Sab10312020

autonoleggio

Seguici su ...

facebook 5121

Back Sei qui: Home Sport Altri Sport TENNIS: ROLAND GARROS, FOGNINI FUORI, VINCONO SONEGO E GIUSTINO

Sport

TENNIS: ROLAND GARROS, FOGNINI FUORI, VINCONO SONEGO E GIUSTINO

fognini tennisFabio Fognini saluta al primo turno il Roland Garros, soffrendo il riacutizzarsi dei problemi alle caviglie e cedendo 7-5, 3-6, 7-6(1), 6-0 al kazako Kukushkin. Di contro, festeggiano Lorenzo Sonego e Lorenzo Giustino, al termine di due “maratone” rispettivamente contro Gomez e Moutet. Soddisfazione azzurra anche tra le donne: accedono infatti al secondo turno Sara Errani e Jasmine Paolini. Tra i big, tutto facile per Rafa Nadal e Serena Williams. Quella di Fabio Fognini è una stagione che resta complicatissima, e il primo turno del Roland Garros non fa eccezione. Contro Mikhail Kukushkin l’azzurro, testa di serie numero 14 del torneo, riesce a recuperare il match (iniziato con oltre due ore di ritardo causa pioggia) dopo un po’ di nervosismo iniziale, sembra prendere in mano la partita ma deve arrendersi al dolore alle caviglie operate di recente. Finisce 7-5, 3-6, 7-6(1), 6-0 per Kukushkin, bravo a rimontare dal 5-4 sia nel primo sia nel terzo set e cinico al punto giusto da non lasciare scampo all’atleta ligure nella quarta frazione, chiusa nel giro di appena 23 minuti. Il kazako affronterà ora Pedro Martinez, bravo a liberarsi in tre set (7-5, 6-4, 6-0) di Alexandar Vukic. Un epico Lorenzo Giustino, numero 136 al mondo, esce trionfatore dall’interminabile lotta contro il francese Corentin Moutet (71). L’azzurro si regala la prima vittoria in carriera in uno Slam superando il padrone di casa dopo 6 ore e 5 minuti di gioco (secondo match più lungo della storia del Roland Garros): 0-6, 7-6 (7), 7-6 (3), 2-6, 18-16 il punteggio finale. Una sfida ancora più prolungata dopo che il match era iniziato ieri ed era terminato anzitempo per il sopraggiungere della pioggia. Sulla strada di Giustino, a questo punto, ci sarà l’argentino Diego Schwartzman (n.14 del ranking ATP). Vince la sua “maratona” (seppur più breve) anche Lorenzo Sonego (45) il cui debutto sulla terra rossa del Roland Garros è stato più faticoso del previsto. Il torinese si porta a casa la sua prima vittoria della carriera a Parigi contro un coriaceo Emilio Gomez, numero 148 del mondo proveniente dalle qualificazioni e figlio dell’ecuadoriano Andrès (vincitore del torneo nel 1990). 6(6)-7, 6-3, 6-1, 6(4)-7, 6-3 il risultato di una partita che l’italiano poteva chiudere un po’ prima, con qualche rimpianto nel primo set. Al secondo turno ci sarà il kazako Alexander Bublik (49), che elimina 6-4, 7-5, 3-6, 6-3 un po’ clamorosamente il francese Gaël Monfils, numero 9 al mondo. Delusione invece per Salvatore Caruso (86), costretto a cedere 7-6(6), 6(4)-7, 7-5, 6-4 contro l’argentino Guido Pella (37) in un incontro terminato dopo tre ore e 49 minuti di gioco. Il sudamericano ha il merito di giocare al meglio gran parte dei punti importanti del confronto, piegando l’azzurro al termine di frazioni estremamente lottate, con scambi in cui la ricerca dell’angolo è stata quasi ossessiva. Non ha assolutamente problemi Rafa Nadal, numero 2 al mondo, nello stendere il bielorusso Egor Gerasimov (82): il campione maiorchino vince 6-4, 6-4, 6-2 e vola agevolmente al secondo turno del Roland Garros, di cui detiene il record assoluto per esserselo aggiudicato ben 12 volte. Il russo Karen Khachanov (16) stende in tre set il polacco Kamil Majchrzak (100), sconfitto 7-6(3), 6-3, 6-3. Il norvegese Casper Ruud (25) ha nettamente la meglio 6-1, 6-3, 6-1 contro il giapponese Yuichi Sugita (96). Il derby serbo tra Filip Krajnovic (29) e Nikola Milojevic (144) viene vinto da quest’ultimo, capace di imporsi 6-4, 3-6, 6-3, 6-1. Non stecca Dominic Thiem, vincitore degli Us Open, che si ritrova ad affrontare un avversario di livello come il croato Marin Cilic. L’austriaco, però, liquida la pratica in poco più di due ore, vincendo 6-4, 6-3, 6-3. Ad attenderlo, nel turno successivo, il veterano Jack Sock, numero 310 Atp, che batte nel derby americano il favorito Reilly Opelka con un sorprendente 6-4, 6-4, 6-3. Un altro risultato a sorpresa arriva dal match che contrappone Felix Auger-Aliassime e Yoshihito Nishioka: a vincere, infatti, è quest’ultimo, che rimonta due game di svantaggio nel corso del primo set, vincendolo 7-5, e conquista le altre due frazioni 6-3, 6-3.