NAPOLI / INTERNET INDUSTRY: STARTUP, ACCELERATORI INDUSTRIALI E INNOVAZIONI DI PROCESSO IN CONVEGNO

Patrocinato da Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologia dell’Informazione Università degli Studi di Napoli Federico II L’evento avrà principalmente lo scopo di presentare alcune delle attuali soluzioni presenti sul mercato e creare nuove collaborazioni strategiche e sinergie di intenti con Enti, Aziende e Strutture Locali e Nazionali.

Startap 800x320Pietro Luciano - 14.07.2016 -  Comprendere quale sia la reale competitività dell’industria italiana, come le imprese si stanno attrezzando per rispondere alla sfida di Internet Industry e come la Pubblica Amministrazione stia approntando misure per il sostegno allo startup e stia cambiando l’approccio verso il mercato ed il proprio rapporto con il cittadino, questi sono gli argomenti del convegno “Internet Industry: start up, acceleratori industriali ed innovazioni di processo”, in programma a Napoli il 14 luglio 2016, organizzato da alcune delle più importanti industrie del settore con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologia dell’Informazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Veene presentato uno studio approfondito sul futuro della Industry 4.0, che porterà ad un’industria totalmente automatizzata ed interconnessa, nella realtà italiana ed in rapporto con lo scenario internazionale. In particolare il ruolo dei fondi di private equity in tale ambito. Inoltre si affronterà il tema delle start up aziendali dal ruolo dei Business Angel al sostegno che la Pubblica Amministrazione offre alle realtà aziendali.  Vengono analizzati anche dei casi di Corporate Venture e di Spin-off aziendali.

Nella seconda parte del convegno, poi, si parla delle innovazioni di processo per la Pubblica Amministrazione.: I rapporti fra le aziende e la P.A., alla luce delle normative vigenti sugli appalti e delle relative procedure telematiche di acquisto; le innovazioni che si cercano di apportare nei rapporti col cittadino nell’era del digitale (dall’ e.government e l’e.procurement alla sicurezza attiva nei servizi al cittadino).

 

 

PROGRAMMA

09:00 - Registrazione partecipanti.

09:30 - Saluto da parte del Presidente della Scuola Politecnica, Prof. Piero Salatino.

09:45 - Benvenuto introdotto dal Prof. Giorgio Ventre, Direttore Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologia dell’Informazione Università degli Studi di Napoli Federico II.

10:00 - Dott. Alessandro Basso,  Founder and CEO GoodMorningDoctor Inc., Direttore Generale Gepin Contact: Internet Industry in Italia.

10:15 - Dott.ssa Valeria Fascione, Ass. Reg. Campania Internazionalizzazione - Start Up Innovazione: Le azioni degli Enti Locali a supporto delle Start Up.

10:45 - Coffee Break.

11:15 - Ing. Natalino Crisarà, Resp. Sviluppo Prodotti IT Gepin Contact: Corporate Venture: il ruolo dell’industria privata.

11:45 - Prof. Roberto Parente, Direttore Lisa Lab Dipartimento DISA\MIS Unisa: Il ruolo delle Università nello sviluppo delle Startup Innovative.

12:15 - Tavola Rotonda  su Startup Innovative per combattere la fuga di cervelli all’estero”.

Modera: Alessandro Basso, Founder and CEO GoodMorningDoctor Inc. ,Direttore Generale Gepin Contact.

Intervengono: Dott. Stefano Commini, Presidente Commini Group SpA; Dott. Giovanni De Caro, Volano srl, Sead Investor; Ing. Natalino Crisirà, Responsabile Sviluppo Prodotti IT Gepin Contact; Prof. Roberto Parente, Università degli Studi di Salerno; Prof. Giorgio Ventre, Università degli Studi di Napoli  Federico II; Dott.ssa Mariangela Contursi, Responsabile Operativo del BIC e del Polo Tecnologico presso Campania Innovazione Spa; Dott. Pierluigi Aluisio, Presidente Vencecom Group; Dott.ssa Vitale Emilia, Cnr Researcher And Group.

18:30 – Lunch Buffet.

LE INNOVAZIONI DI PERCORSO PER LA P.A.

