Dom05312020

la valle eventi new

autonoleggio

Back Sei qui: Home Notizie Area Nolana Area Nolana

Dislessici e Dsa: A Nola il primo info point promosso da Agiad

Manifesto Manifestazione Dislessici e DSA - Copia 500x235C.S. – Nola - 23-11-2014 - "Dislessici e Dsa – Dinamici, sorprendenti, adorabili": è l'iniziativa di Agiad (Associazione genitori, insegnanti e amici della dislessia) a Nola da domenica 23 a martedì 25 novembre.
La manifestazione, patrocinata dall'Assessorato alla Pubblica istruzione dell'ente di piazza Duomo e dal il Sinapsi (servizi per l'inclusione attiva e partecipata degli studenti presso l'università Federico II di Napoli) e in collaborazione con l'Ordine degli avvocati di Palazzo Orsini, è volta a sensibilizzare la cittadinanza sui disturbi legati all'apprendimento, fornendo adeguato sostegno alle famiglie ed ai ragazzi affetti da Dsa per garantire loro un normale percorso formativo nell'ambito delle attività didattiche.
Domenica 23, dalle 10 alle 12.30, spazio al divertimento in piazza Duomo con il Ludobus, un furgone carico di giochi ed attrezzature in legno che consente ai bambini ed ai loro genitori di inventare, giocare, costruire, imparare, saltare, correre e colorare. Per l'occasione è anche allestito un gazebo informativo con la vendita di ceri profumati, il cui ricavato sarà interamente devoluto all'Associazione per l'organizzazione di ulteriori iniziative a supporto di progetti specifici.
Lunedì 24, invece, dalle 10 alle 12.30 nella chiesa dei SS. Apostoli di via San Felice, viene presentato alla cittadinanza il primo info point campano con la partecipazione delle scuole cittadine, presenti Geremia Biancardi, sindaco di Nola, Cinzia Trinchese, assessore alla Pubblica Istruzione, Vincenza Appierto, responsabile dell'info point, Maura Striano ed Alfonso Gentile, in rappresentanza del Sinapsi, Maria Masi e Paola Caruso della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine degli avvocati del Foro di Nola e Carmela Napolitano, dirigente scolastica dell'Istituto "Bruno Fiore", dove è posizionato l'info point. A seguire un momento musicale a cura degli alunni dell'Istituto "Bruno – Fiore" di Nola, della Scuola Primaria e dell'Infanzia "All'avventura con Tizi" e dell'Istituto Comprensivo "Fratelli Mercogliano-Guadagni" di Cimitile.
Martedì 25, infine, l'Agiad è presente per l'intera giornata a Palazzo Orsini, in piazza Giordano Bruno, nell'ambito della manifestazione "Amore Inviolato".

Nola / Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne: presentazione del libro “Il silenzio spezzato” di Lucia Esposito

Lucia EspositoJordanus - Nola – 24.11.2014 - Nell'ambito della rassegna Incontri d'Autore 2014, la Libreria Byblos, in collaborazione con il Circolo Letterario Passepartout di Nola e in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, ha organizzato un importante incontro dedicato alla problematica, attraverso la presentazione del libro IL SILENZIO SPEZZATO (Editrice Book Sprint) di Lucia Esposito.
Non sempre le famiglie che sembrano normali lo sono davvero e speso celano, dietro la banale e apparentemente tranquilla quotidianità, qualcosa di mostruoso che è difficile anche da raccontare. La famiglia della protagonista di questa storia nasconde, infatti, un'inaudita e assurda escalation di violenza. È il padre, il maschio alfa, che esercita la sua supremazia, dettata dalla forza bruta, nei confronti di tutti i componenti, figli inclusi. Violenza che fa si che l'equilibrio fisiologico, psichico e fisico di tutto l'ambito familiare sia messo a dura prova per molti anni, alla mercé dell'esaltazione estrema e feroce dell'uomo e della sua presunta superiorità.
Ma Lucia Esposito parla anche dell'inefficienza del sistema giuridico italiano nella tutela delle vittime di violenza di genere. Troppo spesso, un insieme di norme a garanzia dell'accusato, impedisce alla vittima di prendere coraggio e farsi avanti, di raccontare la verità e, anche quando finalmente questa trova la forza di farlo, inizia un procedimento lungo e difficile, in cui la stessa sanità mentale della donna viene messa in dubbio. Si finisce così che da vittima si diventa carnefici o, più spesso, malati, incapaci di comprendere il vero senso delle cose. Si viene privati dei più cari affetti, del lavoro, si viene isolati e ci si trova non più soli contro il violento, ma anche contro un'intera società, ancora legata alla logica retrograda del maschilismo.
L'appuntamento, vede la partecipazione dell'autrice Lucia Espositodella giornalista Autilia Napolitano e dell'avv. Olga Izzo. L'evento si svolge il 25 novembre, alle 18.30, presso la Sala Incontri della Libreria Biblos, in vico Duomo a Nola (Na).

A SAVIANO UNA TESTIMONIANZA DI DENUNCIA E DI SPERANZA

don Palmese a SavianoC.S. – Saviano – 08.11.2014 - Giovedi 30 Ottobre 2014, presso i locali della Chiesa di San Michele Arcangelo di Saviano, si è tenuto un incontro culturale e teologico sul tema:"La speranza si può seminare".
Unico relatore Don Tonino Palmese, responsabile dell'Associazione Campania "Libera", che si occupa di sensibilizzare i cittadini ad attivarsi contro il fenomeno della mafia.
L'iniziativa, promossa dall'Azione Cattolica Parrocchiale di Saviano, presieduta da Vincenzo Di Giorgio,e coadiuvata dal sacerdote Don Andrea Pesapane, è stata organizzata in preparazione al percorso formativo e sociale intrapreso dall'Azione Cattolica.
L'incontro, moderato dal prof. Francesco Franzese, si è svolto, in modo sereno, ma intenso, nell'accogliente sala parrocchiale savianese, gremita dai soci dell'Azione Cattolica, accorsi per essere illuminati circa i valori della tematica "Una testimonianza di Denuncia e di Speranza".
E l'intervento di Don Tonino Palmese si è rivelato da subito estremamente interessante, quando ha esposto il connubio tra Fede e Vita. Poi, ha concentrato l'attenzione sulla religiosità delle persone e sulle loro esperienza di vita, soffermandosi molto sui concetti di cristianità, di fede, intesa come ricerca e credenza in un essere soprannaturale, e di vita come un percorso ad ostacoli in cui l'uomo è implicato nel conflitto di gioie, tensioni, confronti e sfide.
La chiara dizione del teologo si è conclusa con i complimenti e un forte applauso della platea, che, con interesse ed emozione, ha assistito alla conferenza esprimendo in questo modo tutti gli elogi e l'utilità dell'incontro.
La magnifica serata si è chiusa con l'omaggio di un delizioso buffet offerta dai soci dell'Azione Cattolica.

Prevenzione del randagismo e dell’abbandono dei cani: a Nola microchip gratis

Prevenzione e randagismo 500x369C.S. - Nola, 20 novembre 2014 - Microchip gratis e registrazione all'anagrafe regionale: l'amministrazione comunale di Nola, guidata dal sindaco Geremia Biancardi, lancia l'iniziativa a favore della tutela dei cani e della prevenzione dell'abbandono. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con il servizio di sanità animale e dell'unità operativa veterinaria di Nola dell'Asl Na3 Sud. I proprietari dei cani non ancora provvisti di microchip potranno recarsi sabato mattina, 22 novembre, all'ufficio Urp del municipio dalle 9.00 alle 12.00.
L'operazione sarà poi replicata nelle frazioni. Il 13 dicembre i veterinari dell'azienda sanitaria locale saranno nella circoscrizione di Polvica, mentre il 20 dicembre in quella di Piazzolla, sempre dalle 9.00 alle 12.00.
"Avere in casa un canespiega il sindaco Geremia Biancardirappresenta una scelta di vita da portare avanti con responsabilità ed attenzione non solo nei confronti dei 4 zampe ma anche della comunità in cui si vive. L'obiettivo che ci siamo prefissi è quello di sostenere, attraverso le indicazioni e le opportunità della legge, una strategia territoriale che ci vedrà impegnati nella prevenzione del randagismo connesso soprattutto alla triste quanto incivile pratica dell'abbandono".
"E' questaspiega Ines Miccio, la consigliera comunale alla quale è stato affidato il coordinamento delle attivitàuna delle tante iniziative che metteremo in campo, anche in collaborazione con gli altri comuni, per garantire il rispetto della legge in tema di anagrafe canina e per accrescere la cultura del rispetto nei confronti degli animali domestici".

Il bilancio partecipativo di Casamarciano diventa un caso internazionale e “supera” quello di Porto Alegre

Così l'assessore Buono: "Risultato di un lungo impegno".

futuri3C. S. - Casamarciano – 12.11.2014 - Il Comune di Casamarciano ed il suo bilancio partecipativo sono un "caso" internazionale. Come e più della città di Porto Alegre, dove nel 1990 è nato questo strumento di partecipazione. Il paragone tra la realtà del Nolano e la città del Brasile è stato oggetto di una pubblicazione della rivista "Futuri", il trimestrale curato dall'Italian Institute for the Future presentato a Napol i- Città della Scienza nel corso del I Congresso nazionale di Futurologia.
"Il bilancio partecipativo come strumento di buona governance e anticorruzione: i casi di Porto Alegre e Casamarciano" è il titolo dell'articolo a cura di Andrea Gatto, economista e fondatore dell'Italian Institute for the Future, che raffronta i risultati ottenuti dalla metropoli brasiliana, apripista in questo esperimento, e dal piccolo Comune del Nolano, fornendo dati sbalorditivi.
Avviato nel 2012, il bilancio partecipativo ha riscontrato nel paese un successo importante nel contesto di una provincia in difficoltà e, nonostante la crisi economica,: nei primi due anni di lavoro del Comune di Casamarciano, la quota di popolazione coinvolta nel Bilancio partecipativo risulta essere, in proporzione, maggiore di quella a cui è arrivata Porto Alegre nei suoi primi Francesco Buono - Casamarciano0due anni. Un dato confortante ed in costante evoluzione che esprime, scrive Gatto, "una chiara volontà di cambiamento culturale" da parte dei cittadini.
"Siamo sorpresi e soddisfatti per l'attenzione di personalità del mondo scientifico alla nostra piccola realtà - dichiara l'assessore al Bilancio Francesco Buono -. Questo lusinghiero raffronto con la città di Porto Alegre, che è stata pioniera nel coinvolgimento dei cittadini nella gestione della cosa pubblica, e l'illustrazione dei nostri risultati, sono il coronamento di un lungo percorso. Spero che tutto ciò funga da incentivo per i cittadini affinché ricorrano sempre più spesso alla partecipazione. La prossima tappa del nostro cammino verso la trasparenza sarà il progetto del Bilancio partecipativo condiviso con i Forum giovanili dei 92 Comuni della Città metropolitana".