturale e che ne rappresentano la Giudittacornice ideale.  L’intuizione di 19 anni fa di Pasquale Giuditta ha dato ragione a chi ha fortemente voluto questo evento e quanti hanno lavorato per realizzarlo.

A Sentieri Mediterranei la musica si colloca come linguaggio universale, rappresentando uno degli strumenti che educa alla tolleranza verso gli altri e favorisce la conoscenza e la solidarietà tra i popoli. Come sempre, cerca di offrire una serie di momenti il più possibile diversificati e spalmati nell’arco della giornata, per mettere in condizione il suo pubblico, costituito da persone appartenenti a differenti generazioni, di partecipare secondo i propri interessi.  

immagine sentieri mediterranei 342x275 2Punto fermo nelle scelte compiute resta la gratuità di tutti gli appuntamenti. In questi anni il Festival ha divulgato la conoscenza delle culture musicali dei popoli del Mediterraneio, in senso non strettamente geografico, ma soprattutto culturale, facendo conoscere al grande pubblico gli strumenti tipici della musica etnica nonché gli artisti informatori e portatori di varie culture musicali di tradizione orale presenti nel Mediterraneo.  

L’accurata attività di ricerca e selezione delle proposte artistiche, coerenti con il tema conduttore,poi, ha determinato il successo del Festival al punto da essere annoverato tra i principali eventi realizzati in Italia, contribuendo a far diventare Summonte, un punto di riferimento culturale per migliaia di giovani, appassionati e cultori provenienti da molte regioni d’Italia. 

LAURO: LUMINA IN CASTRO 2017 XII EDIZIONE

Organizzato dalla Pro Lauro. - Direzione artistica di Giulio Manfredi

178549C.S. - Agosto 2017 - Un borgo incantato al centro di una valle, una storia tormentata che intreccia il romanticismo dell’Ottocento con il mistero del Medioevo: la Pro Lauro dà il via alla 1XII edizione di Lumina in Castro. La rievocazione storica si terrà il  25 – 26 – 27 Agosto 2018 e condurrà i partecipanti in un viaggio nuovo, alla scoperta delle gioie dell’Amor Cortese.

Quest'anno, dunque, la Pro Lauro condurrà i partecipanti in un viaggio nel tempo, alla scoperta delle gioie dell' "Amor Cortese". La promessa di nozze, in stile medievale, di due giovani marchesi sarà il tema centrale del racconto. Le dame, i cavalieri, l'arme e gli amori, i protagonisti delle tre serate di festeggiamenti, che si svolgeranno all'interno dei cortili e delle stanze del Castello, come il Gran Galà nella Sala d'Armi, la Cena Medievale sulla Torre Meridionale e la scoperta di un misterioso passaggio segreto. Un nuovo viaggio, dove presente e passato si intrecciano nella suggestione del teatroSarà un tuffo indietro nel passato, dove il medioevo e il matrimonio saranno al centro del racconto che si snoderà all’interno del Castello, dove per 3 notti si animerà di voci, suoni e persone del tempo che fu.


Programma
Venerdì 26 Agosto 2017
Ore 19:00 Corteo Storico con partenza da p.za Marco Biagi
Ore 20:30 Inizio spettacoli nel Primo Cortile con duelli, folklore, tamburrini, danze storiche
Ore 20:30 Inizio visita guidata nel Secondo Cortile “L’amor Cortese” direzione artistica a cura di Giulio Manfredi
Sabato 27 e Domenica 28 Agosto 2017
Ore 20:30 Inizio spettacoli nel Primo Cortile con duelli, folklore, tamburrini, danze storiche Ore 20:30 Inizio visita guidata nel Secondo Cortile “L’amor Cortese” direzione artistica a cura di Giulio Manfredi

Ingressi
Primo Cortile: Gratuito
Secondo Cortile: 5 euro (visita guidata sceneggiata notturna alle camere interne)

Contatti
www.prolauro.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

da sabato 26 a lunedì 28 agosto 2017
Lauro (Avellino) - Centro storico
ore 19:00
ingresso a pagamento
Primo Cortile: Gratuito | Secondo Cortile: 5 euro
Info. 3274574630 - 3384619891

