Dom06252017

Last updateVen, 23 Giu 2017 4pm

autonoleggio

Back Sei qui: Home Cultura e Spettacoli Cultura

Cultura e Spettacoli

Marzano di Nola / Maggio dei libri 2017: il Cantico di Alessia Bellofatto e la Green Smile Revolution di Giovanni De Feo ospiti in una gioiosa festa

L’evento, voluto fortemente dal Sindaco Greco Trifone, vedrà la partecipazione del Vescovo di Nola Mons. Francesco Marino

locandina evento di MarzanoSaverio Bellofatto – 29.05.2017 - Con il patrocinio del Comune di Marzano di Nola, della Parrocchia di S. Trifone Martire e dell’Istituto Comprensivo “N. Pecorelli”, martedì 30 Maggio 2017, alle ore Il nuovo vescovo di Nola9.30, nella Chiesa di S. Trifone,  il Vescovo di Nola S.E. Francesco Marino, il Sindaco di Marzano dott. Greco Trifone, La DS dell’I.C. “Pecorelli”, prof.ssa Florisa Siniscalchi, il Parroco don Angelo Schettino e il poeta Carmine Montella  accoglieranno alunni e studenti delle scuole e i giovani di Marzano nell’evento promosso dall’Associazione La Piccola Cometa per l’occasione del Maggio dei Libri 2017. Viene presentato dalla giornalista e poetessa Antonietta Gnerre il “Cantico delle Creature” di Alessia Bellofatto e” Il Metodo Greenopoli” di Giovanni De Feo.

Il Cantico delle CreatureNel libro “Il Cantico delle Creature”, Alessia Bellofatto costruisce l’alfabeto dell’opera del Santo con una fede che semina e fa crescere la speranza nei solchi della storia di tutti i giorni, rivelando un senso cronologico che solo i cercatori di Dio sanno misurare.

Scrive Padre Stefano Agostino, nell’introduzione:“ L’incontro di Alessia con San Francesco, attraverso l’arte e la poesia (vedi Cantico delle Creature), denota la simbiosi di anime che hanno in comune la purezza e il fascino del bello e del geniale. Anche le linee originali e graziose, fissate nelle sue espressioni pittoriche, che, nella mente dell’osservatore attento, generano stupore e ammirazione, raccontano le movenze fascinose del suo pensiero delicato e riflessivo. Poiché sono autentiche illustrazioni dell’estetica e del Santo, dentro ti creano ‘quasi’ la simpatia per il trascendente, a cui il suo cuore era conformato”.

Alessia L’opera di Alessia, infatti, racconta i lineamenti del vero mondo con un messaggio che arriva come un soffio di luce. Il legame tra Alessia Bellofatto e San Francesco d’Assisi è fortissimo, è un abbraccio commovente che ci fa sperare e continuare a credere. È un miracolo! Il miracolo di una meditazione che coglie il valore simbolico di un’opera per vivere un momento intenso, di devozione e di preghiera. In fondo la vita di un santo è il risultato di un percorso melodioso di relazioni, che coinvolgono Dio, l’io e il prossimo. In Alessia il percorso di San Francesco si fa carne per continuare una missione: comunicare la gioia e la speranza che abitano nei cuori di tutti noi.

Nel metodo Greenopoli di Giovanni De Feo, invece, due sono le sue parole d’ordine: condivisione e sostenibilità.

Il metodo GreenopoliLa Sostenibilità, l’Ambiente, i Rifiuti e l’Acqua, da cui viene fuori l’acronimo Sara, uno dei protagonisti di Greenopoli, sono alcuni tra gli argomenti preferiti di discussione. Nel mondo di Greenopoli, insieme a Sara, ci sono altri simpatici personaggi come il Signor Errore e il cugino inglese Mr. Error, il Pacc-Man (occhio alle due “c”), l’ispettore Garbage e Mr. Rubbish. Tutti questi personaggi animano la seconda parte del libro in cui è descritto il contenuto della cassetta degli attrezzi di Greenopoli.

I principali strumenti del “metodo Greenopoli” sono il dialogo, il ragionamento, l’entusiasmo, la simpatia, la spontaneità, un po’ di comicità e, naturalmente, la condivisione.

Con il metodo Greenopoli il ruolo del formatore muta per assumere le funzioni di “moderatore”, che prima fa discutere e ragionare gli allievi e poi, a opportuni intervalli, interviene per sostenere e rilanciare la discussione, e/o introdurre nuovi concetti. Il tutto diventa più facile, se il moderatore si propone con entusiasmo e simpatica spontaneità, lasciando trasparire tutta la sua passione per l’argomento oggetto della discussione e per l’insegnamento. E l’applicazione didattica del metodo sarà affidata, per l’occasione, alla dott.ssa Carolina D’Avino, che, con innata simpatia e a ritmo delle sue ispirate filastrocche e  dei famosi rap di Giovanni De Feo, cercherà di trasmettere ai ragazzi il messaggio che “per costruire un mondo migliore, dove le regole, la salvaguardia dell’ambiente, il riciclo, il risparmio di un bene prezioso come l’acqua è possibile e indispensabile”.

La manifestazione, oltre al suo carattere solidale, ha anche l’obiettivo di diffondere l’amore per i libri e per la lettura che sono grandi strumenti di crescita sociale e umana.