Vico Equense: La grande solidarietà di Tiziana De Giacomo ospite al Social World Film Festival 2017

L’attrice napoletana reduce dal successo di Elvira in Zappatore, presenta un nuovo delicato personaggio

ssffNicola Garofano – 01.08.2017 - L’attrice Tiziana De Giacomo è stata ospite, sabato 29 luglio, alla 7ª edizione del Social World Film Festival che si terrà a Vico Equense, in provincia di Napoli, dal 23 al 30 luglio. Nella serata conclusiva del festival, durante il Gran Galà di premiazione all’Arena Loren, in piazza Mercato, è stata presentata in anteprima assoluta la webserie “Quello che vedo” per la regia di Maurizio Casagrande, che con Tiziana De Giacomo, e, parte del cast, sfilerà anche sul red carpet, Fabio Fulco,  Anna Spagnuolo, Mimmo Esposito, Vincenzo Catapano e altri. Tiziana De Giacomo, sempre attenta ai valori sociali e con grande sensibilità, recita in questa delicata webserie, elegantemente costruita, che invita le persone a concentrarsi di più sullo spettro dell’autismo e fornisce, con normalità e semplicità, lo sviluppo ordinario d’interazioni sociali e di relazioni, con chi non ha familiarità con l'autismo e potrebbe trovarsi a disagio. Quello che vedo è reduce da un successo strabiliante, un tour fatto per le scuole, che riprenderà il foto set De Giacomo Fulcoprossimo anno, in cui ha visto ragazzi interessati e curiosi di saperne di più e conciliarsi nei migliori dei modi con la realtà della vita dell'autismo e anche per combattere il bullismo e la vittimizzazione tra gli adolescenti.

La bellissima attrice Tiziana De Giacomo è stata già ospite in un’edizione precedente del SWFF, nel 2014, nell’occasione della presentazione in anteprima del film, che la vedeva tra le protagoniste, "All'improvviso un uomo", diretto da Claudio Insegno, con Biagio Izzo e Massimiliano GalloProprio nei giorni del festival sarà impegnata con le prime riprese televisive su un programma di un noto brand americano.

tiziana de giacomoTiziana De Giacomo inizia la sua carriera nel 2003 come fotomodella e prende parte a diversi spot televisivi. Nel 2007, per la sua vera passione, il cinema, frequenta un Corso di dizione presso il Centro di Ricerca Teatrale e Formazione dell’Attore “A. Li” che  la porteranno a lavorare in tv, nel programma Show Time e a teatro in “Giovanna D’Arco di Bertolt Brecht” per la regia di Gianluca Masone e a settembre conduce la “Notte Bianca 2007” a Caserta. Il 2008 sarà un anno intenso, frequenta la Scuola del Cinema a Roma e reciterà in diverse pellicole: Il seme della discordia, regia di Pappi Corsicato, La sera della prima,  regia di Loretta Cavallaro e Quelle strane incomprensioni, regia di Giuseppe Cirillo. È una delle protagoniste sia della fiction Amori&Passioni (2009), regia di Antonio Rizzi, sia del film Linea di Konfine per la regia di Fabio Massa, e, recita in un cortometraggio di Alino Marigliano. Sempre nel 2009 diventa testimonial ufficiale della campagna internazionale “NUTIS” e dell’ACI Campania. Conduce Citofonare Poli con Max Poli di radio Kiss Kiss, per la regia di Dina Ariello ed è protagonista di ben due videoclip “Baby Girl” di Dj Ben (francese) e “Sono così” di Etnia. Raggiunge il successo subito dopo Miss Italia 2009, classificandosi tra le prime 30 finaliste e le viene proposto il film Il ragazzo che abitava in fondo al mare, regia di Marco Santocchio, che la vede protagonista nelle vesti di una giovane determinata giornalista. Sempre come protagonista è nel cortometraggio di Fabio Massa, già regista del film Linea Di Konfine e successivamente in vari spot. A gennaio 2011 lavora come valletta alla trasmissione Attenti a quei due su Rai Uno, condotta da Fabrizio Frizzi e Max Giusti. Nello stesso anno viene scelta da Maurizio Casagrande per lo spettacolo teatrale Anche l’occhio vuole la sua parte. Nel 2012 recita in Una donna per la vita, film per la regia di Maurizio Casagrande, con Neri Marcorè e Sabrina Impacciatore e nel film E io non pago con regia di Alessandro Capone con Maurizio Casagrande, Maurizio Mattioli, Gerry Calà e Valeria Marini. Dopo svariate richieste, Tiziana lavora come presentatrice per eventi e programmi televisivi, scoprendo un’altra dote innata, la conduzione, anche su Sky per il format tv Harem. Nel 2012 inizia a studiare canto e nel 2013 è tra i protagonisti del film All'improvviso un uomo con Biagio Izzo e Massimiliano Gallo ed è nel cortometraggio Il contratto di Mario Sposito. Nel 2015 è l’antagonista Alice nel film Babbo Natale non viene da nord, per la regia e con Maurizio Casagrande, Annalisa Scarrone, Gianpaolo Morelli, Angelo Orlando, Mariagrazia Cucinotta. Recita con il maestro Antonio Casagrande in Caffè notturno: c'è di peggio care signore e a Natale scorso è stata Elvira nella sceneggiata Zappatore con Francesco Merola.