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE

CLICCA QUI PER IL TRAILER

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

CLICCA QUI PER L 'EVENTO FACEBOOK

CLICCA QUI PER SAPERE COME RAGGIUNGERCI

CLICCA QUI PER SAPERE I CONTATTI

Al via Radio Avella Music Festival 2017

Piazza Convento ospiterà l’8 settembre i Blindur, Gnu, Francesco Di Bella

 

locandina Radio Avella Music Festival 2017Lorenzo Pulerà – L’8 Settembre si celebra la settima edizione del RadioAvellaMusicFestival, la rassegna musicale organizzata dalla web radio che dal 2010 opera sul territorio del proprio paese regalando, ad ogni chiusura dell’anno associativo, una serata fatta di musica ed emozioni.

Insomma, un evento organizzato da giovani e per i giovani, divenuto ormai un appuntamento fisso del panorama musicale campano di fine estate.

post radioavellamusicfestival2017 BlindurSul palco di Piazza Convento, location storica del Festival, si esibiranno artisti partenopei di spicco che con la loro #musica hanno varcato i confini regionali e nazionali.

Prima band ad esibirsi i Blindur, duo composto da Massimo De Vita e Michelangelo Bencivenga dalle sonorità ricche e articolate ispirate al folk e al post rock nordico, mentre i testi si rifanno alla tradizione e alla poetica della canzone d'autore italiana. In soli due anni hanno già ottenuto numerosissmi riconoscimenti e collaborazioni importanti, partecipando a festival in Italia e all'estero.

GnutA seguire Gnut, progetto musicale di Claudio Domestico, un cantautore dotato di talento, una voce d’eccezione accompagnata ad un'attitudine al blues e una grande vocazione verso il folk. Uno dei maggiori esponenti dell’indie nostrano che si presenta con il suo ultimo lavoro: Domestico.

Infine, un grande artista della scena napoletana e nazionale. Vent’anni di carriera alle spalle, dodici album pubblicati. L’ex leader dei 24Grana porta ad Avella un concerto che Francesco Di Bellalo vedrà affiancato dalla sua band al completo. Francesco Di Bella presenterà "Nuova Gianturco", album scritto dalla periferia, pensando alla periferia.

Una kermesse, quindi, tutta napoletana e rigorosamente indie.

La serata si terrà ad Avella, Piazza Convento ed avrà inizio alle 21:30. Ingresso Libero.

 

logo radioPer saperne di più

Radio Avella è una web radio nata il 28/05/2010 e che conta oltre trenta iscritti. Tutti giovani che coltivano la passione per la musica.

La radio trasmette con un palinsesto ricco ed eterogeneo consultabile sul nostro sito.Le dirette si occupano anche di diffondere gruppi emergenti campani oltre a curare rubriche di informazione di vario genere.

L'impegno e la passione per la musica ci hanno spinto ad organizzare vari eventi e a partecipare durante numerose manifestazioni a  tema artistico e creativo.

Nelle precedenti edizioni del "Radio Avella Music Festival", evento di fine estate che si tiene ad Avella(AV), si sono esibite band emergenti e artisti affermati nel panorama artistico italiano come Indubstry, Rocco Hunt, Mexico86, TheLegati, La Maschera, Fede'n'Marlen, Foja, Marcello Coleman, Tommaso Primo, TheRivati,

Zulù(99Posse),Eusebio Martinelli e Gipsy Abarth Orkestar, Capone BungtBangt, Sula Ventrebianco e i Clementino.

Radio Avella

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.radioavella.it

Pagina Facebook: @RadioAvella 

Teatro e Rievocazione: “Il Demiurgo” al Castello Macchiaroli di Teggiano (Sa)

Il 10 e 11 giugno e il 29 e 30 Luglio 2017 la società di spettacoli ha realizzato la rievocazione storica "1497: Assedio di Diano". Un trionfo di critica e per la partecipazione di pubblico. Prossimi appuntamenti il 16 e 17 agosto e il 23 e 24 settembre.

