Mer02222017

"Il Meridiano online " vecchia edizione Il Meridiano Affari

autonoleggio

Back Sei qui: Home Politica e Ambiente

Politica e Ambiente

Il Gruppo di Minoranza Consiliare “Cambia Avella” denuncia le manchevolezze dell’Amministrazione

Nel comunicato si evidenziano gli sprechi e lo sperpero dei soldi dei cittadini. Si annunciano ulteriori denunce.

Cambia AvellaC. S. – 20.02.2017 - “Avella, è il nostro paese, è la nostra cittadina. Crediamo nella necessità di rendere il paese fruibile a tutti. E’ doveroso scendere in piazza e denunciare le manchevolezze della passata e di  questa Amministrazione.

Lo spreco di soldi pubblici a danno di tutti gli Avellani è palese. Ciò comporta il disagio sociale e la scarsa attenzione alle politiche connesse. Il paese necessita di regole e purtroppo gli Amministratori di questo paese, Sindaco e Assessori in primis, dimostrano la loro evidente incapacità di guidare ed indirizzare la macchina amministrativa.   

minoranza consiliareIn un contesto di complicazioni democratiche, noi dell’opposizione non indietreggeremo rispetto a ciò che viene continuamente, ed in modo palese essendo presente nell’albo pretorio dell’Ente, compiuto quotidianamente, ossia “SPERPERO DI SOLDI DEI CITTADINI AVELLANI” e politica clientelare a danno delle famiglie AVELLANE.

Evidenziamo tra le molte Determine di servizio, la n. 5 del 15.2.2017 con la quale si affidava ad una società di Casalnuovo, per la modica somma di euro 2.674,24, l’incarico  di stampare ed imbustare circa 2579 plichi dell’acconto Tari 2017. Trattasi di un costo che ovviamente sopporteranno i cittadini Avellani, nonostante il Comune di Avella spenda ogni anno enormi cifre per l’acquisto di carta per stampa e di materiale da consumo per le stampanti. Ci chiediamo se all’interno del Comune, tra dipendenti, giovani assunti con Garanzia Giovani,  ragazzi della Protezione Civile, si poteva evitare questo ulteriore costo. Ma la stranezza si evidenzia che alla stessa società di Casalnuovo, con determina del Responsabile, n. 15 del 13.10.2016 veniva affidato il servizio di Hosting tributi IMU-TASI-TARI, ossia un supporto tecnico al settore tributi al fine del miglioramento della riscossione diretta degli stessi al prezzo di euro 1100,00 mensili oltre IVA, . Praticamente dobbiamo pagarla sia per il servizio di miglioramento e sia per la stampa e l’imbustamento e stiamo già a circa 18.000,00 euro all’anno sommando i due importi

Ma se il servizio di Hosting serve a migliorare l’operatività dell’Ente perché affidargli la stampa e l’imbustamento? Ma vogliamo aggiungere, perché non far funzionare la macchina amministrativa in modo serio e corretto, chiedendo ai contribuenti Avellani la mail o la pec o il numero di fax per la spedizione della specifica e delle rate da pagare prima di aver dato incarico alla società di Casalnuovo per l’imbustamento? Ma scusate, perché non fare una campagna preventiva di informazione ai cittadini? Se è stato richiesto al cittadino Avellano di comunicare nei giorni prossimi l’eventuale indirizzo di posta elettronica al Comune perché già affidare e pagare la società di Casalnuovo per la stampa e l’imbustamento? Seguiranno approfondimenti sull’argomento e chiarimenti anche su quant’altro svolge questa società per il Comune di Avella.

Inoltre, ricordiamo agli Amministratori, ma in particolar modo a chi di competenza per delega ricevuta, che a seguito di solleciti del gruppo di minoranza “Cambia Avella”, si è tentato di creare diversi albi relativi alle maestranze, come fabbri, elettricisti, falegnami, ditte edili, ed altre, al fine di consentire dove fosse possibile, una sorta di rotazione dei vari incarichi e consentire un benessere sociale diffuso e non circoscritto solo a pochi. Infatti, e di pochi giorni fa, una discresia evidente dell’operato della macchina amministrativa dove, nello stesso giorno, a loro dire, come si legge in determina,a seguito di indagine di mercato si affidavano tre lavori di fabbro a due ditte diverse di fiducia dell’ente”. Vorremmo capire quali ditte sono state contattate e come è stata fatta quindi l’indagine di mercato, ma tutto ciò a domanda fatta al Responsabile del Servizio del Comune, ovviamente è impossibile sapere.

Non vogliamo toccare il solito tasto del consumo carburanti del quale chiederemo chiarimenti, tenuto conto che nonostante i fogli marcia, lo stesso non tende a diminiure, circa 17.500,00 euro di consumo nel mese di ottobre e novembre 2016 con un parco automezzi continuamente in manuntenzione e ridotto al minimo.

Concludiamo questa prima fase, volendo evidenziare ai Cittadini Avellani, che ulteriori comunicati circa l’operato della macchina Amministrativa saranno fatti nelle prossime settimane, concludendo questa attività con la rendicontazione annua in piazza alla fine del mese di maggio di quest’anno, con il capitolo “Clanioinarte”, dove l’Ente ha determinato pagamenti per ulteriori 150.000,00 euro a saldo di quanto già accordato dove le voci eclatanti sono quelle relative alla spesa del curatore scientifico al quale veniva liquidata la somma di euro 18.000,00; per la realizzazione del cartellone pubblicitario dei due eventi di Lina Sastri e Giancarlo Giannini altri euro 18000,00 ed euro 10.000,00 per attività di comunicazione nell’ambito di tali eventi ovviamente a saldo di quanto già erogato. Non vogliamo al momento aggiungere altro”. 

Gruppo di Minoranza Consiliare “Cambia Avella”