Bagno Vignoni,: APERITIVO DI BENEFICENZA all’Albergo Posta Marcucci

Organizzazione  COSTA FAMILY FOUNDATION ONLUS in collaborazione con ANIELLO FALANGA.

 

LOCANDINA COSTA FOUNDATION CopiaCarmen Guerriero – 10.07.2017 - La COSTA FAMILY FOUNDATION ONLUS, in collaborazione con ANIELLO FALANGA di HACCADEMIA, ha organizzato un APERITIVO DI BENEFICENZA all’Albergo Posta Marcucci di Bagno Vignoni, l’08 luglio, con inizio alle ore 18.00. Dopo una breve presentazione del progetto “Sangue è vita”, è seguito l’aperitivo nel giardino delle rose del Posta Marcucci

hotel posta marcucciLa serata è parte della raccolta fondi a sostegno del progetto ‘Sangue è vita’, nato dall’esperienza diretta di un amico e sostenitore della fondazione, durante l’ultimo viaggio in Togo, dove dal 2011 la fondazione sostiene l’attività di Suor Patrizia e Maristella a favore di bambini e famiglie in situazioni disagiate. Il progetto “Sangue è vita” vuole aumentare la possibilità di trasfusioni di sangue per pazienti affetti da malaria avanzata. La malaria in Togo continua ad essere molto più di un’emergenza, spesso non curata per mancanza di risorse economiche, portando i pazienti ad uno stato di anemia acuta e molto spesso alla morte. Una trasfusione può salvare la vita. Il costo di una sacca di sangue comprensiva di kit per la trasfusione: 45 euro, il contributo a persona per la partecipazione all’Aperitivo di Beneficenza al Posta Marcucci di Bagno Vignoni.

ANIELLO FALANGA

haccademia aniello falanga con un pezzo di storiaNel 1988, a 23 anni, inaugura il suo primo locale Real Pizza a Pompei, poi appassionatosi ai grani tradizionali  italiani, gli si è aperto un mondo. Oggi alla pizzeria Haccademia, da un piccolo mulino artigianale del beneventano arrivano farine da grano romanella, risciola, abbondanza, gentilrosso. È tra i pochissimi artigiani della pizza a saper parlare con competenza di grani antichi ed a trasformarli in ottime pizze e pani.
Dal 2015 riceve il riconoscimento dei Due Spicchi della guida alle Pizzerie d’Italia Gambero Rosso. La famiglia Falanga vive con grande passione il mestiere di pizzaiolo, qui tutti si danno un gran da fare e nulla è lasciato al caso. PEZZO DI STORIA è la pizza che ha viaggiato nel mondo e vinto il trofeo Campionato Mondiale della Pizza 2004 ed il trofeo American Plate New York 2005.
Aniello Falanga è pizzaiolo dell’Alleanza Slow Food perché fa rete con i piccoli produttori del territorio ed in quanto lavora secondo i principi “buono, pulito e giusto “dell’associazione della chiocciola.

Durante l’aperitivo, tutte le pizze sono state cucinate in un forno Forni Izzo.

Pizzeria Haccademia, via Panoramica Vesuvio 8 – Terzigno (NA)
www.haccademia.com

● PER DONARE:dona la quota di partecipazione per un minimo di 45 € a persona e manda un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., sarà bello averti con noi!

● IL LUOGO: Albergo Posta Marcucci, via Ara Urcea 43 – 53027 Bagno Vignoni

CONTATTO

Elide Mussner Pizzinini – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Costa Family Foundation onlus - Strada Col Alt 105 – 39033 Corvara

t. 0471 - 831076

Mostra: Action painting rito e arte nelle tombe dipinte di Paestum

Cosa c’entra la “pittura di azione” con il rituale funerario antico a Paestum e la pittura funeraria di IV secolo a.C.? Sembrerebbe nulla, invece è questo il titolo della mostra curata da Marino Niola e Gabriel Zuchtriegel.

locandina action CopiaN. R. – 28.06.2017 - "La mostra Action Painting restituisce l'oggetto d'arte al suo flusso dinamico. All'insieme delle esperienze, gesti, azioni, intenzioni, emozioni, rappresentazioni che sono alla base di quel che noi chiamiamo opera. - commenta Marino Niola - E che non può essere isolata dal processo vitale della sua genesi, che è un processo per definizione non-finito. Il che è ancor più vero quando siamo di fronte a un rituale, cioè a una forma di arte in movimento, un teatro sociale in continua trasformazione un living theater di cui l'immagine, il dipinto sono solo una sequenza parziale. L'accostamento di action e di painting vuole invece estendere lo spazio dell'opera fino a far entrare anche noi nella catena di quei simboli, significati, sentimenti, accadimenti trasformando il nostro stesso ruolo. Da semplici spettatori, o visitatori, a interpreti e coautori. Nello stesso tempo dentro e fuori la rappresentazione, intesa come trama vivente della storia".

Il Parco Archeologico di Paestumafferma Gabriel Zuchtriegel, curatore con Marino Niola della mostra e del catalogo, - conferma così il suo corso verso una sempre maggiore collaborazione con la ricerca italiana e internazionale, in continuità con l’operato degli ultimi decenni. Hanno contribuito, oltre alla Soprintendenza di Salerno e l’Università Suor Orsola Benincasa, studiosi e laboratori dalle Università di Lecce, Cambridge, Melbourne, Bologna, dell’Institut National d’Histoire de l’Art di Parigi, del Centro Jean Bérard di Napoli … e non posso non citare con orgoglio la collaborazione di un grande archeologo e maestro come Mario Torelli, che nel catalogo si interroga sul fenomeno delle tombe dipinte”.


Museo Archeologico Nazionale di Paestum
dal 2 giugno al 31 dicembre 2017

orario: tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 18:50)
biglietto: € 3,00 solo mostra; € 10,00 mostra + Museo + area archeologica



Pratola Serra: Secondo Raduno di “Lungo l’Appia dei Traini”

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, che ha visto un elevato numero di iscritti e la partecipazione di collezionisti e di club dell’intera regione Campania, anche quest’anno è stato fatto il bis di presenze di auto e moto d’epoca.

 

 

Raduno di Pratola 1oN.R. – 10.07.2017 - Giunto alla sua seconda edizione, l’evento, che si è svolto domenica 2 luglio presso il Corso Vittorio Emanuele, ha aperto il cartellone estivo della cittadina irpina. Il giovane gruppo dello staff di “Lungo l’Appia dei Traini”, coadiuvato dalla Pro Loco, dalla Misericordia e dal Comune di Pratola Serra, per il secondo anno consecutivo, ha messo in campo passione e professionalità nell’organizzare una giornata da trascorrere insieme e rivivere quei motori che hanno percorso l’antica Appia e hanno fatto la storia.

Sottolineando l’evoluzione della forza motrice, il raduno ha l’obiettivo di rinnovare il consueto soggiornare dei trainieri a Pratola Serra, luogo mediano e strategico, anche per i cavalli, per affrontare il tragitto commerciale Napoli-Foggia, tracciato dalla via Appia.

La manifestazione ha avuto inizio con l’appuntamento alle ore 9.00 presso il Corso Vittorio Emanuele, per l’iscrizione gratuita, la sistemazione dei veicoli e la consumazione di una colazione offerta agli iscritti;  poi è seguita la consegna degli attestati di partecipazione. Requisito richiesto l’immatricolazione del veicolo precedente al 2 luglio 1987.

Come l’anno scorso, anche quest’anno sono stati consegnati gadget ai partecipanti per ricordare le specialità che il territorio offre, in particolare le aziende enologiche: Calafè, Cantine De Palma e Casa dell’Orco.

Pratola lo staffLa novità della seconda edizione ci vengono illustrata da Gianluigi Santoro, organizzatore dell’evento: «Quello di quest’anno non è stato un raduno statico ed espositivo, ma è stata organizzata una vera e propria carovana che ha girato per le strade del paese e per i territori limitrofi. Nel programma  anche una visita guidata alle Catacombe dell’Annunziata di Prata P.U., in quanto principale obiettivo del raduno è la valorizzazione del territorio, con la conoscenza di tutto ciò che ci offre. Motori, enogastronomia e risalto del territorioha continuatosono i punti cardini su cui ci si è mossi per offrire alle famiglie il piacere di vivere il paese. Essendo laureato in Beni Culturali e nutrendo da anni la passione per i veicoli d’epoca, penso non ci sia migliore occasione per coadiuvare in questa giornata professione e interessi; e Pratola Serra si presta bene a questo tipo di eventi, in quanto ospita lo stabilimento industriale Fca e fa parte dell’Associazione nazionale Città dei Motori».

L’augurio degli organizzatori è quello di riproporre l’evento ogni anno, come appuntamento fisso: «Anche quest’anno la manifestazione ha avuto un buon riscontro, ben 216 iscritti, e questo ci spinge a far crescere sempre più la manifestazione, introducendo novità negli anni a venire» aggiunge Giuliano Acone. «Questo evento per noi non è finalizzato unicamente a celebrare i veicoli d’epoca, ma abbiamo a cuore soprattutto la valorizzazione del territorio e delle sue risorse. Come ricalca il nome dell’associazione, inoltre, cerchiamo di celebrare il passato di Pratola Serra, fin da sempre legato alla forza motrice. Lo dimostra il fatto che ci sono ben due aziende di autotrasporti, i cui proprietari sono discendenti di trainieri».

locandina Lungo lAppia dei traini 2017 07 01 alle 09.31.53 1080x675Lungo l’Appia dei Traini”, infine, ha stipulato una convenzione con l’azienda ICT (Italian Classic Tire), che si occupa della costruzione di particolari pneumatici per moto, vespe e veicoli a due ruote.

Lo staff di Lungo l'Appia dei Traini, infine, ringrazia tutti i partecipanti per la massiccia presenza al Raduno: 216 iscritti, e rivolge un caloroso ringraziamento, per il supporto alla manifestazione, alle istituzioni: l’Amministrazione Comunale ed il sindaco Emanuele Aufiero, la Pro Loco con suo presidente Ing. Maurizio Panza e l'Associazione Nazionale Città dei Motori; indirizza un sentito e doveroso ringraziamento a tutte le attività commerciali e agli esercenti che hanno sostenuto l’evento. 

Napoli Pizza Village 2017: Arte e cultura sposano la pizza

Vittorio Sgarbi a Napoli per promuovere il turismo, attraverso cultura e gastronomia. Chi mangia la pizza va gratis al museo. 

3Pizza VillagepngC.S. - 14 giugno 2017 – Arte e cultura sposano la pizza napoletana. Vittorio Sgarbi domenica 25 giugno sarà al Napoli Pizza Village, in programma sul lungomare partenopeo (17-25 giugno), per presentare ufficialmente la sua mostra in svolgimento a Napoli e parlare dei prossimi appuntamenti espositivi. Ma il progetto culturale è molto più ampio e complesso prevedendo non solo forme di interazione ma persino iniziative congiunte future. 

Il binomio arte e pizza, intesa non solo come reciproca promozione, va concepita anche e soprattutto come un parallelismo tra la cultura e l’arte del pizzaiolo. Un concetto che vede in prima fila gli organizzatori del NPV, congiuntamente al presidente della Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, per il riconoscimento da parte dell’Unesco dell’Arte dei Pizzaiuoli Napoletani nella lista mondiale del Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità

napoli pizza village 2015.jpg.pagespeed.ce.TDJ9qbw2MoIn termini pratici l’azione, che ha come protagonisti il noto critico d’arte e le sue mostre a Napoli e gli organizzatori del NPV, la società ORAMATA Grandi Eventi, prevede la concessione di un voucher che consentirà agli ospiti del Pizza Village di poter visitare, gratuitamente, la mostra “i Tesori nascosti: Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito”, in svolgimento alla Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a Napoli fino al prossimo 20 luglio
L’offerta gratuita del biglietto della Mostra agli ospiti del NPV è sostenuta economicamente dagli organizzatori della manifestazione dedicata alla pizza, attraverso il rilascio di ben 50mila voucher gratuiti offerti a coloro che acquistano menu a prezzo fisso (pizza, bibita, caffè e dolce) del valore di 12 euro, da lunedì 19 al venerdì 23, sul lungomare al Pizza Village. Non solo, ma per ogni visitatore con voucher che accede alla mostra di Sgarbi, un eventuale accompagnatore sprovvisto del ticket, avrà la possibilità di acquistare un biglietto al 50% pagando solo 6 euro

sgarbi e i tesoriLa mostra “i Tesori Nascosti”, rimarrà aperta sino al 20 luglio e verrà promossa dagli organizzatori che, in accordo con Vittorio Sgarbi, presenteranno alla manifestazione un gazebo dove sarà possibile assistere ad una preview dove vengono illustrati i 150 capolavori esposti alla Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a Napoli
Lo stesso Vittorio Sgarbi, che sarà al Napoli Pizza Village domenica 25 dalle 13 alle 17.00, spiegherà dettagliatamente i programmi futuri delle sue mostre a Napoli, che già a partire da 1° ottobre p.v. si succederanno all’attuale, sottolineando la progettualità messa in campo in futuro con gli organizzatori del NPV, veri mecenati del territorio.

u f f i c i o s t a m p a KÜHNE & KÜHNE e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.