Mer01272021

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Sport Calcio

Sport

JUVENTUS-ROMA: GARCIA CI CREDE MA AVVISA "NON E' MATCH SCUDETTO"

garciaLa partita più importane della penultima d’andata del campionato di serie A inaugura il 2014 del calcio italiano. La Roma seconda in classifica e ancora imbattuta va a Torino per sfidare la capolista Juventus da cui dista 5 punti. Bianconeri, che in caso di vittoria si laureerebbero campioni d’inverno per il secondo anno consecutivo. Rudi Garcia si dice pronto: "La mia Roma ribatterà colpo su colpo ai bianconeri. Faccio questo mestiere - spiega il tecnico giallorosso - per giocare partite del genere e con tanta pressione". Pressione che non dovrà essere messa all'arbitro Rizzoli: "E' il migliore d'Italia e sarà protagonista. Aiutini? Dico solo che dovrà vincere il migliore". Ecco cosa ha detto il tecnico dei giallorossi nel corso della conferenza stampa.

A livello psicologico, quanto è importante fare risultato a Torino?

Contro le grandi abbiamo fatto bene e del risultato si potrà parlare solo dopo la partita. E' una gara interessante sul piano tattico. Dobbiamo pensare ad andare sul campo e dare tutto per uscire a testa alta

Ha posto condizioni ai dirigenti riguardo il mercato?

Non è il momento per parlare di queste cose

Totti ha detto che vi manca un po' di cattiveria: è d'accordo?

Ha detto che siamo una squadra forte e che crede in questo gruppo. Mi piace, lui è un faro per noi. Se il Capitano ci crede, per gli altri è più facile dare ancora di più.

Questa partita porta grande pressione: lo avverte nell'aria?

Se c'è una pressione così come dicono è una cosa meravigliosa. Preferisco giocare grandi gare con due grandi squadre piuttosto che il contrario. Faccio questo mestiere per giocare queste gare. Firmo per giocare gare con questa pressione ogni settimana.

Capello disse che non sarebbe mai andato alla Juventus... lei andrebbe?

Il sono al 100% nel progetto della Roma

Per lei la Juventus è un modello? Si rivede nella prima Juve di Conte?

Non giochiamo col loro stesso modulo ed è già una novità. Gran parte delle squadre giocano come loro, ma con 5 difensori. Loro vincono così perché lo fanno molto bene.

C'è rammarico per i cinque punti di distanza nonostante l'imbattibilità?

No, perché vuol dire che la Juventus sta facendo qualcosa di straordinario e da record. Noi vogliamo tornare in Europa e per il momento stiamo raggiungendo l'obiettivo. Se loro sono avanti, complimenti a loro.

De Sanctis e Totti hanno parlato di aiutini. Che ne pensa lei?

E' una partita con due grandi squadre e un grande arbitro. Dico solo che dovrà vincere il migliore

Teme un inizio veemente della Juventus? Come si affronta?

Bisogna analizzare anche la Champions se si parla di grandi squadre e non solo contro le big d'Italia. Noi abbiamo bisogno di essere concentrati tutta la partita e non solo all'inizio. Non deve cambiare nulla né se prendiamo un gol né se lo segnamo. Dobbiamo fare il nostro gioco con convinzione. Si gioca undici contro undici e ce la giocheremo.

Dopo il girone d'andata, ti sembra che tu e Conte abbiate portato qualcosa di nuovo nel calcio italiano?

Non posso dirlo io che sono qui da solo sei mesi. Il campionato italiano lo conoscete meglio voi di me. Cerco di far giocare il mio gioco e far sì che la squadra mi segua. Siamo imbattuti e abbiamo la migliore difesa pur segnando 35 gol. Conta solo questo e la classifica. Voglio continuare così nel 2014.

 

Che ne pensa di Conte?

Ho grande rispetto per lui e per i suoi risultati. E' molto bravo e forte

Che idea ha della Juventus? Dove ha qualcosa in più della Roma?

Loro sono programmati per vincere lo scudetto e la Champions. Hanno due squadre dello stesso livello e in più giocano in casa. A parte i romanisti ci danno tutti per spacciati, abbiamo solo da guadagnare e niente da perdere

Ha sciolto i suoi dubbi nel tridente?

Florenzi sarà con noi a Torino. Si è allenato bene e sarà al 100%. La formazione ve la dico domani sera

Meglio vincere o non perdere?

Sempre meglio vincere, ma anche pareggiando o perdendo ci sono ancora tantissimi punti in palio.

Dove la Juventus è più forte della Roma e viceversa?

Non lo so e non è la gara di domani che darà una risposta. Noi abbiamo una squadra forte, loro anche. Ognuno di noi ha punti forti e deboli.