FESTIVAL DI SANREMO: BAGLIONI NON VUOLE LA DIVISIONE TRA BIG E NUOVE PROPOSTE

baglioni sanremo 2Claudio Baglioni cambia il Festival di Sanremo: addio alla divisione fra Big e Giovani, a febbraio 2019 ci sarà una gara unica, alla quale saranno ammessi i due vincitori di un nuovo contest per 24 artisti «under 36» che si terrà nella settimana dal 17 al 21 dicembre. Due prime serate e quattro pre-serali in onda a dicembre: è il nuovo «Sanremo Giovani» in cui 24 artisti under 36 si sfideranno per conquistare la vittoria e aggiudicarsi due posti per partecipare al Festival. In sostanza quindi scompare la gara dei giovani a febbraio, i due vincitori del contest approderanno direttamente insieme ai Big «Ci saranno interpreti che concorreranno alla pari affinché la loro canzone possa conseguire la palma di vincitrice dell’edizione numero 69 del Festival della Canzone italiana» fa sapere viale Mazzini in una nota. Si tratta, si specifica, di «una rivoluzionaria evoluzione fortemente voluta dal direttore artistico Claudio Baglioni di intesa con il direttore generale Mario Orfeo e con la direzione di Rai1, che consentirà alla rete ammiraglia di amplificare il suo impegno in favore della scoperta di giovani talenti della musica italiana, dedicando loro un’intera settimana nel palinsesto della rete, dal 17 al 21 dicembre».

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE AL CASTELLO LANCILLOTTI DI LAURO

Uno spettacolo onirico in cui si fondono prosa, open air e teatro d'immagine il 14 e 15 luglio.

spettacolo Castello di LauroN.R. - La compagnia Controtempo theatre in collaborazione con Illoco Teatro e l'Associazione culturale Pro Lauro presenta il 14 e il 15 Luglio, inizio ore 21.00, al Castello Lancellotti di Lauro (Av) "Sogno di una notte di mezza estate" di W. Shakespeare con la regia di Roberto Andolfi e Annarita Colucci.
Undici gli attori che compongono il cast di questa nuova co-produzione al debutto nazionale presso i meravigliosi luoghi del castello campano, dando vita a Sogno di una notte di mezza estate: Dario Carbone – Lisandro; Pamela Vicari – Ermia; Danilo Franti – Demetrio; Lilith Petillo -  Elena; Venanzio Amoroso – Oberon; Lucia Bianchi – Titania; Annarita Colucci – Puck; Carlotta Tommasi -  Peter Quince; Adriano Dossi -
Nick Bottom; Damiano Lo Russo -  Francis Flute; Giuseppe Amato - Snug.
Uno spettacolo onirico in cui si fondono prosa, open air e teatro d'immagine. In questa riscrittura del classico shakespeariano, le strutture mobili, che compongono la scenografia, prenderanno vita grazie all'azione scenica dei performer.
Quest'opera racchiude in sé, già solo nel titolo,le sue due caratteristiche principali:una semplicità commovente e un intricato enigma.
Chi è che sogna quest'opera? È Bottom, che costruisce una struttura per farsi protagonista? È Puck che si annoia solo nel bosco? Oppure è lo stesso Shakespeare che in una notte ha fatto un sogno e si è svegliato con l'idea di scriverlo?
Queste risposte potrebbero essere tutte vere simultaneamente. Non ci è dato sapere chi abbia dato il via a questa reazione a catena di sogni nei sogni. Ma sembra quasi che anche chi è stato sognato si prenda la briga di sognare qualcuno, aprendo immaginazioni dentro immaginazioni.

