Work Shop "Fatturazione elettronica e archiviazione sostitutiva"

fatturazione-elettronica Segreteria PMI (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - Importante Work Shop sulla " Fatturazione elettronica e archiviazione sostitutiva" si terrà presso l'hotel "I Gigli", a Nola, venerdi 5 Giugno 2015, alle ore 10.00. Per informazioni chiamare 081 824 67 24 - 340 63 51 880.
"Software Business e Menocarta forniscono servizi di conservazione sostitutiva/a norma in outsourcing, creando soluzioni personalizzate a seconda delle esigenze dei clienti, di tutti i dati/file di rilevanza giuridico-fiscale e di fatturazione elettronica; mette sul campo le competenze dei dottori commercialisti come responsabili della conservazione e dei notai come conservatori.
La caratteristica peculiare che rende queste società uniche, rispetto alla nutrita concorrenza, è la presenza della figura notarile fra le proprie imprese aderenti. Attraverso un'applicazione informatica esclusiva, tale presenza garantisce ogni necessità di certificazione, risolvendo problemi di storage fisico per documenti sensibili o contabili in assoluta tranquillità, con un significativo risparmio di tempo e soprattutto di costi: non più processi di stampa, non più conservazione di documenti (fatture ciclo attivo e passivo, libri contabili, ordini di servizio, verbali di CdA, etc.), non più movimentazione cartacea in house o in outsourcing, istantaneità di esibizione documentale originale in sede fiscale e amministrativa.
In un momento storico come quello in cui viviamo di forte accelerazione che il governo intende imprimere alla fatturazione elettronica B2B (dopo l'obbligatorietà per la fatturazione verso la Pubblica amministrazione) Software Business e Menocarta potrebbero rappresentare un vantaggio economico considerevole."

PMI.it / Speciali: Apprendisti di alta formazione. Prorogato il Bando FIxO

Mondo del Lavoro - Nuova proroga per i contributi concessi ai datori di lavoro che assumono giovani con contratto di apprendistato.

Programma-FIxO 300x135Francesca Vinciarelli - 30 aprile 2015 - Tempo fino al 31 maggio per presentare domanda di accesso al Bando FIxO: Italia Lavoro ha prorogato l'avviso pubblico di FIxO "Scuola&Università" volto a favorire l'assunzione in apprendistato – per almeno 12 mesi – di oltre 500 giovani tra i 16 e i 29 anni. I destinatari dei contributi economici sono i datori di lavoro privati (imprenditori individuali, liberi professionisti, lavoratori autonomi, società di persone e di capitali, cooperative, consorzi, enti privati, imprese ed enti costituiti all'estero che svolgono attività commerciale in Italia ed hanno almeno una sede operativa sul territorio nazionale) che assumano con contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca finalizzati allo svolgimento di attività di ricerca o al conseguimento di precisi titoli di studio.

Contributi - I contributi concessi sono pari a 6 mila euro per ogni assunto a tempo pieno e 4 mila per ogni assunto a part-time per almeno 24 ore settimanali.

Requisiti - I titoli di studio ammessi sono:
• diploma di istruzione secondaria superiore;
• certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS);
• diploma di tecnico superiore (ITS);
• laurea triennale;
• laurea magistrale;
• laurea magistrale a ciclo unico;
• master universitario I° e II° livello;
• diploma di specializzazione;
• diploma di perfezionamento;
• dottorato di ricerca.
Alle aziende viene invece chiesto:
• di essere in attività;
• avere una posizione regolare rispetto all'applicazione del CCNL di riferimento, alla normativa in materia di sicurezza sul lavoro, alle leggi che regolano il diritto al lavoro dei disabili e al versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi;
• non essere sottoposte a procedure per fallimento o concordato preventivo;
• essere in regola con quanto previsto dalle normative applicabili per tipologie contrattuali e obblighi formativi previsti dal contratto di apprendistato;
• non trovarsi nelle condizioni di difficoltà previste dagli Ordinamenti Comunitari per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà;
• non essere incorsi in irregolarità nella gestione di interventi realizzati con finanziamenti pubblici nell'ultimo decennio;
• non aver richiesto o ricevuto altri contributi di Italia Lavoro per l'assunzione di uno stesso apprendista;
• non aver avuto rapporti di lavoro subordinato con gli apprendisti per i quali si richiede il finanziamento cessati per motivi differenti dalla scadenza del contratto nell'ultimo anno;
• non aver richiesto ad altri Enti Pubblici contributi della medesima natura per assumere il medesimo lavoratore, salvo cumulabilità dei benefici.

Domanda - La domanda di accesso al Bando Formazione e Innovazione per l'Occupaizone Scuola e Università (FixO) può essere presentata unicamente attraverso la piattaforma web FixoL4.italialavoro.it.

