Dom05312020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana

Giglio a San Paolo Bel Sito: Polemiche sull’asse San Paolo Belsito-Nola

Il sindaco Cafarelli "Non sono io ad aver rotto il protocollo"

il giglio di San Paolo B. 2L.C.Tarantino - S. Paolo Belsito – 19.10.2014 - Questo pomeriggio è attesa l'esibizione del Giglio a San Paolo Bel Sito, un obelisco alto 25 metri, che i ballerà tra le strade del centro del nolano a partire dalle 18.00. Dunque, nonostante le tante polemiche, l' evento si fa, contravvenendo ad un protocollo d' intesa, che risale al 2012, sottoscritto da diversi sindaci del territorio, con il quale si impegnavano a non far costruire gli obelischi sui propri territorio.
il giglio di San Paolo B. 226x400Non è la prima volta che un giglio, legato al culto di San Paolino, viene costruito e fatto ballare fuori città senza una motivazione indotta dalla tradizione della festa stessa. Nell'ultimo mese, un episodio simile è avvenuto proprio a Nola, in una zona della periferia presso il parcheggio privato di un supermercato.
Chiamato in causa il sindaco di San Paolo Bel Sito ha dichiarato "In premessa voglio solo affermare che amo la Festa dei Gigli di Nola e che tre anni fa mi sono fatto promotore del protocollo d'intesa per salvaguardare l'originalità di una kermesse che si apprestava ad avere il riconoscimento Unesco e che fortunatamente lo ha ottenuto. Ma non sono stato io a rompere il protocollo".
Manolo CafarelliIl riferimento è alle altre feste dei gigli che nei mesi scorsi si sono celebrate con altri obelischi. Sul punto rincara la dose lo stesso Cafarelli. "In questi anni sono stati realizzati obelischi in tutto l'hinterland nolano e nessuno ha detto niente. Io devo dare spiegazioni alla mia comunità e non posso fermare un gruppo di giovani che in passato ha dimostrato maturità e senso delle regole. A realizzare il Giglio sono gli stessi ragazzi che tre anni fa furono bloccati. Credo che sia l'unico caso sino ad ora".
Nello statuto della Fondazione Festa dei Gigli, ente preposto alla tutela della festa compartecipato tra comune di Nola, provincia di Napoli, Regione Campania e rappresentato anche dalla Diocesi di Nola, il giglio all'articolo 5 è definito come "patrimonio esclusivo della comunità nolana e testimonianza della sua profonda fede religiosa".

Foto:Fonte internet

 

Chiusura del Circolo Didattico / Plesso Minieri: il sindaco Geremia Biancardi: "Scongiurati i doppi turni"

municipio-NOLAAutilia Napolitano - Nola, 17 ottobre 2014 - Gli alunni del Plesso Minieri saranno trasferiti nella struttura centrale della Scuola Elementare Maria Sanseverino. Le quattro aule saranno sistemate nei locali attualmente riservati ai laboratori didattici, alla presidenza ed alla segreteria. E' quanto è stato stabilito questa mattina nel corso dell'incontro tra il sindaco Geremia Biancardi, gli assessori all'istruzione ed all'edilizia scolastica Cinzia Trinchese ed Enzo De Lucia, la dirigente scolastica Nicoletta Albano ed una delegazione di genitori.
Alla fine della riunione si è, infatti, stabilito che per consentire il regolare svolgimento delle lezioni, la presidenza e la segreteria saranno ospitate in Municipio nel caso in cui, entro martedì prossimo, l'Asl dovesse pronunciarsi a sfavore della possibilità di trasferire gli uffici nel plesso "Minieri", chiuso dal sindaco dopo le reazioni allergiche manifestate da alcuni alunni.
"Nell'attesa di una soluzione definitiva, che ci vede anche disposti a rescindere il contratto di locazione per il plesso che attualmente ospita quattro classi del secondo circolo didattico, abbiamo scongiurato il ricorso ai penalizzanti doppi turni prospettando un'alternativa condivisa - ha sottolineato il primo cittadino, Geremia Biancardi - sia dai genitori presenti che dalla dirigente scolastica".

