Mer07152020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana

Nola: Mostra d’arte contemporanea di Ciro Palumbo

i-mulini-i-DioAutilia Napolitano - 18.10.2014 - La città di Nola ospita la mostra personale "I Mulini di Dio" di Ciro Palumbo. Il noto artista, nato a Zurigo nel 1965, protagonista di importanti vernissage in Italia e all'estero, dalle 18 di domani, sabato 18 ottobre e sino al 2 novembre, esporrà le proprie opere nei locali dell'ex convento di Santo Spirito di via Merliano.
La mostra, a cura di Alberto Agazzani, è promossa dall'Assessorato ai Beni ed alle attività culturali del Comune di Nola, con il patrocinio della Diocesi di Nola e la collaborazione della Fondazione Festa dei Gigli, oltre che con le associazioni Meridies e Pandora.
L'itinerario espositivo si snoda attraverso 20 oli su tela ed 8 oli su carta: le opere, tutte inedite, si ispirano all'opera di Pieter Brueghel il Vecchio nel famoso quadro Salita al Calvario del 1564, analizzato ed approfondito dal regista Lech Majewski nel film I colori della Passione.
Ciro Palumbo ricostruisce il viaggio dell'artista fiammingo partendo dalla metafisica presenza del Mulino ed operando in un ideale parallelismo di atmosfere e riflessioni. Per l'artista cinquecentesco olandese tutto sembra terminare nel sacrificio del calvario, per Ciro Palumbo invece, quella fine è un nuovo inizio: è la vittoria del bene sul male, della luce sull'ombra, della speranza sugli inganni della solitudine.
In allegato scheda dell'artista.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Scheda biografica Ciro Palumbo.pdf)Scheda dell\'artista 615 kB153

Brusciano piange Peppe Carosone, re della Festa dei Gigli

Peppe Carosone13.10.2014 - All'età di 82 anni, lo scorso 12 ottobre,  è mancato all'affetto dei suoi familiari, agli amici ed ai tantissimi estimatori l'artista del folclore bruscianese Giuseppe Cerciello, in arte Peppe 'o Carosone.
Morto presso la sua abitazione, al civico 36 di via G. Leopardi a Pomigliano d'Arco, il cantante lascia la moglie Anna e i suoi quattro figli: Francesco, Lello, Alfonso, Maria e il fratello Luigi, spalla forte dell'artista. Instancabile, dalla voce possente, era legatissimo alla cittadina dell'agro-nolano. Conosciuto come "l'ugola d'oro della Festa dei Gigli", ha iniziato a calcare le scene sin da giovanissimo, partecipando alle maggiori manifestazioni folcloristiche della Campania e del territorio nazionale.Famoso per la canzone dei Cento Paesi, Siviglia, la Fanfara dei Volontari.
Brusciano, Nola, Barra, Villaricca e tutti gli amanti della Festa dei Gigli, i musicisti, i cullatori, di tutta la Regione Campania, si sono uniti al dolore che ha colpito la famiglia. Il rito religioso è stato celebrato il 13 ottobre, alle ore 10.30 a Brusciano nella chiesa di San Sebastiano Martire. La salma è stata seppellita nel cimitero cittadino.
Le sue ultime performance artistiche e canore lo hanno visto durante le manifestazioni dell'Associazione Vesuvius a Piano di Sorrento, presso Villa Fondi. Di temperamento ironico e giocoso,,amava circondarsi di bambini, raccontare barzellette, incantare con i suoi scherzi. Famosi il gioco dei fiammiferi, della monetina, della bottiglia e delle tre forchette.
Angelo Iannelli, presidente dell'Associazione Vesuvius e amico, lo ha voluto ricordare così: «Ci ha lasciati un grande artista, un grande uomo; la paranza Vesuvius, unitamente all'Associazione, ha perso un grande cantore . Davvero un vuoto incolmabile. Lo ricorderemo in un grande evento a lui dedicato».

Nola / II Circolo Didattico – Plesso Minieri chiuso in attesa di verifiche dell'Asl

scuola . plesso MinieriAutilia Napolitano - Nola, 14 ottobre 2014 - Rispetto alla chiusura del plesso "Minieri" del II circolo didattico Maria Sanseverino, il sindaco di Nola, Geremia Biancardi comunica che l'ordinanza resterà in vigore fino a quando non saranno state completate le verifiche dell'Asl Na3, richieste dal servizio Tutela Ambiente del Comune di Nola il 13 ottobre scorso.
L'intervento dell'unità operativa di prevenzione collettiva del distretto 49 è stato sollecitato con urgenza dopo che alcuni alunni hanno manifestato sintomi allergici.
"Siamo in attesa di conoscere gli esiti dei sopralluoghi, intanto, in via precauzionale e per preservare l'incolumità degli alunni - spiega il sindaco Geremia Biancardi - la scuola resterà chiusa. Le attività didattiche sono state comunque assicurate".
geremiabiancardi1"Mi preme comunque sottolineare - aggiunge il primo cittadino - che l'utilizzo dei locali del plesso Minieri non comporta nessuno sperpero di denaro pubblico. Il canone di locazione viene, infatti, compensato, dal versamento di pari importo da parte della ex Provincia di Napoli alla quale l'amministrazione comunale ha concesso le aule attualmente utilizzate dall'Albertini di Nola. Prima di strumentalizzare la salute dei bambini ed i legittimi timori dei genitori sarebbe corretto informarsi. Per il resto, come sindaco e come padre, seguirò attentamente la vicenda e mi dico pronto già da adesso a trovare altre soluzioni definitive nel caso in cui l'attuale sistemazione degli alunni non dovesse risultare soddisfacente".

IL NOLANO ARTURO SEPE “PELLICOLA D’ORO” COME MIGLIORE ATTORE EMERGENTE AL “POMPEI CINEMA FESTIVAL 2014”

Premiato Arturo SepeMauro Romano – 30.09.2014 - Successo ed entusiasmo per la IV edizione del "Pompei Cinema Festival", quest'anno dedicata a Massimo Troisi. Il Presidente della kermesse, Raffaele De Luca, ha premiato nella bella cornice del Teatro "Di Costanzo/Mattiello", una serie di artisti e ha ricordato, con affetto e commozione, l'indimenticabile Troisi.
Il premio "Pellicola d'oro" riservato al migliore attore emergente, è stato assegnato ad Arturo Sepe, interprete Nolano che si cimenta con esito positivo sia nel Cinema che nel Teatro. Una soddisfazione che ha reso raggiante il poliedrico artista che, a bocce ferme, si è espresso con toni entusiasti.
"Ringrazio Raffaele De Luca per avermi invitato e omaggiato di questo ambitissimo premio", ha dichiarato. E continuando: "Massimo Troisi mi ha dato tanto e continua a darmi tanto. Il suo modo di essere rispecchia molto la mia filosofia di vita. Ha fatto dell'umiltà e della semplicità gli strumenti per entrare nel cuore di tutti. Ci ha insegnato che nella vita basta essere se stessi e credere nei propri sani ideali, che il resto viene di conseguenza. Ricevere, poi, l'abbraccio e i complimenti di Liliana de Curtis, figlia di Totò e Principe della risata, è come aver ricevuto la benedizione del Papa".
Al ritiro del prezioso riconoscimento, il Sepe è stato complimentato da famosi personaggi, autentiche icone del mondo dello spettacolo, quali Fioretta Mari, Alessandro Cecchi Paone, Stefano Veneruso, Massimo Bonetti, Renato Scarpa, Larry Wood, Claudio Insegno, Alvaro Vitali, Anna Pavignano, e tanti altri ancora.
Ed anche questi elogi, hanno portato l'adrenalina dell'Arturo ai livelli gi guardia nel ritrovarsi tra le mani "un Pezzo del Cinema Italiano", cioè la bicicletta usata da Massimo Troisi per girare il film "Il Postino". Ed ancora a sentirlo: "Avevo una fortissima voglia di indossare il suo berretto, ma credetemi non ce l'ho fatta! Mi sembrava un "sacrilegio", non ne ero degno perché ho pensato che solo lui è stato degno di indossarlo. Dentro ci sono tutti i sogni, le emozioni che ha provato e che ci ha regalato. In quel momento sembrava che, per un attimo, intorno a me ci fosse silenzio e si sentisse solo il leggero correre della pellicola e il fruscio del vento ... interrotti, poi, come per magia, dal grido AZIONEEEEE!!!".
Benché impegnato in una serie di progetti cinematografici, a breve, Arturo porterà in giro per l'Italia il suo spettacolo teatrale "Pierino e il lupo" di Sergej Prokfiev, in una originalissima ed inedita versione, da lui stesso diretta e orchestrata dalla "Intrat Ensemble", del maestro Carmine Ianniciello".
Un'ulteriore testimonianza del suo talento e delle sue capacità di artista camaleontico che passa da un genere all'altro con estrema semplicità. Perché per lui il palco è pathos, è passione, è un brivido in interminabile, è emozione e commozione per se e da trasmettere allo spettatore. Perché per Arturo Sepe, ogni sua esibizione, è vita!

L’apertura dei Centri di Avviamento allo Sport alla Palestra Vitale di Nola

logo nolavolley 68Nola – 04.10.2014 - "Ancora insieme per un altro anno" è lo slogan lanciato dalla Nolavolley 1968 a.s.d. per l'apertura dei Centri di Avviamento allo Sport avvenuta ieri nella Palestra della T. Vitale.
"Divertirsi con lo sport, mettendo al centro non l'agonismo, ma la gioia di vivere e la voglia di crescere gradatamente. Realizzare una proposta a misura di bambino, senza la necessità di far rincorrere ai più piccoli lo sport dei grandi".
Mai tali considerazioni sono risultate così vincenti e condivise, mai il primo giorno si era vista la Palestra animata dalla gioia di tanti, ma tanti adolescenti vogliosi di divertirsi.