Ritorna la Sagra della Maccaronara

A Castelvetere sul Calore (Av), il 12 e 13 agosto, si festeggia la quarantesima edizione dello storico evento dedicato alla pasta fatta a mano.

maccaronara 2017New CopiaC.S. – 05.08.2017 - Fervono i preparativi per la quarantesima edizione della “Sagra della Maccaronara”, organizzata dalla Pro Loco di Castelvetere sul Calore (Av), che non è una semplice festa, bensì un rituale tradizionale a cui i castelveteresi non possono sottrarsi, un rito da vivere secondo lo spirito della condivisione degli antichi valori. Nei giorni 12 e 13 agosto, il piatto tipico locale, la rinomata Maccaronara, sarà celebrato in tutta la sua bontà, accompagnato da musiche e balli d'altri tempi, che rievocano l'atmosfera di una volta, quando la pasta veniva preparata dalle mani esperte delle massaie e il sugo si cuoceva per ore all'interno di grandi pentole di ceramica.

Appuntamento fisso dell'estate irpina, la Sagra della Maccaronara, richiama ogni anno appassionati dei sapori tipici, desiderosi di trascorrere indimenticabili momenti in uno degli scenari più suggestivi della verde Irpinia: il borgo di Castelvetere, dominato dall’antico castello. Ma più di ogni altra cosa, i visitatori giungono numerosi attratti dal gusto e dalla genuinità dei prodotti tipici del luogo, sui quali regna incontrastata la Maccaronara, una gustosa bontà castelveterese. E’ un tipo di pasta fatta rigorosamente a mano, il cui impasto di acqua e farina si lavora fino a dargli una consistenza simile a quella di un grosso spaghetto. Condita con sugo o fagioli, viene preparata ancora dalle massaie locali secondo i metodi tradizionali tramandati per generazioni.

Accanto alla Maccaronara e alle numerose altre prelibatezze della cucina e dell'enogastronomia locale, tra cui spiccano gli ottimi vini aglianico, grande spazio avrà il divertimento e l’animazione musicale, con musiche popolari e la tipica tarantella: il 12, in Piazza Monumento, si esibirà il gruppo Simpatici Italiani”; il 13 l’Orchestra Piccimondo. Si incomincia alle ore 20.00.

Appuntamento, dunque, a Castelvetere sul Calore il 12 e 13 agosto per la quarantesima edizione della sagra dedicata ad una delle intramontabili bontà della Terra d’Irpinia.

Ariano Irpino / Pro Loco Nuovamente: Estemporanea di Pittura "Scorci d'Autore"

Nell’ambito della XII edizione dell’AMS con l’evento collaterale ArteSport. Location Stazione dalle ore 8:30 alle ore 15:30 del giorno 30 luglio 2017.

Ariano pitturaC.S. - 30.07.2017 - I Concorso di pittura Estemporanea, o “ex tempore” come si diceva un tempo, sono quelli in cui i partecipanti devono eseguire l’opera entro un tempo, in un luogo e talvolta con un tema determinato.Furono in auge negli anni ’60, al prevalere cioè della pittura di fantasia, a programma e di idee, su quella cosiddetta “di genere”, cioè di paesaggio, natura morta, ritratto e figura secondo la concezione ottocentesca dell’arte. La vita degli artisti “di genere” era scandita dalle stagioni. D’autunno e d’inverno si lavorava negli studi, si faceva la figura, la natura morta, qualche paesaggio. I Sindacati degli artisti e le mostre erano gli abituali luoghi d’incontro. Di primavera e d’estate fino ai primi freddi trionfava il paesaggio rigorosamente eseguito all’aria aperta. Il rientro era segnato dalle grandi mostre Sindacali, come la “Mostra d’autunno” che ricordava i “Salon d’automne” parigini, ed era l’occasione per verificare il lavoro estivo.

Era allora frequente incontrare pittori, anche dì nome, lungo gli argini, nei pioppeti, sulle colline, nei greti dei fiumi, nei luoghi importanti o caratteristici delle città. Si sceglievano i punti e gli scorci con cura perché il soggetto era la fonte dall’ispirazione, il posto comodo e senza intralci al lavoro, dopo di che si piazzavano i cavalletti e via col carboncino e la matita per poi stendere i colori, I pittori stavano isolati o a piccoli gruppi e allora occhieggiavano il lavoro del collega, ne osservavano le soluzioni, si scambiavano pareri e anche materiali.

Come è ovvio c’erano i Concorsi, e una formula indovinata fu quella della pittura estemporanea. Associazioni, sindacati, Pro-Loco, Aziende di Soggiorno, Feste dei Partiti le promuovevano con Premi, Diplomi e attestati di partecipazione. Le vittorie e i buoni piazzamenti erano titolo di merito ed entravano nei curriculum.
Oggi le estemporanee si tengono sempre meno, e proprio per questo la Pro Loco Nuovamente ha pensato di dedicare una giornata esclusivamente all’Arte e Domenica 30 Luglio, dalle ore 8.30 presso lo scalo ferroviario, nell’ambito della XII edizione dell’AMS con l’evento collaterale ArteSport, ha organizzato una estemporanea di pittura dal titolo SCORCI D’EPOCA.

Il Concorso è libero e la quota di partecipazione è di € 10,00. Il primo classificato avrà come premio una somma in denaro pari a € 150,00, il secondo classificato avrà  € 50,00.

Tutte le info su
www.proloconuovamente.it

E’ morto il prof. Modestino Della Sala

Un galantuomo di specchiata onestà intellettuale, storico e studioso del patrimonio culturale irpino.

Giuliano e Modestino della Sala19989629 1743740592333351 1515251856495666360 nPietro Luciano  – 15.07.2017 - Si è spento  giovedì 13 luglio 2017, a 71 anni, il prof. Modestino Della Sala,  persona di specchiata onestà intellettuale, storico e studioso del patrimonio culturale irpino, ed in particolare dei Carnevali a cui ha dedicato, con passione e rigore, grande impegno.

La sua improvvisa scomparsa ha generato un vivo cordoglio in città.  Docente di Lettere presso il Liceo Scientifico “Stanislao Mancini”, ha collaborato con il giornale “L’Irpinia” sin dalla nascita e fino alla sua edizione cartacea. Oltre ad occuparsi dei carnevali irpini, d cui è stato un appassionato tifoso ed un profondo e rigoroso ricercatore, vicino al progetto dell’UNPLI di Avellino de “I 100 Modestino Della Sala Carnevali Irpini”, si è occupato in particolar modo di Carlo Del Balzo, il grande letterato irpino di San Martino Valle Caudina, di cui ha curato per la Biblioteca Provinciale di Avellino la pubblicazione dei manoscritti, mettendo in luce il carteggio tra il Del Balzo e Giovanni Verga, che ambientò ad Altavilla Irpina il suo secondo romanzo: “Il marito di Elena, che vide la luce nel 1882, subito dopo aver dato alle stampe  “I Malavoglia”.

I funerali si sono tenuti il 14 luglio, alle ore 15.30, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie ai Cappuccini in Avellino ed hanno visto la partecipazione di quanti hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare l’uomo, il docente, lo studioso.

L’UNPLI Campania e l’UNPLI Provinciale di Avellino, le  Pro loco tutte della Provincia di Avellino si sono unite al dolore dei familiari. Personalmente ed a nome della Pro Loco Abella, insieme alle Redazione de Il Meridiano, siamo vicini al dolore della moglie Geppina Frieri e dei figli Carmine e Nicoletta.

La messa di settima per il Prof. Modestino della Sala sarà celebrata mercoledì 19 luglio alle ore 18.00 nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

IL MONDO DI NATY PRESENTA AMALFI LUNA pART

Giovedì 20 luglio 2017, ore 18.00-21.00- AMALFI (SA), PIAZZA MUNICIPIO

cs Amalfi Luna pART GirasoliSimona Pasquale - 19.07.2017 - Fa tappa ad Amalfi il progetto itinerante ‘LUNA pART’, la proposta di divulgazione e introduzione all’arte per i bambini, ideata da Natalie Colindres, fondatrice della realtà artistico culturale ‘Il Mondo di Naty’, evento promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Beni Culturali, Eventi e Tradizioni del Comune di Amalfi. L’appuntamento con ‘AMALFI LUNA pART’ è in Piazza Municipio, giovedì 20 luglio, alle ore 18.00,

Cavalletti, tele, pennelli e tempere di tutti i colori sono gli elementi scelti per invadere la città e consentire a tutti di esprimere, in totale libertà, estro e fantasia. È la proposta artistico culturale dell’iniziativa ‘LUNA pART’ promossa dalla realtà Il ‘Mondo di Naty’.

cs Amalfi Luna pART Natalie Colindres«È una sorta di luna park, ma al posto delle giostre ci sono gli strumenti per realizzare  quadri e manufatti creativi, un grande laboratorio di pittura all’aria aperta, un parco divertimenti per l'anima dove grandi e piccoli si confondono tra loro» dichiara l’ideatrice Natalie Colindres, originaria del Guatemala, radicata a Napoli da dieci anni, dove ha conseguito il diploma di attrice all’Accademia delle Arti Teatrali del Teatro Totò di Napoli, prima di dare vita a questo stimolante progetto che unisce l’arte e l’amore per i bambini.

Alcune delle aree tematiche: Pittura Creativa e arte del riciclo per tutte le età a partire dai 6 anni che si divertiranno con materiali di recupero trasformati in oggetti d’arte unici, Pittura Libera uno spazio dai 4 ai 90 anni dove dare libero sfogo alla propria fantasia e creatività, Action Paint uno spazio per spiriti liberi dai 4 agli 11 anni senza regole né tempo, dove l’unico obiettivo è perdersi nell’incredibile mondo di Jackson Pollock, artista rivoluzionario che spiazzò tutti stendendo le tele sul pavimento per danzare con il proprio cuore,  Kandinsky Street  Art e RiciclARTE.  

cs Amalfi Luna pART notte stellataIl Mondo di Naty è un progetto di arte creativa itinerante per l’infanzia, che offre l’opportunità di accostarsi all’Arte e alle altre culture attraverso il gioco che, come sosteneva il pedagogista tedesco Friedrich Fröbel «è la vita stessa del bambino» che soddisfa esigenze contrapposte come fare, esplorare, conoscere, liberarsi dall’eccesso di stimoli, misurarsi con se stesso e con gli altri, comunicare, esprimersi e socializzare.

laboratori di pittura de ‘Il Mondo di Naty’ sono attività ispirate alla vita e alle opere dei grandi pittori e ai principali eventi storici attraverso le quali conoscere alcuni dei più importanti maestri e al tempo stesso, comprendere l’importanza di lavorare seguendo le proprie idee, scoprire la differenza fra copiare e lasciarsi ispirare, praticare la più totale e incondizionata libertà creativa per esprimere appieno se stessi e le proprie emozioni, imparare a socializzare, superare la timidezza, apprendere il valore della lettura, affrontare le proprie paure, custodire i propri sogni, praticare la pazienza, la costanza, la passione e la dedizione. Valori imprescindibili per la cs Amalfi Luna pART van Goghpiena realizzazione di ogni artista, ma anche di ogni essere umano. Percorsi ideali da integrare nei programmi scolastici e l'utilizzo di cavalletti di legno, tele, tavolozze, pennelli e tempere, contribuisce a creare un'atmosfera suggestiva e coinvolgente.

laboratori creativi interculturali, invece, sono ispirati alle tradizioni dei popoli del mondo per avvicinarsi alle altre culture, attraverso l'apertura e il confronto e mediante l’utilizzo di materiali di varia origine e natura, anche riciclati e attrezzature specifiche per la formazione in tenera età.

Tutti i laboratori possono essere organizzati anche in occasione delle diverse festività che si celebrano durante l'anno (Natale, Pasqua, festa della mamma, giorno della memoria, festa del papà, etc.).

Contatti: Natalie Colindres, cell. +39.392.0340687, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790,

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Atripalda / Pro Loco: VI Edizione di “Children’s Day”

Sabato 24 e domenica 25 Giugno il Parco delle Acacie si è trasformato in un grande parco giochi dove sono stati allestiti 11 gonfiabili per il divertimento dei più piccoli

 

manifesto childrens day 4 601x858 CopiaC.S.- 24.06.2017 - VI Edizione di “Children’s Day”, manifestazione organizzata dalla Pro Loco Atripaldese con il patrocinio del Comune di Atripalda. L’appuntamento è per sabato 24 e domenica 25 Giugno presso il Parco delle Acacie che si trasforma in un grande parco giochi dove sono allestiti 11 gonfiabili per il divertimento dei più piccoli.

La manifestazione ha inizio alle ore 16.30 del giorno 24 Giugno, per poi riprendere domenica dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.30 in poi.  

L’animazione di entrambe le giornate è curata dalla ludoteca Cappellaio Matto di Atripalda e, durante le serate, I Nipoti di Bernardone si esibiscono in spettacoli comico-clowneschi in continua evoluzione, servendosi di vari attrezzi da giocoleria, di equilibrismo acrobatico, di strumenti musicali e della libera improvvisazione, senza mai dimenticare la vera parte essenziale: il pubblico.

Anche quest’anno è presente  l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco con il percorso ludico Pompieropoli, durante il quale, seguiti dal personale dell’ANVVF e VVF in servizio, i bambini derono superare ostacoli e prove di “coraggio”, tra cui:  camminare in equilibrio su una trave, simulare un intervento di salvataggio durante un incendio e  spegnere un incendio. Al termine del percorso viene consegnato un “Diploma di piccolo Pompiere” ai partecipanti.

Atripalda Cildren dayPer impegnare i bambini sono previste attività ludico-sportive, come l’installazione di  mini campi da tennis con la collaborazione  dell’ Avellino Tennis Accademy del Maestro Vincenzo Picardi, l’esibizione di Taekwondo del Maestro Gianluca D’Alessandro, seguita dalla prova di latin jump organizzata della palestra Eklettica a cura di Renata Alves, dallo spettacolo di ginnastica artistica dell’A.S.D. Danza e Ginnastica Gymnikos e le lezioni di pattinaggio coordinate dall’A.S.D. Roller Klub di Siliana D’Amore.

Non bisogna dimenticare la presenza di laboratori creativi tenuti da Marilena Abbenante nei panni di Elfa Verdolina, che sviluppa progetti originali basati su materiali di riciclo, e dall’associazione La Grande Quercia che promuove il progetto “Che emozione”, rivolto ai bambini dai 5 anni in su, con la realizzazione di diverse attività artistico espressive, al fine di fornire al bambino strumenti per conoscere e riconoscere il linguaggio delle emozioni.

childrens 4Ad allietare la giornata con numerose esibizioni danzanti ci sono anche gli allievi delle scuole di danza atripaldesi: La danse di Capozzi E&C, In punta di piedi della maestra Deborah Graziano e Mary dance.

L’Associazione Aipa, che gestisce il canile di Atripalda, ha allestito uno stand per sensibilizzare quanti partecipano alla tutela dei nostri amici a quattro zampe.

La domenica mattina l’atmosfera si fa magica con la lettura delle fiabe di Consiglia Aquino della libreria L’angolo delle storie e di Daniela Sanseverino, parte integrante dell’associazione l’Officina, che portao le storie e le esperienze fuori dalla libreria, per sensibilizzare gli adulti di domani.

Infine, a cura della Pro Loco Atripaldese è stato allestito uno stand  con prodotti enogastronomici ed uno che accoglie il materiale informativo dell’Associazione.

La Pro Loco ringrazia l’Amministrazione Comunale, l’Ufficio Tecnico e  quanti collaborano  per il buon esito della Manifestazione.