Il food marketing la nuova frontiera del business

Servizio a cura di mcferrara.

Food marketing: immaginare, creare, vendere esperienze.

Food Marketing copertina articolo 1 1080x405Non si mangia solo per vivere. Si mangia per socializzare, per definire il proprio status, per stuzzicare i sensi, per fare nuove esperienze. Il consumatore non acquista un prodotto solo per soddisfare un bisogno, ma si aspetta di vivere un’esperienza, di far parte della storia di quel prodotto.

Oggi, più che mai, ci cibiamo di esperienze. Non compriamo quel prodotto, ma spesso lo scegliamo inconsapevoli del valore che ha per noi. Pensiamo a una particolare tipologia di consumatori – i vegani – e a come attraverso la propria scelta di consumo aderiscano a un determinato universo valoriale. Con la propria scelta, essi comunicano al mondo la propria filosofia di vita (il rispetto per gli animali, la tutela dell’ambiente, il consumo sostenibile, ecc.).

Oggi moltissimi prodotti alimentari falliscono la prova del mercato. Perché? Perché spesso, dietro ad essi, non vi è alcuna strategia di marketing né per quanto riguarda la scelta dei prodotti da promuovere, né per quanto concerne le modalità di comunicazione. In altre parole, quello che manca è una strategia strutturata di food marketing.

Food storytelling: raccontare il cibo emozionando

2 STORYTELLING AZIENDALE NEL FOOD MARKETINGUno degli strumenti più potenti che abbiamo per comunicare il valore di un prodotto e coinvolgere emotivamente le persone è il food storytelling, l’arte di raccontare storie applicata al food. Le persone non acquistano i prodotti semplicemente perché li vedono alla pubblicità, ma perché, come abbiamo detto, si riconoscono in una storia e aderiscono a un universo valoriale. Il settore food è ricco di spunti narrativi e si presta per costruire storie emozionanti e coinvolgenti.

Una storia efficace attira l’attenzione, coinvolge i sensi, suscita emozioni e rassicura il consumatore. Il food storytelling funziona perché produce entertainment, genera fidelizzazione sul brand e aumenta il coinvolgimento del cliente.

Cos’è il food marketing? Il valore della strategia

3 food marketing facebook 1Svelata l’efficacia del racconto pubblicitario, ci avviciniamo sempre di più alla definizione di food marketing. Abbiamo parlato finora di esperienze intorno al cibo e di food storytelling come strumento operativo, ci manca un ultimo tassello.

Per vendere un prodotto food non basta promuovere un prodotto di qualità, ma ci vuole una strategia strutturata di food marketing è possibile sviluppare il posizionamento di un brand nel settore food, migliorare la sua reputazione, trovare nuovi clienti e fidelizzare quelli acquisiti.

Possiamo, dunque, definire, il food marketing come l’insieme delle strategie e tecniche di marketing e di comunicazione che permettono a un prodotto, o più in generale a un brand, di emergere.

Food marketing & strategie commerciali

food etichette italaneSenza entrare troppo nel merito delle strategie adottate, vogliamo focalizzare l’attenzione su due colossi come McDonald’s e Kellogg’s e vedere come questi hanno sviluppato il proprio food tale e coinvolto il proprio target di riferimento con successo.

 

Con l’Happy Meal McDonald’s vende emozioni

60 innovazionefood blogIl primo esempio riguarda McDonald’s e il famigerato Happy Meal tanto amato dai più piccoli. Per vendere quello che è comunemente considerato junk food, il “cibo spazzatura”, l’azienda statunitense ha puntato sui bambini, consapevole della loro influenza nelle decisioni di acquisto.

L’Happy Meal, infatti, non è semplicemente un pasto ma è innanzitutto un gioco Non è un caso che quasi tutti i punti vendita McDonald’s in Italia abbiano allestito degli spazi ludici per intrattenere i più piccoli. L’azienda statunitense ha saputo costruire un’esperienza intorno a un prodotto (e al proprio brand!) come l’Happy Meal, rendendolo attraente non solo agli occhi dei bambini ma anche dei loro genitori, che approvano lo “sgarro”. McDonald’s non vende semplicemente hamburger e patatine ma dà ai più piccoli la possibilità di giocare e divertirsi.

Kellogg’s promette benessere con i cereali Special K.

6 Barretta cereali KelllogsKellogg’s ha adottato una strategia completamente diversa per “colpire” il proprio target-bersaglio. Con una campagna di qualche anno fa, l’azienda invogliava i propri consumatori a iscriversi gratuitamente al Programma Benessere Special K, prendendosi cura della propria forma fisica. Registrandosi al portale dedicato e inserendo i propri dati, i consumatori avevano la possibilità di ideare un programma su misura, adatto alle proprie esigenze.

Qui trovavano moltissimi consigli e suggerimenti su come perdere peso e mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata. Consumare regolarmente i cereali Special K si inserisce così in una dimensione valoriale precisa, agendo direttamente sulla percezione del brand. I consumatori sono orientati ad associare al marchio valori come lo stare in forma, l’equilibrio e il benessere. Tutte emozioni positive, rassicuranti per quanti si guardano allo specchio e non si accettano per come sono. Come abbiamo visto, anche un prodotto apparentemente invendibile e con un basso valore nutrizionale come l’Happy Meal può acquistare valore grazie a un’intensa attività di storytelling.

Pur facendo ricorso a strategie attrattive diverse, McDonald’s e Kellogg’s non esauriscono il rapporto con il prodotto al mero consumo ma creano nuove esperienze: McDonald’s propone ai bambini un’esperienza ludica intensa e gratificante; Kellogg’s offre ai consumatori una nuova esperienza di benessere che impatta positivamente sulla quotidianità.

IMPRESA 2000 INTERNATIONAL UN NUOVO MODO DI FARE IMPRESA

Organizzazione PMI INTERNATIONAL Dipartimento Politiche Aziendali e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circoscrizione del Tribunale di Nola. Patrocinio: Alleanza Assicurazioni, Enegan Spa, DA.DIF. Consulting Srl, SHS Srl, J.O.B. Spa

Logo Dipartimento Politiche Aziendali Meeting Impresa 2019Hotel I Gigli SalaP.L.- 08.04.2019 - L’evento si terrà presso il Business Center di PMI International Hotel I Gigli - Nola (Na), Via Puccini 32 - Mercoledì 10 aprile, ore 15.30 I relatori ed i rappresentanti degli sponsor, prima del convegno, saranno ospitati presso l'Agriturismo di Città "Eccellenze Nolane",  punto di assaggio dove il pomodoro S. Marzano ed i prodotti del territorio sono gli ingredienti della proposta gastronomica.  . 

Intervengono:

- Dott. Salvatore Guerriero – Presidente Nazionale SpA Internazionale di PMI International

- Dott. Domenico Ranieri – Presidente ODCEC Nola

- Dott. Pietro Luciano – Vicepresidente Nazionale ed Internazionale di PMI International

- Domenico Vecchione – Consigliere Nazionale ed Internazionale di PMI International

- Claudio Salvatore Pandico – Segretario Nazionale ed Internazionale di PMI International

Relatori:

- Dott. Vito Brancale – Ispettore Regionale di Alleanza Assicurazioni S.p.A. – Welfare privato: nuove opportunità per Aziende e Dipendenti

- Filippo Nunziata – Consulente di FN Consulting Srl – Finanza Agevolata

- Filippo Borrelli - Consulente di J.O.B. S.p.A. – Nuove opportunità nella Somministrazione del Lavoro

- Dott. Ugo D’Avanzo – Amministratore DA.DIF. Consulting Srl - Politiche Attive del Lavoro

- Dina Carrillo – Direttore Commerciale SHS Srl – Aggiornamento tecnologico delle attrezzature Office

- Giuseppe Beltati – District Manager di Enegan S.p.A. – Green Economy: Opportunità Imprenditoriali – Energia, TLC & Smart Mobility,