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di William Shakespeare
regia di Roberto Andolfi e Annarita Colucci
Costumi: Cristina Ricci
Social Media Marketing: Theatron 2.0

POSTI LIMITATI - Prenotazione Consigliata
3467346677 - 3312344833
Biglietto intero 15€
Ridotto bambini 6-10 anni 10€
Gratis sotto i 6 anni

“La Notte delle Lanterne” spegne la 6a candelina e avvicina l’obiettivo del Parco del Sorriso in Kenya

Tutti col naso all'insú, martedì 26 giugno, sognando un futuro migliore per sé e per i bambini del villaggio di Malindi, facendosi coinvolgere nella Magica Notte di Avella. 

locandina La notte delle lanterne 2018Mp. D’Avanzo – 23.06.2018 - E‘ già arrivato al sesto anno l’evento a scopo benefico di Saverio Pedalino: “La Notte delle Lanterne”, una kermesse nata senza scopo di lucro, con l'obiettivo di realizzare la Football Primary School LND Italy – Parco del Sorriso (Parco Mandamento Baianese Associazione Culturale di Promozione Sociale), un polo didattico/sportivo, vicino al villaggio di Malindi, in Kenya.

La notte delle lanterneNei giorni precedenti all’evento, che, quest’anno, si terrà il 26 giugno ad Avella, si potranno acquistare le lanterne, certificate e a norma di legge, contattando direttamente l’organizzatore Saverio Pedalino o portandosi direttamente  ai punti di vendita autorizzati, contribuendo così alla concretizzazione del progetto.

Per l’occasione, il sindaco di Avella, Domenico Biancardi, accogliendo la richiesta di Saverio Pedalino, nella serata di martedì 26 giugno, precisamente dalle ore 21.30 alle ore 22.15 circa, farà oscurare  tutte le strade e le piazze del centro storico,  rimanendo però illuminata la collina del castello, con le antiche mura e la torre  angioina, e l’anfiteatro romano, che sarà anche aperto per l’occasione.

Notte delle lanterne 1 326x245Molte famiglie, poi, si riuniranno sui terrazzi per ammirare lo spettacolo delle lanterne che illumineranno il cielo della Valle del Clanio e di parte dell’Agro Nolano.

La magia si scatenerà a partire alle ore 22.00, quando verranno liberate in volo le lanterne, a cui faranno da cornice suggestiva  il cielo, le stelle e un'atmosfera incantata fatta di bolle di sapone, giochi di luce, illusionismo e ombre cinesi.

 

I punti autorizzati a vendere le lanterne benefiche  a norma di legge sono i seguenti:

PIANTE FIORI E ADDOBBI di Maria Napolitano (mamma Saverio Pedalino) nei pressi del cimitero di Baiano

SUPERMERCATI NOTARO in via Carlo Marx - Sperone (nei pressi della stazione ferroviaria)

PIT STOP di Rosario Ercolino in via Nazionale delle Puglie 25 ad Avella

PASTICCERIA PESCE zona cooperative di Avella

Centro Polivalente “F. Sodano” – Sperone ( ex Radio) CAMP NOU

FRUTTOLANDIA IN MUGNANO DEL CARDINALE

 GELATERIA CAFFETTERIA CREMA & CIOCCOLATA Località Fusaro ad AVELLA

 UFFICIO TURISTICO – SIAT presso il Comune di Avella al Piano Terra del Palazzo Baronale (solo di mattina)

Avella: E dopo la “Notte delle Lanterne” è “Talent Night”

Pedalino soddisfatto dell’evento di giovedì invita tutti al Teatro Comunale “Biancardi”. Biglietti ancora disponibili.

Immagine di Francesco WhatsApp Image 2018 06 29 at 12 55 44 CopiaMp. D’Avanzo -. 29.06.2018 - Quella di giovedi sera, 28 giugno 2018, è stata una notte magica e colorata per i cieli di Avella. Migliaia le lanterne volate in cielo che hanno illuminato il paese. Tante le foto pubblicate su face book.

Sabato sera, presso il Teatro Comunale “Domenico Biancardi”, si svolgerà, invece, un altro evento ideato ed organizzato da Saverio Pedalino, sempre con finalità benefiche.

Talent Nigth safe imageE’ la notte dedicata agli artisti talentuosi, che si alterneranno sul palco ed intratterranno il pubblico con magie, illusioni, canti, coreografiche, esibizioni e tante altre sorprese. Insomma uno spettacolo da non perdere.

Come per la “Notte delle Lanterne” anche il “Talent Night” servirà a sostenere le iniziative benefiche di #Uncalcioallapovertà, un importante progetto curato personalmente da Pedalino.

Per prendere parte allo spettacolo si possono richiedere i ticket di ingresso contattando l’organizzatore tramite facebook oppure presso il negozio di piante e fiori ubicato di fronte al cimitero di Baiano in Via Nazionale delle Puglie. Il costo per gli adulti è di 8 euro, ridotto a 4 euro per i bambini.

IL 9 E IL 10 GIUGNO 2018 A NOLA RITORNA IL CORTEO STORICO DEGLI ORSINI

Organizzato dalla“FAG per NOLA”, l’evento vede sfilare ogni anno circa 140 personaggi. Le fonti tratte dal “De Nola patria” di Ambrogio Leone (1459 – 1525).

Corteo storico degli OrsiniN.R. – 02.06.2018 - “… negli otto giorni, quando si fa la fiera e la festa di San Paolino, è permesso a tutti di stare liberamente e impunemente in città . L’autorità di tutti i magistrati tace sospesa, come sono sospese tutte le gabelle ed allora, dai paesi vicini vengono in città moltissimi commercianti con innumerevoli mercanzia, per vendere e comprare, senza pagare portolanie .. .  Conti Orsini, che Dio li salvi, affidano le chiavi della cittade ad un magistrato corteo 5 competente e, per fargli onore escono dalla loro reggia con lungo corteo di cavalieri e dame …” Così scrive nella sua opera chiamata appunto De Nola patria, Ambrogio Leone, medico, filosofo e umanista italiano (Nola 1457 – 1525).

Suo padre Marino esercitava la mercatura a Nola e qui Ambrogio passò la sua fanciullezza e gli anni della maturità venendo a contatto con gli usi ed i costumi dei Conti Orsini, signori di Nola, divenendone amico. Nel 1510 fu presente, come nolano e come amico della famiglia Orsini, alle solenni celebrazioni funebri in onore di Niccolò Orsini, penultimo conte di Nola e capitano generale delle truppe della Serenissima nella guerra di Lombardia e nell’assedio di Padova.

Fag per NolaLa “FAG per NOLA”, rifacendosi alle opere di Ambrogio Leone, alle cronache cittadine ed agli studi di storia patria, ha iniziato, dal 1996, il recupero del Corteo storico quattrocentesco degli Orsini, signori generosi della contea nolana.

Col supporto qualificato di esperti e tecnici del settore, sono stati sviluppati i modelli originali del XV, secolo, realizzando splendidi costumi in seta, broccato e velluti pregiati che, ad apertura del Giugno nolano, sfilano, per il percorso tradizionale, indossati da cittadini nolani.

corteo 6Ogni anno, circa 140 personaggi, tra i cinque ed i sessanta anni, accuratamente selezionati con rigidi criteri quali altezza, corporatura, tecnica deambulatoria, portamento, adesione al ruolo del personaggio, cura e tutela dell’abbigliamento, escono dalla reggia degli Orsini, in piazza Giordano Bruno, al calar della sera, annunciati dal suono simultaneo di tutte le campane del territorio.

La scenografia fondamentale prevede, ad apertura di corteo, i cataletti, nucleo primigenio dei futuri gigli in onore del Santo Patrono Paolino di Bordeaux, ed a seguire i suonatori di corteo 2chiarine, i tamburini, gli armigeri, l’arme degli Orsini, il capitano di giustizia, i paggi con le chiavi della città e la pergamena delle guarentigie, il maestro del mercato, i bambini di corte con la dama di compagnia, la nobiltà cittadina e del contado, il conte e la contessa, il Vescovo con i monaci ed i chierici, il banditore ed il buffone di corte, i contadini.

Al corteo si aggregano, secondo le circostanze, artisti da strada, suonatori, madonnari, falconieri, danzatori, trovatori e poeti.

Sottocategorie

  • Spettacoli

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet. Morbi leo Morbi quis vitae quis et Quisque auctor Nunc tempus.

  • Cultura

    Magna velit urna Aenean laoreet tellus orci Suspendisse Integer lacus urna. Vivamus mus vitae Integer Nulla turpis tortor mauris montes sem et. Orci convallis vitae mattis Sed Morbi porttitor justo convallis urna feugiat.