Sab04042020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana

A Sasso di Roccarainola è “Summer Time”

Sasso - Summer Time - Copia21.07.2014 - La Voce di Sasso presenta "SASSO IN THE SUMMER TIME", IV edizione. Dal 17 al 27 luglio 2014, serate di divertimento animano l'estate di Sasso, all'insegna di sport, giochi revival food & fun, gastronomia tipica locale, torneo di calcetto e briscola a 6.
Ma ci sarà anche la IV edizione della "Sagra dell'anguria e della spiga di grano" e sabato 26 luglio, in Piazza Giovanni Miele il Memorial Aniello Castagnola, grande serata di musica live: The Wizard live tour '14....revival party, alle ore 21:00, a seguire Light Show, dj set Devil, alle ore 23:30.
Chiusura domenica 27 luglio,con live music IAMM ANNANZ in concerto, alle ore 21:30. Non mancheranno, inoltre, tantissime sorprese, nel ricco programma di "SASSO IN THE SUMMER TIME", con serate da non perdere!

Giovani dell’Azione Cattolica in Fiera a San Vitaliano

locandina Giovani in Fiera17.07.2014 - L'Azione Cattolica San Vitaliano e la Parrocchia Maria SS della Libera hanno organizzato la 4ª edizione di Giovani in Fiera, che si terrà sabato 19 luglio 2014, con inizio alle ore 20.30 in Piazza Leonardo da Vinci in San Vitaliano.
Vivacizzano l'evento stand espositivi, giochi per bambini e soprattutto l'immancabile e ricca area sagra. Sul palco, inoltre, ci saranno i Light Sounds in concerto!

'A patane e' nott a San Vitaliano

locandina a patane e notte14.07.2014 - La Populorum Progressio ONLUS con il Patrocinio del Comune di San Vitaliano intorno alla "Fontana del Villaggio", unitamente alle Associazione Sanvitalianesi, ha organizzato sabato 12 luglio 2014, dalle ore 21.00 in poi, in Piazza Leonardo da Vinci a San Vitaliano, l'evento 'A patane e' nott.
I buongustai presenti in buon numero hanno potuto gustare: pasta e patan in bianco, 'patan "a Zupp", gatto' di patan al forno, fritt scaurat, 'o purè, 'a nzalat , 'a frittat e patan e cipoll, e' panzarott . Insomma patate da degustare in ... tanti modi, seguendo le migliori ricette della tradizione locale. Tutti questo in una...more
Il ricavato della serata sarà devoluto a favore del Progetto della Populorum Progressio "Intervene now-Auschwitz" per il restauro e la conservazione dei sit -luoghi della memoria di Auschwitz-Birkenau Camp.
Per ciascuna donazione a favore della raccolta fondi per Auschwitz è stato dato un simpatico omaggio fornito dagli sponsor.

Edizione 2014 della Festa Bavarese e Sagra della Porchetta a Visciano

Locandina Festa Bavarese15.07.2014 - All'inizio del '900, in Italia, vi fu una grande ondata di emigrazione dalle regioni meridionali verso gli Stati Uniti e l'Argentina. Dopo la seconda guerra mondiale l'emigrazione meridionale si spostò verso la Svizzera, il Belgio e la Germania occidentale. Nel secondo dopoguerra anche i viscianesi emigrarono, ma la colonia più sostanziosa si formò proprio in Germania, dove ancora oggi sono presenti moltissimi viscianesi, ormai diventati tedeschi. Ma i loro padri, quando si trasferirono in quella terra di lavoro e di speranza, pensavano sempre al loro paesello, dove la maggior parte di loro costruiva la casa per viverci da pensionati.
I loro pensiero fisso erano le ferie che passavano a Visciano e coincidevano sempre con le feste e in particolare per una festa: "pa fest da madonn". Si tratta di festeggiamenti in onore di Maria SS Consolatrice del Carpinello, venerata a Visciano nel mese di luglio, e ogni volta, puntualmente, in quella occasione, gli emigranti rientravano con le valigie piene zeppe dei prodotti tipici alimentari tedeschi, molto apprezzati dai loro paesani e la cosa che colpiva di più era che in ogni casa, la sera dell'arrivo, si organizzava una FESTA, alla quale venivano invitati gli amici, parenti e vicini e si mangiava e beveva birra bavarese fino a mattina, passando tutti insieme una serata in allegria.
Festa Bavarese 1E' da questa immagine rimasta impressa nelle menti degli organizzatori della festa bavarese viscianese che viene lanciato questo momento di allegria da condividere con tutti gli appassionati di birra e di prodotti tipici tedeschi, che si tiene ogni anno a Visciano nel periodo che coincide con la festa della Madonna del Carpinello.
Dunque, anche quest'anno nel fresco delle Colline Viscianesi va di scena uno degli eventi più attesi in Campania : La "Festa Bavarese e Sagra della Porchetta" e Visciano si trasforma in un angolo della Baviera.
"New location" 2500 mq di divertimento, con oltre 2500 posti a sedere, musica folkoristica, balli di gruppo, lo scenario unico e l'allegria dell'Oktoberfest. Patner della manifestazione: Pro Loco Visciano, Visciano TV,Eventi Viscianesi, Presepe Vivente.
EDIZIONE 2014: 26-27-28 Luglio Zona Campo sportivo, Via Camaldoli - Visciano (NA)

Foto da: http://www.festabavaresevisciano.com

 

Nola: IV Centenario della morte di San Camillo de Lellis (1614 - 14 luglio – 2014)

san camilloLa vita - San Camillo de Lellis nacque a Bucchianico, presso Chieti, il 25 maggio 1550. Seguendo le orme del padre, intraprese la carriera militare, ma nel 1575 sperimentò in sé una profonda conversione all'ideale evangelico e si dedicò instancabilmente al servizio dei malati. Ordinato sacerdote nel 1584, fondò la "Compagnia dei Servi degli Infermi", approvata da Sisto V nel 1586 ed elevata ad Ordine religioso da Gregorio XIV nel 1591 col nome di "Chierici Regolari Ministri degli Infermi" (Camilliani). Morì a Roma il 14 luglio 1614 e fu canonizzato da Benedetto XIV nel 1746.

San Camillo e Nola - Nel mese di agosto del 1600 Nola fu colpita da una terribile epidemia (di peste, o, più probabilmente, di malaria). Tanti furono i morti in città e nelle campagne circostanti. Per prestare soccorso ai contagiati furono inviati dal Vicerè di Napoli sette Ministri degli Infermi. Informato della gravità della situazione, li raggiunse anche San Camillo, che con loro prestò eroicamente soccorso alle vittime. Il vescovo di Nola Fabrizio Gallo, che si trovava a Roma per le celebrazioni dell'Anno Santo, nominò in quella occasione Camillo de Lellis vicario generale della diocesi. Cinque compagni del Santo morirono contagiati: Tommaso Troni, Marco de Marchi, Cesare de Vio, Matteo Laurino, Francescantonio Vitellini. Successivamente il vescovo Troiano Caracciolo del Sole donò ai Ministri degli Infermi la chiesa di San Giovanni Battista dei Fustiganti, accanto alla Cattedrale, ora sede del museo diocesano. I Padri Camilliani presero possesso della chiesa e della casa attigua il 29 giugno 1746, lo stesso giorno della canonizzazione del Fondatore. Rimasero a Nola fino al 1807. San Camillo de Lellis è annoverato tra i Compatroni della città e diocesi di Nola. In Cattedrale esiste una raffigurazione del Santo che assiste gli appestati di Nola (in una delle lunette del transetto). San Camillo è patrono dei malati, degli operatori sanitari e degli ospedali.

La celebrazione della ricorrenza - Lunedì 14 luglio, nella ricorrenza della festa di San Camillo, si terrà, alle ore 19.30, nella Cattedrale di Nola, una solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dal padre camilliano Rosario Messina.