Logo Ordine dei Dottori Commercialisti Meeting Impresa2019La partecipazione all’evento è gratuita. L’evento è inserito nel programma F.P.C. 2019 dell’ODCEC di Nola e permetterà ai partecipanti, previa approvazione del CNDCEC, di maturare i relativi crediti formativi.(n. 03 crediti F.P.C. per l’intera durata – 1 ora = 1 credito formativo professionale)

 

PRIMA CONVENTION NAZIONALE AGROCEPI

A Napoli, il 5 settembre 2018. Insediato il Coordinamento Regionale in Campania e definita la costituzione delle Federazioni provinciali di Salerno e di Caserta.

IMG 20180907 WA0002N.S. – 10.09.2018 - A Napoli venerdì 5 settembre 2018, alle ore 10.00, presso la Sala Conferenze del Grand Hotel Parker’s, Corso Vittorio Emanuele 135,  si è tenuto il primo appuntamento nazionale del Sindacato Agrocepi, nel corso del quale è stato presentato il progetto/programma per il sistema delle Imprese AgroalimentariTre i punti chiave del Progetto di Agrocepi: Competitività, Credito e Commercializzazione.

Nel corso dell’evento è stata illustrata la Convezione Nazionale tra Monte dei Paschi di Siena e Agrocepi, tesa a facilitare l’accesso al credito; è stato, inoltre, definito il progetto organizzativo di Agrocepi Nazionale.

40879405 542872836169243 3299760924692316160 nL’evento ha visto la partecipazione di Autorità politico – istituzionali Nazionali e Regionali e di altre Organizzazioni di settore.

Il Presidente Nazionale Agrocepi, Corrado Martinangelo ha insediato anche il Coordinamento Regionale in Campania di Agrocepi. E’ stato nominato coordinatore Alfonso Ciervo, mentre Luciana Mandarino è la vicecoordinatora.

Inoltre, è stata definita la costituzione delle Federazioni provinciali di Salerno con Luciana Mandarino presidente e di Caserta con Angelo Andolfi presidente.

Ministero dello Sviluppo economico: Bando 4.0

Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese con determinate caratteristiche alla data di presentazione della domanda.

ministero sviluppo economicoA.S. pmi int .- settembre 2018 - La misura sostiene gli investimenti innovativi che, in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, consentono l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, innalzando il livello di efficienza e di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica, favorendo l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.

competence center 2018Soggetti beneficiari - Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:

·        sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;

·        sono in regime di contabilità ordinaria e dispongono di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese, ovvero hanno presentato, nel caso di imprese individuali e società di persone, almeno due dichiarazioni dei redditi;

·        sono in regola con la normativa vigente in materia di edilizia ed urbanistica, del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente, nonché con gli obblighi contributivi;

·        non hanno effettuato, nei due anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento;

·        non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione europea;

·        non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà.

Possono accedere alle agevolazioni anche ai liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali individuate nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico.

competence 2741773 640Tipologia di interventi ammissibili - I programmi ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di investimenti innovativi che, in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la Strategia nazionale di specializzazione intelligente, consentano l’interconnessione tra componenti fisiche e digitali del processo produttivo, innalzando il livello di efficienza e di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica, con conseguente riduzione dei costi o incremento del livello qualitativo dei prodotti.

I programmi di investimento ammissibili devono:

·        prevedere spese non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 3.000.000,00;

·        essere realizzati esclusivamente presso unità produttive localizzate nei territori delle Regioni meno sviluppate;

·        conformi alla normativa comunitaria in merito all’ammissibilità delle spese nell’ambito dei programmi cofinanziati dai fondi strutturali programmazione 2014-2020;

·        ultimate non oltre il termine di 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni, fermo restando la possibilità da parte del Ministero di concedere, su richiesta motivata dell’impresa beneficiaria, una proroga del termine di ultimazione non superiore a 6 mesi.

Entità e forma dell'agevolazione - Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti e del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75 %. Il finanziamento agevolato, che non è assistito da particolari forme di garanzia, deve essere restituito dall’impresa beneficiaria senza interessi in un periodo della durata massima di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni.

Il mix di agevolazioni è articolato in relazione alla dimensione dell’impresa come segue:

·        per le imprese di micro e piccola dimensione, un contributo in conto impianti pari al 35 % e un finanziamento agevolato pari al 40 %;

·        per le imprese di media dimensione, un contributo in conto impianti pari al 25 % e un finanziamento agevolato pari al 50 %.

Scadenza - Con successivo decreto direttoriale il Ministero dello Sviluppo economico provvederà all’apertura dei termini per la presentazione delle domande.

A Biogem esperti e professionisti a confronto su “INDUSTRIA 4.0 Innovazione e ricerca”

Ad Ariano Irpino il convegno organizzato dall’ente di formazione  Soc. Coop. La Girella in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Internazionale BIOGEM e con il patrocinio di Fonditalia. Il contributo di PMI International con l’intervento del dott. Salvatore Guerriero, presidente nazionale. Il programma.

 

biogemN.S.- 04.09.2018 -  Giovedì 6 settembre, alle ore 10.30, presso la Sala Convegni dell’istituto di ricerca Biogem, sito in Ariano Irpino- Contrada Camporeale, l’ente di formazione Coop. Soc. La Girella, accreditato in Regione Campania e Regione Lazio, con sede in Avellino via G. Carducci ed in Cassino alla via I. Bonomi, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Internazionale BIOGEM, con sede in Ariano Irpino (Av), e con il patrocinio di Fonditalia, fondo interprofessionale Italia, organizza un convegno rivolto a tutti, ed in particolare ai professionisti come Consulenti del Lavoro e ai Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, per i quali saranno rilasciati crediti formativi.

001L’evento si svolgerà nell’ambito del meeting “LE DUE CULTURE”, che si terrà dal 5 al 9 settembre 2018 e che per la seduta inaugurale vedrà la presenza del Presidente della Repubblica.

Tema conduttore del convegno dal titoloIndustria 4.0 innovazione e ricerca” sono le nuove sfide che aspettano i professionisti nell’ambito della cosiddetta “Quarta rivoluzione industriale”: si parlerà di nuove opportunità di finanziamento europeo e di opportunità offerte dall’adesione al fondo interprofessionale, di cyber security e del nuovo GDPR sulla privacy, fino ad arrivare alla certificazione delle competenze nel mondo del lavoro.

Programma Convegno

Ore 10,30: Saluti Istituzionali

Interverranno:

Biogem – Saluti Istituzionali

Consulenti del Lavoro Consiglio Provinciale Ordine di Avellino – Presidente

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Avellino – Presidente

Regione Campania Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche Giovanili – Dirigente

Centro per Impiego di Avellino - Responsabile

Cisl Campania – Segretaria Generale CISL Campania

UGL Avellino – Segretario Provinciale UGL Avellino

Ore 11,00: Prima Sessione Industria 4.0 sfide ed opportunità: Relazione introduttiva e Progetti di finanziamento

Interverranno:

PMI International: Confederazione delle Imprese nel mondo – Pres. Salvatore Guerriero

Ore 11,30: Seconda Sessione Mondo I.C.T. Cyber Security – Privacy

Interverranno:

Aeffe Consulting Servizi alle aziende ed ai cittadini – Dott. Angelo Famiglietti

Ore 12,00: Terza Sessione Fondi Interprofessionali Opportunità proficua e continua

Interverranno:

Fonditalia – Fondo Interprofessionale – Vicepresidente Dott. Egidio Sangue

Federterziario – Dott. Giuseppe Mallardo – Coordinatore Regione Campania

Ore 12,30: Quarta Sessione La Certificazione delle competenze nel mondo del lavoro

Interverranno:

Coop. Soc. La Girella – Ente di formazione Professionale Accreditato Regione Campania e Regione Lazio – Dott. Joseph Casoria - Dott. Ciro Manzo – Dott. Michele Di Giovanni

Ore 13,00: Fine Lavori

Sottocategorie

  • Piccole e medie imprese

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet.