Ven12042020

la valle eventi new

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana

Pride 2020: Casamarciano “si tinge” dei colori dell’arcobaleno

Installate tre pensiline con i colori dell’arcobaleno in tre punti diversi del paese in segno di vicinanza e supporto alla comunità Lgbt.

Bandiera IMG 20200626 WA0081N.R. - 27.06.2020 - Tre pensiline come segno tangibile di comunità inclusiva. L’iniziativa è promossa dall’amministrazione comunale ed arriva in occasione del Pride 2020 che si celebra ogni anno nel mese di giugno e quest’anno compie ottanta anni.

A Milano si sarebbe dovuta svolgere la tradizionale parata, annullata per l’emergenza Covid e rimpiazzata da eventi alternativi e social, e anche Casamarciano si è allineata al programma nazionale. Su proposta del consigliere comunale con delega alle start up e all’innovazione, Pietro Tortora, è stata approvata dalla giunta comunale l’installazione di tre pensiline con i richiami dell’arcobaleno, da installare lungo il percorso del centro cittadino, e la consegna finale della bandiera colorata alla Protezione Civile.

Installazione 1 IMG 20200626 WA0082Un modo per far sentire la presenza e la voce di un mondo che c’è, che non si nasconde e che gode degli stessi diritti degli altriha spiegato il consigliere Pietro Tortorapurtroppo l’emergenza Covid ha stravolto i piani programmatici degli ultimi mesi bloccando, di fatto, anche il Pride 2020. Ma non ha fermato la creatività e la voglia di fare e le tante iniziative virtuali che ne sono venute fuori ne sono una evidente testimonianza. Ringrazio l’amministrazione comunale che subito ha accolto la mia proposta realizzandola nei tempi indicati, rendendo così Casamarciano comunità inclusiva”.

Il progetto non si ferma all’arredo urbano, ma si arricchisce anche di un messaggio visivo forte ed incisivo. Sul tema è stato, infatti, realizzato anche un video con il coinvolgimento volontario di alcuni cittadini del posto, a cominciare dal sindaco Andrea Manzi che – spiega – “spesso sono le ricorrenze come quella del Pride ad accendere i riflettori su argomenti che diamo per scontato ma che di scontato hanno ben poco”.

Un ulteriore passo in avanti per l’affermazione dei diritti civili che, tengo a precisare, sono di tutti senza alcuna discriminazione o distinzioneha aggiunto il sindaco Andrea ManziComplimenti al consigliere Pietro Tortora che ha portato, e porta avanti, questo progetto a cui Casamarciano ha aperto le porte con convinzione e partecipazione”.

Visciano: E’ sfilata la bandiera in una maniera insolita

Suggestiva e sobria manifestazione ai tempi del Coronavirus.

WhatsApp Image 2020 06 28 at 22 45 27Nicola Valeri - 29.06.2020 - Si è svolta, domenica 28 giugno 2020, una singolare e suggestiva cerimonia della Bandiera del Comitato Festa per le strade di Visciano.

A causa di direttive ministeriali per l’emergenza Covid-19, si è dovuto rinunciare alla processione con corteo a piedi, per cui il Comitato festa, che ha già rinviato la festa al 2021, non ha voluto rinunciare seppur con più sobrietà alla Festa della Bandiera, portata su un triciclo per le strade di Visciano con il lancio di granate al cielo e la musica, emessa tramite amplificazione che accompagnava la Bandiera per le strade del paese.

WhatsApp Image 2020 06 28 at 22 45 27 1Manifestazione sobria, dunque, alla quale ha collaborato, per la buona riuscita, l’ATAPC - Protezione Civile, che con pazienza e impegno ha fatto rispettare le dovute distanze sociali, come aveva raccomandato il Presidente Raffaele Mascolo.

I cittadini, da parte loro, hanno dettagliatamente rispettato l’invito ad evitare assembramenti e confusione.

Tufino / Coronavirus: Tre contagiati in un Circolo Sportivo

L’Unità di Crisi della Regione ha comunicato che dei 1414 tamponi processati oggi 3 sono risultati positivi al Covid-19. In Campania oggi si è registrata la guarigione di 3 persone. A Tufino in quarantena 43 persone e stamane sono state sottoposte a tampone per la verifica della positività al Covid-19.

tufino focolaio circoloN.R. - 26.06.2020 - Sono tre i casi registrati negli ultimi due giorni a Tufino. Il primo contagiato frequenterebbe abitualmente un circolo privato, mentre gli altri due positivi sono suoi parenti.

La notizia aveva subito destato preoccupazione, perché si era diffusa la notizia che i contagi riguardassero frequentatori di un circolo ricreativo del territorio: "Uno solo dei positivi frequenta il circoloha precisato il vicesindaco Sabato D’Avanzo - In collaborazione con il titolare della struttura, abbiamo individuato 31 soggetti. A questi, se ne sono aggiunti altri 18 con autodenuncia. Per cui abbiamo predisposto che 43 persone siano in autoquarantena e abbiamo eseguito i tamponi. C'è da precisare che l'isolamento riguarda chi si è sottoposto a tampone e non i familiari". 

Carlo FeroneSubitanea anche una nota del sindaco di Tufino Carlo Ferone:” A seguito delle indagini svolte sono stati individuati 31 frequentatori abituali del circolo che verranno sottoposti a screening da parte dell’Asl. In queste ore si stanno notificando a questi nostri concittadini i relativi provvedimenti. Resta inteso che chiunque abbia frequentato il circolo e non sia stato individuato, come da ordinanza, DEVE autoisolarsi ed autodenunciarsi. Stiamo tutti facendo enormi sforzi in questa situazione così difficile, ma è necessario che TUTTI facciano la propria parte, mostrando maturità. E’ una questione di rispetto per tutta la nostra Comunità. FORZA TUFINO".

L'amministrazione comunale ha deciso, a scopo precauzionale di chiudere momentaneamente anche il mercato settimanale

Evento a Cicciano su “Lockdown : Tempo di Speranza o Tempo Disperato?”

My Emotion Life si fa promotrice di un incontro suBenessere con lo psicologo romano Giulio Casini.

 

Cicciano Convegno 104180824 10221355976261446 6833501132147288455 n 1M.M. Benintendi – 01.07.2020 - Sabato 4 luglio, alle ore 20.00, il Santuario di Maria SS. degli Angeli farà da cornice ad un importante evento organizzato dall’Associazione My Emotion Life (https://www.myemotionlife.com).

Relatore dell’evento sarà lo psicologo psicoterapeuta romano Dott. Giulio Casini, che spingerà i partecipanti, in maniera dinamica, ad acquisire nuove prospettive offrendo loro nuovi spunti di riflessione relativi al particolare momento storico che abbiamo vissuto.

”Il lockdown ci ha privato di alcune certezze e ora che siamo ritornati, in parte, alla normalità non le abbiamo ancora recuperate del tutto. Abbiamo perso alcuni punti fermi della nostra vita. Proviamo ad immaginare la nostra vita come una tavolozza di colori - sostiene il Dott. Giulio Casini - e scegliamo con quali colori vogliamo ridipingerla”.

Questa iniziativa va ad inserirsi in una serie di altre importanti iniziative realizzate dall’Associazione My Emotion Life finalizzate al benessere dell’individuo.

Proprio in occasione del lockdown ha Ianciato il progettoPillole di umanità”, una serie di dirette sui social media con diversi contenuti, legati al benessere, che ha riscosso un notevole successo.

I fondatori della My Emotion life, la dott.ssa Stefania Guarracino, pedagogista e docente, il Dott. Giampiero Guarracino, naturopata e bioarchitetto, e il dott. Luigi di Vaia, naturopata ed erborista, pongono il benessere dell’individuo in stretta correlazione con il suo stato emozionale.

L’evento prevede, infatti, anche un’esperienza sensoriale con l’utilizzo di alcuni oli essenziali

che saranno distribuiti ai partecipanti.

Interverrà anche il Dott. Gennaro Cuccurullo, medico MCAU ed esperto in medicina integrata, presidente del comitato scientifico My Emotion Life.

L’evento, nato in sinergia con la Parrocchia San Pietro Immacolata di Cicciano (NA), si svolgerà nel pieno rispetto delle normative di sicurezza vigenti per il Covid19.

Sono previsti solo 80 posti a sedere, rigorosamente all’aperto, al fine di mantenere il distanziamento tra i partecipanti.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria tramite whatsapp al numero 338 3632577, oppure tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“Il pensiero genera la materia” Giordano Bruno 

Nola: Scomparsa del prof. Alfonso Sorrentino

Una vasta eco di rammarico e rimpianto ha lasciato, non solo nel circondario nolano, l’inattesa scomparsa di un grande galantuomo. Servizio di Franco Trifuoggi da Marigliano.net

Alfonso Sorrentino 158608503905.04.2020 - Nativo di Palma Campania, ma trasferitosi nel 1969 a Nola dopo il matrimonio con la gentile e colta prof.ssa Marina Pacifici, il prof. Sorrentino, in virtù della sua affabilità, disponibilità e simpatia, e della signorilità dei suoi modi, era riuscito in breve tempo ad integrarsi perfettamente nell’ambiente nolano.

Docente per molti anni negli Istituti superiori di istruzione, si era anche distinto per la sua professionalità, nutrita di competenza, laboriosità ed impegno solidale, quale cinesiologo presso l’Ospedale “Santobono” di Napoli.

Aveva successivamente fondato e diretto a Nola un centro di fisioterapia, dove aveva esercitato, fino ai giorni dell’esplosione epidemica – incurante delle sollecitazioni dei figli, che lo esortavano a godersi il “meritato riposo” – la sua professione con eccezionale dedizione e spirito di servizio nei confronti dei suoi pazienti, ai quali non mancava di prodigare il sollievo di una parola gentile e cordiale e di un amabile sorriso. Ivi, con assoluto disinteresse, era solito curare anche i suoi ex-pazienti del “Santobono”, che intendevano continuare a fruire della sua preziosa opera, già tanto ampiamente apprezzata.

Dedito al lavoro come alla famiglia, aveva anche il culto dell’amicizia: il suo non comune spessore umano, la nobiltà dell’animo e la generosità verso tutti quelli che lo avvicinavano erano ormai divenuti proverbiali. I tanti amici, inoltre, lo avevano sorretto con il loro affetto, quando, tre anni fa, era mancata l’amata consorte Marina.

Giustamente gli amici del Rotary lo ricordano comeuna persona solare, amante della vita, senza vizi ma con tante bellissime passioni”. Tra queste risaltava indubbiamente l’amore per la terra e la campagna, così come per il mare e la navigazione, che manifestava particolarmente attraverso la cura sapiente e meticolosa del suo giardino e della sua barca, e in cui tralucevano l’ardore del suo vitalismo e la finezza del suo senso estetico: doti, queste, che lo accompagneranno ora nella nuova navigazione per le vie del cielo.

Ai suoi familiari, e in particolare ai figli Maria Francesca e Luca, entrambi valorosi medici, le più sentite condoglianze della Redazione.