14.30 – Avv. Valerio Visoggi – Avv. Giuseppe Caruso su “I rapporti di lavoro con la Pubblica Amministrazione alla luce della nuova legge sugli appalti”.

15.00 – MassimoCodato Dr. Commerciale Pro-Q il portale acquisti di Vendecom

RANKING AVVENIA DELL'EFFICIENZA ENERGETICA MONDIALE

Leader nazionale nell'ambito dell'efficienza energetica, Avvenia (www.avvenia.com) ha messo a punto una nuova metodologia per il ranking dei Paesi energeticamente più efficienti.

energiaItalia 300x200C.S. – 16.06.2016 - La classifica, che vede l'Italia conquistare il primo posto, tiene conto solo di parametri quantificabili e, contrariamente ad altri metodi, non considera "indicatori politici" quali la presenza di obiettivi nazionali di risparmio energetico,standard di controllo dei consumi e delle emissioni di CO2 per i veicoli, standard di efficienza energetica per gli elettrodomestici.

Il player italiano leader della white economy e dell'efficienza energetica Avvenia (www.avvenia.com) spiega ora la sua nuova metodologia per il ranking dei paesi energicamente più efficienti. Una metodologia che attraverso la valutazione dei risultati quantificabili nei 3 settori chiave di ogni Paese, ossia industria, trasporti ed edilizia, consente di valutare come e con quanta efficienza viene usata l'energia in ciascun Paese, senza lasciarsi condizionare, come avviene per altre classifiche, da "indicatori politici" quali gli obiettivi nazionali di risparmio energetico, gli standard di controllo dei consumi e delle emissioni di CO2 per i veicoli, gli standard di efficienza energetica per gli elettrodomestici e via dicendo.
«Certo rendere i dati omogenei tra Paesi che spesso sono così diversi tra loro è stato impegnativo, ma ci siamo riusciti. Anche se in alcuni casi è stato necessario operare una combinazione delle migliori stime disponibili nel miglior tentativo di rappresentare una vasta gamma di fattori che misurano l'efficienza energetica di un Paese» spiega l'ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia.
I dati sono stati elaborati da Avvenia (www.avvenia.com) basandosi su fonti primarie riconosciute a livello internazionale quali ad esempio l'Agenzia Internazionale per l'Energia, l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, la Banca Mondiale, la CIA (The World Factbook) e quando non disponibili sono stati elaborati basandosi su altri fonti identificate ad hoc per ogni Paese o sono stati integrati con sondaggi ed altri tipi di rilevazioni realizzate ad hoc per questa graduatoria.
«Talora abbiamo potuto appurare che i risultati per ogni singolo parametro erano stati influenzati da fattori diversi dall'efficienza energetica in sé ed abbiamo pertanto operato ove possibile degli aggiustamenti, nel tentativo di avere una classifica in cui fossero mitigate le differenze e la disomogeneità di dati tra i vari Paesi» aggiunge il fondatore di Avvenia.
Tenendo conto di tutti e tre i settori chiave (industria, trasporti ed edilizia), la valutazione di Avvenia per l'efficienza energetica globale ha così permesso di ottenere una classifica che nell'edizione 2016 del ranking vede l'Italia al primo posto, seguita da Germania (secondo posto), Regno Unito (terzo posto), Francia (quarto posto) e Giappone (quinto posto). E poi ancora, in ordine, da Australia, Stati Uniti, Canada, Cina, Russia, Brasile ed India.
Oltre che nella classifica generale l'Italia si posiziona al primo posto in due dei tre settori chiave, in quello dell'industria e in quello dei trasporti, mentre per l'efficienza energetica degli edifici è la Cina a occupare il primo posto.
Per l'industria il ranking Avvenia ha tenuto conto dei seguenti parametri: quantità di energia consumata in relazione al Pil; intensità energetica del settore industriale; elettricità generata da cogenerazione; investimenti in ricerca e sviluppo; audit energetici. E in questo settore (industria) sul podio insieme all'Italia si colloca anche la Germania al secondo posto e l'Australia che è terza. Seguono poi Francia, Spagna, Cina e Giappone.
Per i trasporti il ranking Avvenia ha tenuto conto dei seguenti parametri: consumi chilometrici medi per passeggero; performance di efficienza dei veicoli; grado di utilizzo del trasporto pubblico; rapporto tra investimenti ferroviari e stradali; intensità energetica del trasporto merci. E in questo settore (trasporti) dopo l'Italia si posizionano Giappone e Regno Unito, rispettivamente al secondo e terzo posto. Seguono poi Francia e Germania.

Per l'edilizia, infine, il ranking Avvenia ha tenuto conto dei seguenti parametri: energia consumata per metro quadro di superficie degli edifici; intensità energetica negli edifici residenziali; intensità energetica negli edifici commerciali; classificazione energetica degli edifici; diffusione dell'efficientemente energetico. E in questo settore (edilizia) sul podio insieme alla Cina in posizioni più o meno pari si collocano Francia e Germania.

Per saperne di più: AVVENIA S.R.L., Corso Antonio Gramsci, 79, Genzano di Roma, RM , 00045 Italy

Attivato presso P.M.I. Italia International lo sportello “ENERGIE e TELECOMUNICAZIONI”

Sportello Enegan N°01 - Regione Campania energia.telecomunicazioni (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

logo EneganR.C. PMI - 01.03.2016 - Dal 1 gennaio 2016 la P.M.I. Italia International ha attivo lo sportello “ENERGIE e TELECOMUNICAZIONI”, servizio  offerto gratuitamente ai propri associati, avendo ottenuto, un prezioso accordo con la “ENEGAN s.p.a.” per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica e di metano, con sconti dedicati, rispetto al prezzo di mercato, riservato ai soli associati.  

 Lo sportello è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00, escluso i festivi,presso la “Sede Nazionale in Via Mario De Sena, N° 264, cap 80035 Nola, 1° piano.

E’ possibile inviare la fattura e-mail di ogni singola utenza relativa all’energia elettrica e/o di metano  al seguente indirizzoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il servizio è anche raggiungibile attraverso il sito www.pmiitaliainternational.it  icona “energie e telecomunicazioni”, compilando il modulo di richiesta informazioni.

La convenzione  permette ad ogni associato di ottenere il prezzo di acquisto dell’energia e del metano a dei costi personalizzati per la “P.M.I.” e di ottenere un ulteriore sconto del 14% sull’utenza energetica e il 2% sull’utenza del metano.

Sempre per gli associati è previsto il servizio gratuito “enegan mia”, un vero e proprio portale dove si può gestire il controllo delle fatture, dei consumi, comunicare le letture ed eseguire le variazioni fiscali e tecniche presenti sulla fattura.

Inoltre è previsto, sempre gratuitamente, l’inserimento dei prodotti e/o dei servizi nel portale di e-commerce denominato “noi gan”, dove tutti gli associati hanno la possibilità di pubblicizzarsi a costo zero.

Tutti gli associati che già hanno aderito a tale convenzione, possono usufruire dello sportello per l’assistenza tecnica e commerciale. Lo sportello, infatti, esamina anche le fatture di fornitura di energia elettrica e  di metano,

Per ulteriori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                               Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

SelectUSA Investment Summit - Washington D.C. - 19/21 giugno 2016 - IM13217

horizonte del centro de ciudad seattle washingto postal da Segreteria PMI (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - Anche quest'anno SelectUSA, programma del Dipartimento del Commercio Statunitense, organizza il terzo Summit sugli investimenti negli Stati Uniti che si terrà a Washington dal 19 al 21 giugno 2016. Si tratta di un evento a livello mondiale ed a numero chiuso il cui tema annuale è "The Innovation Advantage". Il Summit affronta tematiche di interesse sia per le aziende che già hanno investito negli U.S.A. che per quelle che stanno programmando un investimento e vede la partecipazione dei massimi esponenti del Governo Federale USA (nell’ultima edizione - Marzo 2015, il Presidente Obama e 5 Ministri).

Tramite un ricco programma di seminari, il convegno offre tutte le informazioni e gli strumenti pratici necessari da un punto di vista generale e, grazie al programma di matchmaking disponibile online, consente di incontrare, in un’unica occasione, i più importanti rappresentanti degli uffici di attrazione degli investimenti delle varie organizzazioni che, a livello statale, regionale o locale, supportano gli investitori. Partecipare permette, inoltre, di fruire dell’esperienza dei top managers di aziende leader che hanno investito negli U.S.A., apprendere le informazioni più aggiornate sui diversi temi da affrontare nella fase di avvio e sviluppo di una presenza negli U.S.A, nonché di fare networking con gli altri partecipanti. La delegazione italiana al Summit, che l’anno scorso è stata la più importante a livello europeo, quest’anno - data la minor capienza della location a Washington D.C. - sarà purtroppo limitata a 30 persone. 

E' tuttavia possibile ancora per pochi giorni iscriversi tramite il seguente link: http://selectusasummit.us/apply/

Per i partecipanti italiani l'ICE-Agenzia offrirà la propria assistenza e consulenza gratuita in loco durante il convegno, nonché' la possibilità di partecipare ad un evento organizzato in collaborazione con l'Ambasciata italiana su cui verranno forniti maggiori dettagli agli iscritti. 

Per ulteriori informazioni sui servizi ICE - Agenzia e per confermare la propria iscrizione potete rivolgervi a:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ferdinando Pastore

Dirigente Ufficio Tecnologia Industriale

Energia e Ambiente

Tasse sulle PMI: i dati Comune per Comune

Diminuisce il peso del Fisco sulle PMI italiane nel 2015, lo rivela l'Osservatorio CNA che ha analizzato tasse e livello di pressione fiscale Comune per Comune.

tasse 264334019Francesca Vinciarelli - 5 maggio 2015 - LOsservatorio CNA rivela come il livello di tassazione sulle piccole imprese in Italia risulti in discesa del -1,7%, passando dal 63,9% del 2014 al 62,2% nel 2015. Nonostante questo il peso del Fisco sulle PMI nostrane (Total Tax Rate) risulta tra i peggiori in Europa, oltre ad essere ancora ben superiore al 59,2% del 2011. A contribuire ad abbassare la pressione fiscale sulle PMI nel 2015 c’è l’abolizione della componente lavoro dell’IRAP, che va a compensare il maggior prelievo dell’IRPEF e dei contributi previdenziali degli imprenditori (IVS).

Legge di Stabilità 2015: taglio tasse, IRAP e incentivi assunzione

Il Rapporto 2015 dell’Osservatorio CNA pone l’accento sulle decisioni che prenderanno i Comuni nei prossimi mesi in merito alle tasse locali, con le quali i sindaci potrebbero decidere di compensare i tagli dei trasferimenti dello Stato centrale.

 Aumento tasse locali: Comuni senza vincoli

Total Tax Rate

A livello locale, tra le 113 città italiane radiografate dall’Osservatorio, vi sono forti differenze derivanti dall’elevata variabilità dei valori catastali degli immobili di impresa, su cui vengono calcolate IMU e TASI, e dalle forti differenze della tassazione sui rifiuti solidi urbani (TARI).

Screen Shot 2015 05 04 at 17 10 41

Screen Shot 2015 05 04 at 17 10 46

 

Tax Free Day

Nel 2015 migliora anche il cosiddetto Tax Free Day, ovvero il tempo che le imprese lavorano per poter versare le tasse: in media le piccole imprese italiane nel 2015 lavoreranno per il Fisco sei giorni meno che nel 2014.

Screen Shot 2015 05 04 at 17 10 53

 

Screen Shot 2015 05 04 at 17 10 57

 

Screen Shot 2015 05 04 at 17 11 07

 

Quanto si paga

L’osservatorio risponde anche alla domanda: quanto reddito rimarrà alle PMI dopo aver pagato le tasse, contributi e oneri? In media su un reddito d’impresa di 50mila euro restano18.930 euro, pari a 889 euro più del 2014 ma ben 1.479 euro meno del 2011.

Screen Shot 2015 05 04 at 17 11 17

 

Screen Shot 2015 05 04 at 17 11 21

 

Screen Shot 2015 05 04 at 17 11 35

 

Screen Shot 2015 05 04 at 17 11 30

Sottocategorie

  • Piccole e medie imprese

    Ut leo condimentum Donec felis vitae Nullam et volutpat tortor Cras. Nec ornare id pellentesque adipiscing dui Nam nonummy Vestibulum id quis. Et semper Nam ipsum Sed hendrerit Nunc justo Nulla mus laoreet.