Visciano in festa per la vendemmia

festa della vendemmia 2Nicola Valeri – 19-10-2014 - Si è rinnovata ieri, in piazza Lancellotti, la festa della vendemmia, evento organizzato anche quest'anno dal Consiglio comunale delle donne in collaborazione con le scuole del Villaggio del Fanciullo e l'Istituto Comprensivo "Rossini".
La Festa, magistralmente coordinata da Antonella Rufino e dalle altre componenti del consiglio, ha visto la presenza all'iniziativa del sindaco Pellegrino Gambardella, dell'assessore all'Istruzione Vincenzo Ferrante, del presidente del Consiglio comunale Virginia Luigia Palmese, che si sono complimentati con l'organizzazione per la valida iniziativa,. E' intervenuto anche Bartolomeo Perna, Dirigente dell'Istituto "Rossini".
festa della vendemmia 1Nella mattinata i bambini delle Scuole hanno declamato poesie di storia locale e sulla vendemmia, memntre la serata è stata allietata dall'artista Peppino Di Bernardo e dal service di ViscianoTV con la regia di Dario Siciliano.
Nella piazza affollatissima, i cittadini si sono fermati ad ammirare gli attrezzi e le macchine della vendemmia; le donne organizzatrici hanno mostrato la "pigiatura" di un tempo. Al termine, degustazione di frittelle accompagnate da un bicchiere di vino locale.
Il servizio d'ordine e di sicurezza è stato affidato all'ANTA e ATAPC Protezione Civile regionale, coadiuvata dal presidente Gioacchino Iovino.

“Nastro Rosa”: il Comune di Nola aderisce all’iniziativa della Lilt per la lotta al tumore al seno

Autilia Napolitano - Nola, 17 ottobre 2014 - Il palazzo di città si tinge di rosa in occasione della campagna di sensibilizzazione per la lotta contro il cancro.
Il municipio di piazza Duomo sarà illuminato fino alla fine del mese di ottobre con luci rosa, il colore simbolo della speranza e della lotta al tumore al seno.
carmela-de-stefano-3"Aderire all'iniziativa 'Nastro Rosa' significa sottolineare l'importanza dell'informazione, della prevenzione e della diagnosi precoce nella battaglia contro una malattia purtroppo molto diffusa - ha dichiarato l'assessore alle pari opportunità dell'Ente di piazza Duomo, Carmela De Stefano -. Sarà per questo che il presidente della Lilt Adolfo Gallipoli si è mostrato entusiasta della forma che abbiamo scelto per sostenere l'operazione di sensibilizzazione. Accendere i riflettori sulla necessità di ricorrere a strumenti come la prevenzione significa sostenere il lavoro di quanti continuano ad invitare le donne a non sottovalutare la necessità di controlli periodici. E' per questo motivo - ha concluso l'assessore De Stefano - che anche il sindaco Geremia Biancardi ha sostenuto con convinzione il mio progetto"
Per info sulla campagna di sensibilizzazione e prevenzione chiamare il numero 081/5495188.

Nola: Mostra d’arte contemporanea di Ciro Palumbo

i-mulini-i-DioAutilia Napolitano - 18.10.2014 - La città di Nola ospita la mostra personale "I Mulini di Dio" di Ciro Palumbo. Il noto artista, nato a Zurigo nel 1965, protagonista di importanti vernissage in Italia e all'estero, dalle 18 di domani, sabato 18 ottobre e sino al 2 novembre, esporrà le proprie opere nei locali dell'ex convento di Santo Spirito di via Merliano.
La mostra, a cura di Alberto Agazzani, è promossa dall'Assessorato ai Beni ed alle attività culturali del Comune di Nola, con il patrocinio della Diocesi di Nola e la collaborazione della Fondazione Festa dei Gigli, oltre che con le associazioni Meridies e Pandora.
L'itinerario espositivo si snoda attraverso 20 oli su tela ed 8 oli su carta: le opere, tutte inedite, si ispirano all'opera di Pieter Brueghel il Vecchio nel famoso quadro Salita al Calvario del 1564, analizzato ed approfondito dal regista Lech Majewski nel film I colori della Passione.
Ciro Palumbo ricostruisce il viaggio dell'artista fiammingo partendo dalla metafisica presenza del Mulino ed operando in un ideale parallelismo di atmosfere e riflessioni. Per l'artista cinquecentesco olandese tutto sembra terminare nel sacrificio del calvario, per Ciro Palumbo invece, quella fine è un nuovo inizio: è la vittoria del bene sul male, della luce sull'ombra, della speranza sugli inganni della solitudine.
In allegato scheda dell'artista.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Scheda biografica Ciro Palumbo.pdf)Scheda dell\'artista 615 kB151