19105918 1410190962337358 1420351662117964764 nN.R. – 10.08.2017 - Il 1497 è un anno storico per Teggiano, un tempo Diano. L’antico borgo in provincia di Salerno è stato in quell’anno teatro d’uno degli episodi più avvincenti che la Storia ci abbia tramandato: l’Assedio di Diano. Antonello Sanseverino, potentissimo principe di Salerno, uomo dalla personalità affascinante e dall’indole ribelle, erse il suo ultimo strenuo baluardo difensivo nella lotta con il re di Napoli Federico d’Aragona.

Il 10 e 11 giugno prima, il 29 e 30 Luglio 2017 poi, la società di spettacoli “Il Demiurgo” (www.ildemiurgo.it),  specializzata in eventi spettacolari in luoghi non teatrali, ha realizzato una rievocazione storica di quell’episodio, in chiave teatrale, in giro per le stanze del Castello Macchiaroli, una delle strutture più belle della Campania.

19093023 1940788535946901 7677688740370468780 oSPETTACOLO:  I NUMERI  - Due giorni di spettacolo,  in 90 minuti di rappresentazione (ingressi alle ore 19.00 e alle ore 20.30; domenica mattina anche alle 11.30). 

L’Assedio di Diano”, uno spettacolo itinerante che segna l’inizio di una collaborazione tra “Il Demiurgo” e il Castello Macchiaroli  parla degli uomini e delle loro storie, dei loro tormenti, delle loro angosce, dei loro sogni e delle loro speranze .  
La drammaturgia e la regia dello spettacolo sono affidate a Francescoantonio Nappi.

20179679 10212205174111947 426682997 nSTORIA: L’ANTEFATTO -  Antonello era un uomo potentissimo: apparteneva alla famiglia dei Sanseverino, tra le più influenti del Regno. Principe di Salerno, signore di Diano e di gran parte del Cilento, era, soprattutto, un acerrimo oppositore della monarchia aragonese, contro la quale già tramò nel 1485 in occasione della cosiddetta “congiura dei Baroni”. Fu così che tra il 3 novembre e il 17 dicembre del 1497 il Re di Napoli in persona condusse l’assedio a Diano, per catturare e sconfiggere, una volta per tutte, il principe di Salerno.

STORIA: L’ASSEDIO -  Fu uno scontro cruento: con morti e feriti da ambo i lati, e, soprattutto, fu un episodio bellico e politico, che vide coinvolti lo Stato Pontificio, il Ducato di Milano, la 20196797 10212205174151948 1998138464 nRepubblica di Venezia e il Regno di Napoli. Ma dietro la politica e i suoi intrighi, la guerra e i suoi orrori, si celarono persone, storie, uomini e donne che vissero 44 giorni scanditi dal rumore dei cannoni, dal terrore della morte, dalla speranza d’una pace che giunse, inaspettata, il 17 dicembre 1497.

Su questo importantissimo accadimento storico ci sono stati tramandati diversi documenti storici, ma sono soprattutto le ricerche del prof. Arturo Didier che hanno consentito di riordinarli in maniera coerente, garantendo il giusto fuoco e la giusta attenzione all’assedio di Diano. 

Per ulteriori informazioni

Tel. 3313169215 – 3662080108 (9.00-13.00/15.00-20.00)-  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SITO WEB: www.ildemiurgo.it

FACEBOOK: https://www.facebook.com/ildemiurgo1/

TWITTER: @ILDEMIURGO1

YOUTUBE:  https://www.youtube.com/channel/UC6z32AotEJLM4vhtSz5VSYA

Sottocategorie

  • Spettacoli

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet. Morbi leo Morbi quis vitae quis et Quisque auctor Nunc tempus.

  • Cultura

    Magna velit urna Aenean laoreet tellus orci Suspendisse Integer lacus urna. Vivamus mus vitae Integer Nulla turpis tortor mauris montes sem et. Orci convallis vitae mattis Sed Morbi porttitor justo convallis urna feugiat.