 

Bando per aziende agroalimentari

Caro Associato, ecco i links x il bando MIPAAF
https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8302 UE
https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8303 Extra UE

bandieavvisi 500x500Segreteria PMI (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali invita le organizzazioni professionali e/o interprofessionali, rappresentative dei rispettivi settori, a presentare proposte per la realizzazione di programmi. Per organizzazioni professionali e/o interprofessionali, rappresentative dei rispettivi settori si intende:
a) OP (costituite in ATI), AOP (anche costituite in ATI), in possesso di riconoscimento, specifico per i settori oggetto del progetto, rilasciato ai sensi della normativa nazionale o comunitaria, che abbiano ottenuto riconoscimento in almeno tre Regioni;
b) OI, OC, Unioni nazionali (anche costituite in ATI) in possesso di riconoscimento, specifico per i settori oggetto del progetto, rilasciato ai sensi della normativa nazionale o comunitaria, che abbiano soci riconosciuti in almeno tre Regioni;
c) Società e associazioni (anche costituite in ATI) che direttamente o tramite i propri soci presentino strutture produttive, per i settori oggetto del programma, in minimo tre Regioni e un valore della produzione commercializzata propria o dei propri soci, di almeno minimo € 1.000.000,00; (media degli ultimi tre anni del valore della produzione commercializzata indicata nei bilanci approvati);
d) Consorzi di tutela per prodotti DOP-IGP (anche costituiti in ATI).

 

WORK SHOP operativo di PMI Italia International presso il “Masullo - Theti” a Nola

expo-2015-milan U.S.PMI - Nola – 10.04.2015 - WORK SHOP operativo per la partecipazione ad Expo Milano 2015 il 10 aprile 2015, inizio ore 10.00, presso l'Aula Magna dell'Istituto "Masullo - Theti" a Nola, in via Mario De Sena, organizzato da PMI Italia International e Unioncamere – Camera di Commercio Italia Africa Centrale.
Saranno prospettate importanti opportunità ad Aziende e/o Professionisti in previsione della partecipazione all' Esposizione Universale – Expo Milano 2015.
Partecipano all'incontro la delegata della Camera di Commercio Italia Africa Centrale, Avv. Maria De Rosa, Autorità, Enti e Istituzioni Campane. Sarà presente anche un folto gruppo di studenti dell'Istituto

PMI.it / Speciali Partite IVA: Le nuove scadenze fiscali del Milleproroghe 2015

La legge di conversione del Milleproroghe 2015 è in Gazzetta Ufficiale: prolungato di un anno il vecchio Regime dei Minimi, nuove rate Equitalia, IVA unificata al 2016, tutte le proroghe.

Gazzetta-UfficialeBarbara Weisz - 3 marzo 2015 - Iter terminato e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (il 28 febbraio) per la legge di conversione del Milleproroghe, che è quindi definitivamente in vigore con tutte le novità su Regime dei Minimi, partite IVA, rateazione debiti fiscali.
Di seguito una breve panoramica delle nuove scadenze fiscali e dei principali provvedimenti contenuti nella legge 11/2015.
L'iter del Milleproroghe 2015:
° Regime dei minimi: è stata prolungata per l'intero 2015 la possibilità di scegliere il vecchio Regime dei Minimi, con l'aliquota al 5%, per gli under 35 e i lavoratori in mobilità. Il tetto di fatturato è di 30mila euro, per imprese aperte dopo il 31 dicembre 2007, per un massimo di cinque anni. Questo regime forfettario si affianca al nuovo Regime dei Minimi, introdotto dalla Legge di Stabilità 2015, che invece prevede un'aliquota al 15% e tetti di fatturato differenziati per le diverse categorie di partite Iva (per i commercianti 40mila euro, per i professionisti 15mila euro), elimina il paletto dei cinque anni, introduce un sistema di coefficienti per il calcolo dell'imponibile a cui applicare l'aliquota;
IVA: slitta al 2016 la dichiarazione IVA in forma unificata, che elimina la comunicazione dati IVA. Per questo 2015, quindi, gli adempimenti restano immutati;
Rateazione Equitalia: nuova possibilità di reazione dei debiti fiscali, fino a 72 rate mensili, presentando richiesta entro il 31 luglio 2015;
Voluntary disclosure: niente raddoppio dei termini, ai fini della voluntary disclosure (la legge 186/2014 sul rientro dei capitali), per l'atto di contestazione di violazione fiscali relative ai paesi black list (i paradisi fiscali) che siglano accordi con l'Italia per consentire lo scambio di informazioni fiscali;
IMU secondaria: slitta al 2016 la IMUS, IMU secondaria, la nuova imposta municipale che ingloba canone e tassa occupazione di spazi e aree pubbliche (Cosap e Tosap), imposta comunale su pubblicità e diritti pubbliche affissioni (Icpdpa), canone per l'autorizzazione all'installazione di mezzi pubblicitari (Cimp);
TARI: le delibere relative alla tassa sui rifiuti valide emesse dopo il 30 novembre 2014 sono comunque valide per il 2014, altrimenti valgono le tariffe 2013 (anche se il tributo aveva un altro nome);
Rientro dei cervelli: proroga di due anni per gli incentivi della legge 238/2010 che favoriscono il rientro dei lavoratori altamente qualificati in Italia. Si tratta di un abbattimento della base imponibile IRPEF del 20% per le donne e del 30% per gli uomini. La misura si somma a quella introdotta dalla Legge di Stabilità che prolunga, da due a tre, i periodi d'imposta a cui si applicano i benefici fiscali per docenti e ricercatori, e da cinque a sette anni la durata del rientro. (Fonte: Legge 11/2015 di conversione del Milleproroghe)

Sottocategorie

  • Piccole e medie imprese

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet.