Gio01212021

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Sport Calcio

Sport

IL NAPOLI BATTE LA SAMP E VEDE IL SECONDO POSTO

mertensIl Napoli batte la Sampdoria 2-0 e approfitta della sconfitta della Roma contro la Juventus portandosi a due sole lunghezze dai giallorossi. Grande prova degli uomini di Benitez che hanno attaccato per lunghi tratti del match. A regalare i tre punti agli azzurri ci ha pensato Mertens con una doppietta: il belga ha sbloccato la gara al 53' su assist di Higuain e poi ha raddoppiato con una bella punizione. I blucerchiati recriminano per una traversa e un doppio palo.  Moduli speculari: Benitez, ancora senza Hamsik, lascia Pandev in panchina e schiera Mertens dietro Higuain con Callejon e Insigne alle ali; Mihajlovic replica con Eder punta supportato dal trio Gabbiadini-Krsticic-Soriano; in mezzo le coppie di mediani sono Obiang-Palombo e Dzemaili-Inler. E’ una gara interessante e molto tattica: la Samp tende a fare la partita, con coraggio, personalità e voglia di giocare sempre il pallone anche a costo di rischiare; il Napoli risponde a fiammate, più raccolto e pronto a far esplodere la superiore qualità e la velocità dei suoi attaccanti. La prima occasione azzurra (9’) è di Mertens e Da Costa para; la seconda (11’) è di Higuain che batte bene al volo da due passi: il portiere doriano però è reattivissimo e salva ancora; la terza (21’) è per Callejon, che dribbla bene e tira alto. La Samp risponde al 24’ con una bella azione verticale Palombo-Gabbiadini, ma l’attaccante, dopo un taglio perfetto da destra, salta Rafael e si allarga troppo per poter chiudere a porta vuota, poi al 33’ Eder gira al volo alto da dentro l’area un bel cross di De Silvestri. Il Napoli fatica a trovare il ritmo e si affida a Higuain che si muove molto, si allarga e serve due assist (straordinario il secondo, al 39’, di esterno dopo dribbling secco su Gastaldello) sui quali prima Mertens e poi Callejon arrivano in ritardo. A inizio ripresa Eder impegna subito Rafael, Benitez cambia Reveillere con Armero e il Napoli all’8’ trova il gol: Callejon premia il taglio verticale di Higuain che da destra spedisce una palla al bacio al centro, Mertens arriva in corsa e al volo buca Da Costa sul primo palo. Combinazione bellissima e di pura classe, quella che serviva per sbloccare una partita complicata. Ma il Doria non molla. Al 13’ Gabbiadini gioca un classico del suo repertorio: da destra rientra sul sinistro e esplode un sinistro da limite che si stampa sulla traversa. Con la Samp costretta a esporsi, gli spazi si aprono e la partita diventa bella, intesa, finalmente più veloce. Proprio su una percussione rapida Mertens guadagna una punizione dal limite (fallo di mano di Mustafi): il calcio del belga è perfetto, Da Costa arriva in ritardo ed è 2-0. La Samp accusa il colpo, il Napoli diventa padrone del match, sfiora il 3-0 con Insigne e Benitez si permette di far fare passerella a Higuain a un quarto d’ora dalla fine. Gli azzurri sono anche fortunati, perché al 33’ Sansone, appena entrato, in contropiede colpisce un clamoroso doppio palo a Rafael battuto. La vittoria del Napoli, già in cassaforte, viene siglata dal triplice fischio dell’arbitro. Napoli a meno 2 dalla Roma di Garcia.

IL TABELLINO

NAPOLI-SAMPDORIA 2-0

Napoli (4-2-3-1): Rafael 6; Maggio 6, Fernandez 6, Albiol 6, Reveillere 6 (4' st Armero 6); Inler 6,5, Dzemaili 6;  Mertens 7,5, Callejón 6,5 (38' st Radosevic sv), Insigne 6,5; Higuain 7,5 (32' st Zapata sv).  A disp.: Colombo, Contini, Uvini, Britos, Pandev, Bariti. All.: Benitez 7.

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa 6; Mustafi 5,5, Palombo 5,5, Gastaldello 5,5, De Silvestri 6, Obiang 6, Soriano 5,5 (21' st Sansone 6), Krsticic 6 (33' st Pozzi sv), Regini 5,5 (28' st Costa 6), Eder 5, Gabbiadini 6,5. A disp.: Fiorillo, Renan, Rodriguez, Wszolek, Bjarnason, Maresca, Eramo, Poulsen, Fornasier. All.: Mihajlovic 5,5.

Arbitro: Banti

Marcatori: 8' st e 17' st Mertens

Ammoniti: Obiang, Regini, Mustafi (S); Higuain, Mertens, Zapata (N)

Espulsi: -