Mar06252019

autonoleggio

Back Sei qui: Home Economia e Finanza

Economia e Finanza

Al via Irpinia Express: trenta corse sui binari storici dell’Avellino-Rocchetta, con la grande novità dei treni didattici

Si parte il 3 maggio e i primi a salire in carrozza saranno gli studenti della Scuola Media “Enrico Cocchia”. C’è grande entusiasmo da parte dell’Associazione In_Loco_Motivi che si occuperà di queste lezioni di geografia fuori dalla classe. E la Presidente Rosetta D’Amelio sottolinea: «Rispetto agli altri treni della Campania, questo ha venduto il 70% dei biglietti, il numero più alto. A breve anche il bando di 300mila euro per il progetto relativo alla Stazione»- Foto: Fonte Internet.

arton71961 b9fcfLu.pi - 30.04.2019 – E’ stato presentato, nella mattinata, al Circolo della Stampa Irpinia Express, il calendario dei treni Avellino-Rocchetta, un totale di trenta corse, che partiranno dalla stazione di Avellino. Una novità importante: il treno didattico con partenze dedicate agli studenti delle scuole primarie e secondarie e i primi a salire in carrozza saranno gli studenti della Scuola Media “Enrico Cocchia”, il 3 maggio.

La linea storica si trasforma così definitivamente nel corridoio ferroviario del turismo in un’Irpinia che offre le proprie tradizioni, le eccellenze dell’enogastronomia, i paesaggi, ma anche i suoi castelli medievali, i santuari e il suo patrimonio archeologico, artistico e architettonico alla fruizione di famiglie, giovani, studiosi o semplicemente amanti della bellezza.

I Treni didatticiAlla conferenza stampa sono intervenuti: la presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosetta D’Amelio; il presidente del Forum regionale dei Giovani, Giuseppe Caruso; il commissario prefettizio al Comune di Avellino, Giuseppe Priolo; la presidente dell’associazione In_loco_motivi, Valentina Corvigno, presente anche il referente Pietro Mitrione. Con loro in sala amministratori e associazioni

Ventisei le corse pensate per valorizzare le produzioni enogastronomiche, le tradizioni e gli eventi della Valle del Calore e dell’Alta Irpinia, un punto fermo ormai per la promozione turistica, come ha sottolineato, nel suo intervento, la Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio: «La riapertura ha dato risultati significativi, questo treno ha venduto, rispetto agli altri della Campania, il 70% dei biglietti. La sperimentazione di treni didattici sarà altrettanto stimolante, ma soprattutto permetterà alle giovani generazioni di averne piena coscienza e non di sentirne solo parlare. Ai treni didattici si aggiungono quattro corse che da Avellino arriveranno a Portici per la visita al Museo di Pietrarsa, che contiene un inestimabile patrimonio ferroviario. Al nostro fianco in questo progetto è impegnato il Forum Regionale dei Giovani guidato da DAmelio Rosa istituzionaleGiuseppe Caruso. Sempre ad Avellino – ha continuato la D’Amelio - la Regione ha previsto un finanziamento, a breve partirà il bando di 300mila euro per l’idea-progetto relativa alla rifunzionalizzazione della stazione di Borgo Ferrovia. Lavoreremo – ha concluso - per trovare una cifra consistente utile a garantire il recupero di tutte le stazioni sulla tratta, lo faremo insieme alle associazioni sul territorio e alle Proloco che possono dare un contributo notevole. Sono personalmente in contatto anche con l’assessore al turismo, Corrado Matera, per organizzare le gite scolastiche sul nostro territorio, perché credo che la nostra provincia abbia molte e diverse bellezze da mostrare».

Intanto, «A un anno dalla riapertura dell’intera tratta da parte di Regione Campania e Fondazione Fs, grazie alla collaborazione della Associazione ‘In_Loco_Motivi’, del Forum regionale dei Giovani e di numerose realtà associative, presentiamo un programma di ventisei corse che valorizza le produzioni enogastronomiche, le tradizioni e gli eventi della Valle del Calore e dell’Alta Irpinia», ha spiegato la presidente del Consiglio regionale, promotrice dell’iniziativa.

Ovviamente c’è grande entusiasmo da parte dell’associazione In_Loco_Motivi, che si occuperà delle lezioni di geografia fuori dalla classe. «Ufficialmente inauguriamo la programmazione il 3 maggio con il primo treno didattico della Scuola “Enrico Cocchia” – ha spiegato la Presidente Valentina Corvigno - e questi primi viaggi saranno completamente dedicati agli alunni. E’ un progetto che portiamo avanti dal 2009, perché crediamo che partire dalle scuole e quindi dalla prima base di conoscenza, sia un passo fondamentale verso il riconoscimento del valore storico dell’Avellino-Rocchetta. Lo consideriamo un fiore all’occhiello, diamo così il via ad una grande stagione di partenze che entrerà nel vivo proprio quest’estate».

Mitrione Pietro7«E’ stata una conquista che ci rende orgogliosi - ribadisce Pietro Mitrione - siamo la prima ferrovia turistica in Campania per numero di partecipanti e questo ci consente di attestarci in una condizione favorevole rispetto a tutte le iniziative messe in campo. Crediamo che attraverso appuntamenti mirati e in collaborazione con tutto il territorio regionale, si possano prevedere treni di particolare interesse. Fa tutto parte di un modo attraverso il quale far scoprire l’Irpinia, una sorta di lezione di geografia in treno».

Di seguito il CALENDARIO 2019, di cui fanno parte anche 5 treni didattici che, assieme a ulteriori quattro diretti da Avellino al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa, hanno una valenza particolare in quanto contribuiscono ad accrescere negli studenti irpini la conoscenza della loro terra e la consapevolezza delle sue potenzialità:

19 gennaio | Treno dei falò di Nusco

02-03 marzo | Treno dei tre carnevali

8 marzo | Treno speciale dell’8 marzo

19 marzo | treno didattico

3 / 8 / 11 e 24 maggio | Treni didattici

2 giugno | Treno speciale della mobilità dolce

16 giugno | Treno delle tre dogc

28 luglio | Treno della cavalcata di Sant’Anna

3 agosto | Treno Fiano Love Fest

17 agosto | Treno del concertone

23 e 24 agosto | Treno SponzFest

8 settembre | Treno delle 3 DocG del Vino irpino

21 settembre | Treno della macenata

19 / 20 ottobre | Treno della castagna di Bagnoli

2 / 3 novembre | Treno della castagna di Montella

10 novembre | Treno In cantina a san Martino

7 e 8 dicembre | Treno dei falò di Castelfranci e Lioni

22 dicembre | Treno delle luci di Natale